Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-02-2007, 18.15.56   #101
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

Citazione:
“Ecco se esistono mi riferisco a questi”

Bene, dunque restringiamo il discorso e parliamo unicamente di chi prima si definiva consapevolmente cattolico e poi è diventato, ad esempio, protestante, a questi ti riferisci se non ho capito male giusto ?

Se mi risponderai affermativamente, continuerò le mie argomentazioni riferite unicamente all’esempio proposto.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 18-02-2007, 18.42.07   #102
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Ciao Lucio.
Inanzitutto, non voglio insegnare niente di quello che la Chiesa non insegna.
Vedi Lucio, a me piace fare sempre delle distinzioni tra persone.
Io per protestanti ,non intendo riferirmi alla massa, che nemmeno conosce le proprie origini e che agisce in buona o perfetta fede, ma intendo, chi invece vuole denigrare la Chiesa di Gesu' Cristo e si arroga il diritto sugli altri, seminando dottrine perniciose e che sono in netto contrasto con il Vangelo e la tradizione degli Apostoli.
Facciamo dei distinguo, anche tra i protestanti.
Perdonami se dico che L'impegno dei grandi Papi, di cercare l'unita' dei Cristiani e' un capolavoro di Dio.
Ma perdonami anche se ti dico, che c'e' la speranza che tutti rientrino nella Chiesa Cattolica di Roma.
Il Papa non insegna, che tutte le religioni e gli insegnamenti sono uguali, ma sottolinea l'impegno di unire i Cristiani dentro un unico ovile, con un solo Pastore.
Nota bene l'unita' non l'uniformita'!
L'unita' dei Cristiani non l'uniformita dei pensieri o delle dottrine.
Ho gia' risposto ad Andrea, quello che intendo per protestanti, o meglio "chi" intendo e perche', ho asserito che difficilmente si salveranno, coloro che nel cuore hanno l'intenzione di seminare la zizzania e la confusione, allontanando cosi' le anime dall'Unica Chiesa che Cristo ha Fondato.
Cioe' la volonta' di non riconoscere Cristo capo della Chiesa, ma non solo, anche perseguitarla!
Forse unendo i due paragrafi del catechismo riuscirai a capire il mio pensiero.

163. Come considerare i cristiani non cattolici?

817-819

Nelle Chiese e comunità ecclesiali, che si sono staccate dalla piena comunione della Chiesa cattolica, si trovano molti elementi di santificazione e di verità. Tutti questi beni provengono da Cristo e spingono verso l'unità cattolica. I membri di queste Chiese e Comunità sono incorporati a Cristo nel Battesimo: noi li riconosciamo perciò come fratelli.


171. Che cosa significa l'affermazione: «Fuori della Chiesa non c'è salvezza»?

846-848

Essa significa che ogni salvezza viene da Cristo-Capo per mezzo della Chiesa, che è il suo Corpo. Pertanto non possono essere salvati quanti, conoscendo la Chiesa come fondata da Cristo e necessaria alla salvezza, non vi entrassero e non vi perseverassero. Nello stesso tempo, grazie a Cristo e alla sua Chiesa, possono conseguire la salvezza eterna quanti, senza loro colpa, ignorano il Vangelo di Cristo e la sua Chiesa, ma cercano sinceramente Dio e, sotto l'influsso della grazia, si sforzano di compiere la sua volontà conosciuta attraverso il dettame della coscienza.



C'e' anche un legame, tar quello che ho scritto sulle altre religioni, e la Chiesa di Cristo.


170. Che legame c'è tra la Chiesa cattolica e le religioni non cristiane?

841-845

C'è un legame, dato anzitutto dall'origine e dal fine comuni di tutto il genere umano. La Chiesa cattolica riconosce che quanto di buono e di vero si trova nelle altre religioni viene da Dio, è raggio della sua verità, può preparare all'accoglienza del Vangelo e spingere verso l'unità dell'umanità nella Chiesa di Cristo.

Ovviamente, quando ho scritto ad Andrea, che i protestanti non seguono Cristo, intendevo dire, che per quelli, che sono in buona fede, non c'e' colpa, quello che fanno o dicono di buono viene sempre da Cristo e torna a Cristoper loro merito.
Ma era sottointeso che il rischio della dannazione e' per coloro che perseguitano Cristo, e denigrano la Sua Chiesa!
Riusciamo a capire la differenza?
Ciao, alla prossima pacifica discussione.




Torino, 18/02/07
Ciao Massimiliano, sinceramente non riesco proprio a seguirti. Fare delle affermazioni di questo tipo < Io per protestanti non intendo riferirmi alla massa, che nemmeno conosce le proprie origini > significa non rendersi conto di chi o di cosa si sta parlando. Sai perché molti cattolici si sono allontanati dalla chiesa romana, proprio per una questione oltre che di cultura appropriata in materia, soprattutto di fede; in chi?
Al contrario, i protestanti conoscono molto bene le loro origini è, non troverai se non poche sparute persone che abbiano lasciato la loro comunità evangelica per dirigersi verso altre religioni. Il motivo? Chi ha accettato Gesù come proprio personale salvatore, non ha bisogno né del Papa, né di altri. Egli vive la propria fede nella sua comunità sapendo che non la comunità, o luogo di ritrovo, oppure organizzazione o gerarchia gli dà salvezza, ma il ravvedimento e la fede verso Gesù.


<Ma perdonami anche se ti dico, che c'e' la speranza che tutti rientrino nella Chiesa Cattolica di Roma.>


E qui a quanto pare si ritorna sempre sullo stesso punto, chi è la Chiesa, da chi è composta? Non voglio assolutamente ritornare su questo argomento già ampiamente trattato in questo forum, ovviamente tu ritieni che la chiesa sia Roma, noi evangelici o protestanti, sosteniamo che la Chiesa è formata da tutti coloro che credono in Cristo “Ovunque due o tre sono radunati in nome mio, io (Gesù) sono in mezzo a loro.” La Chiesa dunque, non è la (Cattolica Romana) ma, l’insieme dei credenti che formano il corpo di Cristo e per Lui sono diventati figli di Dio “Giovanni 1:12 ma a tutti coloro che lo hanno ricevuto, egli ha dato l'autorità di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome,
Giovanni 1:13 i quali non sono nati da sangue né da volontà di carne, né da volontà di uomo, ma sono nati da Dio.”

Mi fermo qui senza commentare il catechismo, poiché mi toccherebbe intraprendere una discussione che non finirebbe più.
Chiunque dicansi cristiano o credente e lo è nel vero senso della parola (il Signore sa chi sono) cercherà, proprio perché tale, di condurre delle anime a Cristo e non in una chiesa o comunità o altro ancora. Non l’uomo, su cui certamente non possiamo contare; sia esso prete o altro, ma Gesù! Il Signore dei signori. Ciao Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 19-02-2007, 00.04.15   #103
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Bene, dunque restringiamo il discorso e parliamo unicamente di chi prima si definiva consapevolmente cattolico e poi è diventato, ad esempio, protestante, a questi ti riferisci se non ho capito male giusto ?

Se mi risponderai affermativamente, continuerò le mie argomentazioni riferite unicamente all’esempio proposto.

Saluti
Andrea


Saluti a te andrea.
Dunque mi riferisco a tutti coloro che rinnegano di cuore, Gesu' Cristo.
Chi prima, era consapevolmente Cattolico, e ora non lo e' piu', e' uscito dal Magistero della Chiesa, dal suo Insegnamento, dai Sacramenti e dai Dogmi.
Chi lo ha fatto con consapevolezza, cioe' con il sentimento di cambiare nel suo cuore incorre davvero nel rischio maggiore della dannazione rispetto a chi nonostante tutto, di fede non ne capisca niente,ma si sforza di rimanere nella Verita'.
Il rischio c'e', ma con questo non voglio dire che si danneranno, anzi prego proprio per che' questo non avvenga.
Vedi la prima Domenica dopo Pasqua e' la Festa della Divina Misericordia, che io e Letizia promuoviamo a Milano da tre anni, confidiamo sempre nella Misericordia del Signore, e questo per tutti.
Quindi non desideriamo la dannazione di nessuno, e quanto meno ci piace proclamare la condanna degli altri, giudicandoli o cose del genere.
Per il resto continua pure con le tue argomentazioni, fatto sta, che come vi ho scritto piu' volte non sono io, che esco dall'insegnamento della Chiesa.
saluti.
Massimiliano
massylety is offline  
Vecchio 19-02-2007, 01.01.56   #104
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

Citazione:
Originalmente inviato da Lucio P.
Torino, 18/02/07
Ciao Massimiliano, sinceramente non riesco proprio a seguirti. Fare delle affermazioni di questo tipo < Io per protestanti non intendo riferirmi alla massa, che nemmeno conosce le proprie origini > significa non rendersi conto di chi o di cosa si sta parlando. Sai perché molti cattolici si sono allontanati dalla chiesa romana, proprio per una questione oltre che di cultura appropriata in materia, soprattutto di fede; in chi?
Al contrario, i protestanti conoscono molto bene le loro origini è, non troverai se non poche sparute persone che abbiano lasciato la loro comunità evangelica per dirigersi verso altre religioni. Il motivo? Chi ha accettato Gesù come proprio personale salvatore, non ha bisogno né del Papa, né di altri. Egli vive la propria fede nella sua comunità sapendo che non la comunità, o luogo di ritrovo, oppure organizzazione o gerarchia gli dà salvezza, ma il ravvedimento e la fede verso Gesù.


<Ma perdonami anche se ti dico, che c'e' la speranza che tutti rientrino nella Chiesa Cattolica di Roma.>


E qui a quanto pare si ritorna sempre sullo stesso punto, chi è la Chiesa, da chi è composta? Non voglio assolutamente ritornare su questo argomento già ampiamente trattato in questo forum, ovviamente tu ritieni che la chiesa sia Roma, noi evangelici o protestanti, sosteniamo che la Chiesa è formata da tutti coloro che credono in Cristo “Ovunque due o tre sono radunati in nome mio, io (Gesù) sono in mezzo a loro.” La Chiesa dunque, non è la (Cattolica Romana) ma, l’insieme dei credenti che formano il corpo di Cristo e per Lui sono diventati figli di Dio “Giovanni 1:12 ma a tutti coloro che lo hanno ricevuto, egli ha dato l'autorità di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome,
Giovanni 1:13 i quali non sono nati da sangue né da volontà di carne, né da volontà di uomo, ma sono nati da Dio.”

Mi fermo qui senza commentare il catechismo, poiché mi toccherebbe intraprendere una discussione che non finirebbe più.
Chiunque dicansi cristiano o credente e lo è nel vero senso della parola (il Signore sa chi sono) cercherà, proprio perché tale, di condurre delle anime a Cristo e non in una chiesa o comunità o altro ancora. Non l’uomo, su cui certamente non possiamo contare; sia esso prete o altro, ma Gesù! Il Signore dei signori. Ciao Lucio


Ciao Lucio.
Il resto l'ho gia scritto prima, quindi non torno piu' sull'argomento.
Ti chiedo: hai mai visto un Protestante,cercare di convertire un testimone di geova?
Mi chiedo: perche' allora i protestanti,cercano di convertire solo i Cattolici?
Bella domanda eh!!!!
ciao.
massimiliano
massylety is offline  
Vecchio 19-02-2007, 01.37.14   #105
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

Citazione:
Originalmente inviato da massylety
Saluti a te andrea.
Dunque mi riferisco a tutti coloro che rinnegano di cuore, Gesu' Cristo.
Chi prima, era consapevolmente Cattolico, e ora non lo e' piu', e' uscito dal Magistero della Chiesa, dal suo Insegnamento, dai Sacramenti e dai Dogmi.
Chi lo ha fatto con consapevolezza, cioe' con il sentimento di cambiare nel suo cuore incorre davvero nel rischio maggiore della dannazione rispetto a chi nonostante tutto, di fede non ne capisca niente,ma si sforza di rimanere nella Verita'.
Il rischio c'e', ma con questo non voglio dire che si danneranno, anzi prego proprio per che' questo non avvenga.
Vedi la prima Domenica dopo Pasqua e' la Festa della Divina Misericordia, che io e Letizia promuoviamo a Milano da tre anni, confidiamo sempre nella Misericordia del Signore, e questo per tutti.
Quindi non desideriamo la dannazione di nessuno, e quanto meno ci piace proclamare la condanna degli altri, giudicandoli o cose del genere.
Per il resto continua pure con le tue argomentazioni, fatto sta, che come vi ho scritto piu' volte non sono io, che esco dall'insegnamento della Chiesa.
saluti.
Massimiliano

Ciao Massimiliano, mi rivolgo a te ma anche a chi vorrà rispondere;
allora... penso che il fine ultimo di chi crede in Dio sia la salvezza.
A scuola le suore dicevano che non tutti hanno la "grazia" e con questo immaginavo la fede, ovvero la vedevo un po' come una specie di privilegio: o ce l'hai o non ce l'hai, nessuna lettura, nessuna frequentazione te la può regalare.
Puoi frequentare la chiesa tutte le domeniche e pregare tutti i giorni, ma se non hai fede rimane una pratica messa lì.

Ecco, ma se una persona onestamente riconosce che per quanto si sforzi e preghi in lei vince di più lo scetticismo, ma nello stesso tempo opera nella sua vita come e piu' di un cattolico a favore degli altri, per il cosiddetto "bene". tu come lo vedi?

Se, per dire.. un medico di Emergency rischia la vita per salvare persone sconosciute tutti i giorni, ma non crede e non prega, avrebbe comunque meno meriti per la salvezza della mia vicina che va a messa tutti i giorni ma che passa la giornata a spettegolare su tutti quelli che, appunto come me, non frequentano la parrocchia?
cannella is offline  
Vecchio 19-02-2007, 12.44.09   #106
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

Citazione:
Originalmente inviato da cannella
Ciao Massimiliano, mi rivolgo a te ma anche a chi vorrà rispondere;
allora... penso che il fine ultimo di chi crede in Dio sia la salvezza.
A scuola le suore dicevano che non tutti hanno la "grazia" e con questo immaginavo la fede, ovvero la vedevo un po' come una specie di privilegio: o ce l'hai o non ce l'hai, nessuna lettura, nessuna frequentazione te la può regalare.
Puoi frequentare la chiesa tutte le domeniche e pregare tutti i giorni, ma se non hai fede rimane una pratica messa lì.


Ciao Cannella.
Dio la Grazia la da a tutti, ma dipende dall'uomo,.. sempre dall'uomo,se corrisponde alla Grazia.
Le suore quindi, volevano certamente dirti questo.
Diciamo poi che il Cristiano dovrebbe essere l'immagine di Cristo, ecco perche' uno puo' pregare e andare a Messa per trent'anni, senza essersi mai convertito davvero!
Quello che conta e' la Conversione del cuore e dei costumi, la conversione del modo di pensare.
Non sono piu' io che vivo, ma e' Cristo che vive in me!
Pregare serve sempre, come del resto andare a Messa, dipende poi da quanta fede usiamo, e da quanta fede abbiamo, perche' credo che chi riesca ad andare in Chiesa per trent'anni, non ci vada solo per sentito dire.



Ecco, ma se una persona onestamente riconosce che per quanto si sforzi e preghi in lei vince di più lo scetticismo, ma nello stesso tempo opera nella sua vita come e piu' di un cattolico a favore degli altri, per il cosiddetto "bene". tu come lo vedi?


Io potrei anche vederla una brava persona.
Guarda, che non ho posto il Cattolico sopra il mondo, ovviamente, siamo abituati a pensare che il Cattolico debba dare di piu', diciamo che ci si aspetta di piu'.
Ma non e' detto che il Cattolico, faccia meglio o peggio degli altri.



Se, per dire.. un medico di Emergency rischia la vita per salvare persone sconosciute tutti i giorni, ma non crede e non prega, avrebbe comunque meno meriti per la salvezza della mia vicina che va a messa tutti i giorni ma che passa la giornata a spettegolare su tutti quelli che, appunto come me, non frequentano la parrocchia?


E' una bella domanda e merita senza dubbio, una bella risposta.
Perche' il medico ,non prega e non crede?
Al di la dei meriti, bisognerebbe capire perche' un medico non crede e non preghi, quando potrebbe farlo (magari).
Puo' darsi che entrambi fanno il bene, anche la vecchietta tua vicina, fa il bene, e magari prega anche per il medico, che non crede e non prega, affinche' Dio lo salvi.




La stoltezza e' una gioia, per chi e' privo di senno.

Ciao
massylety is offline  
Vecchio 19-02-2007, 13.56.54   #107
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

"Per il resto continua pure con le tue argomentazioni"

Bene allora continuo.

Esistono persone che dedicano la loro vita agli altri questo sacrificando la loro stessa esistenza per i malati, per gli emarginati, insomma per gli ultimi.

Di questi meravigliosi angeli, io ne conosco personalmente alcuni che, giudicando la CCR lontana da loro modo di sentire e vedere il mondo, sono divenuti Valdesi.

Da Valdesi continunano la loro opera meravigliosa per il bene dell'umanità, ora Massimiliano dimmi, secondo la tua teoria costoro non saranno salvati perchè hanno rinnegato la CCR ? Non comprendi l'assurdità della tua posizione ?

Ciò significherebbe che è più importante una ideologia che i fatti concreti, che le azioni nei confronti del prossimo, sei sicuro che Gesù la penserebbe come te ?

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 20-02-2007, 12.00.29   #108
massylety
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 30-10-2006
Messaggi: 370
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
"Per il resto continua pure con le tue argomentazioni"

Bene allora continuo.

Esistono persone che dedicano la loro vita agli altri questo sacrificando la loro stessa esistenza per i malati, per gli emarginati, insomma per gli ultimi.

Di questi meravigliosi angeli, io ne conosco personalmente alcuni che, giudicando la CCR lontana da loro modo di sentire e vedere il mondo, sono divenuti Valdesi.

Da Valdesi continunano la loro opera meravigliosa per il bene dell'umanità, ora Massimiliano dimmi, secondo la tua teoria costoro non saranno salvati perchè hanno rinnegato la CCR ? Non comprendi l'assurdità della tua posizione ?

Ciò significherebbe che è più importante una ideologia che i fatti concreti, che le azioni nei confronti del prossimo, sei sicuro che Gesù la penserebbe come te ?

Saluti
Andrea

Ciao Andrea.
La domanda che poni, puo' solo trovare un paio di risposte.
In base a cio' che ti ho scritto nei precedenti Post, mi piacerebbe chiederti se questi Angeli, lo erano anche quando erano Cattolici.
Poi, non sono Dio per giudicare i cuori degli uomini.
Rimettiamoci dunque alla Sua Misericordia.
Fatto sta, che queste persone non sappiamo, se hanno rinnegato la Chiesa, o solo, se hanno trovato nella Chiesa, uno stile di vita non consono ai propri costumi o alle proprie idee.
Il punto e' il rinnegare di cuore, non il commettere l'errore di uscire dalla Chiesa, per poi (magari) ritornarci.
Il fatto gia' di uscire dalla Chiesa, ti porta inevitabilmente, ad uscire dal suo Magistero e ad abbracciare, un'altra fede, quindi essere fuori dai Sacramenti, dai Dogmi e cosi' via, da chi andranno per chiedere perdono?
Quello che Gesu' premia, e' la perseveranza!
Nella Chiesa Cattolica, e' presente Gesu' Cristo, e questo penso che i tuoi amici lo sapevano, dove cercarlo quindi?
Ma io conosco il mio limite, e dunque rimetto tutto alla Misericordia di Dio.
La mia ASSURDA POSIZIONE, parte proprio da qui!
Saranno giudicati, per il bene che fanno e hanno sempre fatto, ma saranno anche giudicati, perche' hanno lasciato la Chiesa. Fondata e Voluta da Gesu' Cristo.
In Dio, ci sono Verita' come la sua Misericordia e la sua Giustizia, che noi a stento riusciamo a comprendere o ad accettare!
un saluto
Massimiliano
massylety is offline  
Vecchio 20-02-2007, 13.35.27   #109
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

"Saranno giudicati, per il bene che fanno e hanno sempre fatto, ma saranno anche giudicati, perche' hanno lasciato la Chiesa. Fondata e Voluta da Gesu' Cristo"

Dunque tu metti sullo stesso piano il bene fatto per il prossimo e la fedeltà ad una istituzione ? Perchè non rileggi i passi evangelici dove questa questione è affrontata da Gesù ?

Non credi che l'amore per il prossimo sia il messaggio base del cristianesimo ? Se così è, come puoi equiparare tale amore con la fedeltà alla CCR ?

Vedi, mentre io posso tranquillamente giudicare positivamente quei cattolici che si adoperano per l'umanità indipendentemente dalla loro fede, tu non puoi, perchè giudichi in maniera negativa coloro che amano il prossimo ma non sono cattolici, capisci la differenza ? Io sono aperto alla pluralità delle fedi, tu invece rinneghi che una persona fuoriuscita dalla CCR sia gradita agli occhi di Dio per le sue meravigliose opere d'amore.

Ciao
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 20-02-2007, 13.49.04   #110
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Oggi si è adempiuta la scrittura che voi avete udita

giudicate le "opere" ... diceva qualcuno

un salutone
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it