Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-12-2007, 22.22.01   #71
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Da veraluce:
Non mi sembra cosa malvagia meditare con il corpo... ognuno ha il suo percorso.

Da Andre2:
abbiamo solo questo (per illusorio che sia)....

Certo, ma io ancora non ho mai "meditato"... non so neanche cosa sia...
alcuni parlano di diversi tipi di meditazione e ho pensato che tu tu riferissi ad uno ti questi... per me tutto va bene alla fine... può succedere in qualsiasi momento e dovunque etc...

Citazione:
Da veraluce:
Davvero? Dovrò approfondire J.Krisnamurti... ho letto qualcosa di lui ma non questo che stai dicendo te, sei sicuro?

Da Andre2:
leggi "vita e morte di j. k.", che la sua biografia autorizzata. dovrebbero esserci cose al riguardo anche su "taccuino", "diario" e "a se stesso. ultimo diario", che non ho ancora letto

Mi equipaggerò appena posso!




Citazione:
Da Andre2:
umh, sei sicura che senza il corpo potremmo comunicare?

Può darsi che non ci sarà bisogno di comunicare perché saremo la stessa cosa... tu che dici?

Da Andre2:
la stessa cosa o... nulla
non è un problema del presente

O nulla e tutto allo stesso tempo...
Infatti i problemi non esistono sono solo "mentali"...





Citazione:
Da veraluce:
Vuoi dire che definire "Dio" non aiuta la comprensione umana?
Forse hai ragione ma al momento non si può fare altrimenti... bisognerebbe esperire direttamente.

Da Andre2:
perchè non si può fare altrimenti? si può, si può...

Allora dimmi te come fai, così imparo come non definire con il termine Dio e farmi comprendere da chi sta dall'altra parte... del monitor.
Se ho anche difficoltà con le persone che vivono insieme a me, perché non è che son scema o non so aprire un dizionario, ma perché non ci sono parole che possono esprimere l'inesprimibile... potreì usare tutte le parole del mondo
e sarebbero... nulla!


Citazione:
Da Andre2:
ma se hai avuto quest'esperienza di annullamento, perchè parli di dio, luce, essere, di oggettività... se è esperienza di annullamento, non dovrebbero esserci neanche queste....

E non ci sono (infatti anche dire Luce o altro non rende)... ma se qualcuno mi chiede di esprimere verbalmente questa esperienza lo faccio per come posso ovvero per quel che posso fare in questa manifestazione corporale che mi serve da tramite... e anche perché al momento non posso rifiutarmi perché creerei "separazione"... perché l'altro è un essere umano come me e come vorrei avere una risposta io ad una mia domanda anch'io la do agli altri... al di là del giusto o sbagliato!
Certo le mie risposte non sono importanti in sé stesse perché gli altri le risposte vere le trovano in loro... ma comunque è una ricerca di comprensione reciproca che perfeziona l'Amore... sempre per me...
...alla fine si sà che le risposte ce le diamo da soli...

"Annullamento" comunque non sarebbe neanch'esso un termine adeguato, perché in quel momento non sei soltanto niente-nulla, ma sei anche Tutto...



Citazione:
Da Andre2:
concordo con spirito libero. attenersi al significato codificato delle parole. ci vuole un pò di pazienza, consultare il vocabolario, c'è l'enciclopedia imformatica..... con un pò di impegno, anche chi ha avuto esperienze particolari, può farsi capire...

Quando leggiamo una parola sul dizionario comunque, anche se a noi non sembra, la interpretiamo, perché siamo "soggetti" (nell'ordinario)... Possiamo essere simili ma mai identici, sotto questo punto di vista... un termine ad esempio a te può dare un riflesso (se così posso dire) mentale a me un'altro... non siamo oggetti... e poi anche di oggetti non ne esistono due totalmente uguali (nell'ordinario)... anche quando diciamo questa cosa è identica a quella... in realtà non lo è...

Citazione:
Da Andrea2:
puoi, puoi
altrimenti non saremmo? è questo l'oggetto del contendere.
da una parte tutte o quasi le religioni con il "io sono" e dall'altra il buddismo (forse anche il taoismo, ma lo conosco pochissimo...) che ti dice: "okkio, che non sei"

Noi siamo e non-siamo... Tutto coincide!
Tu sei Luce ma non-Luce allo stesso tempo= in assoluta contemporaneità...
questo so per quel che mi riguarda... e non ho alcuna religione o filosofia o altro, punto!... e non me ne sconfinfera di farmi condizionare da alcuna religione o credo o altro... ne da qualsiasi altra cosa che "limita"...!
Leggo le concezioni altrui e faccio discernimento... punto, che ognuno si tenga le proprie concezioni perché ogni manifestazione dell'essere è!



Citazione:
Da veraluce:
Per il Buddhismo l'"esistenza" è illusione, e non l'essere per quel che so io...

Da Andre2:
se è illusione l'esistenza, è illusorio anche l'essere. come fai a seprarare l'essere dall'esistere e viceversa?

Come avrai capito da sopra NON SEPARO UN BEL FICO SECCO!
LA MENTE DELL'UOMO TENDE ATTUALMENTE A SEPARARE (ma non in tutte le persone ) PERCHE' NELLA SUA LIMITATEZZA NON PUo'
COMPRENDERE CHE SI PUo' ESSERE E NON-ESSERE CINCIDENTALMENTE...

ESPANSIONE DELLA COSCIENZA please!!! E non "CONTRAZIONE"... allargare la mente e accettare che l'Essere non ragiona solo come un Essere umano...
ma un tantino meglio e questo non lo dico io ma qualcosa che parla attraverso me e non ti riesco a dire meglio... i tuoi dubbi dovrai chiarirli in te stesso ...per tale motivo ti dico che puoi continuare a "pensare" come vuoi... a me non cambia nulla che te la pensi in un modo o in un altro... non sono qui per convincere... CHIARO, testone? Sono qui per Amore! (E non fare battutine in proposito... non mi sembra il caso)
MENTE LIBERA E NON AUTOLIMITANTE, please!!!!!




Citazione:
Da Andre2:
cosa intendi per "amore"?

Da veraluce:
Vuol dire che sto ancora a parlar con te nonostante le tue zampate... e anche se il mio ego (e per favore non ti fissare su questo altro termine "indicativo") non vorrebbe.

Da Andre2:
essì che sono "frenato" al max ...

E cosa freni?


Buona serata Andre
veraluce is offline  
Vecchio 09-12-2007, 15.19.47   #72
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Tornando sui percorsi di ricerca personale introdotti da Guido, faccio notare che esistono almeno altrettanti percorsi validi e di pari dignità che giungono a risultati del tutto diversi (il che mette inesorabilmente in contrapposizione 2 percorsi che portano a risultati opposti).
La "testimonianza" non può, secondo me, essere presa come una "dimostrazione" della tesi che "Dio E'". Conosco persone che "testimoniano" amore e carità senza credere ad alcun dio, semplicemente perchè ritengono giusto farlo. Si potrebbero citare altrettante persone che testimoniano ben poco del dio in cui credono. In sintesi: non saranno persone che fanno il "bene" in nome di dio a farmi credere in dio.
Quindi il problema legato all'esistenza di dio rimane vincolato in un ambito intrinsecamente personale, e difficilmente può diventare oggetto di discussioni più o meno aperte.
Eretiko is offline  
Vecchio 09-12-2007, 18.00.07   #73
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
veraluce Citazione:
Da veraluce:
Non mi sembra cosa malvagia meditare con il corpo... ognuno ha il suo percorso.

Da Andre2:
abbiamo solo questo (per illusorio che sia)....

Certo, ma io ancora non ho mai "meditato"... non so neanche cosa sia...
alcuni parlano di diversi tipi di meditazione e ho pensato che tu tu riferissi ad uno ti questi... per me tutto va bene alla fine... può succedere in qualsiasi momento e dovunque etc...
comprensione. si meditazione è maturare nella comprensione. se ti ricordi, quando avevo iniziato a scrivere in questo forum, avevo espresso il mio punto di vista, dicendo che a mio vedere è più agevole distinguere La Meditazione dalle tecniche a supporto alla meditazione (zazen, vipassana, anapanasati....), che hanno la funzione di calmare la mente, portarla al silenzio necessario per essere fini osservatori (la comprensione è figlia dell'osservazione).....

Citazione:
Citazione:
Da veraluce:
Vuoi dire che definire "Dio" non aiuta la comprensione umana?
Forse hai ragione ma al momento non si può fare altrimenti... bisognerebbe esperire direttamente.

Da Andre2:
perchè non si può fare altrimenti? si può, si può...

Allora dimmi te come fai, così imparo come non definire con il termine Dio e farmi comprendere da chi sta dall'altra parte... del monitor.
Se ho anche difficoltà con le persone che vivono insieme a me, perché non è che son scema o non so aprire un dizionario, ma perché non ci sono parole che possono esprimere l'inesprimibile... potreì usare tutte le parole del mondo
e sarebbero... nulla!
certo che le parole non sono nulla. conta lo spirito con cui ne parli.

Citazione:
Citazione:
Da Andre2:
ma se hai avuto quest'esperienza di annullamento, perchè parli di dio, luce, essere, di oggettività... se è esperienza di annullamento, non dovrebbero esserci neanche queste....

E non ci sono (infatti anche dire Luce o altro non rende)... ma se qualcuno mi chiede di esprimere verbalmente questa esperienza lo faccio per come posso ovvero per quel che posso fare in questa manifestazione corporale che mi serve da tramite... e anche perché al momento non posso rifiutarmi perché creerei "separazione"... perché l'altro è un essere umano come me e come vorrei avere una risposta io ad una mia domanda anch'io la do agli altri... al di là del giusto o sbagliato!
Certo le mie risposte non sono importanti in sé stesse perché gli altri le risposte vere le trovano in loro... ma comunque è una ricerca di comprensione reciproca che perfeziona l'Amore... sempre per me...
...alla fine si sà che le risposte ce le diamo da soli...

"Annullamento" comunque non sarebbe neanch'esso un termine adeguato, perché in quel momento non sei soltanto niente-nulla, ma sei anche Tutto...
al di la di tutte le definizioni.

Citazione:
Citazione:
Da Andre2:
concordo con spirito libero. attenersi al significato codificato delle parole. ci vuole un pò di pazienza, consultare il vocabolario, c'è l'enciclopedia imformatica..... con un pò di impegno, anche chi ha avuto esperienze particolari, può farsi capire...


Quando leggiamo una parola sul dizionario comunque, anche se a noi non sembra, la interpretiamo, perché siamo "soggetti" (nell'ordinario)... Possiamo essere simili ma mai identici, sotto questo punto di vista... un termine ad esempio a te può dare un riflesso (se così posso dire) mentale a me un'altro... non siamo oggetti... e poi anche di oggetti non ne esistono due totalmente uguali (nell'ordinario)... anche quando diciamo questa cosa è identica a quella... in realtà non lo è...
oltre a non esserci nulla di uguale a qualcos'altro, neppure noi siamo uguali a quello di un attimo prima. siamo in continuo cambiamento. impermanenza.

Citazione:
Citazione:
Da Andrea2:
puoi, puoi
altrimenti non saremmo? è questo l'oggetto del contendere.
da una parte tutte o quasi le religioni con il "io sono" e dall'altra il buddismo (forse anche il taoismo, ma lo conosco pochissimo...) che ti dice: "okkio, che non sei"

Noi siamo e non-siamo... Tutto coincide!
Tu sei Luce ma non-Luce allo stesso tempo= in assoluta contemporaneità...
questo so per quel che mi riguarda... e non ho alcuna religione o filosofia o altro, punto!... e non me ne sconfinfera di farmi condizionare da alcuna religione o credo o altro... ne da qualsiasi altra cosa che "limita"...!
infatti le religioni, dottrine, filosofie, ecc, devono essere concepite come dei canovacci di supporto alla comprensione, non come degli idoli....

Citazione:
Leggo le concezioni altrui e faccio discernimento... punto, che ognuno si tenga le proprie concezioni perché ogni manifestazione dell'essere è!
al di fuori della nostra mente, le cose molto probabilmente sono in un altro modo di come le percepiamo.
l'oggetto del contendere, è se funziona meglio (passami la brutta parola), per maturare comprensione, uno schema (perchè pur sempre di schema si tratta), semplice, che ti dice di fare pulizia di tutto o quasi, o uno schema complesso, con impalcati più o meno gerarchici di dei, santi, dogmi....

Citazione:
Citazione:
Da veraluce:
Per il Buddhismo l'"esistenza" è illusione, e non l'essere per quel che so io...

Da Andre2:
se è illusione l'esistenza, è illusorio anche l'essere. come fai a seprarare l'essere dall'esistere e viceversa?

Come avrai capito da sopra NON SEPARO UN BEL FICO SECCO!
LA MENTE DELL'UOMO TENDE ATTUALMENTE A SEPARARE (ma non in tutte le persone ) PERCHE' NELLA SUA LIMITATEZZA NON PUo'
COMPRENDERE CHE SI PUo' ESSERE E NON-ESSERE CINCIDENTALMENTE...
c'è un apparente paradosso, che gira presso i buddisti: l'essere è illusorio ma è il corpo (inteso come insieme psicofisico) che medita. loro dicono che non c'è contraddizione in ciò. per noantri (non risvegliati) è una cosa che ci verrà a mente quando comprenderemo

Citazione:
ESPANSIONE DELLA COSCIENZA please!!! E non "CONTRAZIONE"... allargare la mente e accettare che l'Essere non ragiona solo come un Essere umano...
ma un tantino meglio e questo non lo dico io ma qualcosa che parla attraverso me e non ti riesco a dire meglio... i tuoi dubbi dovrai chiarirli in te stesso ...per tale motivo ti dico che puoi continuare a "pensare" come vuoi... a me non cambia nulla che te la pensi in un modo o in un altro... non sono qui per convincere... CHIARO, testone? Sono qui per Amore! (E non fare battutine in proposito... non mi sembra il caso)
MENTE LIBERA E NON AUTOLIMITANTE, please!!!!!
urk.. che, ti sei arrabbiata? dai che oggi mi sento "pacioso"
alla coscienza espansa non ci sono ancora arrivato, e poi, quando sento la parola "coscienza" per mia formazione la associo all'ego e mi si rizzano i capelli .

Citazione:
Citazione:
Da Andre2:
cosa intendi per "amore"?

Da veraluce:
Vuol dire che sto ancora a parlar con te nonostante le tue zampate... e anche se il mio ego (e per favore non ti fissare su questo altro termine "indicativo") non vorrebbe.

Da Andre2:
essì che sono "frenato" al max ...


E cosa freni?


Buona serata Andre
cosa freno, cosa freno.... ma l'ego illusorio freno è con questo che batto sulla tastiera!

p.s.: guarda che quando metto i faccini che ridono lo faccio per ridere, non per deridere

bye bye!
andre2 is offline  
Vecchio 09-12-2007, 18.22.15   #74
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Da Eretiko:
Quindi il problema legato all'esistenza di dio rimane vincolato in un ambito intrinsecamente personale, e difficilmente può diventare oggetto di discussioni più o meno aperte.

Condivido... e aggiungo che essa proprio perché "personale" non è "giudicabile" né in bene né in male... e per me stessa allargherei questa non giudicabilità a tutte le cose che accadono sotto al sole (come si suol dire)...

Ciao Eretiko!
veraluce is offline  
Vecchio 09-12-2007, 20.32.41   #75
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Da Andre2:
comprensione. si meditazione è maturare nella comprensione. se ti ricordi, quando avevo iniziato a scrivere in questo forum, avevo espresso il mio punto di vista, dicendo che a mio vedere è più agevole distinguere La Meditazione dalle tecniche a supporto alla meditazione (zazen, vipassana, anapanasati....), che hanno la funzione di calmare la mente, portarla al silenzio necessario per essere fini osservatori (la comprensione è figlia dell'osservazione).....

Hai espresso un pensiero semplice e lineare... secondo te è possibile che naturalmente si possa meditare senza ricorrere ad una tecnica? Ovvero la tecnica è stata inventata a posteriori da qualcuno che all'inizio ha meditato naturalmente, no? Per cui è anche possibile che in alcune persone ancora possa accadere di meditare senza sapere che stanno meditando... non so se mi son spiegata... comunque non voglio uscire fuori tema... magari poi farò una domanda del genere nella discussione sulla meditazione.


Citazione:
Da Andre2:
certo che le parole non sono nulla. conta lo spirito con cui ne parli.

Condivido!

Citazione:
Da Andre2:
oltre a non esserci nulla di uguale a qualcos'altro, neppure noi siamo uguali a quello di un attimo prima. siamo in continuo cambiamento. impermanenza.

Ri-Condivido!!

Citazione:
Da Andre2:
infatti le religioni, dottrine, filosofie, ecc, devono essere concepite come dei canovacci di supporto alla comprensione, non come degli idoli....

Ri-Ri-Condivido!!!

Citazione:
Da Andre2:
al di fuori della nostra mente, le cose molto probabilmente sono in un altro modo di come le percepiamo.
l'oggetto del contendere, è se funziona meglio (passami la brutta parola), per maturare comprensione, uno schema (perchè pur sempre di schema si tratta), semplice, che ti dice di fare pulizia di tutto o quasi, o uno schema complesso, con impalcati più o meno gerarchici di dei, santi, dogmi....

Non lo so, potrei dire in quale dei due mi rispecchio io, ma alla fine nessuno forse può dire se una cosa funziona meglio di un'altra... alla fine se si segue il cuore si fa sempre una scelta che porta alla comprensione...
...tu stai seguendo il tuo cuore?

Citazione:
Da Andre2:
c'è un apparente paradosso, che gira presso i buddisti: l'essere è illusorio ma è il corpo (inteso come insieme psicofisico) che medita. loro dicono che non c'è contraddizione in ciò. per noantri (non risvegliati) è una cosa che ci verrà a mente quando comprenderemo

Credo che ci sia sincerità alla base del pensiero Buddhista...
in fondo la nostra mente "ordinaria" è talmente incrostata di tante cose del vissuto che non può avere facilmente una visione limpida...
Forse, anche se questa esistenza è (come loro dicono) "illusione", comunque solo da qui possiamo partire per meditare... anche se il mio corpo "non esiste" comunque ho solo questo strumento non-esistente da cui posso iniziare a meditare e comprendere...

Citazione:
Da Andre2:
urk.. che, ti sei arrabbiata? dai che oggi mi sento "pacioso"
alla coscienza espansa non ci sono ancora arrivato, e poi, quando sento la parola "coscienza" per mia formazione la associo all'ego e mi si rizzano i capelli .

Non associare all'ego allora...
...e non mi sono arrabbiata , caro pacioso...

Citazione:
Da Andre2:
cosa freno, cosa freno.... ma l'ego illusorio freno è con questo che batto sulla tastiera!

Quindi per te solo l'ego è illusorio e non tutta l'esistenza come per i Buddhisti?
Oppure ho capito male?


Citazione:
Da Andre2:
p.s.: guarda che quando metto i faccini che ridono lo faccio per ridere, non per deridere
bye bye!

Ma ci mancherebbe ... comunque sei un tesoro!
...e chiudo qui, altrimenti vado nuovamente OT!

Pace & Amore a tutti!
veraluce is offline  
Vecchio 09-12-2007, 23.08.29   #76
Guido
Ospite abituale
 
L'avatar di Guido
 
Data registrazione: 09-02-2007
Messaggi: 96
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
Tornando sui percorsi di ricerca personale introdotti da Guido, faccio notare che esistono almeno altrettanti percorsi validi e di pari dignità che giungono a risultati del tutto diversi (il che mette inesorabilmente in contrapposizione 2 percorsi che portano a risultati opposti).
.

Ciao Eretico!
Scusa non capisco? Secondo te esistono percorsi personali di prima categoria e quelli di seconda categoria? Io, questo, secondo te ho espresso? Se è così allora chiarisco meglio:
I percorsi personali (fatti onestamente) per me hanno tutti medesima dignità anche se portano a esperienze diverse o addirittura contrapposte! Non siamo tutti uguali e non abbiamo tutte le medesime esigenze!

Citazione:
La "testimonianza" non può, secondo me, essere presa come una "dimostrazione" della tesi che "Dio E'". Conosco persone che "testimoniano" amore e carità senza credere ad alcun dio, semplicemente perchè ritengono giusto farlo. Si potrebbero citare altrettante persone che testimoniano ben poco del dio in cui credono. In sintesi: non saranno persone che fanno il "bene" in nome di dio a farmi credere in dio. .

Dici una cosa corretta, la testimonianza può solo testimoniare, forse creare in dubbio come ha ben espresso Donella, ma il credere, il dimostrare sono esperienze personali. Non si acquisisce nulla se non si fa esperienza sulla propria pelle! Il credere per obbedienza non è credere è al massimo obbedire (che poi sia o giusto o no ci sarebbe da discutere….ma è OT)
Ti faccio notare che anche la testimonianza di certi non credenti mette il dubbio ai credenti, che credi?

Io nella testimonianza di vita, pur nei mie enormi limiti (che cerco ogni momento di ridurre), non cerco di dimostrare nulla tantomeno che Dio esiste o no, lo lascio valutare ad altri. Io cerco di comportarmi rettamente e gratuitamente!. Ti assicuro non lo faccio perché credo, ma neppure perché è un dovere morale o è giusto o altro…., non pongo nessuna coercizione al mio retto agire…. lo faccio e basta! Poi ripeto, non sono perfetto, ma a questo tendo! Questo il mio ideale!

Citazione:
Quindi il problema legato all'esistenza di dio rimane vincolato in un ambito intrinsecamente personale, e difficilmente può diventare oggetto di discussioni più o meno aperte.

Sono perfettamente d’accordo; è proprio per questo che ho aperto questa discussione. Non ha alcun senso accapigliarsi per questo motivo!
Guido is offline  
Vecchio 10-12-2007, 10.02.30   #77
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

[quote]
Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Hai espresso un pensiero semplice e lineare... secondo te è possibile che naturalmente si possa meditare senza ricorrere ad una tecnica? Ovvero la tecnica è stata inventata a posteriori da qualcuno che all'inizio ha meditato naturalmente, no? Per cui è anche possibile che in alcune persone ancora possa accadere di meditare senza sapere che stanno meditando... non so se mi son spiegata... comunque non voglio uscire fuori tema... magari poi farò una domanda del genere nella discussione sulla meditazione.
certo che è possibile. meditazione è una condizione, non una tecnica che si apprende. è condizione di vita non condizonata dall'ego. non si può escludere che qualcuno, per un insieme di circostanze, viva questa condizione, senza aver mai praticato le "tecniche" o letto di cose in merito, o frequentato maestri....

Citazione:
Non lo so, potrei dire in quale dei due mi rispecchio io, ma alla fine nessuno forse può dire se una cosa funziona meglio di un'altra... alla fine se si segue il cuore si fa sempre una scelta che porta alla comprensione...
...tu stai seguendo il tuo cuore?
bisogna intendersi sul significato di cuore. se intendiamo la parte emozionale (sensazioni, quindi sempre ego), si, come tutti, più o meno. se intendi qualcosa di trascendente, no, ma è un mio personale modo di intendere il trascendente, che non può essere identificato con niente (per me è semplice logica intellettiva, che trascendente sarebbe se può essere definito?). mi viene in mente le prime parole del tao te ching, che più o meno dicono che il tao che può essere conosciuto (e quindi definito) non è il tao....

Citazione:
Credo che ci sia sincerità alla base del pensiero Buddhista...
in fondo la nostra mente "ordinaria" è talmente incrostata di tante cose del vissuto che non può avere facilmente una visione limpida...
Forse, anche se questa esistenza è (come loro dicono) "illusione", comunque solo da qui possiamo partire per meditare... anche se il mio corpo "non esiste" comunque ho solo questo strumento non-esistente da cui posso iniziare a meditare e comprendere...
c'è una relazione "sottile" e sfuggente in ciò. nell'intraprendere gli esercizi di supporto alla meditazione ci vuole un certo senso dell'autoironia ....


Citazione:
Non associare all'ego allora...
ma non posso fare come mi pare. la coscienza è il quinto dei 5 skanda (aggregati) che individuano l'essere (ego)....
è ciò che è fuori dell'ego e del mondo che chiamerei in un altro modo (a me assuona l'"indefinibile" come lo chiama spesso j.k.)...


Citazione:
Quindi per te solo l'ego è illusorio e non tutta l'esistenza come per i Buddhisti?
Oppure ho capito male?
tutto il mondo è illusione, e l'ego è parte del mondo. come partenza, a semplice livello intellettivo, si può intendere che è illusoria la sola l'identità del mondo (e quindi dell'ego), lasciando stare l'aspetto materiale. vedi per questo assunti di causa ed effetto, coproduzione condizionata, interdipendenza di tutte le cose, impermanenza. sono cose talmente elementari che a 2500 anni di distanza sono ancora inattaccabili e per la loro semplicità, nell'antica cina destavano la spocchia degli intellettuali di matrice confuciana ("ma come, tutto qui?", dicevano, più o meno, "roba da pastori selvaggi"...). la piena comprensione di ciò, è meditazione.

bye!
andre2 is offline  
Vecchio 11-12-2007, 10.07.32   #78
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Da Andre2:
ma non posso fare come mi pare. la coscienza è il quinto dei 5 skanda (aggregati) che individuano l'essere (ego)....

Questa schematizzazione dell'ego da dove l'hai estrapolata (sempre Buddhismo?)?
E come mai la condividi e sei sicuro che sia così?


Citazione:
Da Andre2:
è ciò che è fuori dell'ego e del mondo che chiamerei in un altro modo (a me assuona l'"indefinibile" come lo chiama spesso j.k.)...

Pensi che ciò che è fuori dell'ego e del mondo (= l"indefinibile") potrebbe "guidare" il tuo modo di battare sulla tastiera e il contenuto dei tuoi interventi?
Secondo me per alcune persone questo già avviene tranquillamente... te che dici? Tu ti accorgi quando parla il tuo ego?
O pensi che debba obbligatoriamente parlare sempre lui?


Con affetto
veraluce is offline  
Vecchio 11-12-2007, 12.02.33   #79
andre2
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2007
Messaggi: 258
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
veraluce Citazione:
Da Andre2:
ma non posso fare come mi pare. la coscienza è il quinto dei 5 skanda (aggregati) che individuano l'essere (ego)....

Questa schematizzazione dell'ego da dove l'hai estrapolata (sempre Buddhismo?)?
E come mai la condividi e sei sicuro che sia così?
si, sempre buddismo.
diciamo che è un interpretazione, quindi non la verità, ma è la più semplice che descrive l'individuo-ego.

Citazione:
Citazione:
Da Andre2:
è ciò che è fuori dell'ego e del mondo che chiamerei in un altro modo (a me assuona l'"indefinibile" come lo chiama spesso j.k.)...

Pensi che ciò che è fuori dell'ego e del mondo (= l"indefinibile") potrebbe "guidare" il tuo modo di battare sulla tastiera e il contenuto dei tuoi interventi?

se osservi bene, la mia affermazione "è ciò che è fuori dell'ego e del mondo che chiamerei in un altro modo" presta il fianco a confutazioni, perchè non si può dire che ci sia qualcosa al di fuori di ciò che non c'è (il mondo illusorio, che quindi non è...).
ti rendi conto dell'inanità del definire?
quindi, appena mi metto a definire, può essere solo il mio ego a farlo, condizionato da ciò che percepisce.
poi c'è il risveglio, dalle testimonianze che ho visto, non sono visioni mistiche, vedono le stesse cose ordinarie che si vede comunemente ma spogliate di tutte le definizioni che usualmente gli si da.
quindi non è ciò che è fuori dell'ego (definizione zoppa come dicevo prima...) intesa come entità, che può influire, ispirare, le azioni dell'ego. ma il "ricordo" che rimane dell'eventuale esperienza di risveglio.

Citazione:
Secondo me per alcune persone questo già avviene tranquillamente... te che dici?
come sopra. ovvero, è il ricordo della comprensione avuta col risveglio che condizona poi le azioni dell'individuo-ego....


Citazione:
Tu ti accorgi quando parla il tuo ego?
O pensi che debba obbligatoriamente parlare sempre lui?
la seconda, ovviamente ...
andre2 is offline  
Vecchio 11-12-2007, 13.17.19   #80
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Dio non esiste! Dio è (esiste)!

Citazione:
Da Andre2:
è ciò che è fuori dell'ego e del mondo che chiamerei in un altro modo (a me assuona l'"indefinibile" come lo chiama spesso j.k.)...

Da veraluce:
Pensi che ciò che è fuori dell'ego e del mondo (= l"indefinibile") potrebbe "guidare" il tuo modo di battare sulla tastiera e il contenuto dei tuoi interventi?

Da Andre2:
se osservi bene, la mia affermazione "è ciò che è fuori dell'ego e del mondo che chiamerei in un altro modo" presta il fianco a confutazioni, perchè non si può dire che ci sia qualcosa al di fuori di ciò che non c'è (il mondo illusorio, che quindi non è...).
ti rendi conto dell'inanità del definire?
quindi, appena mi metto a definire, può essere solo il mio ego a farlo, condizionato da ciò che percepisce.
poi c'è il risveglio, dalle testimonianze che ho visto, non sono visioni mistiche, vedono le stesse cose ordinarie che si vede comunemente ma spogliate di tutte le definizioni che usualmente gli si da.
quindi non è ciò che è fuori dell'ego (definizione zoppa come dicevo prima...) intesa come entità, che può influire, ispirare, le azioni dell'ego. ma il "ricordo" che rimane dell'eventuale esperienza di risveglio.

Non so se strutturalmente sia proprio un "ricordo" o forse hai usato questo termine per far capire... comunque è qualcosa che almeno per me è ormai "costituzionale" (sempre per farmi capire)... alcune volte però è anche un vero ricordo "mentale"... perché comunque investe anche la mia memoria umana...
Però volevo precisare una cosa: io non mi ritengo un'"illuminata"... sono una persona come tante... che ha avuto un'esperienza come tante...

Comunque nel contenuto delle tue parole ritrovo delle cose in cui mi rispecchio...
ad esempio il fatto che le azioni siano ispirate da questa Cosa...


Citazione:
Da veraluce:
Secondo me per alcune persone questo già avviene tranquillamente... te che dici?

Da Andre2:
come sopra. ovvero, è il ricordo della comprensione avuta col risveglio che condizona poi le azioni dell'individuo-ego....

Quindi questo ego non è da bandire, giusto? Io del mio ho compassione ...


Citazione:
Da veraluce
Tu ti accorgi quando parla il tuo ego?
O pensi che debba obbligatoriamente parlare sempre lui?

Da Andre2:
la seconda, ovviamente ...

Quindi se l'ego diciamo è "ben ispirato"... può parlare anche senza essere "egoista" o "egoico" (non so quale sia il termine migliore)... no?

Ciao
veraluce is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it