Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 05-12-2007, 15.11.06   #61
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Ciao Guido.
Ti ringrazio davvero per aver inteso lo spirito con cui intervengo o, almeno, con cui ....mi piacerebbe saper intervenire. E in assoluto è solo un piacere darti atto del reciproco.

Credendo davvero in tutto questo... ti DEVO dire....: quando sei tornato sul mio esempio, pensavo volessi richiamarmi a una mia gaffe da pregiudizio (e avrei trovato sacrosanto quel richiamo): io avevo parlato di una stanza VUOTA. Correttezza e rigore esemplificativi avrebbero invece preteso che parlassi di una stanza in cui NON SI VEDE nessuno all'infuori dei tre entrati insieme (essendo ovviamente assai diverso dire che un ambiente è vuoto o, invece, che non vi si veda nulla o nessuno). Con questa precisazione/rettifica il mio esempio lo trovo adeguato a rendere l'idea che pretendeva di poter rendere.

Invece, Guido, tu non mi correggi e nè mi porti il preannunciato esempio "simile". In realtà lo ribalti e lo sconquassi. Chiaro che non è un reato, solo che - così - non capisco più cosa voglia simboleggiare. Nella tua modifica... due su tre hanno conosciuto, toccato, abbracciato Davide e parlato con lui.... poi purtroppo defunto...

Mentre molti si domandano se Cristo sia storia o leggenda... di Dio proprio Lui... nessuno al mondo .... conserva capello con cui attestarne l'esistenza...

Secondo te è uguale a Davide ?

donella is offline  
Vecchio 06-12-2007, 12.20.49   #62
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Per Andre2:
Ho provato a venirti incontro mantenendo rispetto per te e il tuo pensiero ma ti ho dato già troppo... senza avere lo stesso rispetto...
... e se non intendi, non intendi... è un problema tuo non mio.

Pensa ciò che vuoi!

Ciao ciao!
ma guarda un pò ....
certo che penso come voglio. ci mancherebbe
bye bye
andre2 is offline  
Vecchio 06-12-2007, 13.10.58   #63
webmaster
Ivo Nardi
 
L'avatar di webmaster
 
Data registrazione: 10-01-2002
Messaggi: 957
Ricordo a tutti che nel forum non sono consentite dispute personali, grazie.
webmaster is offline  
Vecchio 07-12-2007, 18.02.42   #64
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Scusi signor webmaster, è colpa del mio ego se siamo andati OT...
ora che l'ho messo in castigo vorrei continuare la discussione...
(e mi scuso anche con Andre2... non volevo offendere la sua capacità di "intendimento" mi sono espressa male )

Citazione:
Da Andre2:
"non trattieni facilmente i concetti"... mi ricordi j. krishnamurti sai? anche lui aveva questa "tara" ....

Non sapevo avesse questa "tara"...


Citazione:
Da Andre2:
se conosci j. krishnamurti, aveva un esperienza simile, che chiamava "il processo", o "l'altro", che gli provocava anche forti dolori fisici.
da come ne parlava, sembra quasi che lo subisse, gli succcedeva soprattutto di notte. era una sorta di relazione con un altra entità. da giovane j.k. era stato adottato dalla società teosofica, in quanto i "capi" di questa avevano visto nel ragazzino evanescente una sorta di futuro messia. ed era stato sottoposto a particolari tecniche di iniziazione, con le quali doveva relazionare con i "maestri", particolari "entità" non fisiche. non ho capito se l'avessero "rovinato" con queste cose o meno, ma sta di fatto che nella sua lunghissima opera di predicazione ha sempre insistito nel comprendere il ciò che siamo e ciò che è, (meditazione), messaggio molto simile, a mio avviso, a quello buddista. in entrambi casi (del buddismo e di k), ho colto una chiara esortazione a tenere i piedi "perterra", il contatto con la realtà. i buddisti zen dicono che è il "corpo" che medita....

Non mi sembra cosa malvagia meditare con il corpo... ognuno ha il suo percorso.


Citazione:
Da Andre2:
ohè, la cosa è particolare, ripeto, mi ricorda il processo di j.k.. lui ha dovuto conviverci tutta la vita. non ho capito se lo accettava come un male o come una grazia. probabilmente nessuna delle due, lo accettava come una parte di se stesso.

Davvero? Dovrò approfondire J.Krisnamurti... ho letto qualcosa di lui ma non questo che stai dicendo te, sei sicuro?




Citazione:
Da Andre2:
umh, sei sicura che senza il corpo potremmo comunicare?

Può darsi che non ci sarà bisogno di comunicare perché saremo la stessa cosa... tu che dici?



Citazione:
Da veraluce:
dire che Dio c'è è solo definizione personale per aiutare a far "comprendere"...


Citazione:
Da Andre2:
per me è il contrario, proprio perchè è definizione....

Vuoi dire che definire "Dio" non aiuta la comprensione umana?
Forse hai ragione ma al momento non si può fare altrimenti... bisognerebbe esperire direttamente.


Citazione:
Da veraluce:
per questo per vivere Dio, la Luce, il trascendente etc... devi annullare tutte le concezioni della tua mente, tutto ciò che pensi, ma non perché il pensiero o il concetto è cosa sbagliata ma perché deve essere diciamo "superato" per andare "Oltre"... bisogna essere l'Oltre per andare e vedere l"Oltre"... annullare Tutto per essere Tutto...


Citazione:
Da Andre2:
con questo contraddici la precedente


Volevo dire che le concezioni-definizioni servono solo quando sei costretto a vivere "corporalmente" nel quotidiano... poi nel contatto con la Luce le concezioni-definizioni si annullano... a me questo è avvenuto spontaneamente, ma altri dicono che fanno cosi: meditano o fanno cose simili per annullare la mente e le sue concezioni.



Citazione:
Da veraluce:
ma lo sai che sei proprio curioso?

Citazione:
Da Andre2:
e tu sembri un fiume in piena ....

Me lo hai chiesto tu di parlarti di questa Cosa... per questo ti ho detto che ti sono venuta incontro... e non perché sono migliore o peggiore di te.



Citazione:
infatti cerco di sintetizzare al max, perchè più si parla più si fa confusione....

Hai ragione... ma in certi casi in cui e difficile esprimersi, non se ne può fare a meno di usare più parole... importante è tentare di mantenere un "modo" espressivo semplice...


Citazione:
Da veraluce:
Buon viaggio Andre2!


Da Andre2:
non ci sono viaggi ....

Avrai capito che era una metafora, no?!

Citazione:
sono un essere molto materiale. niente luci particolari e non che ne senta la mancanza.
educazione cattolica nell'infanzia con pressione di tipo medio, la mia indole non era fatta per quell'ambiente, da cui gradualmente mi sono allontanato. ma la curiosità mi ha sempre spinto a leggere un pò di tutto. e col passare degli anni ho trovato un certo feeling col buddismo zen, di cui apprezzo l'essere terra a terra e l'approccio essenziale alla comprensione...
circa un anno fa ho scoperto j. krishnamurti, altro simpatico bastiancontrario...


Beh, un cammino (posso dire cammino o neanche questo ti va bene?) "tranquillo"... neanch'io sentivo mancanza di Luce e altrettanto non ne ho "bisogno"... è e basta, non dipende da me!




Citazione:
Da veraluce:
Infatti per te stesso ci sei solo tu.

Da Andre2:
ma come, e la grande luce?

Perché secondo te tu cosa sei?... ovvero tu pensa come vuoi ma io in te vedo Luce altrimenti non saresti... posso?


Citazione:
Da Andre2:
orrore , "centro", "essenza", aborro queste cose. per il buddismo l'essere è illusione, ma l'azione (karma), è. in questo caso l'azione è lo scritto.
perpsicacia, saper leggere tra le righe, calare in profondità....

Per il Buddhismo l'"esistenza" è illusione, e non l'essere per quel che so io... comunque chiederò all'amico fallible questa cosa, perché lui conosce bene il Buddhismo... E poi dire essere, centro,etc è sempre concetto-definizione lo so, ma serve esclusivamente per comunicare... mettitelo in testa per un attimo... io parlo spontaneamente non so come hanno usato questi termini i Buddhisti o altri... ancora devo "studiare" queste cose, capito?



Citazione:
Da veraluce:
Non sei soltanto maldestro, quando vuoi sai essere anche "delicato"... e me lo stai dimostrando...

Da Andre2:
non contarci troppo (sul delicato) la zampata può sfuggire da un momento all'altro

Porgerò l'altra guancia...


Citazione:
Da Andre2:
dipende. a volte gli shock servono per far emergere la "vera natura".

Importante è riuscire a metabolizzare lo shock secondo me...


Citazione:
Da Andre2:
alèz... dimmi una cosa: questo grosso imput, ti è avvenuto in concomitanza di un grosso incidente fisico? mi ricordano le testimonianze di persone uscite dal coma. anche mio nonno, uscito da un coma durato diversi mesi, raccontava cose molto simili. però non ha avuto il proseguo che hai tu. ma lui era persona molto materiale (come me!)



Citazione:
Da Andre2:
cosa intendi per "amore"?

Vuol dire che sto ancora a parlar con te nonostante le tue zampate... e anche se il mio ego (e per favore non ti fissare su questo altro termine "indicativo") non vorrebbe.

Citazione:
Da veraluce:
Che vuoi dire... che non permane quello stato di trascendenza o che è una cosa che ha una fine "temporale?

Da Andre2:
esatto. infatti mi chiedevo che cosa "serva" il satori se è una condizione temporanea. la risposta che mi do, è che è di imput alla comprensione del senziente nella vita ordinaria.
satori o risveglio, è comprendere l'impermanenza e l'interdipendenza delle cose. in sintesi l'unità delle cose. comprendere per il buddismo ha un senso più ampio che per noi occidentali, che ha il senso di attitudine prettamente intellettiva. per i buddisti tutto l'essere partecipa alla comprensione, questo è il senso di postura e respirazione quali zazen. alla comprensione partecipa tutto il corpo.

Concordo con il contenuto da te espresso!


Citazione:
Da veraluce:
P.S.: Avrai notato che ho risposto prima all'altro post che hai scritto dopo quello a cui mi riferisco qui (incartata mi sono! )...
questo perché, tra le altre cose, altre "ogni tanto-spesso" sono anche un pò rimbambita

Citazione:
Da Andre2:
ma come, non dovresti essere onniscente?


Non ho mai detto che la mia persona è onniscente nella vita "ordinaria"... testone!

Ciao Andre2!!
veraluce is offline  
Vecchio 08-12-2007, 00.57.48   #65
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Ciao Guido.
Ti ringrazio davvero per aver inteso lo spirito con cui intervengo o, almeno, con cui ....mi piacerebbe saper intervenire. E in assoluto è solo un piacere darti atto del reciproco.

Credendo davvero in tutto questo... ti DEVO dire....: quando sei tornato sul mio esempio, pensavo volessi richiamarmi a una mia gaffe da pregiudizio (e avrei trovato sacrosanto quel richiamo): io avevo parlato di una stanza VUOTA. Correttezza e rigore esemplificativi avrebbero invece preteso che parlassi di una stanza in cui NON SI VEDE nessuno all'infuori dei tre entrati insieme (essendo ovviamente assai diverso dire che un ambiente è vuoto o, invece, che non vi si veda nulla o nessuno). Con questa precisazione/rettifica il mio esempio lo trovo adeguato a rendere l'idea che pretendeva di poter rendere.

Invece, Guido, tu non mi correggi e nè mi porti il preannunciato esempio "simile". In realtà lo ribalti e lo sconquassi. Chiaro che non è un reato, solo che - così - non capisco più cosa voglia simboleggiare. Nella tua modifica... due su tre hanno conosciuto, toccato, abbracciato Davide e parlato con lui.... poi purtroppo defunto...

Mentre molti si domandano se Cristo sia storia o leggenda... di Dio proprio Lui... nessuno al mondo .... conserva capello con cui attestarne l'esistenza...

Secondo te è uguale a Davide ?

Ciao Donella!
Scusami per il ritardo ma avevo il computer in tilt!Piacevole veramente dialogare con te ed approfondire concetti su questo tema ma spero che siano interessanti anche per altri non vorrei che fosse una discussione solo fra te e me! Mi scuso in anticipo non riesco a essere più sintetico!
Certamente il tuo esempio aveva qualche pecca.... ma a me interessava il concetto che ho perfettamente compreso!
Io con gli stessi personaggi (ho cambiato il sesso a uno, non volevo che solo i maschietti fossero coinvolti...) Ovviamente ho corretto il tuo esempio eludendo il tuo errore "vuoto/c'è" con "vuoto/sento" ma l'esposto è direi più che simile!

Nel tuo esempio termini perentoriamente!
Io invece argomento; colloco e descrivo i personaggi!

C'è un errore nel mio lo ammetto per essere simile al tuo!
devo correggere un punto (non credo cambi la sostanza); riporto la frase incriminata:

Davide è un ragazzo scomparso da poco, sconosciuto per Mario, giusto uno conoscente per Giovanni ma l’uomo di Francesca! Allora tutto si spiega …. In quella stanza che era di Davide, non c’è alcun Davide, ma il suo ricordo sì! Solo Mario non percepirà nulla perché non l’ha conosciuto! E la correggo così! Davide è un ragazzo scomparso da poco, sconosciuto per Mario, giusto un nome per Giovanni amico di Francesca, ma l’uomo di Francesca! Allora tutto si spiega …. In quella stanza che era di Davide, non c’è alcun Davide, ma il suo ricordo sì! Solo Mario non percepirà nulla perché non l’ha conosciuto ne di nome ne di fatto!Praticamente che succede? Solo uno della stanza afferma con certezza un’esistenza ed ha conosciuto Davide! Ma anche nel tuo esempio uno lo afferma e lo conosce! …Uno dei tre asserisce, come vedendolo, "in questa stanza c'è Davide".
Per cui Donella non puoi sinceramente dirmi: “In realtà lo ribalti e lo sconquassi.”
Ma al di là degli esempi che sappiamo tutti essere limitati, il mio intento era quello di porre il dubbio sulla univoca interpretazione! Tu affermi (senza usare parole) a rigor di logica: due sono sani ed uno è visionario! Io invece pongo il dubbio e lo dimostro con una diversa esposizione!
Non lo hai specificato, ma credo che tu intenda Davide un uomo simile agli altri, ma chi afferma “c’è Davide” sei sicura che intenda quello che intendi tu? È questo il nocciolo dell’argomentare.
In questo modo non si arriva da nessuna parte!

Più corrette sarebbero le domande: “Come verificare l’esistenza o l’inesistenza di Dio?” “Quali i mezzi validi o le tecniche ed esiste una base comune a tutti per una simile esplorazione?”
Ma prima ancora: “Che intendiamo per Dio e che cosa cerchiamo quando cerchiamo Dio?”
E tutte queste domande dovrebbero essere in correlazione fra loro!

Sarebbe veramente proficua una simile discussione…. ma esula da questo argomento e non so il parere del Webmaster.
Guido is offline  
Vecchio 08-12-2007, 14.41.11   #66
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da Guido
In questo modo non si arriva da nessuna parte!

Più corrette sarebbero le domande: “Come verificare l’esistenza o l’inesistenza di Dio?” “Quali i mezzi validi o le tecniche ed esiste una base comune a tutti per una simile esplorazione?”
Ma prima ancora: “Che intendiamo per Dio e che cosa cerchiamo quando cerchiamo Dio?”
E tutte queste domande dovrebbero essere in correlazione fra loro!

Sarebbe veramente proficua una simile discussione…. ma esula da questo argomento e non so il parere del Webmaster.

Concordo sul quotato e senza nessuna intenzione di andare OT.

La Tua discussione non era riassumibile in termini "dimostriamo che Dio esiste/non esiste". E se il tema fosse stato questo... non avrei partecipato per dichiarata incompetenza.

Il tema era "perchè ci si accapiglia su questo tema, posto che la "risposta esatta" nessuno può averla?"

Essendo una di quelli che si accapigliano, ti ho detto la mia ragione : ogni volta che qualcuno mi parla di un Davide (che AL CONTRARIO di quello DOCUMENTABILE dell'esempio) non ha lasciato traccia se non in scritti lievitanti DI ALTRI (Profeti o sedicenti tali, consentimelo il sedicenti come possibilità)... io, da persona con spiacevole attitudine ad accapigliarsi, sono pronta ad ascoltare e STIMARE .... TUTTOOOOO.... fuorchè chi mi dica "questo c'è perchè lo dico io, perchè lo sento io, e tu non lo senti perchè ti manca un pezzo".

Non ho alcuna necessità di rincorrere l'oggetto di indagine.
Mi fermo moooooooooolto prima : non puoi domostrarmi l'oggetto? Ok! Ci sto.
Mi vuoi (non tu Guido, ovviamente, ma TU pontificatore dello Spirito).... almeno MOSTRARE il pezzo in più che hai rispetto a me

Io lo sospetto in chi VIVE la fede nel quotidiano.
Ne VEDO l'inesistenza in tanti (con cui non c'entri nulla, Guido) che vivo solo come mistici-pontificatori a vuoto-da tastiera........ sostanzialmente incapaci, oltre che di ogni VISSUTO Mistico, persino delle più elementari forme di empatia umano-comunicativa... tanto normali per tanti "scomunicati"....

Non sono cattolica... ma del Catechismo non dimenticherò mai la Speranza che è Principio e Fine : Dio (se c'è) PARLA AI SEMPLICI.
Io, al massimo e fiduciosamente, cerco Quello.
E il resto è sovrastuttura altamente urticante e (per me) oltremodo sclerata e presuntuosa.
CHE ALLONTANA persino dalla Ricerca.
(E sono certissima di essere compresa da Te).
donella is offline  
Vecchio 08-12-2007, 16.23.53   #67
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Non sono cattolica... ma del Catechismo non dimenticherò mai la Speranza che è Principio e Fine : Dio (se c'è) PARLA AI SEMPLICI.
Io, al massimo e fiduciosamente, cerco Quello.
Neanch'io sono cattolico..
Sulla Semplicità concordo..ma per raggiungerla..quante complicazioni mentali da scremare...
Una conquista non sempre ..facile..
Con Fiducia..sì..(piuttosto che la Speranza)
Noor is offline  
Vecchio 08-12-2007, 16.35.35   #68
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Da Donella:
io, da persona con spiacevole attitudine ad accapigliarsi, sono pronta ad ascoltare e STIMARE .... TUTTOOOOO.... fuorchè chi mi dica "questo c'è perchè lo dico io, perchè lo sento io, e tu non lo senti perchè ti manca un pezzo".

Cara Donella,
quello che tu chiami "spiacevole attitudine ad accapigliarsi" io la considero una "dote"... tu ad esempio sei una persona diretta ma non manchi di rispetto... esponi il tuo pensiero e cerchi anche di capire gli altri (così io la vedo)...
Inoltre sono d'accordo con te... una verità che una persona scopre in sé stessa, attraverso la propria personale esperienza, non deve essere imposta agli altri... se ne può parlare certo, ma cercare di avere il consenso degli altri no!
E poi penso che il consenso degli altri, a chi ha scoperto la verità per sé stesso, non importi... perché se gli altri credono o non credono alla nostra verità non la cambia e non la rende più vera... per cui che me ne faccio se l'altro mi dice che ho ragione? Per me non cambia nulla...
Una persona può parlare delle proprie esperienze e concezioni, ma deve sempre considerare che chi ha davanti, certo è un essere umano come noi, ma ha avuto un vissuto diverso dal nostro, e quindi, perché vogliamo condizionarlo ed obbligarlo ad accettare per lui una verità nostra?
E' vero che può anche capitare a tutti in un momento di debolezza di voler aver ragione su qualche questione... però l'importante è poi accorgersi che non si sta facendo una cosa "equa"... e correggersi

Ti abbraccio con vero affetto
veraluce is offline  
Vecchio 08-12-2007, 17.34.43   #69
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da donella
Il tema era "perchè ci si accapiglia su questo tema, posto che la "risposta esatta" nessuno può averla?"
Essendo una di quelli che si accapigliano, ti ho detto la mia ragione : ogni volta che qualcuno mi parla di un Davide (che AL CONTRARIO di quello DOCUMENTABILE dell'esempio) non ha lasciato traccia se non in scritti lievitanti DI ALTRI (Profeti o sedicenti tali, consentimelo il sedicenti come possibilità)... io, da persona con spiacevole attitudine ad accapigliarsi, sono pronta ad ascoltare e STIMARE .... TUTTOOOOO.... fuorché chi mi dica "questo c'è perchè lo dico io, perchè lo sento io, e tu non lo senti perchè ti manca un pezzo".
Io lo sospetto in chi VIVE la fede nel quotidiano.
Ne VEDO l'inesistenza in tanti (con cui non c'entri nulla, Guido) che vivo solo come mistici-pontificatori a vuoto-da tastiera........ sostanzialmente incapaci, oltre che di ogni VISSUTO Mistico, persino delle più elementari forme di empatia umano-comunicativa... tanto normali per tanti "scomunicati"....
Se tutti quelli che si vogliono accapigliare (!?) sono come te non sarebbe davvero male, questo il mio pensiero!
Se volessi semplificare la risposta, potrei risponderti ipso facto (sempre citando il mio esempio… documentabile): perché non ne hai esperienza!
Ma volendo essere propositivo devo aggiungere che questo non significa che ti manca qualcosa o che io ho qualcosa in più, non ha alcun senso, ma solo che io presumibilmente ho fatto un percorso diverso dal tuo! Concordo con te: nessuno dico nessuno dovrebbe aver titolo per dire: Questo lo devi credere perché lo dico io! Ma dovrebbe solo affermare: Io credo perché la mia ricerca a questo mi ha portato! Citando solo ed unicamente se stesso!
Citazione:
Mi vuoi (non tu Guido, ovviamente, ma TU pontificatore dello Spirito).... almeno MOSTRARE il pezzo in più che hai rispetto a me
Certamente mi espongo a critiche feroci ma voglio dire la mia opinione, sottolineo MIA!
L’uomo non può comunicare (mostrare il pezzo come dici tu) Dio, può al massimo comunicare la caritas di Dio! E non è facile perché deve essere umilitas! Dio io credo che non è lì, là, qui, qua etc. ma in noi e si manifesta in infiniti modi e non sempre è possibile arrivare al Tu di Dio per chiunque!. E fermo restando che io non posso sentire ciò che sente l’altro, è inammissibile dire ed anche solo pensare: io ho Dio e tu no!
Citazione:
Non sono cattolica... ma del Catechismo non dimenticherò mai la Speranza che è Principio e Fine : Dio (se c'è) PARLA AI SEMPLICI.
Io, al massimo e fiduciosamente, cerco Quello.
E il resto è sovrastuttura altamente urticante e (per me) oltremodo sclerata e presuntuosa.
CHE ALLONTANA persino dalla Ricerca.
(E sono certissima di essere compresa da Te
Perfettamente daccordo!
Guido is offline  
Vecchio 08-12-2007, 19.02.48   #70
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
veraluce Scusi signor webmaster, è colpa del mio ego se siamo andati OT...
ora che l'ho messo in castigo vorrei continuare la discussione...
(e mi scuso anche con Andre2... non volevo offendere la sua capacità di "intendimento" mi sono espressa male )
ma guarda un pò ....


Citazione:
Non mi sembra cosa malvagia meditare con il corpo... ognuno ha il suo percorso.
abbiamo solo questo (per illusorio che sia)....

Citazione:
Davvero? Dovrò approfondire J.Krisnamurti... ho letto qualcosa di lui ma non questo che stai dicendo te, sei sicuro?
leggi "vita e morte di j. k.", che la sua biografia autorizzata. dovrebbero esserci cose al riguardo anche su "taccuino", "diario" e "a se stesso. ultimo diario", che non ho ancora letto.

Citazione:
Citazione:
Da Andre2:
umh, sei sicura che senza il corpo potremmo comunicare?

Può darsi che non ci sarà bisogno di comunicare perché saremo la stessa cosa... tu che dici?
la stessa cosa o... nulla.
non è un problema del presente.

Citazione:
Vuoi dire che definire "Dio" non aiuta la comprensione umana?
Forse hai ragione ma al momento non si può fare altrimenti... bisognerebbe esperire direttamente.
perchè non si può fare altrimenti? si può, si può...

Citazione:
Volevo dire che le concezioni-definizioni servono solo quando sei costretto a vivere "corporalmente" nel quotidiano... poi nel contatto con la Luce le concezioni-definizioni si annullano... a me questo è avvenuto spontaneamente, ma altri dicono che fanno cosi: meditano o fanno cose simili per annullare la mente e le sue concezioni.
ma se hai avuto quest'esperienza di annullamento, perchè parli di dio, luce, essere, di oggettività... se è esperienza di annullamento, non dovrebbero esserci neanche queste....

Citazione:
Citazione:
infatti cerco di sintetizzare al max, perchè più si parla più si fa confusione....

Hai ragione... ma in certi casi in cui e difficile esprimersi, non se ne può fare a meno di usare più parole... importante è tentare di mantenere un "modo" espressivo semplice...
concordo con spirito libero. attenersi al significato codificato delle parole. ci vuole un pò di pazienza, consultare il vocabolario, c'è l'enciclopedia imformatica..... con un pò di impegno, anche chi ha avuto esperienze particolari, può farsi capire...


Citazione:
Perché secondo te tu cosa sei?... ovvero tu pensa come vuoi ma io in te vedo Luce altrimenti non saresti... posso?
puoi, puoi
altrimenti non saremmo? è questo l'oggetto del contendere.
da una parte tutte o quasi le religioni con il "io sono" e dall'altra il buddismo (forse anche il taoismo, ma lo conosco pochissimo...) che ti dice: "okkio, che non sei"

Citazione:
Per il Buddhismo l'"esistenza" è illusione, e non l'essere per quel che so io...
se è illusione l'esistenza, è illusorio anche l'essere. come fai a seprarare l'essere dall'esistere e viceversa?


Citazione:
Citazione:
Da Andre2:
cosa intendi per "amore"?

Vuol dire che sto ancora a parlar con te nonostante le tue zampate... e anche se il mio ego (e per favore non ti fissare su questo altro termine "indicativo") non vorrebbe.
essì che sono "frenato" al max ...

Citazione:
Citazione:
Da Andre2:
ma come, non dovresti essere onniscente?

Non ho mai detto che la mia persona è onniscente nella vita "ordinaria"... testone!

Ciao Andre2!!

bye bye
andre2 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it