Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-09-2008, 14.25.41   #61
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Sul piano morale: se Dio ha creato l'uomo libero allora non vuole applicare la sua onnipotenza per impedirgli di sbagliare.
Non può perchè non vuole.

Per dire la verità non ci siamo messi d'accordo nemmeno sul significato di "onnipotenza". Può fare tutto ma è infinitamente buono.
Se dico però che può fare tutto, perchè non debbo includere nel tutto anche il "male"?
Quindi io prendo per buona la tesi dell'Uno, ma in quest'uno non è possibile togliere qualcosa, altrimenti non sarebbe onnipotente. Infatti se c'è il male, e l'onnipotente crea tutto, ne consegue che dio crea il male. Giustificare il fatto che lo crei, oppure giustificare che doni il libero arbitrio (che vuol dire molto, cioè per dio vuol dire donare una parte delle sue capacità di decisione, e quindi di onnipotenza) è un problema perchè bisognerebbe comprendere e "giustificare" le azioni di dio attraverso la ragione umana.
Quando una "credenza può essere giustificabile"?
Se dio è onnipotente evidentemente la sua credenza è giustificabile, le nostre mi pare proprio di no. Noi però continuiamo ad attribuire a dio le nostre credenze.
Il_Dubbio is offline  
Vecchio 26-09-2008, 14.28.42   #62
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Marius
Non pensi, allora, che l'Essere si sia "autoingannato" (una sorta di autoipnosi) per convincersi di non essere la sola verità esistente ? Pensa che stato deve comportare la certezza di essere soli
Certo!Penso che viviamo costantemente questa ipnosi della mente,questo “sdoppiamento”
dualistico ed illusorio. (Per gli Indiani è il cosiddetto “Velo di Maya”)
La consapevolezza di ciò non può che fornire sgomento e…stupore .
Ciao!
Noor is offline  
Vecchio 26-09-2008, 14.34.35   #63
Faby
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 25-09-2008
Messaggi: 2
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Secondo me si potrebbe togliere la dualità alla parola bontà. In questo modo la bontà sarebbe solo bontà e non ( bene e male - buono e cattivo ). Anche il concetto di onnipotenza sarebbe facilmente conciliabile con la bontà. E' il giudizio che stabilesce quello che è bene e quello che è male; ma il male di oggi non poterbbe essere il bene di domani?
Faby is offline  
Vecchio 26-09-2008, 14.38.24   #64
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Vi invito a tralasciare il problema dell'Essere e della verità e a tornare in tema. Eventualmente discutetene qui: https://www.riflessioni.it/forum/filo...-divenire.html

Grazie
Koli is offline  
Vecchio 26-09-2008, 14.39.32   #65
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Il_Dubbio
Per dire la verità non ci siamo messi d'accordo nemmeno sul significato di "onnipotenza". Può fare tutto ma è infinitamente buono.
Se dico però che può fare tutto, perchè non debbo includere nel tutto anche il "male"?
Quindi io prendo per buona la tesi dell'Uno, ma in quest'uno non è possibile togliere qualcosa, altrimenti non sarebbe onnipotente. Infatti se c'è il male, e l'onnipotente crea tutto, ne consegue che dio crea il male. Giustificare il fatto che lo crei, oppure giustificare che doni il libero arbitrio (che vuol dire molto, cioè per dio vuol dire donare una parte delle sue capacità di decisione, e quindi di onnipotenza) è un problema perchè bisognerebbe comprendere e "giustificare" le azioni di dio attraverso la ragione umana.
Quando una "credenza può essere giustificabile"?
Se dio è onnipotente evidentemente la sua credenza è giustificabile, le nostre mi pare proprio di no. Noi però continuiamo ad attribuire a dio le nostre credenze.
Oltre a ciò ci si può domandare se è questo il motivo di a sua immagine e somiglianza forse siamo Noi degli specchi?O siamo delle cellule Noi stessi di quell'Uno.
ornella is offline  
Vecchio 26-09-2008, 14.42.38   #66
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Il_Dubbio
Quindi io prendo per buona la tesi dell'Uno, ma in quest'uno non è possibile togliere qualcosa, altrimenti non sarebbe onnipotente. Infatti se c'è il male, e l'onnipotente crea tutto, ne consegue che dio crea il male.
Non è così..
In questa visione dell'Uno ,infatti,il male in quanto sdoppiamento dal bene, è stato detto che è solo una proiezione umana..
Noor is offline  
Vecchio 26-09-2008, 15.04.04   #67
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Il_Dubbio
Per dire la verità non ci siamo messi d'accordo nemmeno sul significato di "onnipotenza". Può fare tutto ma è infinitamente buono.
Se dico però che può fare tutto, perchè non debbo includere nel tutto anche il "male"?
Quindi io prendo per buona la tesi dell'Uno, ma in quest'uno non è possibile togliere qualcosa, altrimenti non sarebbe onnipotente. Infatti se c'è il male, e l'onnipotente crea tutto, ne consegue che dio crea il male.



Giustificare il fatto che lo crei, oppure giustificare che doni il libero arbitrio (che vuol dire molto, cioè per dio vuol dire donare una parte delle sue capacità di decisione, e quindi di onnipotenza) è un problema perchè bisognerebbe comprendere e "giustificare" le azioni di dio attraverso la ragione umana.
Quando una "credenza può essere giustificabile"?
Se dio è onnipotente evidentemente la sua credenza è giustificabile, le nostre mi pare proprio di no. Noi però continuiamo ad attribuire a dio le nostre credenze.

Credo che sia meglio mantenere distinti il piano morale da quello metafisico.

Il topic proposto è di ordine metafisico.
Il male, non avendo consistenza ontologica, non può essere "fatto o creato" in quanto il "nulla" non si può fare nè creare.

Se si scende sul piano morale la supposta contraddizione si risolve introducendo la categoria "volonta libera".

La seconda parte del tuo post richiama esplicitamente il recente topic di gnoseologia per capire appieno il quale credo si possa fare riferimento a Glymour Clark.

Non ho ben capito il discorso sulle credenza. Ti dispiacerebbe riformularlo in maniera più semplice. Grazie, ciao.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 26-09-2008, 15.24.50   #68
Il_Dubbio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-12-2007
Messaggi: 1,706
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Credo che sia meglio mantenere distinti il piano morale da quello metafisico.

Il topic proposto è di ordine metafisico.
Il male, non avendo consistenza ontologica, non può essere "fatto o creato" in quanto il "nulla" non si può fare nè creare.

Non ho compreso Giorgiosan. La morte è il male? Se mi capita (gratto) di andare sotto una macchina e rimanere paralizzato, è male? La sofferenza è male? Qual è la differenza tra male metafisico e morale?
Epicurus non ha fatto altro che ripetermi l'esempio di superman e se deve fare qualcosa per la donna in pericolo di essere stuprata a morte, oppure no. Il suo esempio era di ordine metafisico o morale?

Poi non comprendo. Se sto qui a casa tranquillamente e mi vengono a rapinare dentro casa, io subisco un male metafisico o morale?

p.s.
sapete che la filosofia sta diventando molto piu complicata della fisica? Ogni giorno, il primo che si alza, e mette i suoi assiomi prima degli altri, vince... questo mi sembra

scherzo ovviamente, sto imparando...
domani mi alzo prima di voi
Il_Dubbio is offline  
Vecchio 27-09-2008, 19.04.57   #69
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Il_Dubbio
Non ho compreso Giorgiosan. La morte è il male? Se mi capita (gratto) di andare sotto una macchina e rimanere paralizzato, è male? La sofferenza è male? Qual è la differenza tra male metafisico e morale?
Epicurus non ha fatto altro che ripetermi l'esempio di superman e se deve fare qualcosa per la donna in pericolo di essere stuprata a morte, oppure no. Il suo esempio era di ordine metafisico o morale?

Poi non comprendo. Se sto qui a casa tranquillamente e mi vengono a rapinare dentro casa, io subisco un male metafisico o morale?

p.s.
sapete che la filosofia sta diventando molto piu complicata della fisica? Ogni giorno, il primo che si alza, e mette i suoi assiomi prima degli altri, vince... questo mi sembra

scherzo ovviamente, sto imparando...
domani mi alzo prima di voi


Liebiz parla di male metafisico, fisico e morale:
il male metafisico (il male inteso metafisicamente) consiste nella imperfezione (mancanza di perfezione quindi senza consistenza ontologica), il male fisico consiste nella sofferenza e quello morale nel peccato.

Credo che solo il male morale possa rallentare o arrestare l'evoluzione dell'uomo.

La morte non rappresenta nè un bene nè un male ma semplicemente un momento evolutivo nel quale si passa da uno stato ad un altro senza soluzione di continuità...da un punto di vista fenomenologico.

Psicologicamente, invece, l'approssimarsi della morte può essere vissuta nei modi più diversi.

P.S. Penso che non giovi neanche una levataccia Ciao
Giorgiosan is offline  
Vecchio 27-09-2008, 19.55.30   #70
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Onnipotenza e Bontà divina:due attributi inconciliabili?

Citazione:
Originalmente inviato da Giorgiosan
Credo che solo il male morale possa rallentare o arrestare l'evoluzione dell'uomo.
Non capisco..come ci si evolve verso il bene morale (relativo) se non abbiamo conosciuto l'altra faccia ?
Solo l'inconsapevolezza del male (quindi anche il viverlo subendolo-cioè non accettandolo) rallenta il Processo evolutivo.

Ultima modifica di Noor : 27-09-2008 alle ore 21.16.16.
Noor is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it