Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 24-04-2007, 20.38.02   #31
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Scienza e religione

Per hetman

Citazione:
“la Scienza debba rispettare alcuni limiti etici”

Questo è un aspetto che esula dal tema “scienza e fede” perché ci si sposterebbe a discutere sui fondamenti dell’etica. Io concordo ma dipende da quale etica poniamo come riferimento.

Citazione:
“non è ammissibile (per me) che la scienza si ritenga depositaria della Verità Assoluta in merito alle continue scoperte”

La frase è ambigua. Se intendi che i risultati della ricerca non sono verità “assoluta” questo è vero, ma è sempre la scienza che dovrà migliorare le teorie che sono sempre perfettibili.

Citazione:
“a mio modesto avviso cominceranno a fermarsi”

Non sono d’accordo. Oggi purtroppo vi è un gap quasi incolmabile tra i risultati della ricerca scientifica, soprattutto in fisica, e la conoscenza di tali risultati da parte delle persone comuni. Quanti oggi hanno compreso la rivoluzione copernicana della meccanica quantistica ? Quasi nessuno. Il problema è da una parte dei mezzi di informazione e divulgazione scientifica e dall’altra della difficoltà oggettiva a comprendere concetti complessi, paradossi e teorie spesso contro-intuitive della fisica moderna.

Citazione:
“Quello che si ritiene solo evoluzione dell'uomo e sua assoluta capacità di progredire nella scienza, in verità è dovuto all'avvento di un messaggio divino”

Capirai bene che questo è assolutamente indimostrabile ed è, manco a dirlo, un'ingerenza della religione nelle scoperte etiche e scientifiche dell’uomo. Io sono di parere completamente opposto, ritengo cioè che ciò che l’uomo ha raggiunto, nel bene e nel male, sia tutta farina del suo sacco, che sia il sacco della ragione o dei sentimenti o dell’intuizione interiore.

Citazione:
“Caro Spirito, mi immagino che questo mio post possa farti rizzare i capelli”

Non ti preoccupare ho sentito molto di peggio, tu mi sembri una persona ragionevole, fedele, ma ragionevole. (non smentirmi eh ? )

Per emimum

Citazione:
“Ti ringrazio per la correzione sull'immacolata concezione.”

nulla


Citazione:
“Quanto a Maria è una cosa talmente indimostrabile che no nso sde valga nemmeno la pena parlarne. Uno che ha fede ci crede. Non so come si faccia a credere in un qualcosa che ti è stato raccontato (su temi così delicati intendo) ma libero di farlo”

Se ti riferisci a me, io non ci credo affatto.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 25-04-2007, 13.23.17   #32
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Scienza e religione

Ciao Spirito
Citazione:
Originalmente inviato da Spirito
Capirai bene che questo è assolutamente indimostrabile ed è, manco a dirlo, un'ingerenza della religione nelle scoperte etiche e scientifiche dell’uomo. Io sono di parere completamente opposto, ritengo cioè che ciò che l’uomo ha raggiunto, nel bene e nel male, sia tutta farina del suo sacco, che sia il sacco della ragione o dei sentimenti o dell’intuizione interiore.
Solo "CORSI E RICORSI STORICI"
La Scienza dovrebbe darmi atto che l'evoluzione dell'umanità è avvenuta attraverso cicli continui di assoluta DEMENZA con grande INGEGNO.
Questi cicli coincidono con le apparizioni dei Grandi Messaggeri di Dio.
Perchè dici che non è dimostrabile? Invece è dimostrabile storicamente.
Questo non vuol dire che ci sia un'ingerenza della Religione nella scienza.
Il fatto che Gesù, con i suoi insegnamenti, cambiò la mentalità degli uomini fino a che i Cristiani abbatterono l'Impero Romano (ormai finito in quello che era la sua decadenza) creando quella civiltà rinnovata nelle scienze e nella società.
Il fatto che nel Medio Evo (600 d.C.) la Cristianità aveva raggiunto un grado di demenza tale da essere quasi DIABOLICA visto la caccia alle streghe ed il decadimento della religione in pura superstizione, mentre Muhammad da illetterato porta un messaggio ad illetterati che vivificheranno le scienze, mi riferisco non solo ai numeri ma anche alle scoperte in medicina e in altre scienze, fino a modificare e rivitalizzare l'occidente Cristiano, che in quel tempo era intento solo a guerre fratricide, e portarlo poi al Rinascimento.
Per non dire lo stato dell'umanità nel XVIII secolo ove si ritorna all'assoluta Demenza fino alla metà del XIX secolo ove ricomincia la rinascita con l'inizio di scoperte scientifiche è tecnologiche.
Con ciò non intendo dire che la Religione è causa di Scoperte scientifiche, ma che il solo annunciarsi di un Messaggero Divino sveglia l'intelletto umano, diciamo che lo Spirito Santo si sparge sull'umanità

Citazione:
Originalmente inviato da Spirito
La frase è ambigua. Se intendi che i risultati della ricerca non sono verità “assoluta” questo è vero, ma è sempre la scienza che dovrà migliorare le teorie che sono sempre perfettibili.

Hai riportato solo parte della citazione, avevo diviso tra religione e scienza e la frase da Te riportata si intendeva espicitamente solo alla scienza.
Per me la VERITA' ASSOLUTA non esiste, sia per la scienza che per la religione, restano sempre e soltanto verità relative.
Cmq non vedo ambiguità, semmai partiamo da una premessa diversa.

Ripeto che dovrebbero essere più parallele che convergenti o divergenti, anche la scienza con la questione dell'evoluzionismo cerca di mettere in discussione il creazionismo religioso, questa non è ingerenza? oppure l'ingerenza è solamente da parte della religione? Anche questa visione scientifica mi sembra poco dimostrabile.

Riguardo all'ETICA si potrebbe aprire un'altro 3d anche se mi sembra che potrebbe benissimo rientrare in questo inquanto l'etica deve essere, indistintamente sia per la scienza che per la religione, anche la religione deve seguire un'etica, bisogna stabilire se deve essere la stessa oppure ogniuno deve avere la sua.
hetman is offline  
Vecchio 25-04-2007, 15.05.37   #33
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Scienza e religione

Citazione:
“La Scienza dovrebbe darmi atto che l'evoluzione dell'umanità è avvenuta attraverso cicli continui di assoluta DEMENZA con grande INGEGNO.”

Opinabile, ma non ho intenzione di ripercorrere tutta la storia dell’umanità.

Citazione:
“Questi cicli coincidono con le apparizioni dei Grandi Messaggeri di Dio.”

Ma davvero ? E che maestro ispirò Galileo ? o Newton ? o Einstein ? o Bohr ?

Citazione:
“Perchè dici che non è dimostrabile? Invece è dimostrabile storicamente”

Come puoi dimostrare storicamente che nel cervello di Galileo ha influito il messaggio di un maestro (quale ?) per fargli capire che il copernicanesimo era corretto ? o a Voltaire che la tolleranza doveva essere fondamento della civiltà umana ?

Citazione:
“Il fatto che Gesù, con i suoi insegnamenti, cambiò la mentalità degli uomini fino a che i Cristiani abbatterono l'Impero Romano (ormai finito in quello che era la sua decadenza) creando quella civiltà rinnovata nelle scienze e nella società.”

Stai scherzando spero. Io credo che il progresso scientifico senza le ingerenze ecclesiastiche medievali sarebbe stato di gran lunga più veloce e proficuo, invece prima abbiamo dovuto liberarci del fardello religioso e solo dopo abbiamo potuto creare un metodo scientifico per progredire.

Citazione:
“fino a modificare e rivitalizzare l'occidente Cristiano”

Fai un po’ di confusione storica. Non è l’islam ad aver abbattuto la superstizione ma l’illuminismo: “Liberté, egalité, fraternité”

Citazione:
“Per non dire lo stato dell'umanità nel XVIII secolo ove si ritorna all'assoluta Demenza fino alla metà del XIX secolo”

A si ? e Newton e tutta la filosofia illumista ? Scusa amico ma ti mancano le basi storiche per discutere di storia della scienza e del pensiero umano.

Citazione:
“Per me la VERITA' ASSOLUTA non esiste”

Dunque sei ateo ?

Citazione:
“la scienza con la questione dell'evoluzionismo cerca di mettere in discussione il creazionismo religioso, questa non è ingerenza?”

No perché i biologi dicono: “la vita si è evoluta e si continua ad evolvere, le specie oggi viventi derivano tutte da progenitori comuni” punto. Sono i religiosi che deducono da ciò che allora il creazionismo biblico non ha senso. Cioè la scienza dice quali sono i dati, descrive i fatti, fine.

Citazione:
“Anche questa visione scientifica mi sembra poco dimostrabile.”

La teoria dell’evoluzione è tra le teorie cardine del mondo scientifico, ha più conferme della gravitazione newtoniana.

Riguardo all’etica andremmo OT, fidati.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 26-04-2007, 18.24.52   #34
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Scienza e religione

Ciao Spirito

Vengo subito al dunque:
1 -
Hetman
“Per me la VERITA' ASSOLUTA non esiste”
Spirito
Dunque sei ateo ?

Ti inserisco un post di Cornelio dal forum "Spiritualità"
Citazione:
Originalmente inviato da cornelio
Secondo me..ad una domanda come questa, fatta in un forum di spiritualità e non di filosofia si potrebbe dare questa risposta:
Che cos'è la Verità? dove essa comincia e dove finisce?
E' l'uomo una verità come egli è?!
Considera un bambino prima, e poi quando si è fatto vecchio!
Guarda una città costruita dalle mani dell'uomo; è essa una verità assoluta?
Essa oggi esiste ancora, e domani può essere già distrutta.
Per chi in se stesso è assoluta verità, per questi soltanto è anche tutta verità; ma per chi non lo è, tutto quello che lo circonda è necessariamente soltanto quello che che egli stesso è per il momento.
Una verità che solamente per un certo tempo è vera, già per questo motivo non è verità piena, poichè in essa non vi è stabilità e durevolezza.
La "Verità assoluta" invece deve essere per l'eternità immutabile quello che è ad ogni singolo istante.
Dunque, allora che cos'è veramente la piena "Verità".
E che cosa può essere la "Verità perfetta ed eterna", se non Iddio stesso, il Quale comprendendo in Sè dall'eternità ogni perfezione, è in Ispirito sempre quell'Uno ed Istesso; e che è dunque in Sè e per Sè eternamente immutabile, dato che in Lui, in Sè stesso la perfezione assoluta, non è immaginabile possa operarsi in eterno cambiamento veruno.
p.s. non è farina del mio sacco, ma letta in un opera mistica.
Devo dire che questo post l'ho trovato solo oggi.
Per me la VERITA' ASSOLUTA è DIO stesso, dato che però stiamo trattando di umanità (ESSERI UMANI) la VERITA' ASSOLUTA non esiste sia per la scienza che per la religione.

2 - Ciclicità dell'evoluzione intellettuale.
Citazione:
Originalmente inviato da spirito
Opinabile, ma non ho intenzione di ripercorrere tutta la storia dell’umanità.

Ma davvero ? E che maestro ispirò Galileo ? o Newton ? o Einstein ? o Bohr ?

Come puoi dimostrare storicamente che nel cervello di Galileo ha influito il messaggio di un maestro (quale ?) per fargli capire che il copernicanesimo era corretto ? o a Voltaire che la tolleranza doveva essere fondamento della civiltà umana ?

Fai un po’ di confusione storica. Non è l’islam ad aver abbattuto la superstizione ma l’illuminismo: “Liberté, egalité, fraternité”

Ripercorrere la storia dell'umanità. Dovresti e forse mi daresti ragione
Muhammad ispirò Copernico (polacco), dopo venne Galileo
Ti consiglierei di studiare un pò di storia Araba, erano già arrivati alle scoperte inerenti l'Astronomia ivi inclusi i moti degli astri, la centralità del sole, l'evoluzione della terra intorno ad esso già prima di Copernico.
Per gli altri da Te citati bisogna riferirsi al periodo storico, ciò che voglio dire non è che la Religione sia maestra ma che l'avvento del Messaggero Divino con la Sua venuta porta nuova ninfa al genere umano.
Il profeta Gioele (II, 28), citato negli Atti degli Apostoli (11, 17), immagina la « fine del mondo » come una fermentazione delle anime:
« E avverrà negli ultimi giorni, dice Iddio, che io spanderò del mio spirito sopra ogni carne; e i vostri figliuoli e le vostre figliuole profeteranno, e i vostri giovani vedranno delle visioni, e i vostri vecchi sogneranno dei sogni. »
Questo passo intende proprio questo, la FINE DEL MONDO è la fine di un ciclo profetico e l'inizio di quello successivo, nel momento del ciclo successivo vi è un risveglio dell'intelletto umano, se si legge con attenzione si può comprendere perchè nell'ultimo secolo a partire dal 1844 si sono avute grandi scoperte, vi sono stati scrittori che hanno predetto nei loro romanzi eventi che poi si sono avverati ma che al tempo della stesura erano pura fantascienza (per esempio VERNE), la magior parte delle scoperte sono dovute solo ad intuizioni iniziali, è vero non sono un gran esperto storiografo ma quel versetto Bibblico mi dà molto da pensare anche se bisogna tener conto a chi era indirizzato per capire la terminologia.

Saluti
hetman is offline  
Vecchio 26-04-2007, 23.50.35   #35
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Scienza e religione

Citazione:
“Per me la VERITA' ASSOLUTA è DIO stesso”

Ah, dunque per te esiste la verità assoluta….prima avevi detto che non esisteva ! Ma ho capito che intendevi che esiste ma non è raggiungibile dall’uomo, sai che ti dico ? che posso anche concordare !

Citazione:
“Ripercorrere la storia dell'umanità. Dovresti e forse mi daresti ragione”

Invece su questo non concordo, perché la storia della scienza io la conosco molto bene e mai c’è stata una influenza religiosa nella ricerca scientifica post galileiana.

Citazione:
“Ti consiglierei di studiare un pò di storia Araba, erano già arrivati alle scoperte inerenti l'Astronomia ivi inclusi i moti degli astri”

E che c’entra ? non credo proprio sia stato Maometto a far loro studiare gli astri.

Citazione:
“Per gli altri da Te citati bisogna riferirsi al periodo storico”

Appunto, che profeti ci furono in quel periodo ? nessuno. Ma soprattutto quali maestri ci sono stati nel ‘900 ? Ci sono sate più scoperte scientifiche negli ultimi 100 anni che nel resto della storia dell’umanità e non mi risulta affatto che Gesù, Maometto, Budda o altri siano vissuti nel secolo scorso o sbaglio ?

La scienza è figlia dell’illuminismo e dell’abbandono della superstitio religiosa, cioè la giustificazione divina di ogni evento naturale. Se non ci fosse stato Galileo oggi staremmo ancora a credere che i fulmini li lancia Zeus.

Citazione:
“è vero non sono un gran esperto storiografo”

Io che invece la storia della scienza la conosco abbastanza ti posso assicurare che solo quando l’uomo si è affrancato dall’influenza religiosa ha potuto davvero pensare con il suo cervello.

Ciao
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 03-05-2007, 12.29.37   #36
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Scienza e religione

Citazione:
Originalmente inviato da spirito
Citazione:
“Ti consiglierei di studiare un pò di storia Araba, erano già arrivati alle scoperte inerenti l'Astronomia ivi inclusi i moti degli astri”

E che c’entra ? non credo proprio sia stato Maometto a far loro studiare gli astri.
Invece è proprio così. Se non fosse stato per Muhammad gli Arabi sarebbero rimasti divisi in tribu nomadi e del tutto analfabeti.

Citazione:
Originalmente inviato da spirito
Citazione:
“Per gli altri da Te citati bisogna riferirsi al periodo storico”

Appunto, che profeti ci furono in quel periodo ? nessuno. Ma soprattutto quali maestri ci sono stati nel ‘900 ? Ci sono sate più scoperte scientifiche negli ultimi 100 anni che nel resto della storia dell’umanità e non mi risulta affatto che Gesù, Maometto, Budda o altri siano vissuti nel secolo scorso o sbaglio ?
Ti sbagli: 1844 (Bàb) e (Bahà'u'llàh). Fede Bahà'ì anni 164 (1844-2007 in corso x 1000 anni).
In riferimento vi sono le profezie Bibbliche sia nel VT che nel NT (evito di postare inquanto le conosci molto bene per averne parlato in altri 3d - 2° venuta di Gesù) e anche nel Corano (venuta del 13° Iman) con date facilmente calcolabili.
Cmq penso che si dovrebbe discutere sull'anno 2012 (mancano solo 5 anni 22.12.2012).
Sò cosa pensano i Credenti Bahà'ì ma cosa ne pensa la Scienza?
hetman is offline  
Vecchio 03-05-2007, 14.40.02   #37
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Scienza e religione

"1844 (Bàb) e (Bahà'u'llàh). Fede Bahà'ì anni 164 "

Per favore facicamo i seri. Cosa diavolo c'entra costui con gli scenziati come Einstein, Bohr, Heisenberg che certamente non sapevano nemmeno chi fosse !

Oppure sostieni che siccome costui nacque "nell'aria" c'era qualcosa di diverso ? Quì si sta parlando di scienza non di metafisica...quindi direi di lasciar perdere discorsi "esoterici".

"Sò cosa pensano i Credenti Bahà'ì ma cosa ne pensa la Scienza?"

In che senso la scienza ? cosa pensa la tua fede per quella data ?



Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 03-05-2007, 18.07.01   #38
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Riferimento: Scienza e religione

Citazione:
Originalmente inviato da emimun
La fede è un modo di porsi diametralmente opposto a quello della scienza!

La questione, secondo me, sta tutta in questa frase.

Il problema, infatti, non è di contenuto: non è che il contenuto delle varie religioni (cioè cosa sostengono) sia in contraddizione o meno con la scienza, il problema è il "modo di porsi", per usare le stesse parole di emimun.

La religione rimarrà inconciliabile con la scienza fintantoché la religione sarà costituita da dogmi (e osannerà il valore assoluto della fede cieca).

Sottolineo il fatto che non è tanto il contenuto delle credenze del teista che va a cozzare con il contenuto delle credenze dello scienziato (questo è un fatto contingente), bensì sono gli atteggiamenti, il modo di porsi: il primo crederà perché il proprio ministro di culto (o i propri teologi) avranno detto così e così, mentre il secondo non accetterà il credere per fede e cercherà di usare il proprio ingegno.

epicurus is offline  
Vecchio 03-05-2007, 18.41.01   #39
Max6thetop
Ospite
 
Data registrazione: 27-04-2007
Messaggi: 10
Riferimento: Scienza e religione

Citazione:
Originalmente inviato da epicurus
La questione, secondo me, sta tutta in questa frase.

Il problema, infatti, non è di contenuto: non è che il contenuto delle varie religioni (cioè cosa sostengono) sia in contraddizione o meno con la scienza, il problema è il "modo di porsi", per usare le stesse parole di emimun.

La religione rimarrà inconciliabile con la scienza fintantoché la religione sarà costituita da dogmi (e osannerà il valore assoluto della fede cieca).

Sottolineo il fatto che non è tanto il contenuto delle credenze del teista che va a cozzare con il contenuto delle credenze dello scienziato (questo è un fatto contingente), bensì sono gli atteggiamenti, il modo di porsi: il primo crederà perché il proprio ministro di culto (o i propri teologi) avranno detto così e così, mentre il secondo non accetterà il credere per fede e cercherà di usare il proprio ingegno.


Salve a tutti sono nuovo!

Non sono daccordo, se il problema non fosse essenzialmente di contenuti il problema non si porrebbe (al di là del fatto che l'uomo di scienza utilizza un metodo critico mentre quello di fede non ne adotta alcuno limitandosi ad un principio di autorità degno della mitologia di Esiodo).

Evoluzionismo e creazionismo sono in contraddizione e sono contenuti, la possibile ciclicità dell'universo è in contraddizione con la linearità teologica, a suo tempo l'eliocentrismo copercnicano era in contraddizione con il geocentrismo teologico...senza contare le inserzioni illogiche e irrazionali di cui la bibbia è piena, dalla resurrezione all'ascesa al cielo alla trinità..non può non essere un problema di contenuti
Max6thetop is offline  
Vecchio 03-05-2007, 20.36.08   #40
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: Scienza e religione

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
"1844 (Bàb) e (Bahà'u'llàh). Fede Bahà'ì anni 164 "

Per favore facicamo i seri. Cosa diavolo c'entra costui con gli scenziati come Einstein, Bohr, Heisenberg che certamente non sapevano nemmeno chi fosse !

Oppure sostieni che siccome costui nacque "nell'aria" c'era qualcosa di diverso ? Quì si sta parlando di scienza non di metafisica...quindi direi di lasciar perdere discorsi "esoterici".

Nel momento in cui si parla di Religione si entra in un campo "metafisico" e mi pare che il post riguardi sia Scienza che Religione.
Mi ripeto: Quando Dio invia un Suo Messaggero significa che lo Spirito Santo invade il mondo e tutti gli uomini ne sono influenzati.
Ciò significa che le facoltà umane ricevono una nuova carica evolutiva che è del tutto spirituale e non proviene dal Messaggero di turno ma direttamente da Dio, Il Messaggero non è il portatore ma il tramite di tale carica, come se fosse uno specchio che riflette i raggi del sole, Egli riflette sugli uomini lo Spirito Santo che lo illumina. E' indifferente se lo si riconosce o meno, il Messaggero diffonde il riflesso dello Spirito Divino e porta a conoscenza gli uomini della prossima tappa evolutiva.

Potremmo definire le scoperte scientifiche come intuizioni di singoli soggetti che più di altri erano recettivi dell'apporto spirituale del momento.

Il profeta Gioele (II, 28), citato negli Atti degli Apostoli (11, 17), immagina la « fine del mondo » come una fermentazione delle anime: «E avverrà negli ultimi giorni, dice Iddio, che io spanderò del mio spirito sopra ogni carne; e i vostri figliuoli e le vostre figliuole profeteranno, e i vostri giovani vedranno delle visioni, e i vostri vecchi sogneranno dei sogni.»

In questo passo di Gioele si può capire cosa intendo per intuizione e cosa significa "io spanderò del mio spirito sopra ogni carne", è indifferente chi sia il Messaggero di turno, lo spirito invade il mondo ed è direttamente inviato da Dio. Qui certamente entriamo in un campo del tutto inspiegabile ma riportato nelle Sacre Scritture. Oppure ritieni che tutta l'evoluzione umana sia solo opera dell'uomo?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
"Sò cosa pensano i Credenti Bahà'ì ma cosa ne pensa la Scienza?"

In che senso la scienza ? cosa pensa la tua fede per quella data ?

Vi sono molte teorie Scientifiche o pseudo tali che immagginano "Cataclismi" naturali tali da distruggere il mondo, in primis il fatto che il globo terrestre stia rallentando il suo moto di rotazione e che entro il 2012 si fermerà, tale rallentamento sia la causa di sconvolgimenti climatici e fenomeni terrurici.

Nel programma "Voyager" trasmesso sulla rai si è trattato dell'argomento, anche con interventi di scienziati di livello mondiale, partendo dalle profezie Maja e rilevando che tutta l'evoluzione è ciclica sia essa materiale che spirituale.

La domanda di cosa ne pensa la scienza in merito è nel senso di trovare delle convergenze tra il pensiero puramente materiale e quello puramente spirituale. Sai qualcosa in merito oppure no?

Citazione:
Originalmente inviato da epicurus
Originalmente inviato da emimun
La fede è un modo di porsi diametralmente opposto a quello della scienza!

La questione, secondo me, sta tutta in questa frase.

Il problema, infatti, non è di contenuto: non è che il contenuto delle varie religioni (cioè cosa sostengono) sia in contraddizione o meno con la scienza, il problema è il "modo di porsi", per usare le stesse parole di emimun.

La religione rimarrà inconciliabile con la scienza fintantoché la religione sarà costituita da dogmi (e osannerà il valore assoluto della fede cieca).

Sottolineo il fatto che non è tanto il contenuto delle credenze del teista che va a cozzare con il contenuto delle credenze dello scienziato (questo è un fatto contingente), bensì sono gli atteggiamenti, il modo di porsi: il primo crederà perché il proprio ministro di culto (o i propri teologi) avranno detto così e così, mentre il secondo non accetterà il credere per fede e cercherà di usare il proprio ingegno.

Sono daccordo con Te in merito all'atteggiamento della Religione degli uomini che nel momento in cui non riesce a rispondere crea "Dogmi" che poi se dimostrati dalla scienza diventa imbarazzante annullare.

Altra cosa è la testardagine di voler per forza aver ragione su un qualsiasi argomento, da Credente Bahà'ì non mi pongo il problema di dover dimostrare qualcosa anzi sono aperto a persone di buona volontà che cercano di istruire altri con le loro conoscenze, le diversità di opinione sono una ricchezza da utilizzare sempre e con spirito libero da pregiudizi.

Ciao
hetman is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it