Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 25-07-2007, 23.41.18   #41
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Maestri, maestri, bla bla bla

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Rivolgo io una domanda a lor signori adepti…che ne pensate di coloro che non hanno mai avuto “problemi” spirituali e non abbisognano di alcun maestro?...pensate siano degli sfigati? Li compatite perché vivono nella loro totale inconsapevolezza di esistere?...che tanto prima o poi dovranno fare i conti?...che voi siete stati fortunati?...che siete molto più felici di loro?

Tutto chiaro fino a questo punto, ognuno è libero, anche se io ne sono poco convinto, di fare quello che gli và, e sai perchè ne sono poco convinto, perchè da noi esistono molti falsi profeti, ovvero gente che dice dice ma non fa, anzi fa fare agli altri, e molti neppure se ne accorgono.
Ma quando generalizzi o fai di tutta un'erba un fascio, chiamando chi ti legge adepto, mi sento di dirti alcune cose.
Innanzi tutto quella preziosa libertà che tu esigi non la contaccambi perchè hai messo i panni dell'eroe negativo.
Io personalmente non mi sento adepto di nessuno, ma ho solamente improntato la mia vita secondo gli insegnamenti di Gesù, e sai perchè, non tanto perchè sono sicuro che potrò avere vantaggi nell'aldilà, ma perchè egli, come un vero amico, non mi ha mai tradito, nel senso, che nei momenti di sconforto qualche sua parola mi ha sollevato, come nei momenti di grazia, mi ha fatto riflettere sulle disgrazie altrui; non so se lo capisci, ma è stato per me sempre un punto di riferimento e se non fosse stato per lui, non so dove sarei e cosa farei.
E' chiaro quindi che io lo ami più di ogni cosa al mondo, anche come maestro, perchè tramite lui ancora nutro speranza per il futuro e sono contento del mio passato, infatti spesso ( non sempre) ho cercato di agire pensando che cosa avrebbe fatto lui e in più, ciliegina nella torta, credo, anche se ovviamente non ne sono certo, perchè la mia fede non è cieca ma pensata, che in lui è possibile trovare quel posto che desidero ardentemente; un posto per la mia anima, dove il mio essere possa riposarsi e finalmente finire, senza recriminazioni o rimpianti, ma con il pensiero di aver fatto tutto ciò che era in mio potere di fare, infatti ho sempre preso la mia vita come se fosse l'ultimo giorno. E' un sistema che consigli a molti per evitare errori o rimpianti.
ozner is offline  
Vecchio 26-07-2007, 09.29.56   #42
yeiaiel
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 19-06-2007
Messaggi: 23
Riferimento: Maestri, maestri, bla bla bla

Originalmente inviato da maxim
Rivolgo io una domanda a lor signori adepti…che ne pensate di coloro che non hanno mai avuto “problemi” spirituali e non abbisognano di alcun maestro?...pensate siano degli sfigati? Li compatite perché vivono nella loro totale inconsapevolezza di esistere?...che tanto prima o poi dovranno fare i conti?...che voi siete stati fortunati?...che siete molto più felici di loro?

Se una persona è avanti di spirito è perché ha già fatto la sua strada nelle vite precedenti, se ci sono persone che si ritengono sfigati devo dire che anche chi è arrivato a un punto più alto lo era (per modo di dire ) sfigato anche lui.
Tutti siamo sulla strada per arrivare alla Illuminazione ma c'è chi è arrivato e chi dovrà arrivare. Io sono un discepolo di un Maestro che vive attualmente su questa terra, chi sono i veri Illuminati?
Sono solo coloro che hanno raggiunto il Nirvana, il mio Maestro che sto seguendo lo è.
yeiaiel is offline  
Vecchio 26-07-2007, 09.48.02   #43
TippetE
Ospite abituale
 
L'avatar di TippetE
 
Data registrazione: 11-07-2007
Messaggi: 47
Riferimento: Maestri, maestri, bla bla bla

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
.
....Per cortesia…non ditemi che accanto ai grandi maestri non avete notato spesse volte un degrado umano o una certa tara di ragionamento.
Se uno fosse già più o meno felice nella sua condizione di “vivere” pre-guru o quantomeno non volesse ricercare la felicità a tutti i costi, non avrebbe bisogno di nessuno!

Rivolgo io una domanda a lor signori adepti…che ne pensate di coloro che non hanno mai avuto “problemi” spirituali e non abbisognano di alcun maestro?...pensate siano degli sfigati? Li compatite perché vivono nella loro totale inconsapevolezza di esistere?...che tanto prima o poi dovranno fare i conti?...che voi siete stati fortunati?...che siete molto più felici di loro?


Mi chiedo: esiste il diritto individuale che autolegittima la riceca di una qualità di vita migliore o, per essere meno generici, un'esistenza in cui sia un pò più predominante la contentezza? Se si, come penso, bisogna rispettare le idee e le scelte altrui purchè queste non arrechino danni a terzi.

Cosa è la fortuna e cosa la sfortuna? Chi stabilisce se uno è sfigato o no?
Dalla povertà o dalla ricchezza? Dal nascere in uno dei sette Paesi più industrializzati del mondo anzichè in uno dove la vita è pari a quella di un insetto? Dal possedere un fisico e una salute perfetta o dall'essere disabile e brutto?
Io penso che la fortuna sia quella di sentirsi comunque un "bicchiere mezzo pieno" ma sopratutto sapere come si intende utilizzare la propria vita.

Poi il "...bla bla bla...." che apriva il post è vero ma, siamo animali che pensano, ascoltano, agiscono e....parlano con tutte le conseguenze positive e negative che questo comporta,

Ciao.
TippetE is offline  
Vecchio 26-07-2007, 10.25.05   #44
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: Maestri, maestri, bla bla bla

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Sincero sincero?

Ero anch'io un illuminato...

Per il resto quando scrive UNO è come scrivessi io...


capito.. eccome.. non ne avevo dubbi..
ne conosco di Tipi così..

ciò che ti voglio dire è che non dobbiamo mai avere la presunzione che ciò che ci accade sia una regola comune..


per me invece quando scrive UNO è come se scrivesse UNO.. anche se lo capisco e condivido (quasi) sempre ciò che dice..

perchè? c'è un perchè particolare.. ed è la Chiave delle cose Nascoste...

chi ha orecchie...
atisha is offline  
Vecchio 26-07-2007, 11.02.12   #45
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: Maestri, maestri, bla bla bla

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Di certo…se qualcuno afferma che può vedere nelle tenebre, che non ha paura della morte, che è illuminato e che non soffre il caldo perché esso non esiste, non posso fare altro che confrontare queste tesi con le mie esperienze ed osservare ciò che mi circonda.

max.. sinceramente non ho paura nè della morte nè della vita.. ciò che mi fa più paura è il caldo.. sarà perchè in una vita precedente sono stata bruciata nel rogo.. chissà..
e cerco di combatterlo per come mi è dato.. anche con la bacchetta magica.. beh.. immagino tu non ci creda
scherzi a parte.. posso solo confrontare le mie esperienze senza però denigrare quelle degli altri.. confrontarmi sì.. ma non denigrare.. avere le mie opinioni (che mai ritengo verità assolute).. ma lasciando agli altri la porta aperta..
chi denigra secondo me ancora combatte, senza rendersene conto.. e ciò che si combatte è rappresentato dalla paura/desiderio di qui non si scappa.. (bisogna riconoscerlo e sorpassarlo)..
dunque regnerebbe indifferenza.. il mondo ne è pieno!

Citazione:
Io non sono mai stato in Australia per esempio, però mi fido sul fatto che mi si dica che essa esiste veramente.

ti fidi solo di ciò che la massa ti dice.. diciamo che è questo il punto.. fa parte della suggestione dei pecoroni..
poi ti mandano qualche filmato dall'australia e concretizzi che essa esiste.. bene.. esiste!..

Citazione:
Diversamente, se qualcuno mi dice che con la pratica vede la luce quando essa non c’è, allora sono indeciso sul fatto che egli mi stia prendendo per il c….o che stia prendendo per il c…..se stesso
.

più che ovvio.. però UNO ha spiegato molto bene..


Citazione:
Sui maestri, tema della presente discussione, volevo portare una mia esperienza. Se parlassi per sentito dire farei lo stesso errore di chi si prende per il c…. quindi se riporto una mia versione significa che quanto meno quella situazione l’ho sperimentata.

ok.. bravo, hai sperimentato ed hai visto ciò che volevi vedere o ciò che potevi vedere dalla tua ottica e dal tuo essere prevenuto..
sinceramente non sono mai stata alla corte di qualche Re Artù.. mi è bastato vedere qualche personaggio di minor spicco ed osservare il grado di sbrindellamento che gli ruota attorno.. è così.. hai ragione, da parte mia..
ecco perchè mi sono Fidata dei "nascosti" di chi non ha nessuna Corte appresso.. ed ho potuto sguazzare.. apprendere, essere seguita e mazzuolata come non poteva capitare restando in una qualsiasi Corte regale.. pura scuola Zen..

Però non bisogna far un unico fascio.. tutto serve.. ed a quegli individui lì che anche tu hai potuto osservare, serviva quella tale messinscena..
Tornando al topic ecco perchè io credo fermamente nel rapporto diretto tra maestro e discepolo.. è ben altro da ciò che può apparire in un gruppo.. nel gruppo non sei neanche visto.. si va lì più che altro per "continuare a sognare" per cercare l'intuizione che "t'illumini d'immenso" da un momento all'altro..
e ne ho visti (in quelle poche volte che sono andata a quei gruppi o convegni) di devoti che il giorno dopo dicevano di aver addosso tanta energia e altre baggianate..
io già me la ridevo (perchè conosco di quel poco il Viaggio) e li aspettavo al varco, cosa che puntualmente si avverava..
però ora comprendo che così deve essere per loro.. e che mai sarebbero disposti ad entrare in un rapporto diretto con un unico Individuo (maestro).. perchè il loro ego ha bisogno ancora di trastullarsi e fantasticare..
per entrare in una relazione diretta tra maestro e discepolo è necessario solo un grande Coraggio.. non essere mentalmente non a posto come sostieni tu!.. è esattamente il contrario!!!.. e oltre ad aver il coraggio non è una cosa delle più semplici sai... Ti deve accettare!!.. e nonquando lo vuoi tu..
Per quanto riguarda i nostri amici che girano nei gruppi dei Master patentati, nel frattempo qualcosa sicuramente anch'essi portano a casa..
Dovresti essere più compassionevole ed accettare anche loro nel tuo cuore e capire che più di così al momento non possono dare ed.. ottenere!!

Anche quella è Vita!


ciao ...

Ultima modifica di atisha : 26-07-2007 alle ore 11.51.07.
atisha is offline  
Vecchio 26-07-2007, 17.35.35   #46
yeiaiel
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 19-06-2007
Messaggi: 23
Riferimento: Maestri, maestri, bla bla bla

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Più che focalizzare l’attenzione sui maestri, dei quali, in completa buonafede, non voglio metterne assolutamente in dubbio le capacità magico-spirituali, ho dedicato moltissimo tempo all’osservazione dei relativi discepoli.
Ho notato che più i maestri sono bizzarri più i relativi discepoli sono bizzarri. Tutto normale direte voi…ovvio…chi va con lo zoppo impara a zoppicare recitava un vecchio proverbio! I Saibabani tenderebbero a giocare con petali di rose, gli sciamanici a guarire attraverso imposizione delle mani e meglio non va ai Geoviti che nascono ed hanno la loro vita già scritta in un libro.
Generalmente i discepoli sono di una tristezza palpabile…la si può notare nei loro occhi, nelle loro parole e nelle loro azioni. In riferimento ai maestri orientali ho notato un attaccamento particolare al proprio guru e l’impressione che offrono di loro non è mai stata ai miei occhi una immagine positiva. Molti, se non tutti, escono da profonde crisi depressive o da momenti bui della loro esistenza e trovano nel maestro quella maniglia esterna alla quale far aggrappare saldamente il destino del loro futuro.
Non ci si avvicina ad un maestro o ad una pratica, ma anche ad una qualsiasi forma di spiritualità, se non ci sono stati gravi disturbi della coscienza. La spiritualità non è uno sport o un hobby…non ci si avvicina perché è piacevole ma perché è la medicina che guarisce l’anima. Quando si perde fiducia in ciò che è possibile ottenere dalla vita reale, il nostro inconscio comincia a lavorare per farci sottomettere volontariamente da qualcun altro. Appare così il maestro che ci allontanerà definitivamente dalla possibilità di realizzarci completamente e a lui affideremo tutte le nostre capacità. In psicologia si chiama transfert ed è appunto la patologia che ho notato nei seguaci di questo o di quello.
In realtà dal maestro non ci si staccherà più per tutta la vita. Chi pensa ad un certo punto del cammino spirituale di aver seguito quel tal maestro e di non averne ora più bisogno, sta mentendo a se stesso. Premesso che il danno psicologico è stato fatto in quanto il “paziente” è stato preso nel suo momento di massima debolezza, egli continuerà, fintantoché crederà nell’esistenza di qualche maestro, a vedere queste figure come “miti” da i-mitare.


Ci sono tanti imbroglioni che riescono a plagiare tanti in buona fede, ma poi la verità viene sempre a galla, basta pregare Shiva e l'Angelo poi ti rimettono sempre sulla retta via.
yeiaiel is offline  
Vecchio 26-07-2007, 17.55.53   #47
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Maestri, maestri, bla bla bla

Citazione:
Originalmente inviato da yeiaiel
Ci sono tanti imbroglioni che riescono a plagiare tanti in buona fede, ma poi la verità viene sempre a galla, basta pregare Shiva e l'Angelo poi ti rimettono sempre sulla retta via.

Guarda che se c'e' uno che e' un imbroglione e' proprio Shiva!
E' proprio sempre solo lui sia il Santo che l'imbroglione!
Prova a pensarci bene....anche gli imbrogli hanno la loro funzione....
Yam is offline  
Vecchio 26-07-2007, 18.54.09   #48
theadviser
no perditempo
 
Data registrazione: 31-01-2007
Messaggi: 48
Re: Maestri, maestri, bla bla bla

uno vorrei solo chiederti una cosa.
il rapporto che tu intendi tra maestro e discepolo e a mio avviso visto come un rapporto perfetto.
ma credo che converrai con me che la perfezione non è di questo mondo.
ora non è che noi stiamo qui a discutere perchè vogliamo insegnare o imparare ma siamo qui a discutere per confrontarci.
in un confronto come tu sostieni non si può essere avventori e parlare di cose che non si conoscono, ma un sentimento chiamato amicizia serve per consigliare e a volte anche decidere per altri.
Questo non significa che io sono il migliore o il maestro ma che semplicemente stimo quell'amico e sono disposto a mettermi in gioco per lui pur correndo il rischio di sbagliare perchè ripeto nessuno e perfetto.
E quando sostieni di enunciare una delle sette verità fondamentali anche qui mi trovi in disaccordo perchè la verità assoluta non esiste.
un esempio: io nella mia epitassi vorrei scrivere : la fede unisce coloro che la morte separa.
è una verità? certo che no! ma se per qualcuno lo è non puoi discriminarlo perchè non ha conosciuto ne Dio ne Gesù eppure crede al vangelo.
noto in te una grande disponibilità d'animo verso il prossimo e mi piace il tuo modo di scrivere ma sei troppo legato alla parola verità che senza l'aggiunta della parola carità (amore) non serve a niente.
recandomi a medjugorie chiesi a padre josov se lui credesse veramente all'apparazione della Madonna.
la risposta fu: tu hai bisogno di credere che se ti lancio un bicchiere di cristallo dal 10 piano e questo schiantandosi contro l'asfalto si rompe o no.
risposi: certo che no! e lui: per me è lo stesso riguardo alla tua domanda.
e poi non essere così duro con chi non la pensa come te o vuole provocarti saprai meglio di me che chi non sa perdonare spezza un ponte sul quale anche lui dovrà passare.
la parola maestro discepolo cuore anima sono parole, ma i sentimenti che provano nel loro cuore le persone sono ben altro e non può giudicarli nessuno se non Dio.

in fede, the adviser
theadviser is offline  
Vecchio 26-07-2007, 21.41.18   #49
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: Re: Maestri, maestri, bla bla bla

Citazione:
Originalmente inviato da theadviser
uno vorrei solo chiederti una cosa.
il rapporto che tu intendi tra maestro e discepolo e a mio avviso visto come un rapporto perfetto.
ma credo che converrai con me che la perfezione non è di questo mondo.
ora non è che noi stiamo qui a discutere perchè vogliamo insegnare o imparare ma siamo qui a discutere per confrontarci.
in un confronto come tu sostieni non si può essere avventori e parlare di cose che non si conoscono, ma un sentimento chiamato amicizia serve per consigliare e a volte anche decidere per altri.
Questo non significa che io sono il migliore o il maestro ma che semplicemente stimo quell'amico e sono disposto a mettermi in gioco per lui pur correndo il rischio di sbagliare perchè ripeto nessuno e perfetto.
E quando sostieni di enunciare una delle sette verità fondamentali anche qui mi trovi in disaccordo perchè la verità assoluta non esiste.
un esempio: io nella mia epitassi vorrei scrivere : la fede unisce coloro che la morte separa.
è una verità? certo che no! ma se per qualcuno lo è non puoi discriminarlo perchè non ha conosciuto ne Dio ne Gesù eppure crede al vangelo.
noto in te una grande disponibilità d'animo verso il prossimo e mi piace il tuo modo di scrivere ma sei troppo legato alla parola verità che senza l'aggiunta della parola carità (amore) non serve a niente.
recandomi a medjugorie chiesi a padre josov se lui credesse veramente all'apparazione della Madonna.
la risposta fu: tu hai bisogno di credere che se ti lancio un bicchiere di cristallo dal 10 piano e questo schiantandosi contro l'asfalto si rompe o no.
risposi: certo che no! e lui: per me è lo stesso riguardo alla tua domanda.
e poi non essere così duro con chi non la pensa come te o vuole provocarti saprai meglio di me che chi non sa perdonare spezza un ponte sul quale anche lui dovrà passare.
la parola maestro discepolo cuore anima sono parole, ma i sentimenti che provano nel loro cuore le persone sono ben altro e non può giudicarli nessuno se non Dio.

in fede, the adviser

Qual'è la cosa che volevi chiedermi?
Uno is offline  
Vecchio 27-07-2007, 20.42.02   #50
theadviser
no perditempo
 
Data registrazione: 31-01-2007
Messaggi: 48
Re: Maestri, maestri, bla bla bla

niente lascia stare mi hai già risposto
theadviser is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it