Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 20-01-2006, 21.45.35   #121
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Re: Re: X Nomim-porta-chi.

[quote]Messaggio originale inviato da nonimportachi
[b]Salve Kant,

Temo che invece Hankock si sbagli nelle sue valutazioni e ci metta anche una buona dose di malafede. Temo che ti stia sbagliando anche tu, la carta di Piri Reis è questa, così come la vedi completa in ogni sua parte ed è su questa carta che Hankock costruisce le due tesi.

Temo che tu debba rivalutare le tue competenze archeologiche. [/B

Salve,
io non ho più il libro"Impronte degli dei"ma ricordo lo stesso che vengono mostrate le carte di Pyri reis,quella di Mercatore e un'altra ancora.Così le tre sono state elaborate al computer e viene presentata un altra carta con Atlantide e le coste del Sud Africa e del Sud America(non era il Brasile) visibili.
Comunque tu puoi parlare solo dopo aver letto quel libro di Hancock e anche:"Il segreto del fiore della vita" di Drunvalo melchisedek.In tutto 900 pagine.
Inutile parlare se non sei informato.
Puoi solo dire:"Ma il mio papà,che sa tutto,ha detto che Dio creò l'uomo Lunedì 1 Gennaio del 4004 a.C."

Pacebbene.

Kant.
kantaishi is offline  
Vecchio 21-01-2006, 12.28.47   #122
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
ragazzi, cerchiamo di non divagare

epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 21-01-2006, 16.17.30   #123
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Re: Re: Re: X Nomim-porta-chi.

Citazione:
Messaggio originale inviato da kantaishi
Comunque tu puoi parlare solo.....

Perdona Kant se mi arrogo il diritto di parlare quando ne ho voglia.

Hankock nel suo libro di fantarcheologia "Impronte degli dei" di cui ho letto recensioni e critiche (cosa opportuna prima di comprare un libro di divulgazione scientifica) offre una tesi sulla carta in questione che è smentita dalla stessa carta.

Se poi qualcuno fosse realmente interessato a conoscere la verià, indagherebbe.

Io sono qui disponibile ad offrire le letture possibili di quella carta alla luce di TUTTI i dati disponibili, così la persona che indaga potrà confrontare, valutare e trarre le sue conclusioni.

Ma non tutti sono interessati alla verità. Qualcuno preferisce, più o meno inconsciamente, accreditare le sue affascinanti credenze.
nonimportachi is offline  
Vecchio 24-01-2006, 18.04.57   #124
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus
uauu, grazie gyta per questo pezzo interessantissimo; dico questo perchè questa posizione pluralistica era proprio quella che volevo difendere nel mio topic sull'identificazione di uno stato intenzionale. spero che questo la possa chiarire ulteriormente e far vedere a nexus e jack la plausibilità di tale tesi.

Felice di aver contribuito..!
A dire il vero speravo in un proseguo,
molte sono le considerazioni, le implicazioni
nell'individuare la coscienza come fuoco di rapporto,
come esistenza d'Essere così tangibilmente
presente, compattamente unitaria.
L'idea d'un identità reale priva del classico connotato di sostanza e non per questo disagevolmente barattata con idea di anima super-io individuale è comunque ancora concetto direi sorprendente, sconvolgente, non solo 'affascinante' ma anche complessivamente chiarificatore d'una visione effettiva non dualista, non pedantemente separativa.
Insomma.. è accostarsi alla possibilità di un sentire dove tutti i limiti di una lotta personale vengono a cadere in un sincretismo d'azione e di vita, pur nel mutamento, assoluta, 'eterna'.
Nessun bisogno più di puntare i piedi verso (/o contro) un "tu", un "io"
senza per questo perdersi in un non senso!!




Gyta
gyta is offline  
Vecchio 24-01-2006, 18.33.55   #125
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
Felice di aver contribuito..!
A dire il vero speravo in un proseguo,
molte sono le considerazioni, le implicazioni
nell'individuare la coscienza come fuoco di rapporto,
come esistenza d'Essere così tangibilmente
presente, compattamente unitaria.
...
Insomma.. è accostarsi alla possibilità di un sentire dove tutti i limiti di una lotta personale vengono a cadere in un sincretismo d'azione e di vita, pur nel mutamento, assoluta, 'eterna'.
Nessun bisogno più di puntare i piedi verso (/o contro) un "tu", un "io"
senza per questo perdersi in un non senso!!
Ciao Gyta, come sempre sei piacevolmente oscuramente chiara.

Mi è venuta voglia di farti questa domanda: dici che la coscienza potrebbe essere la fonte alla quale attingere una visione effettiva non dualista... ma la nostra coscienza individuale non è proprio un elemento separatore? Non è proprio quella che ci fa puntare i piedi?

La nostra coscienza individuale non è frutto di quella che chiamate "mente discorsiva"?


nexus6 is offline  
Vecchio 24-01-2006, 19.12.01   #126
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
Ciao Gyta, come sempre sei piacevolmente oscuramente chiara.
..ma la nostra coscienza individuale non è proprio un elemento separatore?..
..

E tu sei sempre piacevolmente.. "intrigante"

Dunque.. No.
(No e.. si!)
La "coscienza" a cui accenno (spesso)
non è "individuale" ma soprattutto non è,
non fa parte del chiacchiericcio mentale.
E' più uno stato del sentire sé, del percepire,
dove la separazione viene fusa in un sentire di unitario.
Se anche sempre alle spalle di tutto il sentire c'è comunque (a mio avviso!) la mente che "sente", che elabora più o meno silenziosa, più o meno silenziosamente, è anche vero che questa è comunque l'unica "modalità" che abbiamo in questo gioco del conoscerci e del ri-conoscerci(conoscere "gli altri" e conoscerci "attraverso" gli altri), poiché se fossimo unitari senza gioco apparente di specchio non ci potrebbe essere senso di "coscienza" così come lo intendiamo!
Se non altro non questo senso di coscienza dei sensi così conosciuti.

Però d'altro canto la risposta assoluta è anche.. :Si!
Poiché solo nell'apparente separazione c'è (questa!) coscienza d'Unità!! >chi capisce è bravo.. ma ho fede!!



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 24-01-2006, 22.08.51   #127
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
Però d'altro canto la risposta assoluta è anche.. :Si!
Poiché solo nell'apparente separazione c'è (questa!) coscienza d'Unità!! >chi capisce è bravo.. ma ho fede!!
Ho compreso (a parole) e mi dispiace, poichè sei stata troppo chiara, questa volta.

La coscienza individuale (quella che intendo io e l'unica della quale posso parlare) opera ancora nell'apparente separazione e dunque su questo siamo d'accordo.

Visto che si ricollega a questo discorso, se non ti chiedo troppo, vorrei che tu rispondessi alle domande poste da nonimportachi, nella mia discussione (questo link ti manda direttamente al post in questione); te lo chiedo visto che sembra che siano tutti d'accordo con me e ciò mi spaventa sempre un pò...

nexus6 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it