Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 30-11-2007, 23.55.50   #11
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Ciao Guido.
Convengo con la massima convinzione possibile che sia assurdo litigare... per Dio.

Da questo momento in poi parlo solo per me (non ho nessuno autorità di parlare anche per altri).

Non so più chi lo disse, ma secondo me espresse solo immensa umanità chi disse che "non c'è nulla di più turpe che togliere Dio a chi ne ha bisogno".

ECCO! (parlo sempre e solo per me).

Quando vedo e vivo il Semplice che al centro di sventure a cui non saprei sopravvivere.... è incredibilmente SERENO perchè crede a Dio (al suo Dio, chissà come capito, chissà come immaginato, forse traducibile soltanto in termini di illimitata accettazione della propria sorte).... io lì mi fermo, e lì vacillo con un rispetto ed una considerazione per i quali è difficile trovare misure e definizioni.
Il Semplice che testimonia con la sua serenità una Fede.... è una Università che non ho titoli per frequentare. Mi affascinano i risultati, mi fanno riflettere. Dovrei onestamente dire che provo Invidia. Lui sa vivere tanto più di me.

Ma NON è questo il caso (quasi opposto) di discussioni FREDDAMENTE acculturato/teoretiche.... che bisogna indossare otto maschere anti-gas per far finta che si respiri l'Ossigeno del Sereno Confronto per la Comune Ricerca di Una Verità Auspicabilmente Condivisa e Ancor Prima Condivisibile.

Quanto spesso si assiste a discussioni il cui tema reale è il Potere?
Chi gioca con Parole e Concetti (così FREDDAMENTE) in favore di un Privilegio accordato dal sedicente "sentito".... CONTRO E AL DI SOPRA DI un mondo che - grazie a dio come Woody Allen - NON E' quello di duecento anni fa... suona SUBITO Manipolatore.

Manipolatore e basta.

L'Altro... indubbiamente non disposto a essere tirato per chiacchiere... dà la miglior prova di sè nel dire "ok... (facciamo finta che) ti do fiducia!... Ne parliamo?"

GUIDO! La risposta NON PUO' ESSERE "quel che tu mi dimostri non esiste, mentre quello che io ti racconto perchè l'ho sognato Esiste".

Con questa dinamica si arriva inevitabilmente al corpo al corpo.
In nome del Potere.
In una lotta tra chi vorrebbe prendere per fondelli e chi non è disposto ad esservi preso.

E con Dio, modestamente credo io che conservo il dubbio di vederlo nel sofferente che senza alcuna polemica vive col sorriso la propria sorte, tutto questo non c'entra NULLA.

Non credi?


Ciao Donella, sono in difficoltà nel risponderti perchè non possiedo la tua prolissa capacità espositiva.
Come sempre nei tuoi interventi e questo in particolare ampli la discussione toccando temi non semplici!
Io preferisco un tema alla volta con risposte personali chiare concise e possibilmente sintetiche!
So perfettamente di non sapere ma ovvio che ho delle convinzioni, ma sono sempre in evoluzione col nuovo sapere... e se intervengo è per questo: la mia convinzione non è l'arrivo ma solo la partenza!
In un dialogo come questo sull'ammettere o meno l'esistenza di Dio deve intervenire solo chi veramente è disposto a mettere in discussione il proprio personale credo e senza preconcetti.
Fulcro della discussione non deve essere l'idea da affermare ma la persona con cui dialogare su una idea!
Guido is offline  
Vecchio 01-12-2007, 00.13.11   #12
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Ciao a tutti!!



Non è detto che un credente sia più comunicativo di un ateo o viceversa.
Io personalmente parlo alla "persona", e non al credente o non-credente...
Per me siamo tutti uguali, anche se abbiamo fatto percorsi diversi.


Molti dicono che Einstein non era ateo (anche se non credeva in una dottrina "ufficiale"), e da pacifista quale era non immaginava le conseguenze .....
Pace & Amore

Veraluce è sempre un piacere leggere i tuoi interventi e sono perfettamente in accordo con te anche se con sfumature diverse !

Su Einstein si dice tutto di tutto ...anche se prevale la prima versione. Non sembra invece che non fosse al corrente (ci furono aspre discussioni con altri fisici) di che arma fosse.... ma ritenne giusto usarla! Solo in seguito cambiò parere ... ma del senno di poi son piene le fosse!
Comunque non insisto ... forse ho letto male!

Ciao! Mi piace questa tua freschezza negli interventi!
Guido is offline  
Vecchio 01-12-2007, 09.02.29   #13
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Su Einstein si dice tutto di tutto ...anche se prevale la prima versione. Non sembra invece che non fosse al corrente (ci furono aspre discussioni con altri fisici) di che arma fosse.... ma ritenne giusto usarla! Solo in seguito cambiò parere ... ma del senno di poi son piene le fosse!
Comunque non insisto ... forse ho letto male!

Ciao Guido!
Volevo soltanto precisare che non stavo dicendo
che tu avessi detto una cosa errata (mi sto incartando con le parole come al solito )...
soltanto che ci sono anche altre dichiarazioni diverse rispetto ad Einstein... ecco, avevo riportato delle indicazioni giusto per "cultura generale"...

Citazione:
Da Guido:
In un dialogo come questo sull'ammettere o meno l'esistenza di Dio deve intervenire solo chi veramente è disposto a mettere in discussione il proprio personale credo e senza preconcetti.
Fulcro della discussione non deve essere l'idea da affermare ma la persona con cui dialogare su una idea!

Allora, intanto, ti va (spero) di dirci qual'è il tuo personale rapporto con Dio ? Credi, non credi, o altro...?
( Non so, o magari sono io che non ricordo, se ti sei già espresso al riguardo in altre discussioni, per questo te lo sto chiedendo ora... )

Pace
veraluce is offline  
Vecchio 01-12-2007, 09.36.08   #14
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

P.S.:Sono andata a scandagliare tra i tuoi interventi
( perché avevo la sensazione di aver letto anch'io qualcosa di bello
che avevi scritto tu ... ) e (tra le altre cose) ho trovato questo:

Citazione:
Da Guido:
Immagino che ora vorresti sapere quali sono al momento i miei punti fermi quale il concetto di cristianesimo a cui credo. Questo passo sempre tratto da "I nuovi pagani" è esplicativo:

"....Ciò è così vero che senza Dio l'uomo non è che un nulla e solo nella consapevolezza del suo nulla egli trova salvezza. Non a caso uno dei contrassegni fondamentali della vita cristiana è l'humilitas: l'umiltà. Humilitas da humus, che significa terra, polvere. Ricordarsi sempre che si è fatti di terra, che si è fatti per la corruzione, che si è fatti di niente. L'uomo nulla può pretendere, tutto deve accettare, deve soprattutto confidare nel Signore. Questo è uno dei tratti essenziali della pedagogia cristiana: è l'imitatio Christi secondo le parole stesse di Gesù: «Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me che sono mite e umile (tapeinòs) di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime» (Mt., 11,29). Solo l'humilitas dischiude la via alla charitas, perché fin quando vi è vanagloria, fino a che non ci si è liberati da se stessi non è possibile accedere all' amore di Dio e meno che mai è possibile amare gli altri. È l'umiltà che prepara la via alla carità. «Quando uno sia stabilito nell'umiltà dello spirito, potrà adempiere al precetto della carità: "Amate i vostri nemici, fate bene a quelli che vi odiano, pregate per quelli che vi perseguitano e vi calunniano"».
Nel cristianesimo Dio è tutto e solo abbandonandosi a lui l'uomo si ritrova: è in Dio che l'uomo viene, in un certo senso, riscattato dalla finitudine, non ne sente più il peso. Il finito non può mai diventare l'infinito, ma in esso si risolve. In Dio l'uomo si trova custodito: Custodi nos Domine ut pupillam oculi. Sub umbra alarum tuarum protege nos: Custodiscici Signore come la pupilla dell'occhio. Proteggici all'ombra delle tue ali. Nel cristianesimo dunque la finitezza dell'uomo si costituisce in rapporto all'infinità di Dio e per tal via l'uomo entra in circolo con l'infinito stesso e a esso è elevato. ...."

E mi piacerebbe sapere se anche altri condividono questo!
Uomini di buona volontà fatevi sentire!

Il tuo pensiero oggi rimane questo?

Io, comunque, quanto avevi scritto lo condivido... probabilmente potrei esprimerlo in modo diverso, usare una terminologia diversa, ma l'"essenza" non cambia.
veraluce is offline  
Vecchio 01-12-2007, 11.36.27   #15
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da Guido
Io preferisco un tema alla volta con risposte personali chiare concise e possibilmente sintetiche!
So perfettamente di non sapere ma ovvio che ho delle convinzioni, ma sono sempre in evoluzione col nuovo sapere... e se intervengo è per questo: la mia convinzione non è l'arrivo ma solo la partenza!
In un dialogo come questo sull'ammettere o meno l'esistenza di Dio deve intervenire solo chi veramente è disposto a mettere in discussione il proprio personale credo e senza preconcetti.

Buongiorno Guido (e grazie per il Giudizio che mi ha fatto rivivere l'ebrezza dei tempi del Liceo).

Quanto sopra quotato non mi sembra (a me) particolarmente consonante con alcune tue affermazioni d'apertura, quali:

Citazione:
Più di una volta in questo forum si fanno affermazioni del tipo “Dio non esiste!”e viceversa “Dio è (esiste)!”

Io vorrei valutare il senso di simili affermazioni!

Chi afferma “Dio non esiste !” non lo può affermare in assoluto. Può soggettivamente affermare che per il suo livello di comprensione e valutazione non è in grado di accettare l’esistenza di Dio.

Dovendo riassumere in sintesi estrema :
- quando ti dico che la domanda è fuorviante perchè è posta al contrario (giacchè non esisterebbe chi è forzato a dire "non esiste" se non avesse incontrato sul suo pecorso chi gli INSEGNA che "esiste")
- quando TU mi confermi che questo è vero
... per ME il confronto è così completo che può dirsi proprio terminato per esaurimento dell'argomento (se l'argomento è "esiste/non esiste" nel generale e umano sentire/pensare: in "generale" (nella vita vera, intendo), infatti, il problema non si pone affatto per oceani di persone del tutto disinteressate alla diatriba sia in quanto credenti sia in quanto non credenti, OPPURE e all'estremo opposto il problema si pone direttamente in termini di vera e propria belligeranza per la colonizzazione in favore del proprio credo o non credo).

Ma, mi sembrava, tu ti riferissi specificamente al Forum:

Citazione:
Più di una volta in questo forum si fanno affermazioni del tipo “Dio non esiste!”e viceversa “Dio è (esiste)!”

Nel quale, per il mio leggere, simili diatribe si risolvono in scontri o addirittura solo esternazioni PARALLELE (senza possibilità nè di scontro nè di incontro) di costruzioni teoretiche in un senso o nell'altro... così strenuamente sostenute da far venire (a me) il sospetto che non tanto interessi l'argomento, quanto piuttosto il primato della propria costruzione teoretica (non per amor dell'oggetto, ma solo per amor di sè).

La cara Veraluce, che mi sembra non abbia affatto faticato a capire il senso elementare, mi fa giustamente notare che - guarda caso! , ed è VERO!!!! - gli stessi fronteggiamenti di esternazioni parallele... si hanno anche tra credente e credente.

E dunque, in sintesi così estrema da divenire miserevole, e volendo ricongiungersi al punto di partenza:
- non so se Dio esiste o non Esiste;
- se esiste parla a qualcuno e a molti altri no;
- a quelli a cui parla sembrerebbe dire cose diverse.

Ma siccome per me (sinceramente) non esiste se non nelle elucubrazioni di chi lo ipotizza, proprio "il modo" delle discussioni su questo Forum mi permette di consolidare la MIA personale convinzione che prima di ogni Dio venga - per ciascuno - "IO", e che il tema Dio sia uno degli innumerevoli territori in cui si può allenare e/o mettere alla prova il proprio IO.

NOTA PROLISSA : operazione, quest'ultima, che "pare" facile perchè svolta su un terreno in cui ci si illude di poter dire quel che si vuole. Invece non è esattamente così "da tutti" nè "per tutti", perchè per "sentire" ognuno può sentire effettivamente quel che vuole. Ma quando lo racconta può cominciare qualche perplessità. E quando pretende di imporlo... non è difficile che sconfini nel visibilmente sclerato vagamente ridicolo ma anche facilmente ridicolizzabile. OGGETTIVAMENTE.
donella is offline  
Vecchio 01-12-2007, 12.04.29   #16
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da Guido
Più di una volta in questo forum si fanno affermazioni del tipo “Dio non esiste!”e viceversa “Dio è (esiste)!”

Io vorrei valutare il senso di simili affermazioni! Ovviamente chi afferma “Dio non esiste!” è un ateo, a-teo uno che non crede in Dio e perciò ne nega l’esistenza che ovviamente si contrappone a chi a-teo non è e afferma “Dio è (esiste)!”.

Io credo insensate simili affermazioni se non contestualizzate perché si esprimono in esse due concetti di Dio.

Chi afferma “Dio non esiste !” non lo può affermare in assoluto. Può soggettivamente affermare che per il suo livello di comprensione e valutazione non è in grado di accettare l’esistenza di Dio. Mi sembra ovvio che chi pretende che una simile entità per esistere debba ricadere sotto la percezione sensibile, materiale, dell’uomo formula ovviamente un concetto di Dio completamente diverso rispetto a ciò di cui i non-atei affermano l’esistenza!
Credo che a partire da tale convinzione “materialistica”, e non riuscendo a concepire una entità diversa da questa, non si possa affermare categoricamente che “Dio non esiste!” ma solo che un “Dio fatto così e così non esiste”, senza altro aggiungere.

D’altra parte chi afferma “Dio è (esiste)!” dovrebbe perlomeno ribadire il concetto che quel Dio di cui afferma l’esistenza non ricade sotto le leggi che l’uomo oggi è in grado di comprendere a partire dai propri sensi. Chi afferma infatti l’esistenza di Dio sa già in partenza che questo significa credere in qualcosa che per sua natura è inesprimibile coi concetti umani e questo fa sì che il credente in Dio ne ponga il limite di comprensione e valutazione ben al di là della razionalità umana! D’altra parte di Dio si parla in termini di trascendenza…essenza stessa dell’”oltre”.

Ribadita questa natura di Dio il non a-teo può certo affermare che “Dio è (esiste)!” , ma deve accettare anche l’affermazione dell’a-teo che un Dio che ricade sotto le leggi dei sensi non esiste! Non esiste perché non è quel Dio di cui il non a-teo afferma l’esistenza e viceversa!

invece si fa un gran parlare di dio. sono migliaia di anni che non si fa che parlare di dio. con tutte le varianti umanamente immaginabili, in funzione di luogo, epoca storica, cultura.... dagli dei permalosi e sadici che chiedevano sacrifici umani, al dio severo e castigatore cristiano in voga fino a non molto tempo fa, che ora si è "evoluto" in un dio amico, confidente, ecc. ecc....
a mio avviso però, se non è esprimibile coi concetti umani, come può l'umano dire che è trascendente? che testimonianza ha, se appunto è trascendente, per affermare ciò?
ovvero, non lo percepisco coi sensi, come faccio a dire che potrei percepirlo con qualcos'altro se ho solo i sensi per percepire?
i famosi "percorsi interiori"? si sconfina nell'immaginazione, nelle suggestioni, nei condizionamenti e autocondizionamenti....
andre2 is offline  
Vecchio 01-12-2007, 13.32.59   #17
Rising Star
Ospite abituale
 
L'avatar di Rising Star
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 213
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da Guido
Einstein che molti affermano essere stato un ateo è quello che ha autorizzato l'uso della bomba atomica... le persone normali non sapevano le conseguenze ma lui da fisico sapeva bene che stava facendo e contro il parere di altri!
Non è mia intenzione fare l'avvocato difensore di Albert Einstein ma, leggendo alcuni testi che riportano la biografia e gli avvenimenti storici che hanno coinvolto lo stesso fisico , si evince che Albert Einstein era, invece, un fervido credente, tanto è vero che, sempre come riportato su alcuni libri, cercava sempre di raffrontare le sue teorie con quello che, per lui, poteva essere il "pensiero" di Dio; analizzava le sue equazioni anche dal punto di vista "estetico" per determinare se la bellezza dell'equazione trovata potesse essere compatibile con la "bellezza formale" di Dio. Come era solito fare quando affrontava profondi problemi scientifici, Einstein cercò sempre di considerare le cose dal punto di vista di Dio.
Riguardo all'uso della bomba atomica Einstein, proprio perché conosceva bene i suoi effetti, fu contrario al suo uso bellico.
Comunque tutto ciò è semplice scrittura: la verità la conosce solo Dio.

Vorrei, ora, fare alcune altre osservazioni.

Cari amici, sapete che differenza c'è fra la Terra e la banca Mediolanum? Nessuna: entrambe sono costruite ... attorno a noi!
Questa freddura (si può dire "freddura" nel forum?) mi è venuta spontanea leggendo i post di questa discussione (quindi è coperta da copyright ). Se ce ne fosse bisogno, cercherò di spiegarmi meglio: questa discussione, avviata dall'amico Guido, pone il suo fulcro sulle due posizioni antagoniste dell'uomo: l'ateo, cioè l'uomo che non crede in Dio, ed il credente (in Dio). Credo ci sia una terza categoria che risuona tra le due posizioni: queste sono le persone che nei sondaggi appartengono alla categoria che "non sa o non risponde".
Per il momento cercherò di non menzionare alcuna divinità.

Allora partiamo dal presupposto che, nella nostra realtà, esiste una ed una sola verità assoluta (per il momento supponiamo di non conoscerla), il cui artefice è colui che sta al di sopra di ogni cosa e di ogni essere: quindi al di sopra di tutto.
Con questi presupposti, però, devo credere che in ogni cosa ed in ogni essere vi sia, insito, il carattere, o eredità, o imprimatur, di questa verità assoluta di cui le cose e gli esseri sono manifestazioni. Cioè nulla è scevro da questa verità assoluta. In altre parole, se devo costruire una libreria in legno, prima realizzerò il progetto secondo le mie cognizioni al riguardo e secondo, ovviamente, i miei gusti personali, poi acquisterò le tavole di legno grezzo che lavorerò per realizzarlo secondo il mio progetto ed, alla fine, assemblerò il tutto. L'opera che ne deriva, sia essa una libreria, o un quadro, o qualsiasi altra cosa da me realizzata, è naturale che abbia la mia personale impronta, sia essa artistica, tecnologica, scientifica o di altra natura.
Tutto questo per far capire che nel creato, quindi noi compresi, è naturale trovarci questa impronta del "creatore".
Se ci guardiamo un po' attorno, potremmo osservare che moltissime cose naturali, se non tutte, hanno questa "anima", questa "firma", ma la cosa, probabilmente, più sorprendente, è che sono in funzione dell'uomo; porto un esempio apparentemente banale: la frutta; perché ci sono le angurie (ricche d'acqua) d'estate e non in inverno? E perché le arance (ricche di vitamina C contro i virus) ci sono in inverno e non in estate? Come anche le noci e la frutta secca in generale (ricca di "calorie") la troviamo in inverno e non in estate? Perché la Terra ruota con un asse inclinato così da generare le stagioni? Perché c'è la pioggia e la neve? Perché la vegetazione consuma anidride carbonica e genera ossigeno? Perché l'acqua dei fiumi è dolce e quella del mare è salata? Sono convinto che questa nostra madre Terra, con la sua straordinaria bellezza, ha al suo interno il carattere stesso di questa verità assoluta, del suo artefice ed è espressione del creatore stesso; ma la Terra trova il suo scopo nell'ospitare quella creatura, chiamata uomo, che, essendo vivente, è la massima espressione di questo Artefice della Verità Assoluta che, ovviamente, è esso stesso "vivente".
Non so voi come chiamate l'Artefice di questa "Verità Assoluta"; io lo chiamo Dio!
Peace on Earth . Saluti.
Rising Star is offline  
Vecchio 01-12-2007, 14.06.12   #18
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Da Andre2:
invece si fa un gran parlare di dio. sono migliaia di anni che non si fa che parlare di dio. con tutte le varianti umanamente immaginabili, in funzione di luogo, epoca storica, cultura.... dagli dei permalosi e sadici che chiedevano sacrifici umani, al dio severo e castigatore cristiano in voga fino a non molto tempo fa, che ora si è "evoluto" in un dio amico, confidente, ecc. ecc....

Sono migliaia di anni che si parla di tutto... in tutti i modi umanamente possibili ed immaginabili.


Citazione:
Da Andre2:
a mio avviso però, se non è esprimibile coi concetti umani, come può l'umano dire che è trascendente?

Cos'è per te l'uomo?

Citazione:
Da Andre2:
che testimonianza ha, se appunto è trascendente, per affermare ciò?

Può darsi che anche l'uomo appartenga alla trascendenza? Puoi tu escludere questo?


Citazione:
Da Andre2:
ovvero, non lo percepisco coi sensi, come faccio a dire che potrei percepirlo con qualcos'altro se ho solo i sensi per percepire?

Tu non lo percepisci (secondo te)... non puoi parlare per tutti.

Citazione:
Da Andre2:
i famosi "percorsi interiori"? si sconfina nell'immaginazione, nelle suggestioni, nei condizionamenti e autocondizionamenti....

Anche in questo caso puoi parlare soltanto per te stesso... non puoi sapere in cosa consistano le esperienze degli altri.
Rispetto il tuo pensiero anche se non posso condividerlo

Pace
veraluce is offline  
Vecchio 01-12-2007, 14.35.34   #19
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da Rising Star
Se ci guardiamo un po' attorno, potremmo osservare che moltissime cose naturali, se non tutte, hanno questa "anima", questa "firma", ma la cosa, probabilmente, più sorprendente, è che sono in funzione dell'uomo; porto un esempio apparentemente banale: la frutta; perché ci sono le angurie (ricche d'acqua) d'estate e non in inverno? E perché le arance (ricche di vitamina C contro i virus) ci sono in inverno e non in estate? Come anche le noci e la frutta secca in generale (ricca di "calorie") la troviamo in inverno e non in estate? Perché la Terra ruota con un asse inclinato così da generare le stagioni? Perché c'è la pioggia e la neve? Perché la vegetazione consuma anidride carbonica e genera ossigeno? Perché l'acqua dei fiumi è dolce e quella del mare è salata? Sono convinto che questa nostra madre Terra, con la sua straordinaria bellezza, ha al suo interno il carattere stesso di questa verità assoluta, del suo artefice ed è espressione del creatore stesso; ma la Terra trova il suo scopo nell'ospitare quella creatura, chiamata uomo, che, essendo vivente, è la massima espressione di questo Artefice della Verità Assoluta che, ovviamente, è esso stesso "vivente".
Non so voi come chiamate l'Artefice di questa "Verità Assoluta"; io lo chiamo Dio!

Rising Carissimo!
Sai quanto ti stimi e per questo mi permetto di ricordarti quanto appresso:
la maggior parte dei non credenti, più che essere andata per Metafisica, ha tratto il proprio giudizio di impossibilità di esistenza o meglio di preferibilità di non esistenza.... proprio dal tipo di osservazione naturale che tu suggerisci.

Per fortuna detesto le citazioni, ma ci sono perle di saggezza in questo senso(basterebbero quelle di Woody Allen o di Stefano Benni, per restare sul leggiadro) con cui si potrebbe compilare un trattato.

Ma, hai ragione!
Pensiamo con la nostra testa. Guardiamo con i nostri occhi. Cerchiamo di sentire con la nostra sensibilità.

SE con la mia guardo quel che MI riguarda.... come faccio a darti torto? Dovrei dire "Dio c'E'. Grazie Dio."

Sarà che sono ficcanaso... ma è che quando guardo intorno.... non riesco a capire di chi è "la firma" di (sono solo i primi esempi che mi vengono in mente):

- sterminati deserti aridi in cui bambini (che nutriti e dissetati sono proprio bellini e intelligenti e sensibili) nascono in gran quantità ... per finire... pelle e ossa... in lauto pasto a insetti e volatili predatori;

- grisou che pone disperata fine alla già disperante vita di tanti che nel mondo, per un pezzo di pane, potevano andare a prenderlo solo dove poi hanno trovato anche lui;

- tsunami che lavano via per sempre interi formicai di magrissime formiche umane... (a beneficio delle foto nei depliant dei tour operator , i quali avranno finalmente immagini "pulite" e più gradevoli da vendere a chi insegue il contatto con le meraviglie della "natura selvaggia");

- terremoti che schiantellano città e regioni.. con tanto di scuole e asili pieni di Innocenti;

- virus (come l'HIV) che per un impenetrabile disegno... in buona parte vanno a cogliere chi già portava la propria croce e cercava solo un barlume di sollievo (i trasfusi);

- cancri e malattie che stroncano vite non di rado sul nascere;

- malformazioni e aberrazioni (fisiche e psichiche) che portano l'inferno in vita a chi le vive e a chi lo circonda.

La finisco qui, altrimenti mi sento male.

Rising, anche questa è natura.

Di chi è la firma?
donella is offline  
Vecchio 01-12-2007, 14.55.41   #20
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Però non tutto sembra fatto per l'uomo; i virus sono stati forse creati per fare un favore all'umanità ? Terremoti, Vulcani, Cataclismi meteoreologici: tutti aspetti di una natura favorevole all'uomo ?

Forse il problema dio o non-dio sta tutto nel come si vede l'universo, non nel nome che si da al creatore. Se non vedo nulla fatto ad uso e consumo esclusivo dell'uomo sono portato a credere che non ci sia nessun creatore o progettista.

Faccio invece una domanda provocatoria: ma da dove si è originata l'idea che dovesse esistere dio ? Solo osservando la natura ed un presunto progetto ?
Eretiko is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it