Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 07-02-2004, 20.23.53   #71
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Marco:
Citazione:
..certamente, ma non è una realtà poichè non esiste prova della reicarnazione (ritorno alla carne)...
Quando Gallileo fu condannato per la sua opinione che la terra non è il centro dell´universo, è anche stato vietato usare il cannocchiale, siccome nessuno voleva vedere o sapere che l´universo è molto più grande di quello che si pensava in quell´epoca.
Così è anche riguardo alla reincarnazione. Ci sono tanti indicazioni o argomenti che parlano in favore alla reincarnazione, ma non si vuole lasciare il mondo confinato in cui forse si sente "sicuro". Ma come la chiesa ha dovuto amettere che ha sbagliato e perdonare e riabilitare Gallileo, così si deve col tempo prima o poi acettare che l´universo è molto più ampia anche entro il campo spirituale o psichico. Il corpo fisico non è il "centro della vita" ma è solo uno strumento per il vero centro, che si può dire è il "sole spirituale", i cui raggi penetrano il corpo fisico e lo fanno "vivente".
CiaO
Rolando is offline  
Vecchio 07-02-2004, 22.26.57   #72
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
...stiamo camminando su sentieri lontanissimi...tu radicato nella fede e io nell'idea che gli uomini possano vivere con i soli mezzi che la natura gli a dato e quindi con il solo sperimentabile...mi dispiace essere così distanti, ma credo che sarà molto difficile trovare un punto di incontro...

...una cosa non capisco : cosa centra Galileo con la fede?...Galileo non ha "sognato" la sua teoria e dal momento che ha potuto sperimentare la sua intuizione possiamo considerarla "utile"...

...condivido il punto in cui dici che il corpo fisico non è il centro della Vita, ma sottolineo che l'esistenza del corpo spirituale - per ora e forse per sempre - è solo fantasia, così come l'idea di corpo/strumento...

...l'unico modo per trovare un punto di incontro tra un credente e un non-credente è che uno dei due decida di scendere nell'altro sentiero, scegliendo se credere alla favole (ciò che ora non può essere sperimentato) o a ciò che ORA è possibile sperimentare...la via di mezzo?!...può essere un'altro tipo di incontro, ma l'abbandono completo della fede - almeno dal mio punto di vista - è l'unico mezzo per eliminare tutte quelle illusioni che la stessa comporta...illusioni perchè si crede fermamente in qualcosa che non si può sperimentare...

P.S. ...forse siamo andati un po' fuori tema...se sei interessato a continuare il dialogo sualla fede, possiamo aprire una discussione del tipo :"Dibattito tra Credenti e non-Credenti"...

Ciao, Marco .
Marco_532 is offline  
Vecchio 08-02-2004, 10.35.19   #73
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
...stiamo camminando su sentieri lontanissimi...tu radicato nella fede e io nell'idea che gli uomini possano vivere con i soli mezzi che la natura gli a dato e quindi con il solo sperimentabile...mi dispiace essere così distanti, ma credo che sarà molto difficile trovare un punto di incontro...
...una cosa non capisco : cosa centra Galileo con la fede?...Galileo non ha "sognato" la sua teoria e dal momento che ha potuto sperimentare la sua intuizione possiamo considerarla "utile"...
In realtà stiamo caminando sullo stesso sentiero, anche tu sei vissuto migliaia di vite, come animale e poi come uomo iniziale, ma ancora non l´hai scoperto. La tuo visione del mondo è ancora confinato dalla cieca fede che la tua attuale incarnazione come "Marco" è il tuo unico corpo ed è il centro del tuo universo, così come l´uomo medievale credeva ciecamente che la terra era il centro dell´universo fisico.
Rolando is offline  
Vecchio 08-02-2004, 12.50.17   #74
maxemil
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-01-2004
Messaggi: 96
Puntualizzazione

Scusatemi se mi intrometto ma vorrei fare alcune puntualizzazioni.

Cosa c'entra Galileo con la fede? Eccome se centra!
E' sempre stata la "fede" a negare il processo scientifico...e non viceversa.
Otretutto se "è comodo" negare attraverso il riscontro scientifico che ci possa essere qualcosa "di più", è "molto più comodo credere che invece... possa esserci. Perchè?
Perchè troppo spesso il nostro bisogno di "sovrannaturale" è soltanto il miglior modo di evadere dalla realtà (Sono cresciuto all'oratorio Salesianio e sono quindi portato a farlo facilmente) e diventa una facile via di fuga dalle responsabilità personali per ciò che ci circonda...e non ci piace.
Oggi mi piace far riferimento alle parole: "Aiutati, che Dio t'aiuta", piuttosto che aspettare (come facevo prima) che mi venga a togliere le castagne dal fuoco.

Forse potrebbero interessarvi i vari pareri raccolti, sempre in argomento Filosofia, nella discussione:"L'insana visione".(Credo che le due discussioni siano molto legate tra loro e "forse" anche il tema in Psicologia dal titolo "infantilismo".)
Sarebbe gradito un vostro intervento.

Saluti, saluti. Maxemil
maxemil is offline  
Vecchio 08-02-2004, 13.07.21   #75
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
In realtà stiamo caminando sullo stesso sentiero, anche tu sei vissuto migliaia di vite, come animale e poi come uomo iniziale, ma ancora non l´hai scoperto. La tuo visione del mondo è ancora confinato dalla cieca fede che la tua attuale incarnazione come "Marco" è il tuo unico corpo ed è il centro del tuo universo, così come l´uomo medievale credeva ciecamente che la terra era il centro dell´universo fisico.

...vorrei sottolineare che non sono Io che ho vissuto migliaia di vite, ma ciò di cui Io sono composto...Io sono solo il risultato della mia mente, non un'anima incarnata per chi sà quali motivi...Io sono una funzione del mio cervello, un insieme di particelle assemblate che ha cosienza di Sè...

Ciao, Marco .
Marco_532 is offline  
Vecchio 08-02-2004, 13.13.20   #76
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Re: Puntualizzazione

Messaggio originale inviato da maxemil
Citazione:
Cosa c'entra Galileo con la fede? Eccome se centra!
E' sempre stata la "fede" a negare il processo scientifico...e non viceversa.

...fede?!...preferirei dire idee, risultate della conoscienza acquisita...Galileo conosceva alcune leggi e giustamente ha ipotizzato che potessere valere anche per la terra...e ciò è stato dimostrato...quindi non è fede, ma intuizione, idee, "connessioni di conoscenza"...

Citazione:
... troppo spesso il nostro bisogno di "sovrannaturale" è soltanto il miglior modo di evadere dalla realtà e diventa una facile via di fuga dalle responsabilità personali per ciò che ci circonda...e non ci piace.

...condivido...

Citazione:
Oggi mi piace far riferimento alle parole: "Aiutati, che Dio t'aiuta", piuttosto che aspettare (come facevo prima) che mi venga a togliere le castagne dal fuoco.

...= Aiutati......

Citazione:
Forse potrebbero interessarvi i vari pareri raccolti, sempre in argomento Filosofia, nella discussione:"L'insana visione".(Credo che le due discussioni siano molto legate tra loro e "forse" anche il tema in Psicologia dal titolo "infantilismo".)
Sarebbe gradito un vostro intervento.

...già fatto, grazie...

[/b][/quote]
Marco_532 is offline  
Vecchio 08-02-2004, 13.54.25   #77
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Benvenuto maxemil
Citazione:
Perchè troppo spesso il nostro bisogno di "sovrannaturale" è soltanto il miglior modo di evadere dalla realtà (Sono cresciuto all'oratorio Salesianio e sono quindi portato a farlo facilmente) e diventa una facile via di fuga dalle responsabilità personali per ciò che ci circonda...e non ci piace.
Può darsi che "spesso il nostro bisogno di "sovrannaturale" è soltanto il miglior modo di evadere dalla realtà". Ma quando io parlo della reincarnazione non intendo un fenomeno "sovranaturale". Se si apre gli occhi è ovvio che la teoria della reincarnazione da spiegazione di tanti fenomeni nella vita dell´uomo che la teoria di una vita sola/il materialismo non può spiegare. Come ho detto in altri interventi, il valore d´una teoria dipende della sua capacità di spiegare i fenomeni studiati. Quindi la teoria della reincarnazione è un "modello di spiegazione" molto interessante e utile e quindi pratico. Se si guarda l´evoluzione dell´uomo come processo di sviluppo da vita in vita, in cui tutte le facoltà intellettive e le capacità del sentimento crescono sempre di più basate sull´esperienza della vita quotidiana, si può spiegare perche gli uomini sono diversi e perché la morale individuale varia fra gli uomini ecc.
È quindi importante capire che l´evoluzione va sempre avanti, non si può diventare fiore o insetto ecc nella prossima vita. Ogni specie ha la sua "strada" evolutiva.
L´unica via verso una vera comprenzione dell´universo e dell´esistenza dell´uomo è la via della scienza. Ma non si deve confinare l´oggetto o il soggetto di studio, solo al mondo fisico.
Secondo me il materialismo puro, e la sua ipotsi di una vita sola, è anche esso "una facile via di fuga dalle responsabilità personali per ciò che ci circonda".
Ciao

Ultima modifica di Rolando : 08-02-2004 alle ore 13.57.57.
Rolando is offline  
Vecchio 08-02-2004, 14.02.28   #78
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Messaggio originale inviato da Rolando
Citazione:
Se si guarda l´evoluzione dell´uomo come processo di sviluppo da vita in vita, in cui tutte le facoltà intellettive e le capacità del sentimento crescono sempre di più basate sull´esperienza della vita quotidiana, si può spiegare perche gli uomini sono diversi e perché la morale individuale varia fra gli uomini ecc.

...anche la neurologia spiega le stesse cose, ma da un altro punto di vista......

...secondo me, la teoria della reincanazione, di un'anima che evolve attraverso vite in vari corpi, non è accettabile da principio...ti farò qualche domanda...mi farebbe piacere conoscere il tuo punto di vista...

- tu saresti l'anima?
- in caso lo fossi esiste un fine ultimo di quest'anima?
- se non lo fossi, chi saresti?

A presto.
Marco_532 is offline  
Vecchio 08-02-2004, 16.10.04   #79
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Marco:
Citazione:
...anche la neurologia spiega le stesse cose, ma da un altro punto di vista......
Questo non è vero. Si pensa che è così, ma in realtà la questione della diversità morale ed intellettuale ecc., fra gli uomini, è un´enigma per la scienza. E fin quando si limita solo allo studio del corpo fisico, si deve naturalmente essere costretto a trovare risposte o spiegazioni entro questo corpo.

Citazione:
...secondo me, la teoria della reincanazione, di un'anima che evolve attraverso vite in vari corpi, non è accettabile da principio......
Questo si nota molto bene, e questa impostazione non è scientifica. Il tuo è un pregiudizio, che ti impedisce a guardare i fatti reali, nello stesso modo come la chiesa e l´inquisizione non volevano o erano impediti a vedere la realtà che Gallileo ha visto, e hanno, come già è stato detto, anzi vietato il cannocchiale, lo strumento attraverso cui si poteva dimostrare la realtà più grande o ampia.

Io so perfettamente bene che non posso convincere nessuno, neanche te, ma sembra che tu rifiuti a "usare il cannocchiale".

Citazione:
...ti farò qualche domanda...mi farebbe piacere conoscere il tuo punto di vista,
-tu saresti l'anima?
Io, come tu e ogni altro essere vivente, ha una struttura spirituale o psichica che consiste di energie reali ma molto sottili di natura elettrica. Queste energie penetrano il corpo fisico quando siamo incarnato in un corpo fisico. Quando un individuo "muore", significa che l´essere vivente lascia il corpo fisico, ma continua ad esistere sul piano spirituale o psichico. In realtà noi ci troviamo sempre sul piano spirituale, anche quando siamo incarnati nel corpo fisico, siccome i nostri pensieri e la coscienza consistono appunto di queste energie sottili. Penso che sia questa struttura spirituale che si chiama "anima".
Citazione:
- in caso lo fossi esiste un fine ultimo di quest'anima?
L´essere vivente è eterno e quindi non esiste "un fine ultimo di quest'anima".
Citazione:
- se non lo fossi, chi saresti?
Non so che cosa intendi, puoi spiegarlo meglio?
Ciaho

Ultima modifica di Rolando : 08-02-2004 alle ore 16.13.32.
Rolando is offline  
Vecchio 08-02-2004, 16.58.50   #80
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
Io, come tu e ogni altro essere vivente, ha una struttura spirituale o psichica che consiste di energie reali ma molto sottili di natura elettrica. Queste energie penetrano il corpo fisico quando siamo incarnato in un corpo fisico. Quando un individuo "muore", significa che l´essere vivente lascia il corpo fisico, ma continua ad esistere sul piano spirituale o psichico. In realtà noi ci troviamo sempre sul piano spirituale, anche quando siamo incarnati nel corpo fisico, siccome i nostri pensieri e la coscienza consistono appunto di queste energie sottili. Penso che sia questa struttura spirituale che si chiama "anima".

...se non ho capito male tu dici che quest'anima - costituita di energia elettrica sottile - che potrebbe definirsi Vita, si incarna in un corpo fisico solo quando ha raggiunto un determinato livello di evoluzione...

1 : Quale sarebbe la prima incarnazione dell'anima?
2 : Quale sarebbe l'ultima incarnazione dell'anima?

...quest'anima quindi sarebbe la nostra vera essenza...

3 : A cosa serve l'incarnazione all'anima e tutto il suo processo?

...l'evoluzione di un individuo x è l'individuo x + un delta evolutivo...da questo segue che x non diventa x+delta perchè deve evolvere, ma perchè l'evoluzione lo trasforma...per questo dico che non esiste fine o meta evolutiva tranne il continuo e sottolineo continuo processo di "adattamento"...

4 : ...se tu condividi l'idea che il tuo Io è una funzione celebrale frutto dell'evoluzione, come puoi identificarti con qualcosa al di là di te stesso che chiami anima, dicendo che quella è la tua vera essenza, di natura elettrica e che usa il corpo come mezzo? Di quale utilità sarebbe portatrice questa "scoperta"?

5 : Credi nei viaggi astrali o esperienze extracorporee? Se si perchè? Come hai la certezza che non si tratti soltanto di elaborazioni mentali?

Ciao, Marco .
Marco_532 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it