Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 05-11-2003, 17.13.33   #11
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
attilio .. sarebbe anche il mio sogno!!!
kri is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.17.28   #12
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Beh in questo caso penso di poterti dire qualcosa di utile Fragola......hai visto che presuntuoso?

Riconoscere ciò che viene da fuori da quello che viene da dentro? Guarda se ci riesco io puoi farlo tranquillamente anche tu. Ci vuole solo un briciolo di esercizio ma poco davvero.

Prova anche solo per 5 minuti a seguire ogni tuo pensiero, rintracciane la sorgente. Ti accorgerai molto presto che la stragrande maggioranza dei nostri pensieri è meccanica. Oddio meccanica è una parola grossa, diciamo forzata. Diciamo pure praticamente fuori o quasi dal nostro controllo.

Non c'è quasi nulla che viene da dentro. Raramente affiorano stati d'animo la cui causa rimane ignota ma sono davvero pochi.

Questa cosa è veramente sorprendente, prova se ti va. Poi mi saprai dire.

Ciao
freedom is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.22.28   #13
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Re: condivisione

Citazione:
Messaggio originale inviato da kri
quanto sarebbe bello poter condividere con gli altri l'animo proprio!
ma pare proprio impossibile, perchè ci sono dei limiti invalicabili.

significa un confronto continuo oltre le maschere e oltre i veli .. quelle che ci permettono di vivere la quotidianità.

L'incontro e la comunione dell'animo .. lo si può appena sfiorare ma non ci si può permettere di toccarlo perchè potrebbe bruciare come carne viva.
allora torniamo alla nostra quotidiana superficialità e rimango con la mia utopia che in fondo l'essere umano possiede potenzialmente una vastità infinita e meravigliosa ... ma che non è dato di vedere ... peccato!


Ciao kri, sei riuscita a catturare la mia attenzione che, ultimamente, fa acqua da ogni parte. Condividere l'animo? Difficile, arduo, sentiero ispido che conduce alla dissoluzione dell'animo stesso. Allora ti chiedo, forse tu sai dare risposta. Perché distruggere il solo fattore che ci rende unici e diversi dagli altri? perchè autodistruggersi? E' davvero necessario? A che fine..per quale scopo quando pensi che il mondo è tuo perché tu lo osservi con occhi che altri mai, ripeto, mai avranno?
Non puoi condividere qualcosa di soggettivo..diverrebbe assoluto e finirebbe per non essere più tuo.

Ultima modifica di deirdre : 05-11-2003 alle ore 17.26.07.
deirdre is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.26.28   #14
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: Questione di "Hardware" !

Sono in linea con quello che dici (Mistico), in quanto la sensazione comune è quella che tu descrivi, anche se non dimostrabile.

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mistico
Con buona pace di Marco_532, che vorrebbe un dialogo "costruttivo" sulle cose dello spirito...

Per quanto riguarda la frase che ho preso in riferimento, volevo sottolineare e precisare che "...sulle cose dello spirito"... potrebbe essere frainteso, in quanto io non ho mai usato questo termine, sei tu che con quelle parole, hai descritto il mio "dialogo"; tanti altri possono avere interpretazioni della tua frase che non coincidono con il mio concetto e con quello che tu vuoi dire,in quanto potrebbero avere da ridire sul concetto di spirito e quindi avere un'opinione diversa, che potrebbe indurli a fraintendere le mie iniziative a priori per la loro interpretazione della metafora.

Ciao .

Ultima modifica di Marco_532 : 05-11-2003 alle ore 17.29.08.
Marco_532 is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.27.49   #15
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Citazione:
Messaggio originale inviato da osho
....forse a causa della paura di mettersi a nudo di mostrare
le nostre debolezze di dissolvere la nostra falsa identità perchè
senza di essa non sapremmo più chi siamo....
ci vorrebbe un pò di coraggio


credi (amichetto mio preferito, anche se un pò bastardo dentro????)?

Pensi davvero che nudi .. spogliati di tutto perderemmo il senso di noi stessi??? Oppure lo troveremmo e questo ci destabilizzerebbe???

Ma allora se non sappiamo più cosa siamo oltre i veli .. che senso avrebbe toglierli ..
io li vorrei togliere per veder bene bene chi sono!

cmq credo che chi decide di fare la danza dei sette veli ... voglia toccarsi .. e ho imparato che l'unica maniera per aiutarsi a farlo è condividere gli animi .. cercare di farsi aiutare e aiutare chi ti si avvicina in questo senso ... se trovi qualcuno che ti chiede di fargli vedere il tuo animo .. bisogna aprirlo perchè solo così .. si riesce a "smascherarsi" , e a scoprire quelle difese e velatura che non si pensava di avere. Che senso avrebbe difendersi .. che senso ha la difesa, l'aggressione, il chiudersi su se stessi .. ma a che e a chi serve?


Il problema che velatamente ha espresso Mistico .. è che una volta entrati in comunione esiste un certo meccanismo che fà percepire il tutto come innamoramento e il corpo lo trasforma in passione ... e non si riesce proprio ad oltrepassare questo ostacolo .. accidenti!!
Eppure si è "solo" compagni spirituali ... che meraviglia ... ma pare che non basti ..
il fatto è che tutto questo avviene sempre su "poli opposti" ovviamente .. proprio perchè deve essere un confronto ed uno specchio rovesciato su tutto ...

.. ma continuo a sognare che tutto questo sia possibile ...



kri is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.31.45   #16
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Attilio: non è un sogno. E' una cosa che a me è capitato di sperimentare tante volte e non so più se è un dono o una maledizione!
Il contatto avviene attraverso al pelle, il corpo e lo spirito che non è fuori dal corpo. E' incarnato e quindi è carne.
I sentimenti degli altri si possono sentire. Si possono far percepire i nostri. Non a tutti. Ci sono persone più o meno aperte, per noi, a questo, radio che comunicano con la nostra lunghezza d'onda. Altre che trasmettono a frequenza per noi incomprensibili ma che possono comunicare con altri.

Però, non sempre è facile. anzi! A volte pare un fardello pesantissimo da portare

ciao

Credo che questo avvenga più o meno per tutti, sentire o percepire anche a distanza le vibrazioni di un essere a noi caro o semplicemente, affine, non credo significhi comunione dell'animo.
Io la chiamo apertura mentale, capacità di percezione dei sentimenti... ma sono convinta che la comunione dell'animo o anima che dir si voglia, vada ben oltrre quest'aspetto.
Forse... le persone "gemelle" riescono ad avere una maggiore sensibilità in questo campo... forse. Oppure colui che ha sperimentato ambedue le vie e che riesce a vedere oltre la semplice supposizione.
Diverso tempo fa ho citato fatti a me accaduti e che potrrebbero essere riconducibili a questo fattore... ma non nego la mia diffidenza nell'ammettere d'essere in comunione con una data persona. E' qualcosa di troppo grande e deletereo per poter esser anche solo narrato.
deirdre is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.33.19   #17
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Re: Re: condivisione

Citazione:
Messaggio originale inviato da deirdre
Ciao kri, sei riuscita a catturare la mia attenzione che, ultimamente, fa acqua da ogni parte. Condividere l'animo? Difficile, arduo, sentiero ispido che conduce alla dissoluzione dell'animo stesso. Allora ti chiedo, forse tu sai dare risposta. Perché distruggere il solo fattore che ci rende unici e diversi dagli altri? perchè autodistruggersi? E' davvero necessario? A che fine..per quale scopo quando pensi che il mondo è tuo perché tu lo osservi con occhi che altri mai, ripeto, mai avranno?
Non puoi condividere qualcosa di soggettivo..diverrebbe assoluto e finirebbe per non essere più tuo.

perchè penso che solo attraverso una condivisione così profonda .. cercando di essere oltre ogni difesa umana .. si possa davvero guardare il mondo oggettivamente ...

è vero però quello che dici (purtroppo è vero) .. mai e poi mai si potrà arrivare a comprendere come propri i pensieri e le sensazioni soggettive di un'individuo ...

io la risposta al perchè distruggersi, e si è davvero lesivo all'inizio, te la dò con una parola: crescita ..


kri is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.34.36   #18
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
Il problema che velatamente ha espresso Mistico .. è che una volta entrati in comunione esiste un certo meccanismo che fà percepire il tutto come innamoramento e il corpo lo trasforma in passione ... e non si riesce proprio ad oltrepassare questo ostacolo .. accidenti!!


Ti è mai sorto il dubbio che se questa è la reazione..esiste un valido motivo naturale?
deirdre is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.36.39   #19
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
Citazione:
perchè penso che solo attraverso una condivisione così profonda .. cercando di essere oltre ogni difesa umana .. si possa davvero guardare il mondo oggettivamente ...

Non puoi osservare oggettivamente poiché l'animo stesso è il filtro che rende soggettiva ogni viisione, prendere atto di questo significa crescere....
La crescita che tu citi, perdonami ma è visione utopica.
Non hai comunque dato risposta alle mie domande ed il termine crescita può signifare tutto e nulla.

Ultima modifica di deirdre : 05-11-2003 alle ore 17.38.56.
deirdre is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.40.23   #20
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
.. è certamente naturale .. ma psicologicamente naturale .. si chiama bisogno ed appagamento .. almeno per quanto ho sviluppato fin ora .. e non si riesce a scardinare questo gioco dell'ego .. forse anche perchè a volte è difficile da riconoscere ...

non si riesce a vedere bene la vera natura del rapporto e cosa davvero rappresenta ... allora si comincia a pensare che quell'emozione, incontrarsi così in profondità sia innamoramento .. e in un certo senso lo è davvero .. ma non nel senso del quotidiano .. c' è affinità, c'è unione .. c'è comprensione .. io non lo voglio chiamare amicizia .. ma condivisione ...

questa è la mia esperienza ...
kri is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it