Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-01-2008, 12.29.01   #71
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Da Maxim:
c'è solo una gran voglia di esperire ciò che non ci è concesso, per qualche "strano" motivo, d'esperire.
Si fa tutto in fretta e può succedere che a 18anni si creda di aver già tratto il massimo...dalla vita.

Per quel che mi riguarda, di voglia di esperire non ne avevo per niente... le esperienze alcune volte ci coinvolgono in modo naturale...
Inoltre, non ho detto che ho tratto il massimo della vita a 18 anni (sempre se ti stavi qui riferendo a ciò che ho postato io)... ho detto che sotto il punto di vista sessuale già a 18 anni, il mio bagaglio esperenziale era saturo... chi può dire quale sia la norma ( il mondo, come dice Oscar Wilde, è affardellato di pregiudizi ). Gli ormoni in gioventù impazziscono, si sa, e biologicamente il nosto organismo, al naturale, è più vigoroso in quell'arco di tempo che comprende l'adolescenza... quindi mi sembrerebbe più normale fare le capriole a 18 anni che a 30 o 40... certo una persona può restare giovane dentro, può curare il fisico, la mente... ma la biologia e la fisiologia dell'organismo cambiano con il tempo, e non solo all'età del nonno di Maxim, ma già un bel pezzo prima... Inoltre, giusto per esplicitare, il massimo dalla vita per me è rappresentato da altre cose... il sesso è una cosa naturale come un'altra... ne più né meno... tutta quest'importanza data al sesso... sesso, sesso, sesso... non è che se ne sta facendo pochino ? Scherzo ovviamente... però...

Un a voi... e un'altro pizzicotto a Maxim!
veraluce is offline  
Vecchio 10-01-2008, 13.20.21   #72
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Jambo.

Curiosa questa discussione. Però ho come l'impressione che vi siate soffermati sulla domanda sbagliata.

La questione non è "si può fare o meno?", perché ormai al giorno d'oggi si può fare questo e d'altro, la vera domanda è:
"È sostenibile la situazione che viene a crearsi facendo sesso regolarmente con un amico/a?"

Detto con le parole di Joshua:
Citazione:
Originalmente inviato da Joshua
Si potrebbe discutere su come si svilupperebbe il rapporto fra amici dopo aver fatto sesso piuttosto...

Non solo Joshua. La realtà è che chi dice che è fattibile, ma senza che l'abbia vissuto sulla sua pelle, mi pare essere solo un po' un ciarlatano. (In senso buono).

Ditemi infatti, in tutta sincerità, ma quante persone conoscete che fanno sesso tra di loro con una certa frequenza e sono sempre stati solo buoni amici?

Siate un po' realisti, il sesso tra amici non ha mai funzionato e mai funzionerà (un discorso a parte è il sesso occasionale, fatto una qualche volta all'anno, magari tra una relazione sentimentale e l'altra). Questo per il semplice motivo che è quasi impossibile mantere un sano equilibrio nella situazione venutasi a creare. I problemi che possono sorgere sono infiniti. La relazione può incrinarsi in qualsiasi momento, con l'arrivo magari di un fidanzato, o per il fatto che una persona incominci a provare dei sentimenti d'amore e non più di semplice "amicizia sessuale".

Dunque, personalmente, non credo possibile il sesso tra amici a lunga scadenza. È una relazione destinata a fallire da principio.

Ma nessuno mette in dubbio che si possa fare.

Elijah is offline  
Vecchio 10-01-2008, 14.43.56   #73
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Per quel che mi riguarda, di voglia di esperire non ne avevo per niente... le esperienze alcune volte ci coinvolgono in modo naturale...
Inoltre, non ho detto che ho tratto il massimo della vita a 18 anni (sempre se ti stavi qui riferendo a ciò che ho postato io)... ho detto che sotto il punto di vista sessuale già a 18 anni, il mio bagaglio esperenziale era saturo... chi può dire quale sia la norma ( il mondo, come dice Oscar Wilde, è affardellato di pregiudizi ). Gli ormoni in gioventù impazziscono, si sa, e biologicamente il nosto organismo, al naturale, è più vigoroso in quell'arco di tempo che comprende l'adolescenza... quindi mi sembrerebbe più normale fare le capriole a 18 anni che a 30 o 40... certo una persona può restare giovane dentro, può curare il fisico, la mente... ma la biologia e la fisiologia dell'organismo cambiano con il tempo, e non solo all'età del nonno di Maxim, ma già un bel pezzo prima... Inoltre, giusto per esplicitare, il massimo dalla vita per me è rappresentato da altre cose... il sesso è una cosa naturale come un'altra... ne più né meno... tutta quest'importanza data al sesso... sesso, sesso, sesso... non è che se ne sta facendo pochino Scherzo ovviamente... però...

Un a voi... e un'altro pizzicotto a Maxim!

Premessa:
Cio che segue è frutto della mia esperienza di vita pertanto qualsiasi riferimento a fatti o persone è puramente casuale.

E’ triste a mio avviso pensare che a 18 anni il bagaglio esperenziale sessuale sia saturo…ciò significa far l’amore (o sesso) con il corpo e non con la mente. Significa voler provare di tutto e di più solo per il gusto di “incanierare” esperienze a puro svago del nostro ego…e non certo del cuore. Una ragazza di 18 anni può aver già provato una gang bang ma la soddisfazione di far l’amore in una determinata maniera, anche con un solo uomo, a 40 anni, può portare ad esperienze e livelli di piacere mai vissuti. Il sesso lo fa la mente ed usa il corpo come mezzo…una mente matura sa pertanto cogliere sfumature, aspetti, odori e situazioni che una mente giovane non è in grado di cogliere e far suoi.

Citazione:
Originalmente inviato da ZioZen
Dopo che si è provata l'esperienza del due come uno, se non scatta tutta una serie di situazioni e condizioni "reciproche", che coinvolgono un passato, un presente, ed un possibile futuro, tutto il resto del sesso mi sembra lontano mille miglia.
Di conseguenza, sempre per quanto mi riguarda, il sesso entra in gioco concretamente ed in maniera radicata SOLO E SE c'è una possibilità di intravedere la possibilità di vivere la cosiddetta coppia.
Questo è, a grandi linee, il mio attuale.

Per ragioni di spazio posto solo questo ma tutto l’intero post, da quando tratti dell’amicizia e dell’amore, detta papale papale, da homo a homo , mi pare una lunga serie di ipocrisie maschili…tecniche che le nostre donne conoscono a meraviglia e che sono in grado di sgretolarci innanzi agli occhi quando e come vogliono.
Orsù Zio…ciò che hai descritto rimane una bella immagine da quadretto familiare che prima o poi si stacca dalla parete cadendo dolcemente fra le braccia della prima prosperosa amica che incontriamo.

maxim is offline  
Vecchio 10-01-2008, 16.02.15   #74
ZioZen
Ospite
 
L'avatar di ZioZen
 
Data registrazione: 06-01-2008
Messaggi: 12
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Premessa:
Per ragioni di spazio posto solo questo ma tutto l’intero post, da quando tratti dell’amicizia e dell’amore, detta papale papale, da homo a homo , mi pare una lunga serie di ipocrisie maschili…tecniche che le nostre donne conoscono a meraviglia e che sono in grado di sgretolarci innanzi agli occhi quando e come vogliono.
Orsù Zio…ciò che hai descritto rimane una bella immagine da quadretto familiare che prima o poi si stacca dalla parete cadendo dolcemente fra le braccia della prima prosperosa amica che incontriamo.

Detto da nick a nick (cioè, per quello che sai di me io potrei essere un extraterrestre e tu un'ameba evoluta con il pc e la connessione ad internet, senza alcuna offesa, beninteso), questa è la tua opinione mah...visto che qui ci sono arrivato tramite persone che mi conoscono DI PERSONA, potrei sembrare ipocrita a te che non mi conosci, ma certo non lo potrei fare di fronte a chi mi frequenta non virtualmente, e magari scrive nel forum e sabato è a cena a casa mia...però libero di farti le fantasie che preferisci, o le tue giustificazioni...ma ricorda che non siamo tutti uguali, e che gli stereotipi vanno bene per gli stereotipati
Un saluto e un grande augurio per una futura evoluzione
ZioZen is offline  
Vecchio 10-01-2008, 16.44.39   #75
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Io ho trovato belli e profondi gli interventi di Zio Zen e di Elijah.

Da donna non mi sembra un ammasso di ipocrisie maschili quel che esprime Zio Zen. Anzi.... credo abbia indicato LA via per vivere il Sesso dopo aver sperimentato e superato il sesso adolescenziale e solipsistico del ragazzino cui basta il fumetto con disegnate due tette da quinta misura... (e quindi figurati due tette vere!).


L'ipocrisia maschile mi è capitato di toccarla piuttosto in chi fa il pifferaio magico delle altitudini insondabili e solo con lui raggiungibili (con imprescindibile partecipazione della "mente", ovvio!).... e poi scopri che 'sta "mente".... o per la prigrizia di esplorare se stessa e l'altrui, oppure per aver rapidamente esaurito l'esplorazione di un territorio imbarazzantemente esiguo.... è tutta impegnata in contorte regìe e architetture del sexy-trash.
Regìe e architetture ... follemente autocondannate a complicarsi di giorno in giorno.... per non aver focalizzato che inutilmente cercano nei costumi di scena o nel numero delle comparse.... ciò che trovasi - quando trovasi - DAVVERO dentro la propria mente e - quando esistente ed amabile ed amato - dentro la mente del proprio amato.

Se aggiungiamo un piccolo corollario... guarda come tutti i conti tornano:
- il tipo Zio Zen.... pone come centrale l'incontro tra se stesso e l'altro: ad entrambi i protagonisti assegna massima dignità, e - se ci sarà una magìa - è quella che si avrà dalla UNICITA' di quel rapporto, che è "unico" NON per bigotteria, ma è "unico" perchè "sazia" e non lascia vuoti che possano rendere desiderabili altri spuntini. Chi si pone così non PUO' mescolare amicizia e amore e spargerci sopra una spolverata di sesso: solo perchè è alta e nitida l'idea di sè, dell'altro, dell'amicizia, dell'amore e del Sesso!!!!
- il tipo Pifferaio Magico (come chiunque abbia in vita sua fatto solo sesso adolescenzial/meccanico; ossia come chiunque - pur adulto - abbia avuto solo sesso "poco e inutile") proprio perchè non è mai pervenuto al Sesso Adulto.... pone come centrale quel che conosce, ossia la meccanica del sesso. Se la applica pure poco in vita sua... candidamente arriva a dire che... "tanto quello e'!".... "con chi lo fai lo fai.... basta che gli vuoi un po' bene!". Se invece la applica in modo intensivo, ma non riesce comunque a "sentire" oltre la meccanica.... chiaro che s'annoia... e schizzando per la tangente della meccanica pura... ti diventa l'erotomane che "le sa tutte lui le vette!" (le vette ... o solo le tette?) . Ma mi sembra piuttosto logico che per questo secondo tipo (che poi ne riasssume due SOLO ALL'APPARENZA opposti) , poichè hanno in comune che conta la meccanica.... il "chi c'è c'è" - o addirittura "con l'amico è meglio" - venga del tutto naturale.

E' solo la mia opinione, ma è molto sincera.

donella is offline  
Vecchio 10-01-2008, 19.32.36   #76
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
ogni cosa a suo tempo

Parlare di sesso mi fa lo stesso effetto della melatonina.
Nel torpore però mi viene in mente una immagine.
Pensate di essere impegnati in un atto sessuale di natura orogenitale. Passivo o attivo, come preferite.
Il vs. partner, lo definireste un amico?
Se la risposta è no, siete dei tipi prudenti.
Se la risposta è sì, mi verrebbe da dirvi: - che strani amici che avete..

E non venite a dirmi che oggi avete un amico/a con cui 15 anni fa’ ci facevate del sesso. Perchè era 15 anni fa’, e nel frattempo le cose sono cambiate.

Buona serata
marco gallione is offline  
Vecchio 10-01-2008, 19.45.42   #77
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
back to basic II

La sonnolenza provoca immagini, una dietro l’altra.

Immaginate di essere impegnati – in coppia o in gruppo (per stare in linea con le attitudini maximiane ) – in un atto sessuale a vostro piacimento, perchè no …con un amico!
Immaginate che, per errore, un avventore apra la porta e, improvvisamente, vi sorprenda.
Cosa direste all’avventore, di primo acchito? Qualcosa del tipo: - “e vedi di bussare!.. non vedi che son qui con un amico..!”?
marco gallione is offline  
Vecchio 10-01-2008, 19.51.54   #78
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Imprevisiti

Quante immagini.

Immaginate di avere un rapporto sessuale completo, anche piuttosto normale (una volta tanto). Immaginate che l’anticoncezionale all’uopo utilizzato faccia cilecca. E che la lei della coppia resti incinta.
Mi sembra una circostanza appropriata per una coppia di “amici”. Non trovate anche voi?
marco gallione is offline  
Vecchio 10-01-2008, 22.18.47   #79
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Dall'immagine al sogno

Il torpore si tramuta in sonno.
Nel sonno l'immagine diviene sogno.
Sogno hava, che giunge a bordo di un'auto di formula uno. Sulla fiancata, una scritta, sembra il logo di uno sponsor, e invece è una perifrasi: "senza i ruoli la vita sarebbe come una giostra che gira all'impazzata".
Chiaro e netto.
marco gallione is offline  
Vecchio 11-01-2008, 09.41.30   #80
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: ogni cosa a suo tempo

Citazione:
Originalmente inviato da donella


Se aggiungiamo un piccolo corollario... guarda come tutti i conti tornano:
- il tipo Zio Zen.... pone come centrale l'incontro tra se stesso e l'altro: ad entrambi i protagonisti assegna massima dignità, e - se ci sarà una magìa - è quella che si avrà dalla UNICITA' di quel rapporto, che è "unico" NON per bigotteria, ma è "unico" perchè "sazia" e non lascia vuoti che possano rendere desiderabili altri spuntini. Chi si pone così non PUO' mescolare amicizia e amore e spargerci sopra una spolverata di sesso: solo perchè è alta e nitida l'idea di sè, dell'altro, dell'amicizia, dell'amore e del Sesso!!!!
- il tipo Pifferaio Magico (come chiunque abbia in vita sua fatto solo sesso adolescenzial/meccanico; ossia come chiunque - pur adulto - abbia avuto solo sesso "poco e inutile") proprio perchè non è mai pervenuto al Sesso Adulto.... pone come centrale quel che conosce, ossia la meccanica del sesso. Se la applica pure poco in vita sua... candidamente arriva a dire che... "tanto quello e'!".... "con chi lo fai lo fai.... basta che gli vuoi un po' bene!". Se invece la applica in modo intensivo, ma non riesce comunque a "sentire" oltre la meccanica.... chiaro che s'annoia... e schizzando per la tangente della meccanica pura... ti diventa l'erotomane che "le sa tutte lui le vette!" (le vette ... o solo le tette?) . Ma mi sembra piuttosto logico che per questo secondo tipo (che poi ne riasssume due SOLO ALL'APPARENZA opposti) , poichè hanno in comune che conta la meccanica.... il "chi c'è c'è" - o addirittura "con l'amico è meglio" - venga del tutto naturale.

E' solo la mia opinione, ma è molto sincera.


Condivido la tua opinione!
Dall’amico pifferaio magico ci si aspetta che la prestazione sia pari al suo colloquiare mentre non si hanno molte pretese sull’altro tipo di uomo. Una volta verificata la consistenza può pertanto capitare che le aspettative sul primo amico non siano state conformi alla realtà. Abbastanza normale direi…vorrei però, dopo questo problema di carattere generale, evidenziarne uno molto più specifico. Deludono molto, specialmente di questi tempi, anche le aspettative femminili. Il loro pretendere, a parole, “poesia” e lunghi preliminari, spesse volte viene clamorosamente smentito da una realtà che trasformano velocemente in atto meccanico. Insomma…la cenetta intima, quella che a noi uomini spesse volte da enorme fastidio, sembra non interessare più nemmeno alle donne….al massimo si inizia, ma viene interrotta a metà.
Ribadisco infine la mia convinzione che un buon erotismo sia prodotto dalla mente…la chimica ormonale semmai ne dosa solo la quantità ma non la qualità. Ci sono momenti nella vita in cui si è “tipo Ziozen” ed altri in cui le circostanze e la particolari situazioni ti trasformano in “pifferaio magico”. Per la donna non credo sia molto diverso…saprà sicuramente scegliersi lei ciò che più le aggrada in quel momento!

Citazione:
Originalmente inviato da marco gallione
Parlare di sesso mi fa lo stesso effetto della melatonina.

Non è la prima volta che te lo sento dire…comprendo!
Una sessualità monotematica, alla lunga, stanca!

Tutte le situazioni che hai descritto nei tuoi posts successivi hanno evidenziato situazioni che potrebbero risultare alquanto imbarazzanti. Tu sapresti dirmi per quali motivi psicologici l’imbarazzo della situazione deriva dal fatto che esiste un rapporto di amicizia? Ovverosia, perché le due cose non possono coesistere?

maxim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it