Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-10-2005, 00.37.14   #1
Braveheart
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 162
Psicologi: che ne pensate?

Quando sento oggi parlare di piscologi percepisco solamente snobbamento verso questa figura professionale. Secondo molti quello che ti fa lo psicologo (ascoltarti) lo può fare benissmo anche un amico, e quindi non serve a niente rivolgersi a questi signori. Altri dicono che la psicologia è una scienza inesatta ed imprecisa (ma questo lo penso un pò anch'io in quanto non esiste nulla di perfetto), e perciò non aiuta le persone. Ora mi chiedo: quando qualcuno sta male fisicamente, per guarire si rivolge ad un dottore, poiché quest'ultimo ha le competenze necessarie (sempre in teoria) per risolvere il problema. Ora, dato che la mente umana fa parte del nostro organismo, e, come tutti gli altri componenti, può ammalarsi, la cosa più logica è rivolgersi ad un dottore specializzato in tale materia che aiuti il paziente a guarire. Mi sembra un discorso ragionevole! E allora come mai oggi noto tuttta questa sfiducia nei psicologi? Forse perchè di bravi medici ce ne sono sempre di meno?
Un saluto!
Braveheart is offline  
Vecchio 13-10-2005, 09.00.05   #2
Chimera
Ospite abituale
 
L'avatar di Chimera
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 337
Non comparerei Medicina e Psicologia.

1) L'effetto dell'aiuto del medico è visibilissimo quello dello psicologo no.
Per esempio se ho una depressione un amico può "guarirmi" come uno psicologo, questo è possibile.
Se ho l'appendicite un amico non può operarmi...
Questo perché molti meccanismi del corpo si conoscono quindi si agisce sapendo quello che si fa.
Gli psicologi si basano su consuetudine è statistiche. Non sappiamo come funzionino le cose ma di solito vanno così.

2)2 volte degli "psicologi" hanno interferito con la mia vita.
La prima volta quando ero piccolo. Mi son beccato del "mentalmente handicappato" lui se beccato qualche insulto da mia madre e li è finita.
La seconda quando c'erano incomprensioni familiari tra i miei genitori e il mio fratellino. Grazie al aiuto dello psicologo le incomprensioni sono degnenerate in ribellione aperta.

3)Ho amici che studiano sia medicina che psicologia. C'è un abisso di difficoltà tra i due corsi di studi.
Non per fare il solito ingegnere fastidioso... ma non riesco a considerare "serio" lo studio di psicologia all'università.
Forse perche la psicologia non è considerata seria dalla società forse perché il carattere poco rigoroso della materia.
Oppure perchè la società vuole mezzi psicologi che inventino quiz esiti per riviste piuttosto che veri professionisti.

Su 4 amici che studiano psicologia 3 lo fanno per "parcheggio". Ovvero hanno scelto psicologia perché è universalmente riconosciuta una delle lauree più facili all’università (pari merito con scienza delle comunicazioni e scienze politiche e del interculturalità).

Uno di loro, un mio compagno di liceo sempre passato per un pelo lavora come manovale 10 ore al giorno, beve e fuma canne come un ossesso voglia di studiare 0 ma nel tempo libero si è fatto una laurea in psicologia in modo da tener buono il padre che gli rompeva le scatole per continuar a studiare dopo tutto è sopravvissuto ad un liceo quindi scemo non è e con psicologia non fa difficoltà.

Ed io dovrei andare a farmi curare la depressione da questo? Tra tutti i miei amici questi 4 psicologi sono gli ultimi da cui andrei in caso di problemi.

Un "professionista" per essere tale deve:
-Saper fare qualcosa che un non professionista non sa fare.
-agire per coscientemente per causa effetto non in modo statistico.

E negli studi di psicologia non ti danno ne l'una ne altra cosa.

Ho uno zio del campo... però lui ha una laurea in medicina una specializzazione di neurologia ed una laurea aggiuntiva in psicologia fatta nel tempo libero quando già praticava. E gia che c'era anche un paio di master in omeopatia e altre di queste medicine nuove. Ed una lunga esperienza con persone realmente malate di mente e con persone con svariati problemi come drogati, alcolisti e tabagisti.
Questo è un professionista che può fare realmente qualcosa. Ma quanti psicologi hanno queste competenze?

Psicologia e 1000 volte più facile di medicina come corso di studio e presuppone di curare il cervello, l'animo il pensiero che sono 1000 volte più complessi del corpo.
Tentare di curare qualcosa di complesso cono una conoscenza superficiale è pericoloso.
Chimera is offline  
Vecchio 13-10-2005, 11.48.38   #3
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Come dice krapfen, uno psicologo impreparato è un tizio che spara alla rinfusa nella folla, senza nemmeno esserne consapevole.

Anche Italo Svevo, l'autore del psicoanalitico romanzo "la coscienza di Zeno", trovava la psicoanalisi (che è solo una delle stanze della psicologia) più adatta ad ispirare racconti che a curare le nevrosi, e riporta anche l'esperienza di un parente, nevrotico andato in cura da uno psicoanalista, ed uscitone completamente devastato. ...Anche se, se non ricordo male, la conclusione che Svevo trae dall'episodio è che è pericoloso far sapere alle persone chi esse sono veramente.. quindi sarebbe implicito il riconoscimento della capacità di conoscenza della psicoanalisi..


Comunque, circa la scientificità della psicologia, bisogna distinguere tra i diversi campi della psicologia: psicologia clinica, è una cosa, psicologia come studio della psiche umana, e del suo comportamento, un'altra. E quest'ultima adotta un metodo tradizionalmente scientifico, cioè verifica le sue ipotesi con esperimenti scientifici.

MA anche la clinica, non si può dire che si affida a statistiche.
La psicologia clinica si sviluppa sulle basi offerte delle scoperte della psicologia scientifica.

Mi dicano se sbaglio.
r.rubin is offline  
Vecchio 13-10-2005, 18.55.38   #4
Braveheart
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 162
Citazione:
Messaggio originale inviato da Chimera
Non comparerei Medicina e Psicologia.

1) L'effetto dell'aiuto del medico è visibilissimo quello dello psicologo no.
Per esempio se ho una depressione un amico può "guarirmi" come uno psicologo, questo è possibile.

Non credo. Un amico può, si , aiutarmi e darmi un imput, ma guarire la depressione non può rientrare nelle competenze di una persona qualunque: la depressione è una malattia, e come tale va trattata (ovviamete parlo di quella vera, non da confodersi con semplici periodi negativi). La mente umana ha dei meccanismi particolari che necessitano di uno studio per essere conosciuti. Quindi, a mio parere, la figura dello psicologo o pischiatra non è da snobbare.
Che tu dici poi che oggi non ci sono molti psicologi validi è un altro discorso, e ti do ragione; ma la psicologia come scienza secondo me non ha nulla di meno della altre scienze
Braveheart is offline  
Vecchio 13-10-2005, 19.13.57   #5
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Messaggio originale inviato da Braveheart
Non credo. Un amico può, si , aiutarmi e darmi un imput, ma guarire la depressione non può rientrare nelle competenze di una persona qualunque: la depressione è una malattia, e come tale va trattata (ovviamete parlo di quella vera, non da confodersi con semplici periodi negativi). La mente umana ha dei meccanismi particolari che necessitano di uno studio per essere conosciuti. Quindi, a mio parere, la figura dello psicologo o pischiatra non è da snobbare.
Che tu dici poi che oggi non ci sono molti psicologi validi è un altro discorso, e ti do ragione; ma la psicologia come scienza secondo me non ha nulla di meno della altre scienze


Una volta esisteva la chiesa...il sacerdote...la confessione...o l'amico...oggi lo psicologo (scusate il paragone) ...vai, ti stendi sul lettino, lui e' seduto dietro di te...e parli, parli per ore, giorni, mesi, anni, ...ogni tanto lui ti invia qualche imput...da quell'imput fuoriescono altre tue parole, pensieri, interpretazioni, desideri, paure, impulsi...tutto quello che hai tenuto nascosto a te stesso sino a quel momento...la tua immagine viene distrutta e ricostruita, il transfert e' alla base di questo rapporto...e non credo che un amico o qualsiasi altra persona possa sostituire il ruolo di uno psicologo o psichiatra competente, la psichiatria, la psicologia sono scienze altamenrte qualificate...a dispetto di chi non vuole crederci



Vani

Ultima modifica di Vaniglia : 13-10-2005 alle ore 19.15.06.
Vaniglia is offline  
Vecchio 13-10-2005, 20.03.04   #6
Cinziaaa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-02-2005
Messaggi: 42
Anche io penso, come poi mi è capitato, che un amico possa sì darti un input (guarda caso va da uno psicologo) ma uno psicologo valido può aiutarti a considerare comportamenti o modi di pensare automatici su certe problematiche (autostima ecc) e cambiarli.
Ok sul fatto che bisogna stare molto attenti e prenderli con le pinze (molti son cani) ma non sparerei così sul mucchio.
Cinziaaa is offline  
Vecchio 13-10-2005, 21.37.07   #7
Chimera
Ospite abituale
 
L'avatar di Chimera
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 337
Citazione:
Messaggio originale inviato da Braveheart
Non credo. Un amico può, si , aiutarmi e darmi un imput, ma guarire la depressione non può rientrare nelle competenze di una persona qualunque: la depressione è una malattia, e come tale va trattata (ovviamete parlo di quella vera, non da confodersi con semplici periodi negativi). La mente umana ha dei meccanismi particolari che necessitano di uno studio per essere conosciuti. Quindi, a mio parere, la figura dello psicologo o pischiatra non è da snobbare.
Che tu dici poi che oggi non ci sono molti psicologi validi è un altro discorso, e ti do ragione; ma la psicologia come scienza secondo me non ha nulla di meno della altre scienze

Non è detto che sia facile.
Però non capisco perché secondo te è impossibile per un amico aiutarti ad uscire da una depressione.

C'è chi da una depressione ne esce da solo.
E gli amici o i familiari possono essere d'aiuto e come.

Rispetto da uno psicologho hanno il grosso vantaggio di conoscerti affondo. Son stati con te per anni. Ti hanno visto crescere sanno cosa ti piace e cosa no cosa ti rende triste e cosa ti tira su di morale.

Un psicologho queste cose le deve indovinare o tentare di farsele dire da te... tra altro dovendo sempre capire se stai mentendo o se stai dicendo la verità... cosa non banale.
Perché se sei depresso e non riesci ad uscirne da solo vuol dire che non puoi rispondere a domande tipo cosa ti piace o cosa vuoi... perché evidentemente non lo sai nemmeno tu.

Ad uno spicologo per ottenere tutte le informaizoni che un amico ha già deve analizzarti per giorni mesi anni... e la qualità di queste informazioni non sarà mai nemmeno lontanamente vicina a quelle in possesso degli amici o dei genitori...

Il vantaggio dello psicologo (quelli bravi) e che sanno usare meglio queste informazioni.

Un amico con queste conoscenze è meglio di tutto... i sacerdoti di una volta. Meno mezzi delgi psicologi. Ma più amicizia econoscenza del cliente rispetto agli spicologi

Ultima modifica di Chimera : 13-10-2005 alle ore 21.39.51.
Chimera is offline  
Vecchio 13-10-2005, 23.56.20   #8
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: Psicologi: che ne pensate?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Braveheart
Quando sento oggi parlare di piscologi percepisco solamente snobbamento verso questa figura professionale. Secondo molti quello che ti fa lo psicologo (ascoltarti) lo può fare benissmo anche un amico, e quindi non serve a niente rivolgersi a questi signori. Altri dicono che la psicologia è una scienza inesatta ed imprecisa (ma questo lo penso un pò anch'io in quanto non esiste nulla di perfetto), e perciò non aiuta le persone. Ora mi chiedo: quando qualcuno sta male fisicamente, per guarire si rivolge ad un dottore, poiché quest'ultimo ha le competenze necessarie (sempre in teoria) per risolvere il problema. Ora, dato che la mente umana fa parte del nostro organismo, e, come tutti gli altri componenti, può ammalarsi, la cosa più logica è rivolgersi ad un dottore specializzato in tale materia che aiuti il paziente a guarire. Mi sembra un discorso ragionevole! E allora come mai oggi noto tuttta questa sfiducia nei psicologi? Forse perchè di bravi medici ce ne sono sempre di meno?
Un saluto!






si in effetti sono proprio una brutta razza .....
bomber is offline  
Vecchio 13-10-2005, 23.57.55   #9
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
non è...

che m'intenda proprio tanto di psicologi e via discorrendo, ma mi piace l'Uomo il suo "pensare" il suo "agire" e via discorrendo....
senza nulla togliere all'amicizia io penso che un buon psicologo sia il surrogato di quel che dici tu, Chimera e non Kraphen (semmai solo per tammy, grazie), di un buon amico.
Io ripenso che un buon psicologo sia, anzi debba essere, un buon ascoltatore dell'animo umano e che, con appropriate domande e al momento giusto (input) dia, a noi, il modo di riflettere su quel che gli raccontiamo, cosa che trovo un pò più complicata per un solo amico, anche se si pensa che ci conosca. Personalmente credo che sia difficile e alquanto ardito il solo "pensare" di conoscere a fondo il nostro amico psicanalizzato poichè, ritengo l'Uomo, in costante evoluzione.

Però nemmeno io mi farei psicanalizzare dai tuoi amici psicologi

Ultima modifica di tammy : 13-10-2005 alle ore 23.59.32.
tammy is offline  
Vecchio 14-10-2005, 11.04.39   #10
Joolee
Soleluna
 
L'avatar di Joolee
 
Data registrazione: 25-08-2005
Messaggi: 427
bho...ho letto delle cose che mi hanno sconvolto...
Sono un po' di fretta per cui non vorrei aver letto male...
sono laureata in psicologia, ho fatto l'anno di tirocinio ed ora studio per l'esame di stato.
Certo, spesso la facoltà di psicologia è considerata un parcheggio...ma gli studenti, per fortuna, vengono selezionati durante il corso di studi...
L'ulteriore selezione avviene con l'esame di stato...
Quelli che fanno solo finta di studiare non andranno avanti...non riusciranno ad aprirsi uno studio privato etc...
Abbiate più fiducia in questa scienza...perchè è tale...
Noi tutti abbiamo piccoli e grandi problemi...certo l'amico ci consola, ci tira su...lo psicologo o psicoterapeuta o psicoanalista (figure che spesso e volentieri si confondono) ha gli strumenti adatti affinchè tu raggiunga una determinata consapevolezza... spesso è dura, ma è quello il loro ruolo...
Ragazzi vado di frettaper cui non posso spiegarmi meglio...ma fatemi anche domande o avanzate critiche...sono disposta a parlarne a lungo per far cambiare l'idea comune circa il nostro mestiere...è a causa di questa idea sbagliata che ragazze/i come me sono costrette a tirare avanti facendo la cassiera, la cameriera o il servizio civile volontario... Riflettete...
A presto Joo
Joolee is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it