Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 07-01-2008, 21.26.47   #51
alraune
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 04-01-2008
Messaggi: 1
Riferimento: si può essere amici e fare sesso....

Sono d'accordissimo con te mary
alraune is offline  
Vecchio 07-01-2008, 21.57.07   #52
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione: Da Mary
Condivido, se avessero lasciato il sesso libero da una religione eternamente ipocrita, un falso e sempre ipocrito moralismo avremmo una straordinario mezzo per elevarci spiritualmente e materialmente.

Hanno fatto del sesso e dell'amore un elemento perverso e diabolico.

Visto con la mentalità millenaria di sesso=peccato, la sola idea di permetterlo in una amicizia diventa fonte di disagio e di scandalo.

Le religioni monoteistiche per poter dominare l'uomo e schiavizzare la donna avevano bisogno di farli sentire in colpa e quale elemento accomuna tutti? il sesso. Hanno avuto gioco facile.
Come dire: bere l'acqua è peccato!
mangiare le mele è peccato!

Ovviamente proibire di bere o mangiare o dormire sarebbe stato molto difficile da controllare. Ma il sesso era ottimo come elemento di controllo.

Guardate sino al giorno d'oggi una clero che proclama astinenza e castità e poi fa sesso con i bambini

Il sesso è un mezzo per procreare, giustissimo ma.....
Forse che l'essere umano è rimasto in balia di madre natura? è ancora un fedele suddito della natura?

Di tutto quel che ci è stato dato sta a noi fare la differenza nel bene o nel male dall'uso attraverso l'uso che ne viene fatto.

Così fare sesso nell'amicizia potrebbe portare una grande ricchezza, come pedofilia e stupro la miseria più nera.
30-12-2007 09.16.51

Carissima Mary, finalmente trovo un attimo per rispondere anche a tè,scusami il ritardo.Ma non pensare per questo che io ti abbia ignorata,anzi,elogio e condivido le tue riflessioni,Ciò nonostante mi sento in dovere di farti delle precisazioni:Innanzi tutto,quando io parlo di religione o di Sacre Scritture,intendo parlare di tradizione o esperienze umane,lungi da me il tirare in causa il clero o la chiesa cattolica romana,se così fosse,dovrei darti ragione al 100/100,causa i grossolani e molteplici errori da questa ultima commessi, nella interpretazione e nell' insegnamento di dette tradizioni. Chiarito questo,condivido quando dici, che fare sesso nell'amicizia potrebbe portare una grande ricchezza,anche per la ragione già da me espressa,che il sesso è un complemento dell'AMORE.Mi sento in dovere di rammentare però che non viviamo soli in un eden,ma abbiamo un'etica da rispettare,impostaci dalla società della quale siamo un importante componente.Credo a mio avviso che si dovrebbe cercare di sradicare quell'idea di assolutismo individuale,imperante oggi sopratutto nei giovani,perchè col tempo porta a pericolose disillusioni. Ti faccio un piccolo esempio:Io stesso cerco di vivere al meglio,nel giusto,e sono convintissimo che la verità deve sempre essere alla base della mia esistenza,ma purtroppo a volte devo astenermi dal dirla perchè capisco che farebbe male al mio interlocutore.Anche questa è una delle imposizioni dell'etica del vivere in società. Io credo che ci sia stato fornito l'intelletto da usare per poter vivere e goderci questa nostra esistenza alla meno peggio. Spero di non averti annoiata con queste mie tiritere. Ciao. espert37
espert37 is offline  
Vecchio 08-01-2008, 14.46.44   #53
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Originalmente inviato da espert37
fare sesso nell'amicizia potrebbe portare una grande ricchezza,anche per la ragione già da me espressa,che il sesso è un complemento dell'AMORE.

Solo qualche dubbio (che mi si riconferma ogni volta che leggo qui).

Salto tutti i preliminari (ossia un tir stracarico di domande) e cerco di ultralimitarmi all'essenziale:

- perchè ce l'avete con i pedofili (preti o no) se trovate che nell'Amicizia sarebbe cosa buona e giusta il sesso? ..... La teoria di insegnare la "vera libertà" e il "vero amore".... è esattamente quella dei pedofili!!!!!!!!! : loro, secondo loro, AMANO i bimbi!!!!!!!!!!!!!!!!!

- sarò monotona ma mi resta un dubbio (premetto che un padre e una madre con una personalità da "90".... benchè non sia più ragazzina.... son sempre stati un pochino agitati perchè "ho sempre fatto tutto cocciutissimamente di testa mia... e motivandolo in modo faticosamente confutabile": solo per dire che - almeno e di sicuro - non ho mai fatto quel che dicevano al catechismo, salvo che non convenissi convitamente sulla sostanza).
Bene (tradotto): ho sempre fatto quel che mi andava di fare (e viceversa). Essendo etero.... ho Amiche a cui ho voluto e voglio più bene che a sorelle, Amiche a cui lascerei senza manco pensarci ... figlio, conti correnti con pin e quant'altro, chiavi di casa... tutto!: so che ne avrebbero cura più che dei loro stessi.... Sono Felice che esistano e se venissero a mancare ...verrebbe a mancare una parte di vita mia.
Eppure - francamente - nulla mi è più repellente e ridicolo del solo pensiero di un approccio sessuale verso Loro o da Loro!

Dovrei dubitare dei miei sentimenti ?

Tranquillissimamente.... avrei potuto essere omosessuale. E mi sarei trovata - soltanto - a "girare" l'interrogativo.... pensando ai tanti Amici maschi.... verso i quali ho (QUASI) la stessa Fiducia: fossi stata omosessuale... avrei dovuto dubitare del mio sicuro Affetto nei loro confronti.... solo perchè avrei trovato tra il ridicolo e il repellente l'idea di una loro avance fisica?

Dovrei dubitare dei miei sentimenti...... o della teoria di Alcuni in questa discussione?

Grazie a chi avrà la bontà di chiarire una (grande) confusione indotta.

donella is offline  
Vecchio 08-01-2008, 16.39.58   #54
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Originalmente inviato da donella

Bene (tradotto): ho sempre fatto quel che mi andava di fare (e viceversa). Essendo etero.... ho Amiche a cui ho voluto e voglio più bene che a sorelle, Amiche a cui lascerei senza manco pensarci ... figlio, conti correnti con pin e quant'altro, chiavi di casa... tutto!: so che ne avrebbero cura più che dei loro stessi.... Sono Felice che esistano e se venissero a mancare ...verrebbe a mancare una parte di vita mia.
Eppure - francamente - nulla mi è più repellente e ridicolo del solo pensiero di un approccio sessuale verso Loro o da Loro!

Dovrei dubitare dei miei sentimenti ?

Tranquillissimamente.... avrei potuto essere omosessuale. E mi sarei trovata - soltanto - a "girare" l'interrogativo.... pensando ai tanti Amici maschi.... verso i quali ho (QUASI) la stessa Fiducia: fossi stata omosessuale... avrei dovuto dubitare del mio sicuro Affetto nei loro confronti.... solo perchè avrei trovato tra il ridicolo e il repellente l'idea di una loro avance fisica?

Dovrei dubitare dei miei sentimenti...... o della teoria di Alcuni in questa discussione?

Grazie a chi avrà la bontà di chiarire una (grande) confusione indotta.


Io credo che la tua repulsione nel pensare ad un rapporto omosessuale con le tue amiche derivi proprio dal fatto che ti sono amiche ovverosia la paura di svelare loro una tua parte intima che nel tuo specifico rapporto ha escluso, sin dall’inizio, il “terribile” fattore sessuale.
Pertanto credo sia molto più facile far sesso e poi diventare grandi amici sapendo di aver condiviso anche una parte intima, rispetto all’essere dapprima amici e poi “consumare”...in questo caso c’è sempre una sorta di imbarazzo tra i due, difficile se non impossibile da eliminare...paradossalmente viene tutto molto più spontaneo con uno sconosciuto.

maxim is offline  
Vecchio 08-01-2008, 18.06.45   #55
Joshua
Ospite
 
L'avatar di Joshua
 
Data registrazione: 31-12-2007
Messaggi: 13
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Originalmente inviato da donella
- perchè ce l'avete con i pedofili (preti o no) se trovate che nell'Amicizia sarebbe cosa buona e giusta il sesso? ..... La teoria di insegnare la "vera libertà" e il "vero amore".... è esattamente quella dei pedofili!!!!!!!!! : loro, secondo loro, AMANO i bimbi!!!!!!!!!!!!!!!!!

Qui a mio avviso vai fuori. Nel senso un conto è il sesso fra 2 persone coscienti, mature, accondiscendenti l'un l'altra e che sanno le conseguenze delle loro azioni, un conto è un adulto, una persona che conosce ampliamente il significato del sesso e costringe un bambino, che ovviamente non ne è cosciente a fare qualcosa che va al dilà della sua portata con l'inganno o spesso con la violenza. Questa non è libertà di amore perchè se c'è liberta devono essere rispettate le libertà di entrmabi i partner, e la libertà sessuale un bambino non ce l'ha di sicuro, insomma hai capito che la pedofilia è una cosa disumana...
Joshua is offline  
Vecchio 08-01-2008, 22.44.11   #56
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione: Da Donella,

perchè ce l'avete con i pedofili (preti o no) se trovate che nell'Amicizia sarebbe cosa buona e giusta il sesso? ..... La teoria di insegnare la "vera libertà" e il "vero amore".... è esattamente quella dei pedofili!!!!!!!!! : loro, secondo loro, AMANO i bimbi!!!!!!!!!!!!!!!!!

Donella,sono convintissimo che tutti coloro che si sono espressi circa il problema in oggetto,hanno parlato di Amicizia,Amore,e sesso.mi sembra che nessuno mai abbia parlato di BESTIALITA'.In amicizia, ti invito a riflettere su quanto hai espresso. Ciao espert37
espert37 is offline  
Vecchio 09-01-2008, 00.28.20   #57
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Io credo che la tua repulsione nel pensare ad un rapporto omosessuale con le tue amiche derivi proprio dal fatto che ti sono amiche ovverosia la paura di svelare loro una tua parte intima che nel tuo specifico rapporto ha escluso, sin dall’inizio, il “terribile” fattore sessuale.
Pertanto credo sia molto più facile far sesso e poi diventare grandi amici sapendo di aver condiviso anche una parte intima, rispetto all’essere dapprima amici e poi “consumare”...in questo caso c’è sempre una sorta di imbarazzo tra i due, difficile se non impossibile da eliminare...paradossalmente viene tutto molto più spontaneo con uno sconosciuto.




Ti devo dare atto che mi rispondi come gli uomini più svegli e "sgamati" che conosco.... ma perchè perchè la vedete così???

Quello che mi fa escludere una Lei dal mio universo.... non è il fatto che sia amica o invece sconosciuta.
E' semplicemente il fatto che lei sia donna.... e che io, in una donna, riesco senz'altro a vedere un modello, un esempio (positivo o negativo) MA ASSOLUTAMENTE NON un "oggetto di desiderio (mio)"! Tutto qui! Solo e tutto qui!
Non mi piace personalizzare troppo, credo sempre sia poco interessante per tutti, ma ti assicuro: ho ricevuto dichiarato interesse femminile; è successo con qualche donna appena conosciuta; è successo con qualche donna che era amica... ed è rimasta tale perchè... abbiamo con tacito accordo "rimosso" l'esternazione sublimandola con molta filosofia; è successo con qualche donna che era "amica"... e che non lo è più perchè ha avuto il dubbio gusto (so che ti urto, ma io lo definisco "mascolino") di insistere.... per convicermi.... che non ero sufficientemente "libera". E quindi: caldo ragionamento contro freddo ragionamento.... ognuno a casa sua (per sempre)!

Maxim.... io sono certa che mi capisci (se vuoi).

Quando la tizia dell'ultimo esempio ragionava e sragionava e tentava di catechizzare..... c'erano tante certezze a rendermi certa (solo su questo punto, s'intende!): la più semplice, anche da raccontare, era il ricordo dei quindici anni!!! Quelli miei. Di ragazzina "perbene". Sarò breve: ma credi potesse esserci catechismo o precetto familiare o timore genitoriale... che potesse solo pensare - non dico di frenare! - ma SOLTANTO di cambiare il percorso scritto dagli ormoni verso il tal ragazzino? SE hai dubbi te lo certifico io: NON c'era!
Alla stessa età, con gli stessi ormoni, l'Amica (una è ancora e sempre la mia sorella vera).... era quella con cui andavi in bagno insieme... perchè "io sistemo meglio te, tu sistemi meglio me... e tutte e due ci stringiamo per mano per farci forti insieme e vincere quello che c'è fuori... tra milioni di complicità e risate da star male... e anche tanti e tanti momenti (oggi lo sappiamo) che valgono anche più di qualunque amore in termini di Gioia".
Ma questo, Maxim te lo giuro, col sesso non c'è mai entrato NULLA!!!

---------------------

Avevo portato l'estremizzazione omo... solo perchè emergesse prima e meglio quella che io vivo come assurdità di un assunto.
Non sono io a dire che sesso e amicizia dovrebbero andar d'accordo.
Io sono convintissima che non c'entrino un emerito tubo.
Per questo chiedevo agli assertori della teoria di mettersi alla prova.
Se amicizia è = amore e se amore è = sesso.... io chiedo loro:
"quindi....se sei donna/uomo etero.... o non è vero che sei amica/amico dei tuoi amici..... oppure dovresti desiderare di farci sesso! BENE : TU, tu che lo dici: ti risulta??????"

---------------------------

Per quanto mi riguarda la distanza tra sesso e amicizia resta sconfinata e invalicabile.
La "morale" c'entra un altrettanto emerito tubo, in tutto questo.
C'entra, in tutto questo, esclusivamente l'idea del Sesso.
Del quale... non credo possa seriamente dirsi, alla fine,... che sia parente stretto neanche dell'Amore (forse è da qui la confusione dei sillogismi troppo facili!).

Il Sesso... volendo e sapendo... vive di suo ad altissime gradazioni e senza necessità di comparaggi e mediazioni.

Va benissimo ed è se stesso come nettare euforizzante che accompagni il pasteggio dell'amore.

Pare vada benissimo e sia ugualmente se stesso.... anche a digiuno ( senza alcun pasteggio dell'amore). Talvolta, dicono, produce in queste condizioni i suoi traguardi topici.

Pasteggiando amicizia (è la mia convinzione)... deve perdere tutto il tasso alcolico.... come una birra analcolica!

A voi piace?
A me no.
donella is offline  
Vecchio 09-01-2008, 01.04.52   #58
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Ringrazio sinceramente Joshua e Expert delle risposte tanto cortesi quanto equilibratamente motivate.... ma vi rivolgo l'umilissima preghiera di non dar per ovvio che volessi io dire idiozie.

La mia era una provocazione (benevola), e siamo d'accordo.
Ma non parlavo dello stupratore di infanti.
Non parlavo del bruto che prende con la forza ciò che senza forza non avrebbe.
Io parlavo del pedofilo vero.
Di quello su cui si rompe la testa lo psichiatria.
Di quello che "sente" di amare il bimbo e che SA conquistare la sua fiducia.
Di quello che ritiene di avere una "missione" che da sola lo autorizza SENTENDOSI ETICO a spezzare "la catena moralistica"... tessuta intorno ai bimbi... da padri e madri!!!!!!!!!!!!

Non so se stiamo davvero parlando della stessa cosa!
Il vero pedofilo è quello che CREDE di amare un bimbo, e di offrirgli un mondo di piacere che gli "altri" gli negano!!!!!!!!!!!!!!

Proprio ed esattamente in questo vedevo la similitudine col sesso (minuscolo) contrabbandato sotto l'amicizia: non c'è nè ci può essere "progetto"; c'è comunque "approfittamento" di una solitudine irrisolta sull'altra; c'è autolegittimazione di quel che è assurdo.... con la scusa dell'amore!

QUALE AMORE

Sarò sbagliatissima io, per carità!
...Ma... se io e Tizia oppure io e Tizio.... ci troviamo da soli come due sfigatoni durante un periodo più nero della notte.... secondo me... se siamo Amici.... possiamo far TUTTO ...fuorchè sesso che passa da surgelato..... a semicommestibile per soli reduci dalla deportazione...

Sì! Ormai sono sicura!
L'amico non è un pedofilo.
E mi odierei se mi scoprissi pedofila con i miei amici!

donella is offline  
Vecchio 09-01-2008, 10.10.45   #59
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Originalmente inviato da donella


Quello che mi fa escludere una Lei dal mio universo.... non è il fatto che sia amica o invece sconosciuta.
E' semplicemente il fatto che lei sia donna.... e che io, in una donna, riesco senz'altro a vedere un modello, un esempio (positivo o negativo) MA ASSOLUTAMENTE NON un "oggetto di desiderio (mio)"! Tutto qui! Solo e tutto qui!


Il non-desiderio è l’altra faccia dell’eros.
Rifiutare apertamente la propria omosessualità cela significati inconsci... palesi.

Tempo fa aprii una discussione interessante sull’argomento:

https://www.riflessioni.it/forum/psic...-lesbiche.html

Ho fra l’altro notato che l’impulso all’esperienza omosessuale in una donna è tanto più forte quanto più marcata risulta la sua dichiarazione di eterosessualità. Un gesto di stizza alla domanda provocatoria e l’enfasi della dichiarazione, pronunciata volgendo magari lo sguardo altrove, è sintomo di chiara apertura all’omosessualità dalla quale esperienza una donna dichiaratamente etero, ne può trarre soddisfazioni anche maggiori rispetto a colei che si definisce “indifferente” alla questione o al più, propensa all’esperienza.

Scusandomi del piccolo O.T. e ritornando sul tema della discussione io credo che l’instaurarsi di un rapporto di amicizia nato dalla reciproca stima, costituisca un ostacolo al desiderio “carnale”…desiderio questo, fra l’altro, che io non riesco a concepire disgiunto dall’amore. Anzi, se penso sia possibile un rapporto sessuale senza amore non credo fattibile un amore senza un rapporto sessuale.

L’amicizia prevede stima e questa ci fa indossare una maschera a copertura dei nostri punti deboli e vulnerabili…è la nostra concezione del sesso, della nostra interiorità e intimità che limita un rapporto a due, aperto in tutti i sensi. Dichiarare o proporre un desiderio di carne è vissuto come una mancanza di rispetto nei confronti dell’altro; la paura del rifiuto o l’abbandonarsi all’irrazionalità dell’atto sessuale, mostrandosi nudi esteriormente ed interiormente, ci rende vulnerabili e le componenti che potrebbero subentrare ad atto consumato, minerebbero quella stima reciproca fondamentale in un rapporto di amicizia. Si preferisce quindi mantenere salda la stima gettando la maschera per mostrarsi in realtà come si è, con una persona “qualsiasi”…
…ed è un vero peccato perché ritengo che non si possa conoscere apertamente una persona se non viene gettata da entrambi quella maschera che copre la “vergogna”.

maxim is offline  
Vecchio 09-01-2008, 12.08.52   #60
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: si può essere amici e fare sesso

Citazione:
Da Maxim:
Il non-desiderio è l’altra faccia dell’eros.
Rifiutare apertamente la propria omosessualità cela significati inconsci... palesi.

Tempo fa aprii una discussione interessante sull’argomento:

https://www.riflessioni.it/forum/psic...-lesbiche.html

Ho fra l’altro notato che l’impulso all’esperienza omosessuale in una donna è tanto più forte quanto più marcata risulta la sua dichiarazione di eterosessualità. Un gesto di stizza alla domanda provocatoria e l’enfasi della dichiarazione, pronunciata volgendo magari lo sguardo altrove, è sintomo di chiara apertura all’omosessualità dalla quale esperienza una donna dichiaratamente etero, ne può trarre soddisfazioni anche maggiori rispetto a colei che si definisce “indifferente” alla questione o al più, propensa all’esperienza.

Ciao Maxim!
Con tutto il rispetto non sono d'accordo... anche se la mia reazione non è di orripilanza circa la questione in ballo... allora cosa dovrebbe dire una donna a cui non piace far sesso con un'altra donna? Se quando dice che non le piace sta dicendo che le piace, cosa dovrebbe dire quando le piace scusa?
Una donna che ha equilibrio sa quel che le piace e quel che non le piace... e quello che dice è quello che è... senza tanti sotterfugi, artifici e psicoanalizzazioni...
Nella discussione che hai indicato spero che si parli anche dell'atteggiamento maschile verso l'omosessualità, perché altrimenti bisognerebbe aprirne una ... darò un occhiatina.

Citazione:
Da Maxim:
Anzi, se penso sia possibile un rapporto sessuale senza amore non credo fattibile un amore senza un rapporto sessuale

Io fino a 21 anni la pensavo come te, oggi non più... oggi penso che l'amore non ha alcun bisogno di appagamento sessuale... così come c'è sesso senza amore c'è anche amore senza sesso...


Citazione:
Da Maxim:
L’amicizia prevede stima e questa ci fa indossare una maschera a copertura dei nostri punti deboli e vulnerabili…è la nostra concezione del sesso, della nostra interiorità e intimità che limita un rapporto a due, aperto in tutti i sensi. Dichiarare o proporre un desiderio di carne è vissuto come una mancanza di rispetto nei confronti dell’altro; la paura del rifiuto o l’abbandonarsi all’irrazionalità dell’atto sessuale, mostrandosi nudi esteriormente ed interiormente, ci rende vulnerabili e le componenti che potrebbero subentrare ad atto consumato, minerebbero quella stima reciproca fondamentale in un rapporto di amicizia. Si preferisce quindi mantenere salda la stima gettando la maschera per mostrarsi in realtà come si è, con una persona “qualsiasi”…
…ed è un vero peccato perché ritengo che non si possa conoscere apertamente una persona se non viene gettata da entrambi quella maschera che copre la “vergogna”.

Questo è quello che rispecchia te, per il tuo bagaglio di esperienze... non generalizziamo però... si vede che te forse ti sei vergongnato in qualche occasione... a me invece personalmente la stima non mi fa indossare nessuna maschera, perché dovrei... non vedo poi la stima come qualcosa che impedisce di fare sesso con una persona...
...se si vede mancanza di rispetto nel proporre un desiderio carnale all'altro allora non si sta con l'altra metà che fa per noi in quel momento della nostra vita!
Ognuno ha una propria sessualità e nessuno può dire che è meglio farlo in un modo piuttosto che in un altro... al di là delle estremizzazioni (pedofilia, ninfomania,masochismo, etc.. che non sto considerando perché sarebbe da aprire una discussione a parte per essere corretti ) nel sesso tutto va bene se stiamo con una persona che "cammina" insieme a noi...
Io, che i miei desideri carnali a 18 anni li avevo soddisfatti già tutti, anche quelli che non avevo (giusto per aprirsi e mettersi in gioco)... e sinceramente non mi sono fatta mancare nulla... non ho mai avuto paura né vergogna di niente e di nessuno sotto questo punto di vista... e l'aver potuto fare ciò che sentivo, probabilmente mi ha permesso anche di non avere bisogno del sesso oggi... oggi faccio l'amore (non come "bisogno") con mio marito che è anche il mio miglior amico tra le altre cose, e che per di più stimo profondamente... ma che so, amerei lo stesso, anche senza sesso...

Tutto è soggettivo secondo me, c'è chi riesce tranquillamente a fare sesso con un amico e chi no... una cosa ad una persona può piacere e ad un'altra no... chi può stabilire cosa sia giusto per tutti? Ognuno può riportare la propria esperienza o le conclusioni che ha tratto dalla propria esperienza in proposito... ma ognuno vive esperienze uniche e particolari... da cui trae conclusioni uniche e personali...

Ciao a tutti... ho saltato un pò di punteggiatura perché vado di fretta!
veraluce is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it