Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 29-05-2014, 11.31.16   #131
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Se non esiste l'anima che senso ha vivere ?

** scritto da Sgiombo:


Citazione:
A questo punto rinuncio a cercare di farti riconoscere che io per primo di mia spontanea iniziativa (e non affatto ammettendo qualcosa dietro tua sollecitazione) ho affermato di credere (ma non affatto venerare!!! Sono fra l' altro ben consapevole del carattere indimostrabile di tali credenze) alcune cose per fede (il "mimino necessario"): se non sei in grado di ammetterlo, fai pure, tanto le cose non cambiano.

D'accordo, è come tu dici, ammetto che l'hai detto tu per primo.


Citazione:
E rinuncio anche a cercare ulteriormente di farti comprendere che l' "entità", o meglio l' importanza qualitativa, della differenza fra il mio credere in quelle pochissime tesi indimostrabili (la negazione delle quali rasenta la psicopatologia) e il tuo credere, oltre che in esse, nelle tantissime altre proprie delle religioni (di cui alcune della cristiana non solo indimostrabili ma anche assurde) é puramente soggettiva: tu la ritieni soggettivamente minima (e pretendi indebitamente -ma vanamente- che lo faccia anch' io) io la ritengo soggettivamente massima (e mi guardo bene dal pretendere che anche tu lo faccia).

Anche a questo proposito la realtà delle cose non cambia.


L'importanza qualitativa sei tu che la stai decretando (come se tu avessi già risolto il Mistero), sei tu che la stai chiamando in causa ostinatamente, ma nella realtà non esiste, tu credi, hai Fede in una (non pochissime, basta una per screditare la tua ipotesi) tesi indimostrabile, ed io in un'altra tesi indimostrabile, fin quando non accetti questo non sei onesto intellettualmente e quindi perde credibilità ogni tua ulteriore valutazione.


Credere che non c'è bisogno dell'anima per dare un senso alla vita o credere che se non esiste l'anima che senso ha vivere, o credere, addirittura, che la vita non ha e non può avere un fine, uno scopo, è determinato dalla Fede personale, non c'è un minimo od un massimo, o si crede all'uno o si crede all'altro, e sia che si creda all'uno od all'altro non determina nessun minimo o massimo, è una tua personale considerazione, che oggettivamente è contraddittoria.


Pace&Bene,
Duc in altum! is offline  
Vecchio 01-06-2014, 12.24.44   #132
Garbino
Garbino Vento di Tempesta
 
L'avatar di Garbino
 
Data registrazione: 13-05-2014
Messaggi: 147
Riferimento: Se non esiste l'anima che senso ha vivere ?

X Duc in altum

Mi dispiace per Margherita Hack, ma la sua affermazione è una emerita buffonata, che avrebbe fatto meglio a non dire. Stimo molto la Hack, ma in questo caso è assolutamente fuori strada. La religione è una forma di credenza che ha fiducia in qualcosa che sta al di sopra e al di là della vita. Ritenere che anche l' agnosticismo lo sia, quando la nega, è veramente una contraditio in adjecto, come direbbe Nietzsche. E' senza dubbio un modo di pensare riconducibile anche ad una illusione ma non può essere considerato di carattere religioso.

Il fatto del non avere importanza su chi abbia ragione è in riferimento al fatto che non c' è possibilità di risolvere la questione dialetticamente e quindi anche se per te può avere importanza non può averla nei termini dialettici di riferimento.
Questa era una affermazione a livello filosofico dove ognuno dovrebbe porsi nel modo più oggettivo possibile sulla questione.

Sul peccare non mi sembra che ci sia qualcuno che possa affermare che la sfera del non credere possa essere ritenuta peggiore di quella del credere. La Storia è piena di atti abominevoli compiuti da credenti a salvaguardia del proprio credere in nome di Dio o della divinità, o per motivi diversi. Molto del comportamento umano in fondo sfugge alle proprie credenze.

Per quanto riguarda il vincolo all' IO o Ego, il discorso è in relazione al bisogno metafisico e ci porterebbe lontano. Comunque non ti nascondo che ritengo la posizione di un agnostico più libera di quella del credente, ma questa è una considerazione personale che lascia il tempo che trova.

Per quanto riguarda la certezza che non vi sia nulla oltre la morte è ovvio che non è dimostrabile ma è assolutamente in linea con il fatto di non credere. Come il fatto che ci sia è perfettamente in linea col pensiero del credente.

L' unico senso che la vita ha è che questa vita è l' unico Paradiso possibile (come avevo specificato poco prima ) proprio perché è l' unica dimensione in cui viviamo. In questo caso completamente dal mio punto di vista. Ma era necessario perché tu avevi criticato la mia affermazione senza valutare che si riferiva a quanto detto appena prima.

Ti ringrazio per avermi avvisato della tua risposta che mi ha dato adito a fare a mia volta chiarimento su quanto affermato.

Garbino Vento di Tempesta.
Garbino is offline  
Vecchio 01-06-2014, 20.10.08   #133
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Se non esiste l'anima che senso ha vivere ?

** scritto da Garbino:


Citazione:
Mi dispiace per Margherita Hack, ma la sua affermazione è una emerita buffonata, che avrebbe fatto meglio a non dire. Stimo molto la Hack, ma in questo caso è assolutamente fuori strada.

Invece a me questa tua affermazione sull'astrofisica mi ricorda quelle scissioni interne tipiche nelle religioni monoteiste.


Citazione:
La religione è una forma di credenza che ha fiducia in qualcosa che sta al di sopra e al di là della vita. Ritenere che anche l' agnosticismo lo sia, quando la nega, è veramente una contraditio in adjecto, come direbbe Nietzsche. E' senza dubbio un modo di pensare riconducibile anche ad una illusione ma non può essere considerato di carattere religioso.

Opinione soggettiva che rispetto, ma niente a che vedere con la realtà oggettiva.
Infatti l'etica del cristiano (da qualcuno ritenuta, equivocatamente, religione), per esmpio, non è fondata sulla ricompensa nell'aldilà, ma è fondata sul comandamento dell'amore riconosciuto come il miglior modo di vivere la propria esistenza.
E negare l'amore è "oltre" l'illusione o la contraditio adjecto, entriamo nell'utopia, nella megalomania.


Citazione:
Il fatto del non avere importanza su chi abbia ragione è in riferimento al fatto che non c' è possibilità di risolvere la questione dialetticamente e quindi anche se per te può avere importanza non può averla nei termini dialettici di riferimento.
Questa era una affermazione a livello filosofico dove ognuno dovrebbe porsi nel modo più oggettivo possibile sulla questione.


Sono perfettamente d'accordo con te, le parole se le porta via il vento, ciò che conta sono i fatti, le azioni, le opere.



Citazione:
Sul peccare non mi sembra che ci sia qualcuno che possa affermare che la sfera del non credere possa essere ritenuta peggiore di quella del credere. La Storia è piena di atti abominevoli compiuti da credenti a salvaguardia del proprio credere in nome di Dio o della divinità, o per motivi diversi. Molto del comportamento umano in fondo sfugge alle proprie credenze.


Per un credente sul peccato non esiste un peggiore, ma solo un giudice (Dio), un solo inquisitore (la propria coscienza), un solo rimedio (Cristo).



Citazione:
Per quanto riguarda la certezza che non vi sia nulla oltre la morte è ovvio che non è dimostrabile ma è assolutamente in linea con il fatto di non credere.


Che automaticamente diviene una forma di credere, con la stessa liturgia di una religione.


Citazione:
L' unico senso che la vita ha è che questa vita è l' unico Paradiso possibile (come avevo specificato poco prima ) proprio perché è l' unica dimensione in cui viviamo. In questo caso completamente dal mio punto di vista.

Condivido il tuo punto di vista, ma perché allora non l'unico Inferno possibile?!?!



Citazione:
Ti ringrazio per avermi avvisato della tua risposta che mi ha dato adito a fare a mia volta chiarimento su quanto affermato.


Piacere e dovere.


Pace&Bene.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 02-06-2014, 12.23.23   #134
Garbino
Garbino Vento di Tempesta
 
L'avatar di Garbino
 
Data registrazione: 13-05-2014
Messaggi: 147
Riferimento: Se non esiste l'anima che senso ha vivere ?

X Duc in altum.

Se un agnostico può essere considerato un religioso che non crede anche un religioso può essere considerato un agnostico che crede. Ma è ovvio che sono entrambe false. Un agnostico non può essere considerato un religioso come un religioso non può essere considerato un agnostico. Né pertanto l' agnosticismo una forma di religione. Ripeto può essere considerata una forma di credenza ma non di carattere religioso.

Dal vocabolario:Religione-Atteggiamenti e comportamenti che corrispondono al sentimento di dipendenza dal mondo divino.

Anche affermare l' amore può essere considerato assurdo e da megalomani per quanto a te non possa apparire tale. Tu ti riferisci sempre al credente ideale dimenticando che purtroppo la realtà è ben altra cosa, ammesso e non concesso che ci sia qualcuno che riesca a vivere nella dimensione che tu indichi come quella ideale per il Cristiano.

Non v' è dubbio che purtroppo per molti la vita è un vero Inferno e per diversi motivi. Tra i quali c' è da considerare la compiacenza delle sfere religiose per la ricchezza e per l' accettazione dei poveri della loro condizione in cambio di un al di là che dal mio punto di vista è solo menzogna. A parte te naturalmente che mi sembri veramente convinto del tuo credere in Dio in Cristo e nella coscienza.

Anch' io come vedi rispetto le tue opinioni e sono convinto che ciò che conta alla fine è il modo in cui si agisce, anche se non mi aspetto nessuna ricompensa o castigo per come agisco. E questo perché per me Dio non esiste.

Garbino Vento di Tempesta.
Garbino is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it