Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-09-2006, 18.27.42   #11
vagabondo del dharma
a sud di nessun nord
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 245
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Citazione:
Originalmente inviato da luca468
Consigli interessanti ma poco realistici, col tempo ho capito che bisogna imparare ad accettare i propri limiti, è come voler tappare una diga che perde acqua, tu cominci a tappare un buco con un dito, poi se ne apre un altro e ci metti un altro dito e cosi via, alla fine finisci le dita delle mani e quelle dei piedi, il naso e la lingua, allora ti rendi conto che se te ne stavi sdraiato sul argine a guardarla mentre si svuotava avresti faticato meno per lo stesso risultato!!! Io ho imparato ad accettare la realtà, quindi poco importa il mio stato esistenziale, perchè comunque non cambierà la realtà, ecco perchè oramai so che è tardi, fossi in grado di vivere diversamente da come vivo.... lo avrei già fatto anni fa!!!

Ti faccio un esempio, tu hai mosso delle critiche verso la società, ma davvero credi che qualcuno possa cambiarla? Se è cosi perchè non lo hai già fatto tu?

Non fraintendermi tu sei stato gentile a darmi i tuoi consigli, non vorrei che la prendessi come un aggressione, volevo soltanto farti capire che la mia coscienza esistenziale per me conta ben poco, non ho bisogno di trovare lati positivi o negativi, ho preso quel che è venuto per tanto tempo, posso solo continuare a farlo!!!

P.S. Mentirei se dicessi che non ho mai pensato neanche una volta al suicidio, ma nel mio caso non credo che avrei mai la forza per farlo, quindi puoi stare tranquillo!!!

Lascia che la diga si svuoti, allora, e non ti crucciare. Tu dici che non si può cambiare la realtà, ma ti poni come uno che chiede consigli per poterla cambiare. Lascia che sia...tutto così, non farti problemi per la mancanza di donne, e vedrai che naturalmente il tuo essere troverà al sua strada, che potrà prevedere anche la presenza femminile.

Era difficile aspettarsi che qualcuno ti dicesse: "non c'è niente da fare, rassegnati". Ognuno dice la propria, e capisco quanto le parole siano vane quando non sono capaci di smuovere l'essere. Ognuno di noi ha i suoi limiti. Però dire che a 24 anni è troppo tardi per cambiare mi sembra un'assurdità che non ti puoi permettere. Sei troppo fedele al personagio che ti sei costruito nel corso degli anni, ci si affeziona ai propri problemi e si ha quasi paura di risolverli. Anch'io lo faccio per altre cose...

La sincerità che mostri verso te stesso, secondo me è molto apprezzabile, denota autoosservazione e contiene in nuce la potenzialità di evolvere al meglio...

Tanti auguri...
vagabondo del dharma is offline  
Vecchio 05-09-2006, 21.11.50   #12
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Citazione:
Originalmente inviato da luca468

Io ho imparato ad accettare la realtà

Non si spiega tanto allora il motivo per cui ti lamenti.

Citazione:
comunque non cambierà la realtà
Ti arrendi così facilmente?
Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
(Gandhi)

Ho l'impressione, che tu però, creda già di conoscere ed aver capito tutto della vita. Non sei più disposto, ad imparare... a vivere, ad amare.

Citazione:
Ti faccio un esempio, tu hai mosso delle critiche verso la società, ma davvero credi che qualcuno possa cambiarla?
Certo.
C'era un tempo, un solo uomo, che diceva:

Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.
(Gandhi)

E quest'uomo, è riuscito a fare molto di più di quanto ci si potesse immaginare.

Ricordati, Luca:

Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia.
(Gandhi)



Un'altra incredibile testimonianza ce l'abbiamo da un certo Martin Luther King.
Ma non voglio annoiarti più di quel tanto.

Citazione:
Se è cosi perché non lo hai già fatto tu?
Io faccio il mio possibile, commettendo errori, sbagli, ma cercando sempre di andare avanti con ottimismo.

Citazione:
Consigli interessanti ma poco realistici
Quanto io scrivo, non devi prenderlo come verità. Siamo in un forum di riflessioni. Io cerco solo di scrivere cose, che facciano riflettere un po' il prossimo, senza voler imporre in alcun modo quanto credo.

Ciao, abbi cura di te, Luca.
So che sei un ragazzo in gamba, e so che in cuor tuo, sai cos'è la cosa giusta da fare.

P.S.:
Citazione:
non vorrei che la prendessi come un aggressione
Non preoccuparti. Hakuna matata.
Elijah is offline  
Vecchio 06-09-2006, 00.44.54   #13
luca468
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-09-2006
Messaggi: 46
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Non si spiega tanto allora il motivo per cui ti lamenti.
Se rileggi bene i miei messaggi vedrai che non mi sono mai lamentato di niente!


Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Ti arrendi così facilmente?
Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
(Gandhi)

Ho l'impressione, che tu però, creda già di conoscere ed aver capito tutto della vita. Non sei più disposto, ad imparare... a vivere, ad amare.
Ci riallacciamo a quello che dicevo sopra, non è che mi deva arrendere o meno a qualcosa, devo solo prenderne atto, non saprò tutto, ma di sicuro gli uccelli non vedranno mai gli abissi e i pesci non voleranno mai, che mi piaccia o no posso solo prenderne atto. Mi spiego meglio, mi sono reso conto che arrivare a 24 anni senza una vita privata non è una cosa normale, proprio perchè non so tutto ho pensato di scrivere su questo forum per discutere con qualcuno il piccolo dubbio che ho sulla mia teoria, la teoria, che al momento mi sembra la più probabile e corretta, secondo cui se fino ad ora le cose sono andate in questo modo è perchè questa è la mia realtà, nulla può cambiarla e ne devo solo prendere atto. Ecco questo è il mio piccolo dubbio, tutto qui!


Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Certo.
C'era un tempo, un solo uomo, che diceva:

Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.
(Gandhi)

E quest'uomo, è riuscito a fare molto di più di quanto ci si potesse immaginare.

Ricordati, Luca:

Qualsiasi cosa tu faccia sarà insignificante, ma è molto importante che tu la faccia.
(Gandhi)



Brutta cosa non avere dei limiti, se qualcuno si mettesse in testa di fermare il sole e passasse la vita a provarci credi che userebbe bene il suo tempo?


Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Io faccio il mio possibile, commettendo errori, sbagli, ma cercando sempre di andare avanti con ottimismo.
Sono contento per te, ma anche l'ottimismo alla fine ha dei limiti, altrimenti saresti già riuscito a cambiare tutto quello che non ti piace, dico male?


Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Ciao, abbi cura di te, Luca.
So che sei un ragazzo in gamba, e so che in cuor tuo, sai cos'è la cosa giusta da fare.
No, non sono in gamba, almeno non nel accezione completa del termine. Una delle cose che mi disturba di più è confrontarmi con quello che rappresento, io rappresento il tentativo della società (o meglio delle menti autoritarie che governano la società) di adattare la natura alle sue esigenze, esigenze perverse, come la cancellazione completa del caos, l'ordine perfetto, ecco per quale motivo vengono letteralmente create le persone come me, vedi un pò di anni fa ero solo un appassionato di macchinari, col tempo o aquistato capacità tecniche molto sofisticate, tanto sofisticate che quando qualcuno non adetto ai lavori vede lavorare uno di noi reietti a qualcosa rimane colpito e ci definisce geni, in verità le mie capacità sono ancora molto rozze, almeno per gli standard che mi pone il mondo in cui vivo, da un lato desidererei affinarle al infinito ed è quello che ho fatto fino ad ora, solo che mentre al inizio lo facevo per interesse personale adesso mi sono reso conto che lo faccio per servire un sistema sbagliato e contro natura, siccome la natura si difende sempre da ciò che la aggredisce ecco perchè io ho tanti problemi sociali: è la natura che mi impedisce di andare oltre!!!

Gente come me non andrebbe apprezzata o invidiata per le sue capacità, gente come me non dovrebbe esistere perchè rappresenta un insulto alla natura!!! Tornando a bomba quindi io non sono affatto in gamba fossi in gamba non sarei quello che sono, tra l'altro non c'è proprio nulla di geniale nel imparare cose che molti considerano difficili, infatti dopo un pò che le maneggi diventano facili, quindi quello che spinge ad andare avanti non è affatto genialità, ma solo il desiderio perverso di voler contrastare la natura, desiderio che adesso giustamente la natura mi fa pagare!!!
luca468 is offline  
Vecchio 06-09-2006, 01.10.31   #14
luca468
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-09-2006
Messaggi: 46
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Citazione:
Originalmente inviato da r.rubin
Perchè è molto difficile?
Forse è davvero difficile (non lo so) ma dopotutto siamo stati anche sulla luna.
Però, comunque stiano le cose, al primo punto dobbiamo mettere la chiarificazione degli ostacoli, e poi andare alla ricerca delle possibili soluzioni. Un ostacolo non ben identificato, a volte, sembra più impegnativo di quello che forse è.

A si certo che per qualcuno è stato è sarà ancora possibile andare sulla Luna, ma se l'uomo comune come possiamo essere io o te decidesse di andarci non potrebbe!!! Il mio ostacolo è quello di non aver sviluppato delle capacità di relazione con l'altro sesso quando era ora, adesso è molto difficile, un pò come imparare ad andare in bici a 95 anni!!!

Poi, sicuramente qualcuno più capace di me riuscirà!!!
luca468 is offline  
Vecchio 06-09-2006, 10.16.24   #15
arwen
Ospite
 
Data registrazione: 06-05-2005
Messaggi: 32
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Ciao Luca, sono una donna, e sono stata vergine fino a 27 anni.
Leggendo le tue parole mi è sembrato di rivivere per molti aspetti la mia stessa vicenda.
Anch'io, a un certo punto, ero disperata, perchè vedevo intorno a me un mondo in cui relazionare, innamorarsi, fare l'amore erano cose così semplici, facili ...per gli altri! Vedevo ragazze non particolarmente belle o affascinanti che facevano innamorare di se' uomini in maniera facile(o a me così sembrava).
Mi disperavo, credimi, per tutto quello che esprimi tu molto bene.
Voglio dirti qualche parola che mi viene dal cuore:
non credere di avere tu qualcosa di sbagliato, siamo in molti ad avere difficoltà, e non pensare nemmeno che per le donne sia diverso, ti assicuro che , tranne le superbonazze della tv, siamo tutte tremendamente insicure,
e un piccolo consiglio che a me ha portato tanti benefici.
Smetti di pensare alle donne come ad un universo alieno o peggio ancora come un ambito premio da conquistare, e smetti di pensare al sesso come a una cosa direttamente collegata alle donne.
Mi spiego meglio: cerca le donne per conoscelrle, cerca la loro amicizia e aspetta ti prego, aspetta di INNAMORARTI.
Modi per frequentare donne non sono i consueti andare in discoteca perchè lì c'è solo la filosofia del rimorchio, e non va bene per te ore.
Dovresti cercare piuttosto un ambito neutro , dove si studi o si legga insieme, sfruttando qualche passione che tu hai.
Es.: se ti piace fotografare iscriviti a un corso di fotografia, là troverai sicuramente varie donne e il vantaggio sarà quello di avere argomenti in comune di cui parlare.
So bene che parlare non è propriamente ciò che ti interessa al momento, ma, credimi, è il primo importantissimo passo da fare per stabilire un contatto.

E poi , solo dopo aver conosciuto un a o più donne e aver instaurato un rapporto di seppur lieve amicizia, non avendo paura di mostrarti come sei, comincia pure a interrogarti per scoprire se provi qualcosa, se c'è qualcuna per cui senti che valga la pena di andare più in fondo.
La tua verginità non è un hadicap, credimi, la fisicità nei rapporti è più facile di quello crediamo "prima"...é tutto il resto che è difficile, è conoscersi , arrivare ad avere un rapporto fatto di scambi di parole, di sincerità: tutto questo deve precedere il sesso , e se non c'è il sesso risulta deludente e vuoto.
Non starò ad annoiarti con la mia esperienza, mi limito a dirti che la strada seguita da me è stata proprio questa, oggi ho 40 anni e sono sposata, ho anche due figlie.
Non voglio dire che la mia sia una ricetta infallibile, ma di sicuro vale la pena provare...
Buona fortuna e non avere mai paura di nulla, vivi la tua vita con fiducia, perchè tu sei realmente capace di agire per scoprirla e scoprire te stesso, devi solo abbandonare le paure e "fare", agire in maniera costruttiva , ricorda sei in possesso di tutto ciò di cui hai bisogno.


ARWEN
arwen is offline  
Vecchio 06-09-2006, 11.41.53   #16
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Citazione:
Originalmente inviato da arwen
Smetti di pensare alle donne come ad un universo alieno o peggio ancora come un ambito premio da conquistare, e smetti di pensare al sesso come a una cosa direttamente collegata alle donne.
Mi spiego meglio: cerca le donne per conoscelrle, cerca la loro amicizia e aspetta ti prego, aspetta di INNAMORARTI.

Ciao Luca.
Secondo la mia esperienza (che ha dei tratti simili alla tua) Arwen ha centrato il punto.
Nelle situazioni come la tua (ma è capitato anche a me, ti assicuro) uno degli sbagli più grandi è idealizzare, fino quasi a renderle delle "figure leggendarie" le donne che vorresti conoscere.
Questo rischio si corre proprio quando non si ha occasioni di contatto con loro, pur desiderandole, e per questo ci sembrano un mondo distante e irraggiungibile, salvo poi incontrale, conoscerle, e scoprire (con un certo sollievo) che sono esseri umani con le loro debolezze, paure, e magari scopri anche che qualcuna è molto peggiore di come te la immaginavi.
Non sto sminuendo le donne, anzi, meno male che esistono! Sono fondamentali per vivere una vita degna di questo nome. Mi rendo conto delle tue difficoltà perché in alcune situazioni le ho vissute; in quei momenti ti sembra persino impossibile riuscire a parlarci: è un blocco psicologico tremendo ma si può superare.
Occorre una grande costanza e una grande volontà (tu l'hai applicata nello studio, quindi è una risorsa che hai!)
E, soprattutto, quando stai per avvicinarti pensa sempre: è un essere umano come me, non è una dea.
E, come ti ha detto Arwen con parole nelle quali ho sentito un vero calore di solidarietà nei tuoi confronti, e un'amorevolezza che solo una donna può avere, e' solo un primo passo, al quale ne dovranno seguire molti altri, finché non acquisirai la giusta scioltezza e facilità di comunicazione.

Per quello che vale ti sono vicino.
Forza Luca!!

Catoblepa
catoblepa is offline  
Vecchio 06-09-2006, 12.08.43   #17
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Re

Citazione:
Originalmente inviato da luca468
Se rileggi bene i miei messaggi vedrai che non mi sono mai lamentato di niente!

Scusa. Ho mal interpretato le tue parole.

Citazione:
Se fino ad ora le cose sono andate in questo modo è perché questa è la mia realtà, nulla può cambiarla e ne devo solo prendere atto.
Rinunci a te stesso, per rimanere in balia del destino?

Citazione:
Brutta cosa non avere dei limiti, se qualcuno si mettesse in testa di fermare il sole e passasse la vita a provarci credi che userebbe bene il suo tempo?
Fin'ora non ho trattato la questione di come usare il proprio tempo. Anche se lo si dovrebbe precisare. Ma non lo farò.

Comunque, per fermare il sole, basta chiedere consiglio a Giosuè:

Sole, fermati... e il sole si fermò...
(Giosuè 10:12-13)



Citazione:
Sono contento per te, ma anche l'ottimismo alla fine ha dei limiti, altrimenti saresti già riuscito a cambiare tutto quello che non ti piace, dico male?
Non sempre tutto quello che io vorrei che cambiasse, deve essere cambiato.
L'uomo che si ferma alle apparenze

Citazione:
No, non sono in gamba
È proprio quanto avrei risposto anch'io.
È per questo che sei in gamba.

"Io sono nessuno", amava ripetere una missionaria cristiana assassinata un qualche anno fa. Eppure, ben pochi sono di questo avviso, se vengono a sapere cosa faceva. Ma lei, non voleva elogi, e nemmeno essere al centro dell'attenzione. L'unica cosa che voleva fare, era condividere la sua vita, il suo amore, le sue qualità e cure mediche, con i brandelli dell'umanità.

Citazione:
Gente come me non andrebbe apprezzata o invidiata per le sue capacità, gente come me non dovrebbe esistere perché rappresenta un insulto alla natura!!!
Hai ragione.

Sai, nel libro dell'Ecclesiaste, troviamo delle parole da parte di un predicatore, piuttosto provocanti, ma con un fondo di verità:
Vanità delle vanità, tutto è vanità.
(Qohelet [o Ecclesiaste] 1:2)

E continua dicendo:
Io ho visto tutto ciò che si fa sotto il sole: ed ecco tutto è vanità, è un correre dietro al vento.
(Qohelet 1:14)

Non posso negare che è uno dei libri all'interno della Bibbia più affascinanti che troviamo, ma c'è comunque una cosa che vorrei farti notare.
Questi pensieri, non possono che averli persone adagiate, che vivono nel benessere, che hanno a disposizione tutto quanto serve per una vita degna di nota.
Una persona che ha fame, non gli vengono certe idee. Una persona che nasce ammalata di aids o di cancro ecc., che è povera, che soffre ogni giorno, che vive nella miseria, che non sa nemmeno se arriverà al giorno dopo, che non dispone di cibo, acqua potabile, che non può andare a scuola, che non ha un lavoro, che non ha nulla... Una persona così, non va a pensare alla vanità della vita. Pensa solo a sopravvivere. È istintivo. Fa parte della nostra natura voler continuare a vivere.

Ora, quand'anche il predicatore di prima avesse ragione sulla vanità della vita, nessuno merita lo stesso una vita non degna di essere vissuta. Nessuno merita di dover lavorare 14 ore al giorno - perché i propri genitori non hanno soldi per campare - all'età di 8 anni (!), quando quello che dovrebbe fare sarebbe andare a scuola.
Come non è ammissibile che un sesto della popolazione mondiale non ha accesso all'acqua potabile.
Che razza di mondo è questo?
Io non so cosa tu stai esattamente studiando o facendo... ma dimmi... non puoi veramente far nulla, crear nulla, per queste persone? Proprio niente? Non puoi sfruttare le tue qualità, per permettere ad intere comunità di poter finalmente disporre di acqua potabile?

Guarda, io non lo so. So solo, che loro aspettano... aspettano il miracolo... può anche darsi che aspettino proprio te...
Chissà se aspettano in modo vano, oppure no.



P.S.:
Non è una questione di cosa fanno gli altri, io, tuo padre, mia madre. Dipende solo da te, per quanto riguarda te. E dipende solo da me, per quanto riguarda me.
Elijah is offline  
Vecchio 06-09-2006, 13.42.15   #18
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Io ho la tua età ed ho provato giusto per provare, cmq le volte che ho fatto sesso si contano sulle dita di una mano, ed il bello che sarò io paranoico ma...lasciamo perdere. Ora saranno due anni che non ho rapporti degni di tale nome, per quanto se ne pensi, e sinceramente sto bene nella mia a-sessualità. Che palle, proprio non ho voglia di farmici ossessionare. Se capita con una persona che sia per me speciale ok, sennò preferisco...
sisrahtac is offline  
Vecchio 06-09-2006, 16.45.19   #19
Lucy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 212
Riferimento: Uomo vergine a 24 anni

Ciao Luca!

Io sono d´accord con Arwen che prima si deve coltivare l´amicizia, con uomini e donne.
Senza competnze sociali un rapporto "amoroso" dev´essere una catastrofa.

Non importa la verginità.

Un esempio vero:
Conoscevo uno studente che studiava la construzione delle macchine e mancava totalemente le competenze sociali.
Un tale tipo si chiama in inglese: nerd.
Veniva spesso da noi (studenti in un dormitorio universitario) per parlare e trovare una ragazza. Quando una gli piaceva proponeva lo seguente: andrebbero tutti e due a casa del suo zio (ricco), guarderebbero un film porno, farannno il sesso insieme, e il giorno dopo, dopo la colazione, lui la accompagnerebbe allo dormitorio.
Nessuna ragazza lo prendeva sul serio.

Invece, si ha raccontato in giro il "piano" favoloso di Mr. X como uno scherzo incredibile.

Le sue opinioni in generale erano ...

E lui (secondo lui) non era vergine. Diceva sempre che fosse molto tenero quando facciava il sesso. Nessuna ragazza voleva provarlo. Le sue competenze sociali erano un ostaccolo senza speranza.

Summa summarum: si deve cominciare con l´amicizia. Il sesso accaderà o non accaderà. Si verrà.
Lucy is offline  
Vecchio 06-09-2006, 17.42.12   #20
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Citazione:
Originalmente inviato da luca468
Mi spiego meglio, mi sono reso conto che arrivare a 24 anni senza una vita privata non è una cosa normale, proprio perchè non so tutto ho pensato di scrivere su questo forum per discutere con qualcuno il piccolo dubbio che ho sulla mia teoria, la teoria, che al momento mi sembra la più probabile e corretta, secondo cui se fino ad ora le cose sono andate in questo modo è perchè questa è la mia realtà, nulla può cambiarla e ne devo solo prendere atto. Ecco questo è il mio piccolo dubbio, tutto qui!

Ciao, se finora le cose sono andate in questo modo ci sono sicuramente dei motivi, ma è abbastanza evidente che ora la natura ti fa sentire la mancanza di conoscenze femminili. Se prima convogliavi tutte le tue energie nello studio o negli impegni extra scolastici, ora questo non ti basta più. Natura amica quindi, non natura ostile.

Spesso quando un'impegno diventa eccessivo, assorbe tutto, e per molto tempo appaga. Ma non per sempre. Prima o poi si sente il vuoto.

Del resto è difficile calibrare bene tutti i vari aspetti della vita, socialità, impegno di studio o lavorativo, famiglia, amore, amicizie e mille altre necessità. E' un difficile gioco di equilibri, che non si finisce mai d'imparare.
A volte si deve aggiustare un po' la rotta, perchè mancano alcuni ingredienti essenziali. E la mancanza fa male.

Anch'io mi associo ai vari consigli di trovare un luogo d'incontro con molte ragazze, giusto per avere occasioni di conoscenza. E all'inizio impostare il discorso sull'amicizia penso sia meglio. Del resto non ci si innamora a comando! Il non avere sviluppato finora molte capacità di relazione con l'altro sesso, è ininfluente, tanto ogni ragazza è un mondo a sè.

Si tratta solo di superare la paura iniziale, che è bloccante. Si teme ciò che non si conosce. Ma la tua crisi indica che ora sei pronto.

In bocca al lupo.
dana is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it