Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-03-2005, 18.59.06   #11
dani62
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 26-11-2004
Messaggi: 245
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
Io credo sia indispensabile, ma forse è sbagliata l'espressione "indispensabile" direi naturale, io non sono nata ieri mattina, quella che sono oggi è frutto del mio passato, quindi credo che il problema non sussista o prende me con il mio passato o arrivederci e grazie....il passato non è una colpa ed io non devo rendere conto a nessuno...e viceversa
In ogni caso non mi preoccupo neppure piu' di tanto di quelli che "usano" le mie "confidenze" ( o meglio una conoscenza piu' approfondita di me) contro di me, una volta che il rapporto è finito....perchè quelle persone si definiscono da sole non c'è bisogno di aggiungere altro...che male possono farmi...


Il male peggiore Kim....quello di non riuscire a confidarti ancora con un uomo...di non fidarti più delle dolci prime apparenze e di vedere al all'urlante dopo....di non essere più spontanea nel dire e nel parlare, di vedere nei silenzi, che prima intuivi complici, elaborazioni giudicanti e severe....
Ciao bellissima Kim....
dani62 is offline  
Vecchio 03-03-2005, 20.05.41   #12
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Probabilmente visto quello che hai scritto devi avere vissuto una situazione del genere, io personalmente ad esempio i "silenzi complici " non so nemmeno cosa vogliano essere nemmeno quelli "dell'inizio", ma in compenso le " elaborazioni giudicanti e severe" le ho quotidianamente, uso la tua espressione per definirle ma non credo proprio che rendano l'idea...ma con tutto cio nessuno è riuscito a cambiarmi, se mai dovessi incontrare un'altra persona mi comporterei esattamente come ho scritto e come mi sono sempre comportata, non è colpa mia se il mondo è pieno di spazzatura....bisognerebbe solo avere la fortuna di evitarla...o meglio di riconoscerla....

Kim is offline  
Vecchio 03-03-2005, 20.19.56   #13
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Re: comunicare tra uomo e donna

Citazione:
Messaggio originale inviato da carolina
in un rapporto di coppia secondo voi quanto è giusto ripercorrere il vissuto dolore parlando delle proprie esperienze più significative con l'altro?

Non credo che esista un giusto e uno sbagliato, credo che in una relazione profonda semplicemente succeda di raccontarsi. Non lo vedo come un obbligo o come una medicina, non sei mica dall'analista
Semplicemente succede. Intimità e confidenza camminano insieme. E così si accoglie anche una eventuale esperienza di dolore dell'altro.
Poi, ovviamente, ogni relazione è un caso a sè. Ci sono cose del mio passato, che potremmo chiamare "vissuti di dolore", che io non desidero raccontare più e che racconto solo se ritengo che siano necessarie all'altro per capire qualcosa di sè. In questo momento della mia vita questo ora è così, ma non escludo che potrebbe succedermi di avere il desiderio di raccontarle perchè l'intimità è tale da ... renderlo inevitabile.
Fragola is offline  
Vecchio 03-03-2005, 21.06.06   #14
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Hoibò…. Avevo inteso la domanda in un altro senso e cioè che le esperienze significative di cui parlare, fossero quelle del vissuto della coppia.
Forse io do per scontato che due persone che vogliono creare un’intimità emotiva si raccontino le proprie esperienze più significative. Personalmente, se esco con una donna che mi parla, dell’ulcera duodenale di suo padre o delle corna del droghiere, duro 30 secondi….in casi eccezionali 35.

VanLag is offline  
Vecchio 03-03-2005, 21.12.23   #15
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Hoibò…. Avevo inteso la domanda in un altro senso e cioè che le esperienze significative di cui parlare, fossero quelle del vissuto della coppia.
Forse io do per scontato che due persone che vogliono creare un’intimità emotiva si raccontino le proprie esperienze più significative. Personalmente, se esco con una donna che mi parla, dell’ulcera duodenale di suo padre o delle corna del droghiere, duro 30 secondi….in casi eccezionali 35.


Sarebbe come dire che non ci può essere nulla di interessante o di significativo nella vita di una persona se non quello che ha condiviso con te?
Fragola is offline  
Vecchio 03-03-2005, 21.20.17   #16
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
in un rapporto di coppia secondo voi quanto è giusto ripercorrere il vissuto dolore parlando delle proprie esperienze più significative con l'altro?


rileggere prego..."proprie" e non con-divise




Ultima modifica di Kim : 03-03-2005 alle ore 21.23.43.
Kim is offline  
Vecchio 03-03-2005, 21.26.07   #17
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Sarebbe come dire che non ci può essere nulla di interessante o di significativo nella vita di una persona se non quello che ha condiviso con te?
Nell’ultimo post mi sembra di avere scritto il contrario e cioè che mi sembra naturale che l’altra persona mi racconti di lei ed anche delle sue relazioni, ma sempre in funzione sua.(Le corna del droghiere, non mi sembrano in funzione sua, a meno che il droghiere abbia le corna per causa sua, ma, in questo caso la cosa si complica troppo).

Passando il tempo, (io stò in coppia da vent’anni), il vissuto è per lo più quello condiviso assieme, per cui anche il “vissuto dolore” è spesso quello condiviso ed ecco il senso dei miei primi interventi.
Poi certo ci possono essere dolori che ciascuno di noi, (noi membri della coppia), affronta quotidianamente da solo, ma non appartengono più al passato ma al presente…..

VanLag is offline  
Vecchio 03-03-2005, 21.28.55   #18
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
rileggere prego..."proprie" e non con-divise
Forse sono io che ho un concetto "distorto" della coppia e la vedo come "un insieme". Ecco che una coppia può avere le "proprie" esperienze.


Ultima modifica di VanLag : 03-03-2005 alle ore 21.31.51.
VanLag is offline  
Vecchio 03-03-2005, 21.33.37   #19
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da VanLag
Nell’ultimo post mi sembra di avere scritto il contrario...

Era una battuta, Van! Per le corna del droghiere. Che comunque, raccontate come dio comanda, potrebbe anche venirne fuori una bella storia!
Fragola is offline  
Vecchio 03-03-2005, 21.37.29   #20
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Forse sono io che ho un concetto "distorto" della coppia e la vedo come "un insieme". Ecco che una coppia può avere le proprie esperienze.

No no tu hai un perfetto concetto di coppia secondo me, anzi complimenti, sono io che mi sono espressa poco e male, volevo dire quello che ha detto fragola...per il resto non posso che darti ragione se vivi 20 anni con una persona il massimo sarebbe trovare uno compagno/a che abbia la voglia e la disponibilità di continuare il dialogo analizzando il vissuto...della coppia...




Kim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it