Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 14-11-2002, 22.47.20   #1
Elisa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-07-2002
Messaggi: 46
Ma gli animali hanno un'anima?

Ciao a tutti!
Secondo voi, gli animali (domestici e non) hanno un'anima?
Può sembrare una domanda sciocca, ma mi incuriosisce sapere la vostra opinione.
Elisa is offline  
Vecchio 14-11-2002, 23.03.37   #2
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Ciao Elisa,

non è affatto una domanda sciocca, e spero che tra i prossimi interventi qualcuno non dia, invece, sciocche risposte, perchè il tuo quesito merita ragionamento.

Prima di darti il mio parere, però, posso chiederti cosa intendi tu per anima? Lo so qual'è la definizione corrente di "anima", ma vorrei sapere se tu hai una tua idea personale su questo.

Ciao
Mistico is offline  
Vecchio 14-11-2002, 23.15.05   #3
Elisa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-07-2002
Messaggi: 46
Ciao Mistico
Difficile spiegare cos'è per me l'anima, la mia coscienza? la mia parte spirituale? boh! Forse avrei dovuto chiedere se anche gli animali hanno una parte spirituale.
Non sono molto brava ad esprimermi, intendo dire: ci è stato insegnato che gli uomini sono superiori agli animali perchè hanno l'anima e l'intelligenza, ma a me non sembra proprio così.
Elisa is offline  
Vecchio 14-11-2002, 23.58.39   #4
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
bene, allora...

Intanto c'è da dire che gli uomini sono superiori agli "altri" animali per alcune cose, per altre sono gli animali superiori a noi.

Se l'intelligenza è una cosa che rende un animale migliore di un'altro... non posso essere troppo d'accordo: chi è che sta facendo casini bestiali a danno di tutta la terra? Meno male che non abbiamo ancora colonizzato lo spazio!

Gli indiani d'america hanno vissuto per decine di millenni (almeno) senza cambiare granchè il loro modo di vivere, eppure avevano una spiritualità che pochi popoli hanno potuto anche solo euguagliare. Ma, per i nostri "civilissimi" modi di misurare le cose, vivevano quasi come animali.

Allora, dobbiamo forse credere che una l'anima ce l'abbia solo se ha un cervello abbastanza grosso da averne coscienza? Ma allora l'anima è qualcosa che è proporzionale al cervello! Che sciocchezza!!!

Io non voglio, ora, quì, dire se credo o no che l'anima esiste, ma se l'abbiamo noi, ce l'hanno anche loro (come minimo).

Ciao...
Mistico is offline  
Vecchio 15-11-2002, 00.06.39   #5
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Re: Ma gli animali hanno un'anima?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Elisa
Ciao a tutti!
Secondo voi, gli animali (domestici e non) hanno un'anima?
Può sembrare una domanda sciocca, ma mi incuriosisce sapere la vostra opinione.

Secondo recentissimi studi condotti dalla psicologia moderna, gli animali posseggono la capacità di vivere le emozioni degli altri, soprattutto dei propri padroni; senza lunghi sproloqui, che magari mi riservo ad un'altra occasione , sembra che abbiano la capacità di vivere le esperienze altrui con 'empatia' (la spiegazione del termine, chiara ed esaustiva la potrei copiare da un intervento che ho avuto il piacere di leggere in questo forum, se serve e se autorizzato lo farei). Questa caratteristica, questa capacità, che è sempre stata attribuita all'animale uomo, è accreditata come uno dei requisiti fondamentali per poter asserire che un animale abbia una coscienza (anche in questo caso è possibile reperire nel forum qualche spiegazione del termine) ... ecco, ritorniamo al quesito principale... se per anima s'intende la coscienza, sembra che si possa affermare che anche gli animali hanno un'anima... io, però questo non lo so!

Elisa, la tua non è sicuramente una domanda sciocca...

Ciao e benritrovata
visechi is offline  
Vecchio 15-11-2002, 13.12.46   #6
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Oki faccio io la parte del cattivo...

Mi spiegate che senso ha questa domanda?

Almeno nel senso classico del termine "anima"...

Quella cosa che nei cartoni animati si stacca dal corpo con le alucce e l'aureola (a volte anche con un'arpa in mano) e sale verso il paradiso...

Non è una provocazione gratuita, perché state pur certi che la maggior parte delle persone è convinto che quella sia l'anima.


Se invece vogliamo cominicare a fare le persone serie e smettere di blaterare come si fa al Bar o in salotto allora possiamo vederla in altri termini...


(Da qui è come se scrivessi anche in "Cos'è l'anima" aperto da Mistico...")

"Anima" è una di quelle parole masturbatorie, alla pari di "Dio" o di "Bene" o "male"... cioé tutte quelle parole fatte apposta affinché l'uomo (fesso) perda il suo tempo a cercare di definire senza alcuna ombra di dubbio a cosa si riferiscono, puttosto di cercare di trascendere quello a cui si riferiscono...

E' un po' astruso come concetto? Rileggetelo e cercate di capirlo allora!

Vabbeh faccio alcuni esempi:

1) Bene: tanti bla bla su cosa sia il bene e se abbia valore assoluto o relativo... e si perde di vista il ""bene"", l'archetipo al quale si riferisce la parola se vi piace vederla così, e si smette la ricerca per cercare di trascenderlo...

2) Il dito che punta la luna e tutti i fessi a disqusire sul dito...

3) Le religioni.

Chiari come esempi?


Quindi "Anima", "Dio", "Bene", "Male", ( anche "Pasta e fagioli" come esterma provocazione che solo alcuni riusciranno a cogliere appieno) a cui aggiungerei "Spirito Santo" ,"Chi","Ki","Prana" o addirittura "Kundalini" e "Karma" ( E qui mi aspetto contestazioni a ioooooosa) ebbene tutti questi termini niente sono che la

STESSA MEDESIMA IDENTICA COSA

Entrando un po' più nei dettagli, se no Kri si incazza, possiamo dire che sono "emanazioni" della stessa cosa..

No "emanazioni" può essere confusa col fatto che qualche entità superiore emani queste cose...

Diciamo allora che sono sfaccettature delle stessa "realtà immanente" (così pure i filo-filosofi sono contenti)...

Si pptrebbero anche vedere come diverse lunghezze d'onda in uno spettro energetico...

O ancora i vetri di colori diversi attraverso i quali si osserva una luce bianca...

Tornando alla domanda originale sulle bestioline, si può rispondere affermativamente, semplicemente perché tutti siamo parte del Tutto...

E Tutto e fatto della stessa identica cosa.

Questa cosa sarebbe quella luce bianca dell'esempio, ora però non immaginatevi che c'è una luce bianca da qualche parte nell'universo!!!

Immaginatevi piuttosto, che non vi farebbe male, che quella luce è dentro di noi perché in realtà da quello siamo fatti...

E' "solo" energia, impalpabile, immanente, indescrivibile e soprattutto incemprensibile dal nostro limitatissimo cervellino...

L'unica cosa è arrendersi alla realtà e trascenderela.

I credenti in qualcosa la chiamano "fede" semplicemente perché delegano ad un entità esterna il loro essere, semplicemnte perché non hanno o non volgiono avere il coraggio di accettare che tutti noi abbiamo la stessa dignità e lo stesso smisurato potere del Tutto...

E' solo una questione di punti di vista e paura della verità...

E' molto più facile delegare a chissà queli esseri onnipotenti il nostri destino, piuttosto che rendersi conto che noi siamo parte di ciò che è.

Capite perché mi girano le palle quando sento parlare di cose assurde o leggo interventi che cercano di venire a capo di... parole, solo di fottutissime parole???

Credo che quento ho detto possa andare in accordo con ogni credenza mistico religiosa magico alchemica esistente su questo pianeta...

Basta solo mettere qualche etichetta qui e là, limitare un pò il campo di azione e il gioco è fatto...

Un pò come nella fisica, quando pirma o poi si scoprirà l'unica legge che regge tutto l'universo, tutte le altri saranno solo semplificazioni della prima...

Così è per le verità dell'uomo, mere e sciocche semplificazioni dell'unica cosa davvero certa.

Che Tutto e fatto della stessa identica cosa...

Cosa sia questa cosa non possiamo comprenderlo ma solo trascenderlo.

Tutto qui, facile facile, semplice semplice, e credo sia la miliardesima volta che faccio lo stesso discorso...


A voi le belle cose,
Morfeo.
 
Vecchio 15-11-2002, 13.32.03   #7
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Questo è quello che pensi tu,altri potrebbero pensarla diversamente da te,e quindi per loro tutto il tuo discorso non avrebbe senso...cmq per la cronaca io non mi trovo poi molto lontano dalla tua idea.In fondo scienza,religione e filosofia cercano di spiegare i medesimi concetti,le medesime idee.Peccato che la Verità sui "misteri dell'universo" noi probabilmente non potremo mai conoscerla...quindi che ognuno si scelga la strada che preferisce,di fatto,nulla cambierà più di tanto in questo caos...meglio vivere..bisogna viverLa questa fantomatica entità(a me piace chiamarla "VITA"),e tirarsi meno seghe mentali,smettere di fissare il dito,e abbandonarsi ad essa....
sisrahtac is offline  
Vecchio 15-11-2002, 15.11.06   #8
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Morfeo,
tanto per dare un'etichetta anche a te, visto che per dialogare non si può fare a meno delle parole, bisogna sintetizzare le tue convinzioni nel credo del Tutto, sei, insomma un panteista. ok
posto che, come avrai capito se hai avuto la pazienza di leggere qualche mio altro passaggio, sono panteista anche io, proprio per questo so, e sai, che Dio e le cose sono semplicemente come l'acqua e le sue molecole. Solo che se esiste la spiritualità, allora esiste una parte immateriale del tutto che essendone una parte, appunto, non é il tutto stesso. Quindi, scusa, perchè ti meravigli se la gente cerca di capire qualcosa?
Tieni presente che tu, io, e tanti altri, abbiamo le idee chiare su molte cose che per la maggior parte delle persone sono l'inarrivabile ignoto che non si è disposti ad accettare, e , perciò, ...si cerca ancora ed ancora...
Non ricordi quando capisti e le tue convinzioni caddero lasciandoti nello sconforto? Quando sorse in te la adomanda..." ma allora non c'è niente?" e poi tante e tante risposte che nessuno gradirebbe, e neppure tu gradisti?!
Ma bisogna prendere atto che, nonostante tutto, resta incontestabile che è conveniente comportarci in un modo piuttosto che in un altro e quì, non possiamo fare a meno di usare ancora le "etichette" per dire che ci conviene comportarci "bene".
La gente ha bisogno di fede perchè senza si sente come abbandonata alle proprie misere forze e capacità, nessuno di noi è salvo da questo bisogno, nè tu nè io nè altri.
Ma ognuno reagisce diversamente alla delusione della caduta dei convenzionali dogmi che abbiamo trovato belli e pronti per noi, alla nascita, una minestra da bere per piacere o per forza: non c'era altro!
Io ho reagito accettando e cercando la risposta alle implicazioni. Molti altri hanno semplicemente accettato , ma, lo sconforto li ha disarmati e non hanno voluto andare più avanti di così.

Tu hai rabbia dentro, non lo puoi negare, la tua reazione alle dogmatiche convinzioni è troppo spesso il fastidio più che la pazienza, é reazione più che appoggio.
Se fai così, dietro di te lascerai solo gente in lacrime, persa nel vuoto della solitudine della propria individualità spirituale, oppure lascerai gente che non hai convinto e che ti sarà ostile per le idee che hai.
Per favore, non rispondermi subito, pensa con attenzione a quello che ho detto e solo poi, se vuoi ancora, rispondi.


A Catarsis

vorrei dire che non sono "seghe mentali". Nessuno cerca la stessa cosa per sempre, invece ognuno si pone il problema ad un certo punto della sua vita.
Chi ha passato il proprio momento di ricerca e ha trovato qualche risposta non deve spazientirsi come se vedesse lo stesso film più e più volte ancora, ma potrebbe invece rispondere con pazienza, aiutare, se davvero chi chiede è pronto ad accettare una verità che è spiacevole.
Questo secondo me, naturalmente.

Ciao...
Mistico is offline  
Vecchio 15-11-2002, 17.08.28   #9
Morfeo
 
Messaggi: n/a
Io non mi meraviglio se la gente cerca di capirci qualcosa...

Mi incazzo quando la vedo pera dietro a cosa inutili, e su questo ti do piena ragione...

In me ci sono due "anime"...

Quella "rabbiosa" che reagisce incazzandosi appunto con chi si ostina ad essere schiavo di false verità. Perché ha voglia di correre (di volare piuttosto), ma si sente, egoisticamente, legata da contesto sociale in cui c'è chi a malapena cammina. E perché, altruisticamente, soffre perché la strada da fare è lunga.

E quella "rassegnata", ( inteso come wu-wei ,il non agire attivo dei cinesi) che vede le stesse cose ma sa che è semplicemente troppo presto e che il tempo verrà prima o poi, e che io non sono né il primo né l'ultimo a soffrire per certe cose. Perché sa che tutto deve seguire il suo corso e prima o poi da qualche parte si arriva pure...

Come sono arrivato a questa concezione non so, credo di averlo sempre saputo, il fatto di essere egocentrico aiuta e non appoggiarsi a false credenze...

Di gente ostile per le idee che ho è piano il forum!

Mi spieghi bene l'altra opzione? In lacrime per cosa?

Che io sia panteista o taoista poco cambia...

Comunque io cerco di dare un sostegno a chi comincia a fiutare qualcosa, ma so anche di essere estremamente incazzoso con chi crede di avere la verità nella saccoccia... anche se mi sto calmando parecchio!

Tutto qui.
 
Vecchio 15-11-2002, 18.45.38   #10
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Ogni cosa andrebbe presa con calma... Qualcuno nel forum ha nella firma un detto proprio giusto: "Appena senti l'impulso di fare qualcosa... Fermati!" mi è piaciuto fin dalla prima volta che l'ho letto.

rif. - - - - - - - - - - - - - - - -
Mi spieghi bene l'altra opzione? In lacrime per cosa?
- - - - - - - - - - - - - - - - - -
Era metaforica la cosa, senza bisogno che si arrivi alle lacrime...
Volevo dire che se uno che crede all'angelo custode, ai santi, i diavoli con tutto l'inferno, purgatorio e paradiso ecc. ecc. e poi si convince che non c'è niente di tutto questo... e che non c'è niente nemmeno di lontanamente simile... ne ha un vero trauma.
Specialmente, poi, se glie lo si sbatte in faccia brutalmente.
tutto quì.

ciao...
Mistico is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it