Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 22-08-2006, 18.24.24   #21
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
forse bisognerebbe prima essere sicuri di definire la parola anima
ma anche qui ognuno dice la sua......in base a quali testi lo hanno istruito
e quali concetti risuonano più accettabili.....


Il problema e' proprio che non si sono letti testi e manca l'esperienza....altrimenti non si confonderebbero i due termini...ma e' anche vero cio' che dici dopo:

Citazione:
Il mistero si svela soltanto a chi intraprende il viaggio dentro di sè. all'intranauta....perchè solo così si trova la propria anima e si comprende
qualcosa dell'ANIMA....

E cioe' che senza l'esperienza si rimane sul vago e non si ha una vera chiave di lettura della Realta', e non solo dei testi.


errata corrige nel messaggio a VanLag che ho scritto di corsa si legge che per Ramanuja e Madhva da cui discende il Vaisnavismo....
E' un po' strampalata come frase...
Intendevo dire che il Vedanta Dvaita e Vishisthadvaita di quei due e' molto simile al Cattolicesimo.
Yam is offline  
Vecchio 22-08-2006, 20.54.21   #22
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Van Lag, dagli Hare Krishna sei andato a prendere una Traduzione.....[/b]

Ordunque Yam….. siccome mi avevi contestato la bontà della traduzione di quel passo della Gita, che avevo postato, ho preso quello degli Hare Krishna, della cui affidabilità in merito alla traduzione della Bhagavad Gita non ho dubbi.
In merito alla traduzione Yam….. quindi cortesemente chiedo anche a te di non mettermi in bocca affermazioni od intenzioni che non ho manifestato. Sugli Hare Krishna ho le mie idee ma se non ricordo male non le ho mai manifestate qui in forum.

Sull’Advaita (che, per chi non sa cos’è si può tradurre brevemente in “monismo metafisico”), non capisco quello che dici e di che Advaita parli. Per me se parli dell’Advaita e dici Advaita, hai già parlato troppo, quindi figurati se sto addietro alle tue dotte disquisizioni, che per altro, quando vado a controllare, trovo per lo più sbagliatele.

NOTA: Monismo preso da wikipedia: Il monismo o non-dualismo è un termine che descrive il concetto filosofico, metafisico e teologico dell'esistenza di un unico principio, essenza, sostanza o energia divina in questo universo e in altre dimensioni metafisiche, e che il dualismo percepito dagli esseri umani sia quindi un fenomeno illusorio. http://it.wikipedia.org/wiki/Monismo


Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
forse bisognerebbe prima essere sicuri di definire la parola anima
ma anche qui ognuno dice la sua......in base a quali testi lo hanno istruito e quali concetti risuonano più accettabili.....
Ma nell’intenzione del post più che definire il termine “anima”, (che potrebbe essere oggetto di un 3d ad hoc), c’era quella di disquisire il concetto di immortalità dell’anima della relgione cattolica.

Credo di non sbagliare molto se generalizzo e dico che per tutte le tradizioni religiose e spesso anche filosofiche, l’anima sia la nostra parte immateriale e spirituale e quel concetto minimo di anima, bastava allo scopo del 3d.


Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
Il mistero si svela soltanto a chi intraprende il viaggio dentro di sè. all'intranauta....perchè solo così si trova la propria anima e si comprende qualcosa dell'ANIMA....
intranauta mi sembra un astronauta un po’ imbranato….. Il termine corretto dovrebbe essere entronauta o al massimo internauta ma non ho voglia di prendere il Devoto.
P.S. spero che tu sia spiritosa…..


Citazione:
Originalmente inviato da edali
Mi rendo conto che sto pensando con i miei limiti e considero l’anima come un qualcosa di separato, ma non ci riesco ad andare oltre.
Tutti pensiamo con i nostri limiti….anzi il pensiero stesso è un limite. Il pensiero è lento rispetto al fluttuare della vita e cattura le cose una frazione di secondo dopo che sono successe. Quando elaboriamo un concetto intellettuale la vita è già andata oltre e dentro di noi c’è solo il suo riflesso nel pensiero. Bisognerebbe aderire alla vita senza l’interferenza del pensiero allora ciò che facciamo, proviamo e sperimentiamo sarebbe uno-con-la-vita, ma è una cosa che solo pochi riescono a fare.

VanLag is offline  
Vecchio 22-08-2006, 22.25.39   #23
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Ordunque Yam….. siccome mi avevi contestato la bontà della traduzione di quel passo della Gita, che avevo postato, ho preso quello degli Hare Krishna, della cui affidabilità in merito alla traduzione della Bhagavad Gita non ho dubbi.
In merito alla traduzione Yam….. quindi cortesemente chiedo anche a te di non mettermi in bocca affermazioni od intenzioni che non ho manifestato. Sugli Hare Krishna ho le mie idee ma se non ricordo male non le ho mai manifestate qui in forum.

C'e' una certa faziosita' negli Hare Krishna e un certo dogmatismo e soprattutto non parlargli di quello che loro definiscono "advatismo" anche con disprezzo.
Ti consiglio, se non mi credi un giro su Ishvara.org e di cercare di comprendere su cosa verte la disputa tra personalisti e impersonalisti.




Citazione:
Sull’Advaita (che, per chi non sa cos’è si può tradurre brevemente in “monismo metafisico”), non capisco quello che dici e di che Advaita parli. Per me se parli dell’Advaita e dici Advaita, hai già parlato troppo, quindi figurati se sto addietro alle tue dotte disquisizioni, che per altro, quando vado a controllare, trovo per lo più sbagliatele.

Sei pregato di segnalare cio' che ritieni sbagliato, non mi sembra onesto un confronto su questi termini.
Capisco che letti Ramana Maharshi e Nisargadatta si presuma di conoscere l'Advaita e ci si fidi ciecamente di quei maestri, ma io sono peggio di San Tommaso e non mi bevo nulla a scatola chiusa.




Citazione:
Ma nell’intenzione del post più che definire il termine “anima”, (che potrebbe essere oggetto di un 3d ad hoc), c’era quella di disquisire il concetto di immortalità dell’anima della relgione cattolica.

Appunto, ma bisogna essere in grado di farlo.

Citazione:
Credo di non sbagliare molto se generalizzo e dico che per tutte le tradizioni religiose e spesso anche filosofiche, l’anima sia la nostra parte immateriale e spirituale e quel concetto minimo di anima, bastava allo scopo del 3d.

Basta un fico secco, cosa vogliamo alimentare?
Una presunta superiorita' di una tradizione sull'altra?
L'ignoranza che di solito si esprime su questi temi?
Ignoranza che ha radici prima di tutto spirituali e poi culturali.
Ora ti fornisco alcuni link, oltre a consigliarti di approfondire con letture ad hoc sia il Cristiamesimo che l'Advaita e anche il Vedanta Dvaita e Vishisthadvaita.

http://www.advaita.it/concetti/Ox1.htm

http://it.wikipedia.org/wiki/Ishvara

http://www.yogicjournal.it/

Ti segnalo anche l'antologia dei Veda a cura di R. Panikkar, le opere di Shankara (Ashram Vidya) e soprattutto le Upanishad.
Yam is offline  
Vecchio 22-08-2006, 22.52.54   #24
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: L’immortalità dell’anima.




Ricominciamo da capo?

Vediamo Van...
se prendo una pagnotta e da questa pagnotta prendo una briciola e te la passo:
1)E' corretto che io dica che quella briciola è nata in quel momento?
2) Dato che quella briciola era nella pagnotta è corretto dire che è sempre esistita?

Ammesso che non me la mangio (e quindi la digerisco e la trasformo in quella fetida cosa che sappiamo ), poniamo che sia un tipo di pane che duri per sempre, è corretto dire che sia se vedo le cose dal punto di vista 1 sia se le vedo dal punto di vista 2 quella briciola durerà per sempre e quindi è eterna sia che sia nata che non?

se vuoi rifaccio l'esempio con il vino, che viene pure meglio.


dai non fatene una questione di chi è più bravo, tanto sono io , scherzo... tutte le Tradizioni degne di un certo lignaggio anche se manipolate alla fine dicono la stessa cosa... il rifiuto di una è come rifiutare una parte di noi.
Uno is offline  
Vecchio 22-08-2006, 23.11.23   #25
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Ti consiglio, se non mi credi un giro su Ishvara.org e (ti consiglio) di cercare di comprendere su cosa verte la disputa tra personalisti e impersonalisti.

Ora ti fornisco alcuni link, oltre a consigliarti di approfondire con letture ad hoc sia il Cristiamesimo che l'Advaita e anche il Vedanta Dvaita e Vishisthadvaita.
Yam forse mi hai scelto come discepolo ed io non me ne sono accorto. Il problema è che io non ti ho scelto come maestro e per giunta non ti ho chiesto consigli di nessun tipo.

Ti consiglio, se vuoi continuare a confrontarti con me, di porti da pari.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Una presunta superiorita' di una tradizione sull'altra?
La superiorità delle religioni orientali su quelle monoteiste è evidente, basta vedere la discrezione dei maestri orientali mai invadenti. Basta vedere l’umiltà di un messaggio che parte dal presupposto che la Verità sia da cercare e non che qualcuno sia in possesso della verità e facendosi interprete della parola di Dio, la cali dall’alto.
Basta vedere la tolleranza degli asiatici, la non belligeranza, il rispetto di ogni forma vivente paragonato, con l’arroganza e l’aggressività degli occidentali.

Sai Yam, potresti anche trovare analogie nelle religioni, potresti persino trovare riti identici, ma se una religione parte dal presupposto che deve cercare la Verità e l’altra parte dal presupposto che la Verità la possiede, le strade saranno inesorabilmente divise, perché diverso è l’atteggiamento della mente (“Citta”) dal quale i credenti delle due religioni partono.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Sei pregato di segnalare cio' che ritieni sbagliato, non mi sembra onesto un confronto su questi termini.
A volte te l’ho segnalato, a volte no perché mi sembrava che diventasse sterile polemica o perché non mi è sembrato il caso. Si pensa anche ad altri possibili lettori quando si scrive in pubblico, e trascendere oltre un certo limite è mancanza di rispetto verso gli altri partecipanti del forum.

VanLag is offline  
Vecchio 22-08-2006, 23.17.10   #26
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da Yam

Basta un fico secco, cosa vogliamo alimentare?
Una presunta superiorita' di una tradizione sull'altra?
L'ignoranza che di solito si esprime su questi temi?
Ignoranza che ha radici prima di tutto spirituali e poi culturali.

Io mi sento chiamata in causa Yam (come ignorante dico). Ma veramente è così tanto importante dare le definizioni giuste? Ma veramente è così tanto importante di fare sfoggio di quello che sappiamo ovvero sapete, per dimostrare cosa? Penso che con le parole parche ci si può parlare pure con gli “ignoranti” e non è un difetto, ma è una dimostrazione di “grande anima”.

Eh, ha ragione VanLag, fino quando arrivo a capire con la mente tutte queste cose la vita mi passa vicino.

Comunque è interessante osservare i cambiamenti.

Un abbraccio e stami bene
edali is offline  
Vecchio 22-08-2006, 23.20.23   #27
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da Uno


dai non fatene una questione di chi è più bravo, tanto sono io , scherzo... tutte le Tradizioni degne di un certo lignaggio anche se manipolate alla fine dicono la stessa cosa... il rifiuto di una è come rifiutare una parte di noi.

E' cio' che sostengo e lo sai bene.

L'esempio della briciola pero' non mi convince, mi sa troppo di Teista, perche' non indichi l'origine della pagnotta.
Yam is offline  
Vecchio 22-08-2006, 23.20.25   #28
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
se prendo una pagnotta e da questa pagnotta prendo una briciola e te la passo:
1)E' corretto che io dica che quella briciola è nata in quel momento?
2) Dato che quella briciola era nella pagnotta è corretto dire che è sempre esistita?

Ammesso che non me la mangio (e quindi la digerisco e la trasformo in quella fetida cosa che sappiamo ), poniamo che sia un tipo di pane che duri per sempre, è corretto dire che sia se vedo le cose dal punto di vista 1 sia se le vedo dal punto di vista 2 quella briciola durerà per sempre e quindi è eterna sia che sia nata che non?
Se dici che durerà per sempre sei tu che gli attribuisci l’eternità e quindi è corretto se dici che è eterna.
Il problema che pongo io è che non durerà per sempre se non esisteva da sempre. In altre parole se era già nel pane, (quindi se esisteva da sempre) allora durerà per sempre. Se è nata in un certo punto, morirà, magari solo come briciola, ma morirà.

VanLag is offline  
Vecchio 22-08-2006, 23.28.24   #29
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
La superiorità delle religioni orientali su quelle monoteiste è evidente, basta vedere la discrezione dei maestri orientali mai invadenti. Basta vedere l’umiltà di un messaggio che parte dal presupposto che la Verità sia da cercare e non che qualcuno sia in possesso della verità e facendosi interprete della parola di Dio, la cali dall’alto.
Basta vedere la tolleranza degli asiatici, la non belligeranza, il rispetto di ogni forma vivente paragonato, con l’arroganza e l’aggressività degli occidentali.

Mi dispiace Van ma qui mostri poca tolleranza e non lo dico per fare il superiore o giudicarti.. in soldoni hai eletto la religiosità orientale a tua preferita e fai la stessa cosa che imputi agli occidentali.
I due "fronti" l'ho scritto un sacco di volte sono impostati così perchè doveva essere così per via delle strutture degli abitanti dei due luoghi... ma i Maestri di entrambe hanno sempre saputo come stanno le cose... inoltre un conto è ciò che è per la massa.. non dirmi per esempio che il sistema delle caste in india o in tibet (non si chiama così ma è simile) etc sia giusto, tollerante e più civile del Cattolicesimo (ma per fare un esempio, lo sai che io non sono Cattolico)...
possiamo continuare fin che vuoi ma dovremmo aprire l'ennesima discussione che poi finirebbe a citazioni, versetti, link e quant'altro...
Sto cercando di parlare con il cuore, senza orpelli... senza paroloni (che non possiedo neanche) con i miei bei errori di ortografia e la confusione che posso fare scrivendo e seguendo molte cose.... chi è che parla con me qui o in altre discussioni?


P.s. scusate tutti l'o.t. e tu Van scusa se mi sono permesso di dirti cosa sbagli dal mio punto di vista
Uno is offline  
Vecchio 22-08-2006, 23.33.40   #30
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Riferimento: L’immortalità dell’anima.

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Se dici che durerà per sempre sei tu che gli attribuisci l’eternità e quindi è corretto se dici che è eterna.
Il problema che pongo io è che non durerà per sempre se non esisteva da sempre. In altre parole se era già nel pane, (quindi se esisteva da sempre) allora durerà per sempre. Se è nata in un certo punto, morirà, magari solo come briciola, ma morirà.


Certo che morirà... ma perchè dall'altra parte non parlano dei vari Kali cicli dell'Universo e dei suoi respiri? (quindi a cosa si riferisce l'eternità dell'anima?) Ma all'interno del tuo sistema sei eterno, è un "problema" di come vediamo l'infinito dal punto di vista umano.
Per discutere di questo dovremmo fare un bel discorso di cosmogonia, però l'ultima volta che ci ho provato non ha avuto successo

Uno is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it