Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 04-11-2003, 17.37.17   #1
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
condivisione

quanto sarebbe bello poter condividere con gli altri l'animo proprio!
ma pare proprio impossibile, perchè ci sono dei limiti invalicabili.

significa un confronto continuo oltre le maschere e oltre i veli .. quelle che ci permettono di vivere la quotidianità.

L'incontro e la comunione dell'animo .. lo si può appena sfiorare ma non ci si può permettere di toccarlo perchè potrebbe bruciare come carne viva.
allora torniamo alla nostra quotidiana superficialità e rimango con la mia utopia che in fondo l'essere umano possiede potenzialmente una vastità infinita e meravigliosa ... ma che non è dato di vedere ... peccato!

kri is offline  
Vecchio 04-11-2003, 18.08.38   #2
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
....forse a causa della paura di mettersi a nudo di mostrare
le nostre debolezze di dissolvere la nostra falsa identità perchè
senza di essa non sapremmo più chi siamo....
ci vorrebbe un pò di coraggio
osho is offline  
Vecchio 04-11-2003, 18.29.28   #3
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: condivisione


Parole.......parole.......paro le.....,
Inutili metafore..........
Continui fraintendimenti......

Ci limitiamo alla poesia o cerchiamo un dialodo costruttivo?

Scusate se ho inserito questo messaggio in questa discussione, ma tra i miei giri nel forum, vedo sempre le stesse cose...............non ho resistito.......non ho voluto più controllare la mia voglia di dire quello che mi assilla.....ancora scusa a tutti.
Marco_532 is offline  
Vecchio 04-11-2003, 22.50.23   #4
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Ciao Kri,
un mio sogno sarebbe di poter parlare senza parole, sentire e gustare le emozioni ed i sentimeti del mio interlocutore e, allo stesso modo, rendere gli altri partecipi dei miei quando voglio instaurare un dialogo.

Sogni? Non so... sono convinto che l'uomo abbia le potenzialità per aprire questo tipo di comunicazione (forse Asimov mi ha distorto la mente con i suoi scritti... oppure ha intuito le nostre potenzialità esprimendole così bene nei suoi romanzi?), però come fare per trovare la strada?

Al posto di creare contatto con il corpo e con la pelle, crearlo con lo spirito... scambio di sentimenti puri.

Il problema della quotidianità e della gestione dei sentimenti si risolverà con la pratica (se inventi l'automobile non butti via subito l'idea come impossibile solo perchè non hai ancora inventato un benzinaio ogni 10 km). L'importante sarebbe trovare la via per questa comunicazione. Il resto vien da se.
Attilio is offline  
Vecchio 04-11-2003, 23.12.10   #5
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Citazione:
Messaggio originale inviato da Attilio
L'importante sarebbe trovare la via per questa comunicazione. Il resto vien da se.

Confermo!!1
Marco_532 is offline  
Vecchio 05-11-2003, 13.40.29   #6
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Attilio
Ciao Kri,
un mio sogno sarebbe di poter parlare senza parole, sentire e gustare le emozioni ed i sentimeti del mio interlocutore e, allo stesso modo, rendere gli altri partecipi dei miei quando voglio instaurare un dialogo.

Sogni? Non so... sono convinto che l'uomo abbia le potenzialità per aprire questo tipo di comunicazione (forse Asimov mi ha distorto la mente con i suoi scritti... oppure ha intuito le nostre potenzialità esprimendole così bene nei suoi romanzi?), però come fare per trovare la strada?

Al posto di creare contatto con il corpo e con la pelle, crearlo con lo spirito... scambio di sentimenti puri.

Il problema della quotidianità e della gestione dei sentimenti si risolverà con la pratica (se inventi l'automobile non butti via subito l'idea come impossibile solo perchè non hai ancora inventato un benzinaio ogni 10 km). L'importante sarebbe trovare la via per questa comunicazione. Il resto vien da se.

Attilio: non è un sogno. E' una cosa che a me è capitato di sperimentare tante volte e non so più se è un dono o una maledizione!
Il contatto avviene attraverso al pelle, il corpo e lo spirito che non è fuori dal corpo. E' incarnato e quindi è carne.
I sentimenti degli altri si possono sentire. Si possono far percepire i nostri. Non a tutti. Ci sono persone più o meno aperte, per noi, a questo, radio che comunicano con la nostra lunghezza d'onda. Altre che trasmettono a frequenza per noi incomprensibili ma che possono comunicare con altri.

Però, non sempre è facile. anzi! A volte pare un fardello pesantissimo da portare

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 05-11-2003, 14.28.16   #7
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Non è una maledizione Fragola. Secondo me è un altro senso che si sviluppa nelle persone che si amano, o che hanno un certo legame (scusami io credo in reincarnazione ) anche da altre vite quindi tra le persone che sono sintonizzate sulla stessa lunghezza d’onda, non tanto di pensiero quanto di vero sentire. Col tempo e diverse tecniche si potrebbe sviluppare questo senso ma generalmente per trasmettere i pensieri (negativi che sono più forti o positivi che sono pieni di luce ma un po’ più deboli) Dico che non è una maledizione perché anche se senti qualcosa di negativo sei abbastanza evoluta per poter sopportare i sentire degli altri. “A ognuno la croce che può portare” (che cosa sto dicendo?) Mi sa che sono un po’ confusa.
edali is offline  
Vecchio 05-11-2003, 16.46.20   #8
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Questione di "Hardware" !

Con buona pace di Marco_532, che vorrebbe un dialogo "costruttivo" sulle cose dello spirito, in pratica é difficile riuscire a costruire.

Credo che una delle ragioni sia quella che la nostra "essenza" spirituale, trasportata o no attraverso le reincarnazioni eventuali, si viene, comunque, a trovare in un corpo (hardware) che ha sue specifice caratteristiche: in un'altra testa, forse, il nostro spirito avrebbe potuto trovarsi più o meno a proprio agio... o decisamente trovarsi bene o male. Da quì sorgono i nostri contrasti interni, la nostra armonia interiore.

Credo che quando si ha la sensazione che una certa persona sia affine a noi spiritualmente, e perciò ci sentiamo attratti verso di lei, ...dipenda da un vero e proprio legame di parentela spirituale, che potrebbe, chissà, essere addirittura "identità" o "condivisione" di una stessa anima, di una stessa essenza spirituale, comunione di un piccolo ma ben distinto sottoinsieme di un qualche "Grande Spirito" che io credo sia l'anima dell'universo (la cosa più vicina alla definizione di "Dio", che io riesca ad accettare): ...aver anime sorelle (o "fratelle"? Coniamo un termine, perchè non credo che l'anima abbia un sesso!).

Allora, quando due persone "sentono" questa affinità spirituale, nello stesso istante e di più in seguito, avvertono anche la presenza di differenze hardware, tra di loro, che temono d'essere messe a nudo: Già dalla nascita, ciascuna delle due persone ha inveito contro quelle proprie personali caratteristiche di inadeguatezza al ciò che ci si sente di essere e non si riesce ad essere... per via di quelle inadeguatezze che ci sono toccate per nascita. Le consideriamo nostri limiti, nostri complessi, nostre doti negative... ma sono reali ed assolutamente impossibili da eliminare.
E così, inconsapevolmente temiamo di doverci far carico di nuove altre inadeguatezze, quelle dell'altro alla cui anima vorremmo tanto, invece, riunirci; ...e nascono nuove paure, nuovo dolore, nuovo senso di solitudine, nuova e più segnata consapevolezza della propria prigionia terrena.
Avrei fatto meglio a parlare in prima persona, leggetemi così, perchè questo accade per me...
Mistico is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.04.11   #9
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da edali
(scusami io credo in reincarnazione )

Ma mica ti devi scusare!!!!!!!! Del resto non ho mai detto di non crederci, ma di non "crederci", nel senso che non ho fede assoluta in questo.

Sai perchè "maledizione"? Perchè nesuno ci insegna a riconoscere quello che viene da fuori da quello che viene da dentro. Nessuno ci insegna a gestire queste sensazioni. A filtrare quando è necessario.
A volte è un peso sentire la sofferenza degli altri (perchè sono così poche le persone felici!) che si somma alla nostra e non si riesce più a capire. E c'è un grande senso di impotenza perchè non è possibile aiutare tutti.

Forse è la stessa cosa che dice Mistico.

E' bellissimo e contemporaneamente faticoso, a volte doloroso.

un abbraccio
Fragola is offline  
Vecchio 05-11-2003, 17.08.55   #10
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
si mistico ... condivido

e poi ...

.. si fanno continui passi indietro pur di non farsi prendere ... e pur di non prendere

perchè??

Paura, insicurezze, mancanze ... superficialità ... troppa profondità??
Io non ci sto più dentro ... mi fa molto male dover constatare che si arriva fino ad un certo punto .. poi oltre c'è l'abisso del non consentito ...

una persona ieri mi ha detto .. non posso permettermi la tua mancanza perchè significa che ho un bisogno ...

aldilà della malinconia della cosa, c'è una verità in questo .. questa persona si rapporta a me senza aspettative e senza apparenti bisogni ... forse così si può tentare di incontrarsi nella profondità dell'animo?? Forse così .. non lo so!

MI perdonerete se sono poco chiara .. ma come si può descrivere un 'incontro nel silenzio??




kri is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it