Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-02-2007, 14.58.32   #11
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Guarda, rispetto la tua perseveranza e la tua capacità di controllo alle pesanti accuse da me mosse, ma nonostante questo sono tenuto a dire ciò che penso: tu non hai risposto alla maggior parte delle domande, le hai solo deviate su un altro binario, non hai ammesso la loro logicità, la loro verità.

"nascere dal nulla, per caso”? E non mutazione"

COntinui con questo attacco indiscriminato al caso. So che è brutta vista così, ma io che posso farci? Se la realtà delle cose è questa non significa che noi umani dobbiamo per forza inventarcene un altra bella e piacevole per consolarci.

"L’uomo, una scimmia?"

Mamma mia..... questo mi ha fatto rizzare i capelli. Perfino alcuni miei amici di CL supercattolici non credono nella storiella di adamo ed eva.

Non vorrai farmi credere che pensi davvero che l'uomo sia nato da adamo ed eva?..... Evito ulteriori commenti.

"Io capisco benissimo una cosa, che all’origine c’è stato un architetto."

Ma anche se così fosse? Io non sono il super razionalista che potresti pensare. SOno una persona aperta a tutte le idee, purchè siano logiche. Ammetto anche l'esistenza di un potenziale essere assoluto che abbia organizzato l'universo, ma anche se ciò fosse vero a noi non cambierebbe assolutamente nulla.
Perchè tutte le pratiche religiose, dall'andare in chiesa alle preghiere, non servirebbero a nulla, questo potenziale architetto, non si sognerebbe neppure di venire qui e dire a noi cosa fare.

Tu parli di questo architetto e poi vorresti farmi credere che sia proprio quello della bibbia? Ma non la vedi L'ENORME arroganza di ciò? Io non ho tale arroganza.
COme puoi pretendere che sia proprio il dio della bibbia tra migliaia di DEi quello giusto? COme puoi essere così soggettivo?

Perchè non un altra religione? perchè proprio la tua? Forse perchè sei nato in questa comunità cattolica e i tuoi genitori e la tua società ti hanno indottrinato in questa fede? E vuoi farmi credere che questo non è soggettivismo?
Se fossi stato mio figlio probabilmente adesso saresti al mio posto e io magari al tuo... Non intuisci quanta profonda verità ce in questo. Rispondi a questa domanda. Non la vedi, non avverti il soggettivismo insito in questo?


"Ma ti rendi conto di quanto affermi? La corsa al materialismo, all’appagamento incondizionato dei sensi, sta sempre più generando una insoddisfazione perenne; l’egoismo sacrifica ancor più gli affetti naturali. Intorno a noi vediamo spegnersi l’amicizia, rapporti fra coniugi, fra genitori e figli; stiamo realizzando la crisi finale predetta dalla Bibbia."

Ma ti do pienamente ragione! SOno il primo che critica sempre la degenerazione della società! Non leggi la mia frase a fine post? Abissi dell'indifferenza? mA ciò comunque non smentisce assolutamente l'idea iniziale, che dopotutto viviamo comunque molto meglio dei paesi in via di sviluppo. E un dato di fatto, inutile stare qui a discutere, le società laicizzate sono estremamente più libere e vivono molto meglio delle atre. Dopo se il rischio di questo è una degenerazione dei valori ecc, questo è un altro problema collaterale. MA tra i due io scelgo la libertà e il benessere. E credo che anche tui lo scelga, non penso proprio che tu vorresti tornartene a vivere al medioevo, magari proprio nel periodo dell'inquisizione...

"Rispondi a questa domanda: Perchè tu vuoi che tutto l'occidente torni ad essere come l'attuale palestina?"

Tu dici di non aver capito il senso di questa domanda. Io invece credo che tu abbia capito perfettamente. Solo che non volevi rispondere.
Il Senso è questo: Se tu mi dici che noi dovremmo smettere di abbandonare la fede e tornare a credere, ciò significa irremidiabilmente diventare come i paesi che appunto credono ancora molto nelle religioni, come è l'attuale palestina.

Quindi ripeto la domanda, perchè tu vuoi che noi torniamo a credere trasformandoci nell'ideologia dell'attuale palestina?


Comuqnue, ho capito che sei estremamente convinto di ciò. PEr tua informazione ti dico che io non sono sempre stato un materialista. Ero credente prima, poi però la realtà dei fatti e la logica del mondo ha bussato alla mia porta e la verità è saltata a galla... Avevo paura di DIo, non era amore, era servitù. Tu sei, come sono stato io, schiavo di quella paura.
PAura di DIo, paura della morte, paura che dopo vi sia il nulla, paura della mancanza di significato.

All'inizio è stata dura, ma dopo ho intuito la semplicità del tutto e devo dire sto decisamente molto, molto meglio di prima.
alessiob is offline  
Vecchio 11-02-2007, 21.42.47   #12
Aleksandr
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-05-2005
Messaggi: 575
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

http://xoomer.alice.it/fedeescienza/

Consiglio a tutti la lettura di questo sito molto interessante
Aleksandr is offline  
Vecchio 12-02-2007, 01.42.56   #13
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

x Alessio

Torino, 11/02/07
Ciao Alessio, come sarebbe: “non ho risposto…”. Ti ho risposto eccome! Solo che in questo momento la tua vita è offuscata da cecità spirituale, non vuoi vedere; rifiuti di accettare realisticamente l’inoggettività del “caso”. Ma non solo: addirittura affermi che il caso è una realtà.
Mi chiedo come mai in un’epoca di conoscenza e di ricerca altamente specializzata come quella attuale là dove i più grandi scienziati non sono riusciti a produrre un solo protoplasma vivente, come poterono milioni di anni or sono degli elementi senza cervello e senza vita avere il brillante ingegno per riuscirvi? E ancora:
Proprio perché diciamo di essere razionali ci chiediamo come sia possibile che il carbonio, l’ossigeno, ecc. potevano spontaneamente o accidentalmente organizzarsi in una combinazione di così delicato equilibrio capace di creare qualcosa di interamente nuovo, la vita? Tutto ciò è assurdo, te ne rendi conto?




"L’uomo, una scimmia?"

Alessio<Mamma mia..... questo mi ha fatto rizzare i capelli. Perfino alcuni miei amici di CL supercattolici non credono nella storiella di adamo ed eva.

Non vorrai farmi credere che pensi davvero che l'uomo sia nato da adamo ed eva?..... Evito ulteriori commenti.


Lucio<Quello che credono i tuoi amici cattolici non è un mio problema, è una questione di fede. Come ti ho già detto (a proposito delle scimmie), penso che i tuoi capelli ti si rizzeranno ancor più quando dovrai giustificare, se non ti ravvedi, all’Iddio vivente questo tuo pensiero che certo ti condurrà nelle mani di satana. Ripeto, è una nostra scelta e la facciamo oggi; domani potrebbe essere troppo tardi! Ravvediti dunque, e credi per fede all’Evangelo. Non resistere alla tua coscienza che sono convinto, in qualche modo ti sta riprendendo. Forse in questo momento è dormiente; non essere stolto! il Signore Gesù è l’unica via di scampo.




"Io capisco benissimo una cosa, che all’origine c’è stato un architetto."

Alessio<Ma anche se così fosse? Io non sono il super razionalista che potresti pensare. SOno una persona aperta a tutte le idee, purchè siano logiche. Ammetto anche l'esistenza di un potenziale essere assoluto che abbia organizzato l'universo, ma anche se ciò fosse vero a noi non cambierebbe assolutamente nulla.
Perchè tutte le pratiche religiose, dall'andare in chiesa alle preghiere, non servirebbero a nulla, questo potenziale architetto, non si sognerebbe neppure di venire qui e dire a noi cosa fare.

Tu parli di questo architetto e poi vorresti farmi credere che sia proprio quello della bibbia? Ma non la vedi L'ENORME arroganza di ciò? Io non ho tale arroganza.
COme puoi pretendere che sia proprio il dio della bibbia tra migliaia di DEi quello giusto? COme puoi essere così soggettivo?

Perchè non un altra religione? perchè proprio la tua? Forse perchè sei nato in questa comunità cattolica e i tuoi genitori e la tua società ti hanno indottrinato in questa fede? E vuoi farmi credere che questo non è soggettivismo?
Se fossi stato mio figlio probabilmente adesso saresti al mio posto e io magari al tuo... Non intuisci quanta profonda verità ce in questo. Rispondi a questa domanda. Non la vedi, non avverti il soggettivismo insito in questo?


Lucio<Aperto a tutte le idee? Caro amico è proprio questo l’inganno più grande che satana ha attuato a danno dell’uomo; soprattutto nei tuoi confronti, a quanto sembra. Dici di essere logico, e afferri il “caso” come un dato di fatto. Dici di essere logico, e non ti rendi conto della tua irrazionalità.
Certo non potrà mai cambiare nulla per te. Qui non si tratta di ammettere l’esistenza o no di un potenziale Creatore, ma di afferrare con tutto il cuore che Egli è Dio sopra ogni cosa. Egli ci dà la vita, non il caso.

“…non si sognerebbe neppure di venire qui e dire a noi cosa fare…”

Non solo Egli esiste, ma si è rivelato all’uomo in Gesù Cristo; dandogli la possibilità di essere riscattato. Egli non si è sognato di venire, lo ha fatto! “Chi ha visto me, ha visto il Padre disse Gesù.



“Come puoi pretendere che sia proprio il dio della bibbia tra migliaia di DEi quello giusto?”


Alessio, quello che tu affermi è sempre stata la problematica di coloro che non vogliono accettare la idea di un unico Dio, del solo vero Dio. Il Dio creatore della Bibbia si è incarnato in un corpo umano, nel corpo di Gesù; ecco perché egli era “vero Dio e vero uomo”. Il mistero dell’incarnazione non potremo mai comprenderlo appieno, ma la questione non è questa, vero? Qui si tratta di accettare oppure no ciò che la Bibbia afferma; si tratta di accettare per fede ciò che essa dice di sé stessa. Riporto qui di seguito quello già detto altrove a proposito della fede: “Ovviamente questo scritto è al plurale.”

FEDE (la) c’osé la fede?

Quando si parla di Dio e soprattutto della Bibbia (sua Parola) e sua veridicità, è ovvio che alla base di tutto vi è la fede o fiducia. Quindi, l’atteggiamento da assumere in questo caso è: se affermo di credere in Dio certo, non metterò in discussione ciò che Egli dice di se stesso nella sua Parola. Tutto questo potrebbe sembrare banale ma, riflettendo attentamente a ciò che ogni giorno compiamo senza nemmeno renderci conto, con nostro stupore scopriremo di quante volte poniamo fede nella giornata in cose comunissime che pur facciamo e in cui crediamo. Gli esempi a tal riguardo sono moltissimi, ne citerò solo alcuni:

Già la sera quando si va a letto la maggior parte di noi compie un primo atto di fede; impostiamo la sveglia confidando che essa suonerà ad una certa ora del mattino.

Il mattino dunque, prendiamo l’autobus o l’auto o altro mezzo di trasporto. Poniamo la nostra fiducia in essi sapendo che ci condurranno sul luogo di lavoro.

Di questi esempi se ne possono fare tantissimi come già affermato; tutti i giorni della nostra vita compiamo questi atti di fede e non dubitiamo affatto. Ma, ahimé! Perché quando si parla di Dio e della bibbia l’uomo trova tanti di quei cavilli a cui appigliarsi per contestare ciò che essa afferma?
I motivi possono essere tanti e ognuno di noi dovrebbe fare un esame di coscienza davanti a Dio in cui la maggior parte dell’umanità dice di credere.
Dunque, la fede dev’essere la base. Se vogliamo che il Signore ci dia di scoprire la profondità e spiritualità che la Bibbia contiene, dobbiamo avvicinarci a essa non con atteggiamento ispettivo ma, con uno spirito semplice e di preghiera; solo così, il Signore parlerà ai nostri cuori e alla nostra mente, dandoci ciò di cui abbiamo bisogno. Non secondo la nostra volontà ma secondo la sua sovranità!

Pongo a questo punto un altro esempio “Le torri gemelle”: Tutto il mondo d’oggi ha assistito all’immane tragedia di questo fatto che ha sconcertato l’intera umanità, tutti abbiamo visto e letto cosa è successo quell’undici Settembre, e tutti siamo quindi testimoni dell’accaduto. Passerà alla storia; come anche fatti pur meno eclatanti che, comunque, sono stati archiviati e ben custoditi.
Supponiamo ora che noi personalmente siamo stati testimoni di eventi tipo: “assistere ad un incidente stradale oppure il crollo di un ponte” e nei medesimi ci sono stati molti morti. La nostra testimonianza è vera, essa non è una nostra invenzione, abbiamo visto realmente ciò che è accaduto e abbiamo testimoniato. Il tutto viene messo agli atti e poi archiviato.
Passano gli anni. Molti secoli sono trascorsi da quel lontano 11 Settembre. Documenti che all’epoca erano stati ben archiviati e col passare dei secoli in parte persi, riaffiorano a distanza di millenni. Scavi archeologici hanno portato alla luce numerevoli scritti che raccontano l’accaduto di civiltà dimenticate da secoli. Quale sarà l’atteggiamento di coloro che leggeranno questi scritti? Crederanno oppure no in questi scritti? Anche qui, il grande passo “LA FEDE”.

Ritorniamo ad oggi:

segue
Lucio P. is offline  
Vecchio 12-02-2007, 01.45.34   #14
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

X Alessio, seconda parte

Noi oggi leggiamo la Bibbia, possiamo credere oppure no a ciò che essa racconta, questo nostro atteggiamento non cambierà la storia, non cambierà i fatti in essa contenuti. La nostra scelta è dunque:
Credere oppure no, in ciò che troviamo scritto? Credere oppure no, in ciò che essa racconta su Dio, su Gesù, sulla risurrezione (di Cristo e nostra)? Credere oppure no, sull’immortalità dell’anima? Credere oppure no, all’inferno e al paradiso? Infine:
Credere o non credere che Gesù duemila anni or sono è venuto ed è morto per riscattarci dal peccato e quindi per mezzo suo abbiamo ottenuto giustificazione e liberazione dalla morte eterna?
Le risposte, cari amici, possono essere solo due:

I. Credo! Quindi pongo fede in ciò che è scritto. In tal caso leggerò la Bibbia sapendo che essa, senza ombra di dubbio, mi condurrà fra le braccia di Dio. Non una religione salverà la mia anima, non sono i cattolici, non sono i protestanti o i testimoni di Geova, e nemmeno l’islamismo o altre religioni orientali; ma il sacrificio di Cristo. Non una religione! Ma la fede salvifica che ho posto in Gesù. Egli a tal riguardo afferma:

“Giovanni 14:6 Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.”

“Giovanni 5:24 In verità, in verità vi dico: Chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna, e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita.”

II. Non credo! In tal caso l’ira di Dio rimane su di me.
Non imputiamo a Dio ciò che è nostra responsabilità; è una nostra scelta.

Possiamo credere o non credere all’inferno (non quello Dantesco), esso è l’allontanamento dal nostro Creatore. Una di queste due scelte, ovviamente ci condurrà che ci crediamo o meno, in un posto oppure nell’atro. “Scegli dunque la vita, affinché tu viva”

L’apostolo Giovanni ebbe a scrivere:

1Giovanni 1:1 Quel che era dal principio, quel che abbiamo udito, quel che abbiamo visto con i nostri occhi, quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della Parola della vita
1Giovanni 1:2 (e la vita è stata manifestata e noi l'abbiamo vista e ne rendiamo testimonianza, e vi annunziamo la vita eterna che era presso il Padre e che è stata manifestata a noi),
1Giovanni 1:3 quello che abbiamo visto e udito, noi ve lo annunziamo, affinché anche voi abbiate comunione con noi, e la nostra comunione è col Padre e col suo Figlio, Gesù Cristo,
1Giovanni 1:4 E vi scriviamo queste cose affinché la vostra gioia sia completa.
1Giovanni 1:5 Or questo è il messaggio che abbiamo udito da lui, e che vi annunziamo: Dio è luce e in lui non vi è tenebra alcuna.
1Giovanni 1:6 Se diciamo di avere comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo in pratica la verità;
1Giovanni 1:7 ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, abbiamo comunione gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù Cristo, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.
1Giovanni 1:8 Se diciamo di essere senza peccato inganniamo noi stessi e la verità non è in noi.
1Giovanni 1:9 Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto, da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità.
1Giovanni 1:10 Se diciamo di non aver peccato, lo facciamo bugiardo e la sua parola non è in noi.

1Giovanni 2:1 Figlioletti miei, vi scrivo queste cose affinché non pecchiate; e se pure qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo il giusto.
1Giovanni 2:2 Egli è l'espiazione per i nostri peccati; e non solo per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.

Come vedete, cari amici, quando parliamo delle cose di Dio dobbiamo avvicinarci ad esse con FEDE. Potremmo discutere su questi argomenti per ore intere, scrivere tante di quelle pagine oltre a quelle già scritte, senza arrivarne mai a capo di nulla. Se non vogliamo porre fede in ciò che è scritto, non scopriremo mai l’origine della nostra esistenza; come: passato, presente e futuro. Rimarremo sempre nel buio pesto.

Rispolveriamo dunque le nostre Bibbie, avvicinandosi con spirito di sottomissione sapendo che abbiamo fra le mani la Parola dell’Iddio vivente, il nostro Creatore; che per bontà sua si è rivelato in Gesù che c’è lo ha fatto conoscere come PADRE. Non una religione, non una casta particolare di persone, ma Gesù può condurci al Padre.

Luca 10:21 In quella stessa ora, Gesù, mosso dallo Spirito Santo, esultò e disse: «Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli! Sì, Padre, perché così ti è piaciuto!

Gesù stesso ammonisce:
Bisogna diventare come dei piccoli(fanciulli). Fintanto che ci avviciniamo alla Parola di Dio con il nostro “IO”, il nostro orgoglio, non scopriremo mai nulla e rimarremo nei nostri falli e nei nostri peccati. Saluti da Lucio




Alessio<Perchè non un altra religione? perchè proprio la tua? Forse perchè sei nato in questa comunità cattolica e i tuoi genitori e la tua società ti hanno indottrinato in questa fede? E vuoi farmi credere che questo non è soggettivismo?
Se fossi stato mio figlio probabilmente adesso saresti al mio posto e io magari al tuo... Non intuisci quanta profonda verità ce in questo. Rispondi a questa domanda. Non la vedi, non avverti il soggettivismo insito in questo?>


Lucio<Ti ho forse parlato di una religione? Ti ho forse detto che la salvezza viene dalla religione o dal frequentare un gruppo che dicasi tale? No, caro amico. Non una religione ti può salvare, di queste c’è ne sono fin troppe! Gesù non ha mai affermato una cosa del genere, non ha mai indirizzato nessuno ad una religione particolare; ma ha sempre affermato che chiunque crede in Lui, ha vita eterna. Infatti poteva dire:

Matteo 11:28 Venite a me, voi tutti che siete travagliati e aggravati, ed io vi darò riposo.
Matteo 11:29 Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto ed umile di cuore; e voi troverete riposo per le vostre anime.
Matteo 11:30 Perché il mio giogo è dolce e il mio peso è leggero!».
Dunque non una religione ma, la croce di Cristo ci libera dalla schiavitù del peccato e dalla morte. Questo è il tuo grande dilemma amico mio, devi inginocchiarti alla croce, devi demolire il tuo orgoglio.

Cattolico? No, non sono cattolico ma non avrebbe importanza anche se lo fossi stato. Ripeto, all’ennesima potenza “non è il frequentare una chiesa o gruppo religioso che fa di noi dei cristiani”, si diventa cristiani per nostra scelta che è quella di accettare Gesù come proprio personale salvatore. Accettare la sua opera grandiosa di salvezza e quindi diventare suoi seguaci come lo furono gli Apostoli e tutti coloro che ne son seguiti dopo.



Alessio<Quindi ripeto la domanda, perchè tu vuoi che noi torniamo a credere trasformandoci nell'ideologia dell'attuale palestina?


Lucio<Non avevo capito davvero quello che intendevi, quello che invece continuo a non capire è perché affermi che l’occidente si possa trasformare nella Palestina di oggi. Non sono le religioni che conducono a questo, ma l’egoismo e l’orgoglio smisurato dell’uomo. Non le religioni, ma la sete di potere con tutto ciò che ne deriva. Se fossimo tutti dei veri credenti, certo non ci ammazzeremmo l’un, l’altro. Il più grande comandamento di Dio è:
“Ama il tuo prossimo come te stesso.” Se avessimo un minimo di fede e applicassimo ciò, certo non ci faremmo guerre, non ci ammazzeremmo. Se l’occidente apparentemente sembra vivere una vita migliore è solo per il semplice motivo che vige per lo più il cristianesimo, senza nulla togliere a quei poveracci, e questi li troviamo da per tutto, che sono sfruttati manipolati proprio dai paesi ricchi………..non aggiungo altro; questa è un'altra realtà.




Alessio<Comuqnue, ho capito che sei estremamente convinto di ciò. PEr tua informazione ti dico che io non sono sempre stato un materialista. Ero credente prima, poi però la realtà dei fatti e la logica del mondo ha bussato alla mia porta e la verità è saltata a galla... Avevo paura di DIo, non era amore, era servitù. Tu sei, come sono stato io, schiavo di quella paura.
PAura di DIo, paura della morte, paura che dopo vi sia il nulla, paura della mancanza di significato.

All'inizio è stata dura, ma dopo ho intuito la semplicità del tutto e devo dire sto decisamente molto, molto meglio di prima.


Lucio<Mi spiace contraddirti, ma risulta evidente che quello che pensavi di essere probabilmente era solo un effimero sentimento. Pensavi di credere ma non era così! Il fatto stesso di affermare di aver paura di Dio dimostra la poca fede che avevi posto in Gesù. Non la logica del mondo ha bussato alla tua porta, ma la logica del qualunquismo, dell’egoismo, del nostro smisurato “IO”. Servitù? Di cosa parli, se non hai mai creduto? Senz’altro tu sarai nato in una famiglia cattolica come la maggior parte di noi, probabilmente frequentavi la chiesa, ma è evidente che non possedevi la salvezza.
Io, come tutti coloro che per FEDE hanno accettato Gesù nel proprio cuore, non ho affatto paura di Un Dio amorevole che è morto per noi in Gesù Cristo. Non ho affatto paura della morte e del vuoto o nulla come tu affermi. Chi crede in Dio ha vita eterna e non vedrà mai la morte (dell’anima). Come fai ad affermare tali cose in vece mia?

Ascolta, mio caro amico:

Gesù sta bussando alla tua porta (quella del cuore), non perdurare e non ostinarti ancora, lascialo entrare; e scoprirai che le tue paure non hanno senso.
Il domani non ci appartiene; accetta dunque Gesù nel tuo cuore e salverai la tua anima e la tua famiglia. Che il Signore sia con te, ciao Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 12-02-2007, 14.00.00   #15
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

"domani potrebbe essere troppo tardi! Ravvediti dunque, e credi per fede all’Evangelo. Non resistere alla tua coscienza che sono convinto, in qualche modo ti sta riprendendo. Forse in questo momento è dormiente; non essere stolto! il Signore Gesù è l’unica via di scampo."

Ma ti ascolti quando dici queste cose? Cioè, mi sembra di sentire le classiche frasi medievali lanciate da qualche monaco fanatico.
Questa è roba antica, queste cose si dicevano cinquecento, mille anni fa.
Nei film medievali si sentono queste cose......
Unica via di scampo?.... MA da cosa?......


"Io, come tutti coloro che per FEDE hanno accettato Gesù nel proprio cuore, non ho affatto paura di Un Dio amorevole che è morto per noi in Gesù Cristo. Non ho affatto paura della morte e del vuoto o nulla come tu affermi. Chi crede in Dio ha vita eterna e non vedrà mai la morte (dell’anima). Come fai ad affermare tali cose in vece mia?"

No, no. Tu hai molta paura della morte (come del resto è normale che sia), appunto per questo hai "Accettato gesù nel tuo cuore". Per sopperire a quella paura. Se tu domani scoprissi che ciò in cui credi è falso saresti perduto.

Io anzi credo che tu covi una grandissima paura nel tuo cuore. La paura della realtà di oggi. Sai che il mondo si sta sempre più laicizzando, sai che fra 40 anni le religioni saranno mere parate carnevalesche. e dopo poche altre decine d'anni altre filosofie di vita prenderanno il posto delle religioni.

Sai che quando gli uomini nasceranno in provetta, o modificheranno il proprio Corpo con le moderne tecnologie, avranno ben poco spazio per la spiritualità.

Evoluzione. Sempre la stessa storia. Tu hai paura di evolverti, io no. Io credo nell'evoluzione e so che essa ci porterà in alto, molto in alto.
alessiob is offline  
Vecchio 12-02-2007, 18.25.28   #16
manipur
Ospite
 
Data registrazione: 12-02-2007
Messaggi: 13
Smile Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Vorrei fare una sola domanda: come è nato il primo atomo?
manipur is offline  
Vecchio 13-02-2007, 01.03.38   #17
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
Originalmente inviato da Aleksandr
http://xoomer.alice.it/fedeescienza/

Consiglio a tutti la lettura di questo sito molto interessante



Ciao Alek, ho visitato questo sito da te consigliato e devo ammettere che è fatto molte bene. Si ottengono risposte scientifiche di rilevante importanza grazie, Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 13-02-2007, 15.23.19   #18
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
"domani potrebbe essere troppo tardi! Ravvediti dunque, e credi per fede all’Evangelo. Non resistere alla tua coscienza che sono convinto, in qualche modo ti sta riprendendo. Forse in questo momento è dormiente; non essere stolto! il Signore Gesù è l’unica via di scampo."

Ma ti ascolti quando dici queste cose? Cioè, mi sembra di sentire le classiche frasi medievali lanciate da qualche monaco fanatico.
Questa è roba antica, queste cose si dicevano cinquecento, mille anni fa.
Nei film medievali si sentono queste cose......
Unica via di scampo?.... MA da cosa?......


"Io, come tutti coloro che per FEDE hanno accettato Gesù nel proprio cuore, non ho affatto paura di Un Dio amorevole che è morto per noi in Gesù Cristo. Non ho affatto paura della morte e del vuoto o nulla come tu affermi. Chi crede in Dio ha vita eterna e non vedrà mai la morte (dell’anima). Come fai ad affermare tali cose in vece mia?"

No, no. Tu hai molta paura della morte (come del resto è normale che sia), appunto per questo hai "Accettato gesù nel tuo cuore". Per sopperire a quella paura. Se tu domani scoprissi che ciò in cui credi è falso saresti perduto.

Io anzi credo che tu covi una grandissima paura nel tuo cuore. La paura della realtà di oggi. Sai che il mondo si sta sempre più laicizzando, sai che fra 40 anni le religioni saranno mere parate carnevalesche. e dopo poche altre decine d'anni altre filosofie di vita prenderanno il posto delle religioni.

Sai che quando gli uomini nasceranno in provetta, o modificheranno il proprio Corpo con le moderne tecnologie, avranno ben poco spazio per la spiritualità.

Evoluzione. Sempre la stessa storia. Tu hai paura di evolverti, io no. Io credo nell'evoluzione e so che essa ci porterà in alto, molto in alto.



Torino, 13/02/07

Amico Alessio, l’evoluzione di cui parli ti condurrà dritto, dritto, nelle mani di satana.
Devo comunque ammettere che la paura di cui parli in certo senso è vera, solo un distinguo:
“Questa è la morte dell’anima” e poiché mi ritengo nella mia semplicità una persona razionale, accetto per fede quello che il materialista ostinatamente e senza un fondamento logico continua a rifiutare. Mi sembra talmente razionale questo fatto che, solo uno stolto può negare quanto nel nostro dialogo è stato sufficientemente dichiarato. Concludo con quello che la Parola di Dio afferma già peraltro citata più volte:

Apocalisse 21:8 Ma per i codardi, gl'increduli, gl'immondi, gli omicidi, i fornicatori, i maghi, gli idolatri e tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno che arde con fuoco e zolfo, che è la morte seconda”.

E’ ancora ciò che l’apostolo Paolo afferma:

1Corinzi 1:18 Poiché la predicazione della croce è pazzia per quelli che periscono, ma per noi, che veniamo salvati, è la potenza di Dio;

1Corinzi 1:21 Poiché il mondo non ha conosciuto Dio mediante la propria sapienza, è piaciuto a Dio, nella sua sapienza, di salvare i credenti con la pazzia della predicazione.

1Corinzi 1:23 ma noi predichiamo Cristo crocifisso, che per i Giudei è scandalo, e per gli stranieri pazzia;

1Corinzi 1:25 poiché la pazzia di Dio è più saggia degli uomini e la debolezza di Dio è più forte degli uomini.


1Corinzi 2:14 Ma l'uomo naturale non riceve le cose dello Spirito di Dio, perché esse sono pazzia per lui; e non le può conoscere, perché devono essere giudicate spiritualmente.

1Corinzi 3:19 perché la sapienza di questo mondo è pazzia davanti a Dio. Infatti è scritto:
«Egli prende i sapienti nella loro astuzia»;


Comunque, se non l’hai ancora fatto, vai su questo sito che gentilmente Alex aveva fatto notare. Visto che a te piace molto la scienza, la fisica e quant’altro escluda Dio. Pur sapendo bene che non si troverà mai uno scienziato onesto con il proprio modo di vedere, il rifiutare come tu fai, una creazione avvenuta ad un certo momento della storia. Che Iddio possa aprirti la mente, te lo auguro di vero cuore Lucio.

E’ UNA NOSTRA SCELTA, RICORDA!!!

http://xoomer.alice.it/fedeescienza/
Lucio P. is offline  
Vecchio 14-02-2007, 00.20.19   #19
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
Originalmente inviato da manipur
Vorrei fare una sola domanda: come è nato il primo atomo?


Ciao Manipur, leggi il post iniziale e forse avrai una risposta. Se poi non è sufficiente vai a questo sito:
http://xoomer.alice.it/fedeescienza/ saluti Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 14-02-2007, 09.38.01   #20
manipur
Ospite
 
Data registrazione: 12-02-2007
Messaggi: 13
Smile Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
Originalmente inviato da Lucio P.
Ciao Manipur, leggi il post iniziale e forse avrai una risposta. Se poi non è sufficiente vai a questo sito:
http://xoomer.alice.it/fedeescienza/ saluti Lucio
Ho visto ed è interessante, ma ancora nessuno ha scritto come è nato il primo atomo!
manipur is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it