Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 24-10-2003, 08.49.04   #91
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Ieri, mentre guidavo l'auto, ho ripensato alla mia vita tutta intera, o quasi. Quante cose avevo appreso! Tante! come si è trasformata la mia vita! ma a questa infinita conquista mi si è parata innanzi la infinita ignoranza.
La verità è che non so niente. Assolutamente niente. Tutto quello che ho appreso, sperimentato con grande fatica, sofferenza, sacrificio E' NIENTE.

Ho visto il vuoto di me stessa. Un vuoto incolmabile per la mia mente. Anche se avessi posseduto cento lauree, e mille e una esperienze sarei rimasta ancora più vuota.

Poi ho guardato il tramonto infuocato e le nuvole bianche e quelle rosse e quelle nere. Ecco, mi sono detta, l'acqua è lì ed è qui, nel mio corpo, nel mio respiro.
L'acqua assumeva le forme più svariate eppure restava acqua.

Non può essere in egual modo per l'anima, o quella che noi definiamo anima?!

L'anima senza forma, ma che può assumere tutte quelle che vuole.
Ovunque l'acqua venga messa ne assume la forma, eppure non puoi dire che l'acqua ha la forma di un bicchiere o una nuvola.

La nostra conoscenza è così piccola che possiamo definirci ciechi alla ricerca della luce.

Ed è solo a causa della nostra ignoranza che dobbiamo rispettare i nostri compagni di viaggio. Siano essi animali, uomini, piante, monti e oceani.

Ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 24-10-2003, 15.24.49   #92
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile . . . w o w . . . !!!

nel bel mezzo della lettura
di questo tuo messaggio
ho guardato fuori e...
STA NEVICANDO !!!
incredibile
fiocchi grossi e turbinanti
e dire che
mi tovo situato
quasi al livello del mare
. . .
che bello !

wahankh.

Ultima modifica di dawoR(k) : 24-10-2003 alle ore 15.27.30.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 24-10-2003, 15.35.56   #93
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Io starei ore ad osservare la neve che scende, ogni fiocco è unico e segue una sua strada, i suoni si trasformano e il bianco ricopre tutto. Sembra di essere in un altro mondo.
Amo la neve nonostante il colore bianco sia per me fonte di sofferenza. Al bianco sono legati recordi molto brutti della mia infanzia. Ma, nonostante questo, io amo la neve.

La neve, altra forma stupenda dell'acqua.

Ci lasciamo così prendere dall'apparenza delle forme da dimenticare la straordinaria bellezza di ciascuna.

Cataloghiamo sempre il bello e brutto, buono e cattivo, dimenticando che entrambi sono parti dell'unità.

Quando cerchi il bello scacciando il brutto, quando cerchi di essere buono e non vedi la tua cattiveria, vivi nel mondo come un uccello che tenta di volare con una sola ala.
Per volare occorrono entrambe.
Occorre quel che religioni e società hanno sempre impedito. Occorre gestire entrambe le ali.
Noi siamo bianco e nero, ed è solo l'uso che facciamo di essi a renderci quel che siamo.

Ne ha fatta molta, di neve?!
Ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 24-10-2003, 16.21.58   #94
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile macchè...

la nevicata è già finita (sigh!)
e non ha lasciato traccia di sé
e le macchine passando
rendono fanghiglia
ciò che un'ora fa
era assoluta meraviglia
(anche la rima...)
...però
appena un pò più in alto
ecco - che bello :
le colline sono imbiancate
...fa un freddo boia
e i passerotti
si stringono a formare palline piumate
al riparo fra i rami dell'alloro

Amo il bianco
ed anche il nero
perchè come dici tu
siamo entrambi,sì
...proprio come nei miei quadri
dove il scarabeo bianco
ed il scarabeo nero
fanno spiccare il volo
al scarabeo alato

wahankh.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 24-10-2003, 18.22.14   #95
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
Smile

Quando naque in noi l'idea di auto-coscienza ci separammo dal resto del tutto credendo di essere superiori e spaventati inventammo l'oltre, perché era sorto il pensiero separativo che divideva e creava la paura della fine. Per non perdere definitivamente ciò che nel pensiero avevamo spezzato in due abbiamo proiettato queste paure e queste 'idealizzazioni umane-divine' nella natura (magari relegandogli un'anima)(non vi rendete conto che non ce ne sarebbe bisogno?). Adesso quando comunque il corpo sensibile non del tutto soffocato da questa cultura si ritrova senza respiro davanti ad una cosa VIVA come un tramonto aperto o una nevicata di silenzio, si ricontatta con quell'errore e sentendo la separazione fa nascere la poesia e le emozioni (purtroppo spesso quelle connesse alla perdita).
Sté-detonator is offline  
Vecchio 24-10-2003, 18.42.27   #96
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile "ci separammo dal resto del tutto"

non coinvolgermi,please
io non ho mai cercato
di distinguermi dal Tutto
né voluto una personalità
un ruolo o anche
solo minimamente esprimere
qualcosa di "concreto"
ed è proprio
da questa stasi della coscienza
che nascono poesie ed emozioni
emozioni e consapevolezza
che prima t'illuminano
e poi ti recidono alla base
per non impedire alla tua anima
l'istinto del volo

Il mio pensiero
è l'unico sogno
che percepisco come vivo
nel contesto
di questa enorme
dormita collettiva dell'umanità
quindi : perchè distinguersi ?
che senso avrebbe ?

La mia mente ha bisogno
di ampie penombre
per coltivare l'amore

wahankh .

Semplice,no ?
dawoR(k) is offline  
Vecchio 24-10-2003, 18.56.35   #97
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
Unhappy

Non ti ho coinvolto. questa l'ho detta proprio in generale. Ci accadde questa cosa come umanità, il retaggio è questo. Fintanto che il ritmo del pensiero sarà sfunzionale come è ora non c'è modo di sentire il famoso 'tutt'uno' sennon come reazione fisiologica in quegli attimi. Ma subito interviene l'etichettante pensiero e il riconoscimento e quindi ecco l'esperienza, e la cosa è già morta e facente parte del passato. Se non avessimo in noi questa distorsione non potremmo riconoscere e nominare ogni fenomeno, non si potrebbe nanche dire di 'averne avuto esperienza', solo accadrebbe naturalmente di Viverlo, punto.
Sté-detonator is offline  
Vecchio 24-10-2003, 21.34.59   #98
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Ed è proprio la mente a creare l'illusione della separazione.
Noi siamo un tutt'uno come ogni cellula del nostro corpo rende il corpo una sola cosa.

La mente separa, illude, crea le mete, crea il dolore, crea tutto quello che può creare ed anche oltre, ben oltre la nostra consapevolezza.

Ma non dobbiamo cercare di sfuggire a questa realtà, al contrario dobbiamo entrarci dentro, accettarla, viverla pienamente.

Noi siamo in questo mondo e dobbiamo viverlo nella piena consapevolezza.

Nulla ci è estraneo nè la separazione nè l'unità. Non c'è niente da togliere e niente da mettere, siamo solo noi a dovercene rendere conto.

L'aiuto che la natura ci offre è quello di ricordarci che non siamo esseri superiori a nessuno, che questa superiorità che abbiamo creato è solo frutto della nostra mente. E questa illusione continuiamo a portarla anche fra i nostri simili. Il più ricco, il più nobile, il più colto, il più illuminato, il più santo, il più potente.........
Poveretti noi!!!!!

Ciao
mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it