Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 07-03-2007, 18.44.55   #71
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Rispondere esaurientemente a tutti gli argomenti che hai messo in campo richiederebbe un anno di tempo.

Quindi vorrei che affrontassimo un argomento per volta, dimmi quale preferisci e cercherò di dire la mia.

Ciao
Andrea



Torino, 07/03/07

Amico Andrea, mi sembra ovvio che in questo forum come anche altrove, ognuno esprime le proprie opinioni, le proprie idee o pensieri, il proprio credere o fede, le proprie tematiche, senza con questo voler a tutti i costi confrontarsi o disputare i medesimi.

Io non ti ho chiesto e non chiedo di argomentare quanto ho postato, questo è il mio pensiero a tal riguardo; e logicamente non mi aspetto di trovare concordi, coloro che sono contrari oppure hanno opinioni diverse.
Per cui, se non sei consenziente con quanto ho scritto, non preoccuparti di voler mostrare a tutti i costi il contrario; non sforzarti più di tanto. Se vuoi far conoscere il tuo pensiero, fallo pure!
Ognuno di noi come ho già più volte affermato, argomenta “soggettivamente” il proprio sapere, il proprio pensiero. Su di essi infatti, dove abbiamo posto fede o fiducia, scriviamo e argomentiamo senza per questo voler creare a tutti i costi dispute sterili per dimostrare non so cosa.
Se lo ritieni opportuno e non condividi ciò che ho scritto, scegliti pure l’argomento che non ti piace e secondo il tuo soggettivismo fanne materia di approfondimento.

Questo discorso è valido anche per l’altro mio post “Tutte le religioni sono uguali?”

P.S. Se vuoi uno scambio di pensieri con me sono disponibilissimo, fin dove ci arrivo; solo: “non farne una sfida”. Come sul dirsi, "A buon indenditor, poche parole".

Saluti <che la pace sia con te>
Lucio P. is offline  
Vecchio 07-03-2007, 20.23.23   #72
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
“Amico Andrea, mi sembra ovvio che in questo forum come anche altrove, ognuno esprime le proprie opinioni, le proprie idee o pensieri, il proprio credere o fede, le proprie tematiche, senza con questo voler a tutti i costi confrontarsi o disputare i medesimi”

Caro Lucio, confrontarsi credo sia lo scopo dei forum. Se si intendono fare dei monologhi è inutile intervenire in luoghi come questo, se si scrive in un forum è implicito che si cerchi il dialogo e il confronto che, come giustamente hai detto, non deve essere una “sfida” o una “gara” ma appunto uno scambio di idee e informazioni su determinati temi.

Ti ho chiesto quale argomento preferivi unicamente per non sentirmi accusato, come spesso mi è capitato, di affrontare un solo argomento su 100 postati e di rispondere solo a ciò che piace a me, solo per questo ho chiesto la tua opinione in merito.

Citazione:
“Per cui, se non sei consenziente con quanto ho scritto, non preoccuparti di voler mostrare a tutti i costi il contrario; non sforzarti più di tanto. Se vuoi far conoscere il tuo pensiero, fallo pure! “

Non è uno sforzo ma è il piacere di dibattere e di giungere più vicini possibile alla verità su un determinato argomento.

Citazione:
“Ognuno di noi come ho già più volte affermato, argomenta “soggettivamente” il proprio sapere, il proprio pensiero.”

Su questo non sono d’accordo. Vi sono argomenti effettivamente “soggettivi” ma altri “oggettivi”. Io cerco sempre di riferirmi ai secondi, non credo abbia infatti molto senso scrivere le proprie opinioni non supportate da dati oggettivi, difatti tu stesso hai corredato le tue tesi con dati oggettivi e con deduzioni logiche. Avresti potuto semplicemente dire: “io credo in Cristo Dio” e fine del discorso ! Invece, giustamente, hai sentito l’esigenza di fornire delle argomentazioni condivisibili e oggettive per sostenere la tua “opinione”.

Bene a me piace confrontarmi proprio su questi dati, su queste argomentazioni, per capirne la rilevanza, l’oggettività, l’intersoggettività, la congruenza logica e storica.

Citazione:
“Su di essi infatti, dove abbiamo posto fede o fiducia, scriviamo e argomentiamo senza per questo voler creare a tutti i costi dispute sterili per dimostrare non so cosa”

Perché già parti con l’idea che una disputa sia per forza sterile ? Non sempre è così, io ho imparato molto di più da coloro che tentavano di confutarmi piuttosto che da coloro che approvavano le mie tesi.

Citazione:
“Se lo ritieni opportuno e non condividi ciò che ho scritto, scegliti pure l’argomento che non ti piace e secondo il tuo soggettivismo fanne materia di approfondimento”

Ok, rileggerò con attenzione il tuo post e sceglierò l’argomento, però le mie risposte saranno sostenute da dati il più possibile oggettivi o comunque da deduzioni non contraddittorie, almeno questo è il mio intento.

Pax
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 08-03-2007, 00.51.17   #73
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Caro Lucio, confrontarsi credo sia lo scopo dei forum. Se si intendono fare dei monologhi è inutile intervenire in luoghi come questo, se si scrive in un forum è implicito che si cerchi il dialogo e il confronto che, come giustamente hai detto, non deve essere una “sfida” o una “gara” ma appunto uno scambio di idee e informazioni su determinati temi.

Ti ho chiesto quale argomento preferivi unicamente per non sentirmi accusato, come spesso mi è capitato, di affrontare un solo argomento su 100 postati e di rispondere solo a ciò che piace a me, solo per questo ho chiesto la tua opinione in merito.



Non è uno sforzo ma è il piacere di dibattere e di giungere più vicini possibile alla verità su un determinato argomento.



Su questo non sono d’accordo. Vi sono argomenti effettivamente “soggettivi” ma altri “oggettivi”. Io cerco sempre di riferirmi ai secondi, non credo abbia infatti molto senso scrivere le proprie opinioni non supportate da dati oggettivi, difatti tu stesso hai corredato le tue tesi con dati oggettivi e con deduzioni logiche. Avresti potuto semplicemente dire: “io credo in Cristo Dio” e fine del discorso ! Invece, giustamente, hai sentito l’esigenza di fornire delle argomentazioni condivisibili e oggettive per sostenere la tua “opinione”.

Bene a me piace confrontarmi proprio su questi dati, su queste argomentazioni, per capirne la rilevanza, l’oggettività, l’intersoggettività, la congruenza logica e storica.



Perché già parti con l’idea che una disputa sia per forza sterile ? Non sempre è così, io ho imparato molto di più da coloro che tentavano di confutarmi piuttosto che da coloro che approvavano le mie tesi.



Ok, rileggerò con attenzione il tuo post e sceglierò l’argomento, però le mie risposte saranno sostenute da dati il più possibile oggettivi o comunque da deduzioni non contraddittorie, almeno questo è il mio intento.

Pax
Andrea


Torino, 08/03/07
Ciao Andrea, quello che tu ritieni essere "oggettivo" io, dò per scontato che diventa "soggettivo". E' una disquisizione di termini da cui non si può prescindere. Parlando di fede o di altro, abbiamo già dato per scontato che accettare tali cose, vuol dire non metterle più in discussione.
Io non so quale fede tu abbia mai abbracciato, e non riesco a capire per quale ragione ne fai una questione di puntiglio. Fatto stà, che a tutti i costi cerchi di dimostrare il contrario di quello che non hai mai conosciuto, GESU'.
Mi sembra di capire da quanto scrivi, e non sei il solo in questo forum, tu abbia abbracciato una di quelle religioni orientali che in occidente sono state maestralmente adottate dalla "New Age", una setta delle più pericolose; che imprime concetti di reincarnazione e filosofie anti cristiane le quali conducono l'uomo alla perdizione. Oggettivismo, soggettivismo, "ismo, ismo...." hanno tutti una matrice comune: EGOISMO! Il mio "ismo" è Gesu'; quale il tuo?


<< Perché già parti con l’idea che una disputa sia per forza sterile ? Non sempre è così, io ho imparato molto di più da coloro che tentavano di confutarmi piuttosto che da coloro che approvavano le mie tesi. >>


Sono comunque d'accordo con quanto affermi, pur dando per scontato che, fornendo tutti i dati possibili sulla questione "fede" i vari "ismi" decadono.

Romani 10:17 Così la fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo.

Ebrei 11:1 Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono.
Ebrei 11:3 Per fede comprendiamo che i mondi sono stati formati dalla parola di Dio; così le cose che si vedono non sono state tratte da cose apparenti.

Credimi caro amico, quand'anche discutessimo e riempissimo centinaia di pagine, alla fine è solo una questione di FEDE. In chi vogliamo porla? Io questa scelta lo già fatta moltissimi anni or sono, inginocchandomi alla croce per il perdono dei miei peccati. Si, caro Andrea. Se non si fa questo passo di fede, rischiamo di girovagare in quei meandri della nostra mente da dove non nè usciremo mai più.


< la pace sia con te > Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 08-03-2007, 10.15.00   #74
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
“Ciao Andrea, quello che tu ritieni essere "oggettivo" io, dò per scontato che diventa "soggettivo"”

Allora credo tu debba rivederti il significato dei termini. Se tu “dai per scontato che tutto ciò che è soggettivo diventa oggettivo” non ci sono basi per nessun dialogo mio caro, perché diventa uno sterile scambio di opinioni personali basate sul sentire individuale. Invece io tendo a spostare la discussione sempre su basi oggettive. Se ti dicessi "esiste la Bibbia" mi risponderesti che è un dato soggettivo ? se ti dicessi "Gesù fu un ebreo" mi risopnderesti che è un dato soggettivo ?

Citazione:
Parlando di fede o di altro, abbiamo già dato per scontato che accettare tali cose, vuol dire non metterle più in discussione”

Veramente io non do mai nulla per scontato, qualcuno non disse che bisogna sempre “accertarsi di ogni cosa” ? Il fatto di non mettere in dubbio nulla è il problema del fondamentalismo caro amico, ed è questo che io tento di combattere, perché è foriero di tutti i problemi di intolleranza e fanatismo che imperversano in questo momento storico.

Citazione:
“Io non so quale fede tu abbia mai abbracciato, e non riesco a capire per quale ragione ne fai una questione di puntiglio. Fatto stà, che a tutti i costi cerchi di dimostrare il contrario di quello che non hai mai conosciuto, GESU'.”

Il mio percorso spirituale è molto complesso ed è passato anche da Gesù e il cattolicesimo. Io ne faccio una questione di libertà, rispetto, libero pensiero e soprattutto combatto tutti coloro che vogliono “imporre” direttamente o indirettamente la loro verità religiosa incutendo timore nei cuori degli uomini.

Tutte le strade spirituali fondate sul bene comune sono degne di rispetto ed io credo che, non essendoci certezze evidenti, nessuno si può arrogare il diritto di sostenere che la propria sia la verità assoluta, perché così facendo, si sottintende che tutti gli altri sono in errore e che seguono false religioni. Questo atteggiamento è quello che porta allo scontro inevitabile tra religioni e la storia sta li ad insegnare, ammesso che la si voglia leggere ovviamente.

Citazione:
“Mi sembra di capire da quanto scrivi, e non sei il solo in questo forum, tu abbia abbracciato una di quelle religioni orientali che in occidente sono state maestralmente adottate dalla "New Age"”

Niente di più falso. Io sono un libero pensatore e non appartengo ad alcuna religione istituzionale ne ad alcuna definizione che tu abbia in mente. Per quanto poi riguarda la new age è qualcosa che non ha alcun senso. Se vuoi conoscere il mio sentire posso anche esporlo, ma prima di “giudicarmi” chiedi e non emettere sentenze su ciò che non conosci, questo atteggiamento si chiama preconcetto.

Citazione:
“Il mio "ismo" è Gesu'; quale il tuo?”

Il mio è la crescita spirituale individuale. Gesù come Budda come tanti altri che hanno contribuito ad aumentare la conoscenza degli uomini. Io credo ad una entità universale che può essere chiamata come ti pare, ma non solo non credo che intervenga in questo mondo materiale, infatti rifuggo qualsiasi teofania e antropomorfismo divino, ma credo addirittura che noi, in quanto vita, facciamo parte del divino. Non credo ad alcuna escatologia ne ad alcuna parousia.

Citazione:
“Credimi caro amico, quand'anche discutessimo e riempissimo centinaia di pagine, alla fine è solo una questione di FEDE. In chi vogliamo porla?”

Se ne fai solo una questione di cieca fede, al pari di chi si fa saltare in aria per la propria, effettivamente non c’è nulla da discutere. Posso solo fare un’amara constatazione, ovvero che la fede non basata sulla ragione porta al fondamentalismo e al fanatismo.


Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 08-03-2007, 14.57.09   #75
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Torino, 08/03/07 Per Andrea, nonchè spiritolibero.

spirito!libero. Allora credo tu debba rivederti il significato dei termini. Se tu “dai per scontato che tutto ciò che è soggettivo diventa oggettivo” non ci sono basi per nessun dialogo mio caro, perché diventa uno sterile scambio di opinioni personali basate sul sentire individuale. Invece io tendo a spostare la discussione sempre su basi oggettive. Se ti dicessi "esiste la Bibbia" mi risponderesti che è un dato soggettivo ? se ti dicessi "Gesù fu un ebreo" mi risopnderesti che è un dato soggettivo ?

Lucio < veramente ho affermato proprio il contrario di ciò che dici:
Quello che noi definiamo essere “oggettivo” finisce, una volta accettato il concetto, per divenire “soggettivismo”. Quindi, rivedi tu il mio pensiero.>


Veramente io non do mai nulla per scontato, qualcuno non disse che bisogna sempre “accertarsi di ogni cosa” ? Il fatto di non mettere in dubbio nulla è il problema del fondamentalismo caro amico, ed è questo che io tento di combattere, perché è foriero di tutti i problemi di intolleranza e fanatismo che imperversano in questo momento storico.

Lucio <La fede caro Andrea, prescinde da tutte le varie verifiche che potremmo mai fare. Detto questo, devo aggiungere che il cristianesimo non è campato pelaria, in realtà esso ha basi storiche profonde oltre che archeologiche. Ma quant’anche, come già detto “si fornissero tutte le prove del mondo”, ciò non basterebbe; alla fine c’è un passo di fede da compiere e questa è la cosa più difficile. Implica il nostro orgoglio, il nostro “IO”. Il fanatismo e l’intolleranza di cui parli non viene, e non potrà mai venire da coloro che credono in Gesù e lo hanno accettato come proprio personale Salvatore. “Ama il tuo prossimo come te stesso”, questo è l’insegnamento del Vangelo; questo comandamento non è intolleranza ma amore.>

Il mio percorso spirituale è molto complesso ed è passato anche da Gesù e il cattolicesimo. Io ne faccio una questione di libertà, rispetto, libero pensiero e soprattutto combatto tutti coloro che vogliono “imporre” direttamente o indirettamente la loro verità religiosa incutendo timore nei cuori degli uomini.

Lucio <Peccato che il tuo percorso spirituale sia passato oltre il Gesù, avresti dovuto fermarti! Pochi versetti sul concetto di “verità e libertà”
Galati 5:1 Cristo ci ha liberati perché fossimo liberi; state dunque saldi e non vi lasciate porre di nuovo sotto il giogo della schiavitù. (del peccato o Legge di Dio)
Giovanni 8:31 Gesù disse allora ai Giudei che avevano creduto in lui: «Se dimorate nella mia parola, siete veramente miei discepoli;
Giovanni 8:32 conoscerete la verità e la verità vi farà liberi».
Giovanni 8:33 Essi gli risposero: «Noi siamo progenie di Abrahamo e non siamo mai stati schiavi di nessuno; come puoi tu dire: "Diventerete liberi"?».
Giovanni 8:34 Gesù rispose loro: «In verità, in verità vi dico: Chi fa il peccato è schiavo del peccato.
Giovanni 8:35 Or lo schiavo non rimane sempre nella casa; il figlio invece vi rimane per sempre.
Giovanni 8:36 Se dunque il Figlio vi farà liberi sarete veramente liberi».
Giovanni 8:37 «Io so che siete progenie di Abrahamo, ma cercate di uccidermi, perché la mia parola non trova posto in voi.
Giovanni 8:38 Io parlo di ciò che ho visto presso il Padre mio, e anche voi fate le cose che avete visto presso il padre vostro».
Giovanni 8:39 Essi, rispondendo, gli dissero: «Il padre nostro è Abrahamo». Gesù disse loro: «Se foste figli di Abrahamo, fareste le opere di Abrahamo;
Giovanni 8:40 ma ora cercate di uccidere me, uno che vi ha detto la verità che ho udito da Dio; Abrahamo non fece questo.
Giovanni 8:41 Voi fate le opere del padre vostro». Perciò essi gli dissero: «Noi non siamo nati da fornicazione; noi abbiamo un solo Padre: Dio».
Giovanni 8:42 Allora Gesù disse loro: «Se Dio fosse vostro Padre, mi amereste, perché io sono proceduto e sono venuto da Dio; non sono venuto infatti da me stesso, ma è lui che mi ha mandato.
Giovanni 8:43 Perché non comprendete il mio parlare? Perché non potete ascoltare la mia parola.
Giovanni 8:44 Voi siete dal diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro; egli fu omicida fin dal principio e non è rimasto fermo nella verità, perché in lui non c'è verità. Quando dice il falso, parla del suo perché è bugiardo e padre della menzogna.
Giovanni 8:45 A me invece, perché vi dico la verità, voi non credete.
Giovanni 8:46 Chi di voi mi convince di peccato? Se dico la verità, perché non mi credete?
Giovanni 8:47 Chi è da Dio, ascolta le parole di Dio; perciò voi non le ascoltate, perché non siete da Dio».

Dimmi, caro Andrea, se da un momento all’altro dovessi trovarti di fronte a quell’entità che tu non chiami neanche Dio, quale sarebbe la tua salvezza? “puoi affermare oggi di essere salvato?” Questa è la prerogativa che Gesù ha dato a noi uomini affinchè quel giorno, possiamo dire: “Grazie Signore per aver fatto quello che noi eravamo impossibilitati a fare”. Grazie per averci dato Gesù.>



Tutte le strade spirituali fondate sul bene comune sono degne di rispetto ed io credo che, non essendoci certezze evidenti, nessuno si può arrogare il diritto di sostenere che la propria sia la verità assoluta, perché così facendo, si sottintende che tutti gli altri sono in errore e che seguono false religioni. Questo atteggiamento è quello che porta allo scontro inevitabile tra religioni e la storia sta li ad insegnare, ammesso che la si voglia leggere ovviamente.

Lucio <Tutte le strade fondate sul bene sono una buona cosa; ma, non servono per la salvezza. “Non è in virtù del nostro saper fare il bene (opere) che l’uomo può essere salvato; ma, accettando il sacrificio perfetto di Gesù. Bisogna, caro amico, inginocchiarsi alla “CROCE”, lì troviamo liberazione. Io non ho mai affermato che coloro i quali appartengono ad altre religioni non possono essere salvati, non è il mio pensiero. Tutti costoro, saranno giudicati secondo giustizia divina e solo Dio sa e conosce perfettamente il cuore dell’uomo. Tu parli di storia come se né fossi un maestro, ma a quanto sembra, di storia della Bibbia conosci ben poco. Scorgo nel tuo parlare più che un atteggiamento di ricerca seria, quello di voler tu dimostrare a tutti i costi, che la sai più lunga dell’altro. Falla una ricerca storica e seria sulla Bibbia, ti accorgerai e scoprirai quel GESU’ che ne è la fonte ispiratrice. Quel GESU’, che forse, con molta “leggerezza” hai appena sfiorato.>


Niente di più falso. Io sono un libero pensatore e non appartengo ad alcuna religione istituzionale ne ad alcuna definizione che tu abbia in mente. Per quanto poi riguarda la new age è qualcosa che non ha alcun senso. Se vuoi conoscere il mio sentire posso anche esporlo, ma prima di “giudicarmi” chiedi e non emettere sentenze su ciò che non conosci, questo atteggiamento si chiama preconcetto.

Lucio <Si, mi piacerebbe sentire e conoscere il tuo pensiero a tal riguardo, scopri le carte, vediamole le fonti del tuo credere; dove conducono? Se ti sei sentito giudicato sappi che non era e non è tutt’ora il mio pensiero, c’è già chi giudica. “Libero pensatore dici”? Sarai giudicato secondo giustizia come tale, non è un mio problema. Ognuno è veramente libero di scegliersi il proprio destino. Posso solo dirti “mi spiace sinceramente” non poter condividere la medesima fede.>


Il mio è la crescita spirituale individuale. Gesù come Budda come tanti altri che hanno contribuito ad aumentare la conoscenza degli uomini. Io credo ad una entità universale che può essere chiamata come ti pare, ma non solo non credo che intervenga in questo mondo materiale, infatti rifuggo qualsiasi teofania e antropomorfismo divino, ma credo addirittura che noi, in quanto vita, facciamo parte del divino. Non credo ad alcuna escatologia ne ad alcuna parousia.

Lucio < Non c’è problema. Quello che seminiamo, quello pure raccoglieremo>


Se ne fai solo una questione di cieca fede, al pari di chi si fa saltare in aria per la propria, effettivamente non c’è nulla da discutere. Posso solo fare un’amara constatazione, ovvero che la fede non basata sulla ragione porta al fondamentalismo e al fanatismo.

Lucio <Non so proprio cosa dirti, io certo non mi farei saltare in aria.>
<la pace sia con te> Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 08-03-2007, 21.05.52   #76
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Torino 08/03/07 Proseguiamo il cammino

PASSI PER CONOSCERE DIO

Credo che la maggior parte di coloro che si definiscono cristiani sarà d’accordo con quanto sto per dire. Non ti chiedo di credere automaticamente ai fatti che ti ho illustrato, ma se sei serio riguardo a Dio, allora devi fare la tua parte. Prenditi del tempo per leggere i versetti della Bibbia che citerò, chiedi a Dio di confermarti nel cuore se ciò che leggi è vero, cerca Dio come se il destino della tua anima dipendesse da questo, perché potrebbe essere così.
Di proposito faccio riferimento all’Antico Testamento (la Bibbia ebraica), perché voglio che tu veda che le stesse verità del Nuovo Testamento sono insegnate o profetizzate nell’A.T.; la Bibbia è un insieme unico, e Gesù ne è il tema unificatore, che lega il tutto.


Quelle che seguono sono quattro leggi spirituali che sono dichiaratamente insegnate nel Nuovo Testamento.

1. Dio è un Dio d’amore. Egli ti ama, ed ha un piano stupendo per la tua vita (1 Giovanni 4:16 Giovanni 3:16; 10:10; Efesini 2:10); ciò che Dio desidera per la tua vita è qualcosa d’incredibilmente fantastico (Efesini 3:14-21).

2. Ma qualcosa è andato storto, cosa? Perché solo poche persone sperimentano quello che Dio ha in serbo per loro?
Perché il nostro peccato ci ha separato da un Dio santo (Is. 59:2; Romani 6:23). Il peccato è ribellione – attiva o passiva – verso Dio, significa non ascoltare Dio e fare “le cose a modo nostro”, ma poiché Dio è santo, cioè totalmente privo di peccato o di male, noi non posiamo avvicinarci alla sua presenza come niente fosse (Isaia 6:1-5, 1 Giovanni 1:5). Così come no ci sarebbe permesso di camminare su un costosissimo tappeto bianco di qualcuno, se indossassimo scarpe unte e infangate, altrettanto Dio non tollererà il peccato in cielo. Se noi andassimo in cielo senza cambiare rispetto a come siamo, rovineremmo ed inquineremmo il cielo. Così come stiamo facendo con la terra.
Noi tutti siamo al di sotto dello standard di perfezione di Dio; se ci mettessimo lungo il Grand Canyon e cercassimo di saltare dall’altra parte, qualcuno spiccherebbe un salto più lungo di altri, ma nessuna raggiungerebbe l’altra sponda (Ecclesiaste 7:20; Romani 3:23). Poiché Adamo ed Eva scelsero di peccare, la Bibbia ci insegna che questa natura di peccato è passata a tutta l’umanità; allo stesso modo in cui un leopardo eredita le macchie della pelliccia dai suoi genitori (Genesi 3; Salmo 51: 5; Romani 5:12-21).
Secondo la Bibbia, il peccato è peggio dell’omicidio, del furto, o dell’adulterio. Dal punto di vista di dio il peccato è una di quelle cose come il vantarsi dei propri risultati, il sesso al di fuori del matrimoni è peccato. La menzogna, il pettegolezzo, la diffamazione, l’inganno, la codardia, non confidare in Dio, desiderare ciò che gli altri possiedono, non agire per fede, essere irrispettosi, mettere il successo o il danaro prima di Dio, non perdonare, non pregare, non mantenere le promesse, guardare qualcuno con desideri libidinosi, giurare, non agire amorevolmente, e molte altre cose. (Esodo 20; Giacomo 4,16; Galati 5:19-21; Apocalisse 21:8; Romani 1:18-32; 14:23; Matteo 5:6; etc.).

Secondo la Bibbia, davanti a Dio siamo tutti colpevoli indipendentemente se abbiamo peccato molto o poco (Giacomo 2:10). E’ un pò come quell’uomo che disse: “Ma sig. giudice, guardi tutta la gente che non ho ucciso.” – Il significato? Nessuno di noi meriterebbe di andare in cielo; abbiamo tutti peccato contro un Dio eterno, ed abbiamo commesso un peccato eterno. Per dirla brutalmente, se Dio non ci perdona, in base ai suoi standard, meritiamo di andare all’inferno. In quanto giudice giusto e corretto, Dio non può nascondere i nostri peccati sotto il tappeto.

3. Cristo è l’unica via che conduce a Dio. E’ morto per pagare il prezzo del nostro peccato. Con la sua morte Gesù ha creato un ponte sul vuoto che divideva il Dio santo dall’umanità peccatrice. O noi andiamo a Dio tramite Gesù, oppure non arriveremo mai a Lui (2 Tessalonicesi 1:8,9; Giovanni 3:16; Romani 5:8; Atti 20:28; 1 Timoteo 2:5).
Un esempio. Una giovane donna un giorno riceve una telefonata dal pronto soccorso di un ospedale, e le dicono che suo padre è stato ricoverato in fin di vita, e che probabilmente gli restano poche ore da vivere. Vivendo a circa 400 km di distanza, la donna sale in macchina e si mette a guidare freneticamente per poter vedere il padre ancora vivo. Mentre attraversa una piccola cittadina si accorge dallo specchietto retrovisore che la polizia la sta seguendo: il poliziotto non le fa semplicemente la multa per eccesso di velocità, ma l’arresta. Il giorno seguente compare davanti ad un giudice il quale le dice che la multa per aver superato di 80 km il limite di velocità e di 300 euro oppure tre giorni di prigione.
La donna cerca di spiegare la situazione: “Vostro onore, Lei non capisce. Non ho 300 euro con me, e non posso trascorrere tre giorni in prigione. Devo andare a trovare mio padre che sta morendo.” Il giudice le risponde: “Mi dispiace signora, ma la legge dice che lei deve pagare 300 euro o trascorrere tre giorni in prigione.”
La donna inizia a piangere, e il giudice prova compassione per lei. Con grande sorpresa degli astanti, il giudice si alza dal banco, scende, si toglie la toga, indossa la sua giacca, gira attorno al banco degli imputati, estrae il libretto degli assegni, compila un assegno della somma di 300 euro e lo appoggia sul banco. Poi torna indietro, toglie la giacca, indossa la toga, si siede al suo posto e dice: “Signora, la legge dice che lei deve pagare una multa di 300 euro oppure essere incarcerata per tre giorni, ma vedo che qualcuno ha pagato la multa al posto suo. Il caso è chiuso!”

In poche parole questo è ciò che Dio ha fatto per noi. La Bibbia dice che la punizione per il peccato è la more (Romani 6:23), ma quando noi eravamo condannati, senza speranza, Dio si è tolto la toga della divinità, indossando quella dell’umanità, diventando uomo nella persona di Gesù Cristo, ed è morto per noi. Dio ha fatto per noi ciò che non avremmo mai potuto fare (Romani 5:6). Secondo le Scritture, Gesù è sia Dio che uomo, Egli ha due nature: umana e divina (Filippesi 2:6,7; e Romani 1:3,4). Se accettiamo la sua offerta di perdono, quando avremo di fronte Dio come Giudice, avremo innanzi colui che ci ha amato ed ha pagato la multa al posto nostro: “Il caso è chiuso”

4. Conoscere le prime tre leggi non è sufficiente, è necessaria una risposta da parte nostra. La salvezza non può essere guadagnata, perché è un dono, deve comunque essere accettata (Isaia 64:6; Efesini 2:8,9). Giovanni 1:12 dice “…ma a tutti coloro che lo hanno ricevuto, egli ha dato l'autorità di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome,…” Come facciamo a ricevere il dono della salvezza?
Innanzitutto ci viene chiesto di credere ad alcune verità meravigliose:
1. Gesù ci ama; 2. Egli è morto per i nostri peccati (passati, presenti e futuri), e 3. Egli è risuscitato dai morti Giovanni 3:16; Romani 5:8; 10:9; 1 Corinzi 15:3-5).

I nostri peccati ci tengono lontano da Dio, e dobbiamo avere la volontà di allontanarci da essi (Matteo 1:14,15).
La Bibbia lo chiama pentimento, che semplicemente significa “inversione di rotta”. – Facciamo un esempio e immaginiamo che la nostra vita sia un autobus: se saliamo su quello sbagliato, cioè quello che si allontana da Dio, dobbiamo cambiare e salire sull’altro dove c’è Cristo. In altre parole: se fin ora siamo stati noi a guidare, ora dobbiamo cedere il posto di guida a Gesù, chiedendogli di prendersi lui tale responsabilità. Egli può fare inversione di marcia, indirizzando la nostra vita nella giusta direzione.

Si racconta di un uomo che attraversò le cascate del Niagara in bilico su una fune, portando sulle spalle un sacco di sabbia di 90 kg. Dopo aver compiuto la traversata con successo, l’uomo si voltò verso uno spettatore domandando: “pensi che potrei farlo di nuovo?” La persona rispose: “certamente!” Il funambolo buttò a terra il sacco di sabbia e disse: “allora Sali sulle mie spalle.”

La vera fede è più di un’accettazione mentale delle affermazioni di Cristo; Dio ci chiede di salire a bordo, e dedicare la nostra vita a Lui, non significa soltanto credere qualcosa con la mente, è un impegno che viene dal cuore.
Se confessi i tuoi peccati a Dio, e gli chiedi di perdonarti, La Bibbia promette che sarai perdonato, non importa quanto grandi, o tremendi siano, Dio desidera perdonarti Isaia 1:18; 1 Giovanni 1: 9). Questi peccati, non ti verranno mai più imputati (Romani 4:7,8; 8:1).

Poiché quando si parla di peccato noi siamo deboli e impotenti, Dio mette il suo Spirito Santo dentro ogni persona che accetta Cristo, per aiutarla a non peccare. In altre parole, se tu glielo permetti, lo Spirito Santo darà potenza al tuo autobus (Atti 1:8; Efesini 1:7-14; Galati 2:20; 1 Corinzi 10:13; Filippesi 4:13). Avendo lo Spirito di Dio che vive in te, ed attraverso te, potrai iniziare anche a sperimentare la pace e la gioia di Dio (Giovanni 14:27; Galati 2:20; Romani 7:14 a 8:11).


<segue>
Lucio P. is offline  
Vecchio 08-03-2007, 21.08.50   #77
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

<seconda ed ultma>

Torino, 08/03/07

Ultimo, ma non meno importante, se ricevi Cristo nella tua vita, diventi un figlio di Dio. Vorrei condividere con te un piccolo esempio. Andresti al funerale di uno sconosciuto a chiedere alla sua famigli una parte di eredità? Potresti dire loro:
“Sono una persona buona, e faccio del bene agli altri.” – Pensi che a loro interesserebbe? No. Ti risponderebbero: “ci dispiace, ma l’eredità spetta ai membri della famiglia. Nemmeno la conosciamo.”
Lo stesso accade con Dio. Devi far parte della famiglia di Dio, per aspettarti di ereditare ciò che appartiene a Lui. La sua eredità è per i suoi figli, per coloro che lo conoscono, per questo Gesù diceva che se una persona non è nata di nuovo non vedrà il regno dei cieli (Giovanni 3:3-18). Nel momento in cui credi in Cristo, vieni adottato legalmente nella famiglia di Dio, erediti la vita eterna, e ti attende una gloria che va al di là di ogni tua aspettativa. (1 Corinzi 2:9; 3:21-23; Efesini 1:3; Romani 8:31,32; Giovanni 14:1,2; Apocalisse 21:1-4).

Come si può essere sicuri che alla nostra morte andremo in Paradiso con Dio? La Bibbia dice:

“1Giovanni 5:11 E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna, e questa vita è nel suo Figlio.
1Giovanni 5:12 Chi ha il Figlio, ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita.
1Giovanni 5:13 Ho scritto queste cose a voi che credete nel nome del Figlio di Dio, affinché sappiate che avete la vita eterna e affinché continuiate a credere nel nome del Figlio di Dio.”

Dunque, dipende da come ci sentiamo o forse dalle circostanze? No. Dipende dalle promesse di Dio: Egli ha promesso che se crediamo in Cristo, gli dedichiamo la nostra vita, e lo accettiamo come nostro personale SALVATORE noi, ABBIAMO LA CERTEZZA DELLA VITA ETERNA.

Le Scritture dicono anche che se chiediamo qualcosa secondo la volontà di Dio, Dio ci ascolterà e risponderà (1 Giovanni 5:14). Quindi, è volontà di dio che tu credi in Gesù e lo accetti nella tua vita? Si (2 Pietro 3:9), perciò se preghi Dio sinceramente e chiedi a Gesù di entrare nel tuo cuore, lo puoi fare sapendo che Dio ti ascolterà e risponderà alla tua preghiera.

Ed è qui che interviene la fede: Credere che ciò che Dio ti dice è la verità.

Io ho conosciuto Gesù personalmente quando avevo quattordici anni: durante un incontro di giovano ho chiesto a Gesù il Cristo, di entrare nella mia vita e di perdonare i miei peccati. – Lo ha fatto. Con mia sorpresa ha funzionato, la pace di Dio mi ha riempito, e tutti i sentimenti di colpa sono spariti. Ho iniziato a leggere la Bibbia, e ho cominciato a capire ciò che leggevo, Dio è diventato una realtà nella mia vita. Ho potuto anche sperimentare le risposte che Dio dà a delle preghiere ben precise, che mi hanno sorpreso enormemente. Ci sono stati momenti difficili nella mia vita cristiana, ma non cambierei la gioia di aver conosciuto Cristo con nulla al mondo.

<la pace sia con voi> Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 08-03-2007, 23.56.32   #78
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Caro Lucio,

Citazione:
“Quello che noi definiamo essere “oggettivo” finisce, una volta accettato il concetto, per divenire “soggettivismo”. Quindi, rivedi tu il mio pensiero.”

Ma io è proprio questo che contesto. I dati o sono oggettivi o non lo sono ! Se sono oggettivi non sono soggettivi e viceversa.

Citazione:
“La fede caro Andrea, prescinde da tutte le varie verifiche che potremmo mai fare”

Quella frase l’ho estrapolata dal NT, dovresti conoscerla, non hai detto che il NT parla da se ?

Citazione:
“Detto questo, devo aggiungere che il cristianesimo non è campato pelaria, in realtà esso ha basi storiche profonde oltre che archeologiche


Me ne citi qualcuna ?

Citazione:
“Ma quant’anche, come già detto “si fornissero tutte le prove del mondo”, ciò non basterebbe”

Il problema è analizzarle davvero queste prove e confrontarle con le prove contrarie, io l’ho fatto e mi risulta che le seconde siano di gran lunga più convincenti delle prime.

Citazione:
“alla fine c’è un passo di fede da compiere e questa è la cosa più difficile. Implica il nostro orgoglio, il nostro “IO””

Non credo sia questione di orgoglio, piuttosto ritengo che prima o poi ci si abbandoni a credere perché si ha bisogno di credere.

Citazione:
“Il fanatismo e l’intolleranza di cui parli non viene, e non potrà mai venire da coloro che credono in Gesù e lo hanno accettato come proprio personale Salvatore. “Ama il tuo prossimo come te stesso”, questo è l’insegnamento del Vangelo; questo comandamento non è intolleranza ma amore.”

La storia dice tutt’altro. I crimini perpetrati in nome e per conto di Gesù Cristo sono stati innumerevoli e non credo sia necessario enumerarli. Tutti leggevano quel passaggio che hai citato, ma se ne infischiavano altamente giacchè ritenevano più importante “imporre” la salvezza e la propria fede agli altri !! Questo è il vero problema ! Per chi leggeva il vangeli nel medioevo il “prossimo” era identificato solo con i correligionari, gli altri erano nulla se non si convertivano. Dunque rimango dell’avviso che la fede cieca è pericolosissima, di qualsiasi fede si tratti.

Citazione:
“Peccato che il tuo percorso spirituale sia passato oltre il Gesù, avresti dovuto fermarti! Pochi versetti sul concetto di “verità e libertà””

Mai fermarsi, chi si ferma è perduto ! chi non dubita è finito ! chi crede di essere giunto alla meta non cammina più !

Guarda, conosco il NT come le mie tasche avendolo studiato per anni e non solo nelle versioni divulgative, ma sui testi critici che riportano le lezioni delle varie famiglie testuali, dunque fammi una cortesia personale, non citarmi versetti perché te ne potrei citare altri che dicono il contrario, con la Bibbia si puà dire tutto ed il contrario e le miriadi di sette pseudo-cristiane sono li a testimoniarlo.

Citazione:
“Dimmi, caro Andrea, se da un momento all’altro dovessi trovarti di fronte a quell’entità che tu non chiami neanche Dio, quale sarebbe la tua salvezza?”

Dai per scontato un sacco di cose. In primis non vedo perché debba esistere una “salvezza”, ma poi da cosa ? dall’ira divina ? In secundis Dio ha di meglio da fare che presentarsi di fronte a me. I cristiani non teologi (visto che i teologi moderni hanno superato questa visione facendo i salti mortali per conciliarla con l’insegnamento tradizionale della Chiesa) hanno una visione di Dio “umana troppo umana”. Non vi rendete conto di quanto sia antropomorfo e contraddittorio un Dio che crea il genere umano imperfetto, con brame e malvagità nel cuore, per poi pretendere che l’uomo rinneghi la natura che Egli stesso gli ha donato !! Cos’è una sorta di prova per vedere chi è il più bravo ? E chi non la supera va all’inferno ? La vostra teologia è talmente vecchia e superata da essere perfino ridicola. Un Dio perfetto che crea un mondo imperfetto, pieno di malvagità e crudeltà e non tanto nell’uomo, ma persino in tutta la natura che lo circonda.

Citazione:
“Io non ho mai affermato che coloro i quali appartengono ad altre religioni non possono essere salvati, non è il mio pensiero”

Bene, ti ringrazio, a me basta questo per capire che sei aperto al dialogo, per il resto ognuno rimarrà della propria convinzione.

Citazione:
“ ma a quanto sembra, di storia della Bibbia conosci ben poco”

Io conosco ciò che conosco, da cosa deduci questa tua sentenza ? puoi dimostrarlo ? Ricordati sempre: sapiens nihil adfirmat quod non probat ! Vuoi confrontarti sulla storia del cristianesimo antico ? accomodati, io sono a tua completa disposizione.

Citazione:
“Falla una ricerca storica e seria sulla Bibbia, ti accorgerai e scoprirai quel GESU’ che ne è la fonte ispiratrice. Quel GESU’, che forse, con molta “leggerezza” hai appena sfiorato”

Tu deduci che non l’ho fatto unicamente perché la penso diversamente da te, perché credi che chiunque studi non possa che condividere le tue idee, invece ti sbagli di grosso ! Chiunque studi seriamente il cristianesimo antico, non può che affermare che dell’intero messaggio di Gesù non ci è pervenuto che un balbettio. Sono anni che studio questa materia, prima di accusare qualcuno di non conoscere, bisogna accertarsene, tu quali domande mi hai fatto per esserne certo ? Oppure più semplicemente è il pregiudizio che ti fa parlare ?

Quod gratis adfirmatur, gratis negatur.

Non posso a questo punto che rilanciare la proposta di confronto sulla storia del cristianesimo delle origini, così vediamo chi ha approfondito l’argomento e chi no, chissà che magari io non impari qualcosa di nuovo.

Citazione:
“Si, mi piacerebbe sentire e conoscere il tuo pensiero a tal riguardo, scopri le carte, vediamole le fonti del tuo credere; dove conducono? “

Voglio farti rispondere da un tizio del ‘900 un tale chiamato Einstein, da “Il mondo come lo vedo io” di A. Einstein leggi qui:
http://www.animelibere.net/modules.p...iewtopic&t=102

Citazione:
“Non so proprio cosa dirti, io certo non mi farei saltare in aria.”

Nemmeno se fosse Gesù in persona a chiedertelo ?

Pax tibi
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 09-03-2007, 01.55.32   #79
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
Caro Lucio,



Ma io è proprio questo che contesto. I dati o sono oggettivi o non lo sono ! Se sono oggettivi non sono soggettivi e viceversa.



Quella frase l’ho estrapolata dal NT, dovresti conoscerla, non hai detto che il NT parla da se ?



Me ne citi qualcuna ?



Il problema è analizzarle davvero queste prove e confrontarle con le prove contrarie, io l’ho fatto e mi risulta che le seconde siano di gran lunga più convincenti delle prime.



Non credo sia questione di orgoglio, piuttosto ritengo che prima o poi ci si abbandoni a credere perché si ha bisogno di credere.



La storia dice tutt’altro. I crimini perpetrati in nome e per conto di Gesù Cristo sono stati innumerevoli e non credo sia necessario enumerarli. Tutti leggevano quel passaggio che hai citato, ma se ne infischiavano altamente giacchè ritenevano più importante “imporre” la salvezza e la propria fede agli altri !! Questo è il vero problema ! Per chi leggeva il vangeli nel medioevo il “prossimo” era identificato solo con i correligionari, gli altri erano nulla se non si convertivano. Dunque rimango dell’avviso che la fede cieca è pericolosissima, di qualsiasi fede si tratti.



Mai fermarsi, chi si ferma è perduto ! chi non dubita è finito ! chi crede di essere giunto alla meta non cammina più !

Guarda, conosco il NT come le mie tasche avendolo studiato per anni e non solo nelle versioni divulgative, ma sui testi critici che riportano le lezioni delle varie famiglie testuali, dunque fammi una cortesia personale, non citarmi versetti perché te ne potrei citare altri che dicono il contrario, con la Bibbia si puà dire tutto ed il contrario e le miriadi di sette pseudo-cristiane sono li a testimoniarlo.



Dai per scontato un sacco di cose. In primis non vedo perché debba esistere una “salvezza”, ma poi da cosa ? dall’ira divina ? In secundis Dio ha di meglio da fare che presentarsi di fronte a me. I cristiani non teologi (visto che i teologi moderni hanno superato questa visione facendo i salti mortali per conciliarla con l’insegnamento tradizionale della Chiesa) hanno una visione di Dio “umana troppo umana”. Non vi rendete conto di quanto sia antropomorfo e contraddittorio un Dio che crea il genere umano imperfetto, con brame e malvagità nel cuore, per poi pretendere che l’uomo rinneghi la natura che Egli stesso gli ha donato !! Cos’è una sorta di prova per vedere chi è il più bravo ? E chi non la supera va all’inferno ? La vostra teologia è talmente vecchia e superata da essere perfino ridicola. Un Dio perfetto che crea un mondo imperfetto, pieno di malvagità e crudeltà e non tanto nell’uomo, ma persino in tutta la natura che lo circonda.



Bene, ti ringrazio, a me basta questo per capire che sei aperto al dialogo, per il resto ognuno rimarrà della propria convinzione.



Io conosco ciò che conosco, da cosa deduci questa tua sentenza ? puoi dimostrarlo ? Ricordati sempre: sapiens nihil adfirmat quod non probat ! Vuoi confrontarti sulla storia del cristianesimo antico ? accomodati, io sono a tua completa disposizione.



Tu deduci che non l’ho fatto unicamente perché la penso diversamente da te, perché credi che chiunque studi non possa che condividere le tue idee, invece ti sbagli di grosso ! Chiunque studi seriamente il cristianesimo antico, non può che affermare che dell’intero messaggio di Gesù non ci è pervenuto che un balbettio. Sono anni che studio questa materia, prima di accusare qualcuno di non conoscere, bisogna accertarsene, tu quali domande mi hai fatto per esserne certo ? Oppure più semplicemente è il pregiudizio che ti fa parlare ?

Quod gratis adfirmatur, gratis negatur.

Non posso a questo punto che rilanciare la proposta di confronto sulla storia del cristianesimo delle origini, così vediamo chi ha approfondito l’argomento e chi no, chissà che magari io non impari qualcosa di nuovo.



Voglio farti rispondere da un tizio del ‘900 un tale chiamato Einstein, da “Il mondo come lo vedo io” di A. Einstein leggi qui:
http://www.animelibere.net/modules.p...iewtopic&t=102



Nemmeno se fosse Gesù in persona a chiedertelo ?

Pax tibi
Andrea



Torino, 09/03/07
Amico Andrea, brevemente parto da questa tua ultima citazione: “neanche se fosse Gesù a chiedertelo?”
Mi chiedo se ti rendi conto delle banalità che dici. Il Signore potrebbe mai chiede a qualcuno di farsi saltare in aria, facendo perire altre persone? Mi hai forse scambiato per un seguace dell’Islam. Non confonderti con le crociate cristiane. Non Dio vuole le guerre, il potere, ma l’uomo. Il vero cristiano pratica l’amore!!!

Saranno forse preconcetti i miei, ma continuo a vedere in te una sorta di protagonismo che di certo, non ti condurrà da nessuna parte. Se non pieghi le tue ginocchia alla CROCE; se non demolisci il tuo “EGO”; il Signore, ti lascerà andare alla deriva.

Mi chiedi prove storiche, ma li hai letti i miei post precedenti? Penso proprio di no. Di prove ne ho fornite a sufficienza solo che tu non li vedi (ammesso che tu abbia letti). Quello che si legge nel Vangelo è storia suffragata anche dall’archeologia; ma che importa:

L’importante è contrastare il cristianesimo e il Signore stesso, vero?
Giobbe 38:1-11 “Allora l'Eterno rispose a Giobbe di mezzo alla tempesta e disse:

«Chi è costui che oscura il mio disegno con parole prive di conoscenza?
Orsù, cingiti i lombi, come un prode; io ti interrogherò e tu mi risponderai.
Dov'eri tu quando io gettavo le fondamenta della terra? Dillo, se hai tanta intelligenza.
Chi ha stabilito le sue dimensioni, se lo sai, o chi tracciò su di essa la corda per misurarla?
Dove sono fissate le sue fondamenta, o chi pose la sua pietra angolare,
quando le stelle del mattino cantavano tutte insieme e tutti i figli di DIO mandavano grida di gioia?
Chi racchiuse con porte il mare quando proruppe uscendo dal grembo materno,
quando gli diedi le nubi per vestito e per fasce l'oscurità?
Quando gli tracciai un limite e gli misi sbarre e porte,
e dissi: "Tu arriverai fin qui, ma non oltre; qui si arresteranno le tue onde superbe!”

“Sei forse debole di mente? Non riesci più a pensare da solo? No. Il tuo cervello è la struttura più complessa dell’universo.
Nel tuo chilo e mezzo ci sono tredici miliardi di cellule nervose… Per aiutarti a catalogare ogni percezione, ogni suono, ogni gusto, profumo, o azione che hai vissuto fin dal giorno della tua nascita. Ho impiantato nelle tue cellule più di mille miliardi di miliardi di molecole proteiche. Ogni cosa accaduta nella tua vita è pronta per essere richiamata. Per assistere il tuo cervello ho disseminato su tutto il tuo corpo quattro milioni di recettori sensibili al calore. Tu sei protetto più di quanto faccia qualsiasi nazione con le proprie riserve auree.

Tu sei la mia creazione più speciale.” Considerala una benedizione.

Gesù ti ama e vuole salvarti, arrenditi a Lui e scoprirai il vero Dio.
Ti saluto amico mio <la pace sia con te> Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 09-03-2007, 12.49.32   #80
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: IN DIFESA DELLA FEDE - Evoluzione o Creazione?

Salve e buon giorno!
solo una curiosità ......Sei forse debole di mente? Non riesci più a pensare da solo? No. Il tuo cervello è la struttura più complessa dell’universo.
Nel tuo chilo e mezzo ci sono tredici miliardi di cellule nervose… Per aiutarti a catalogare ogni percezione, ogni suono, ogni gusto, profumo, o azione che hai vissuto fin dal giorno della tua nascita. Ho impiantato nelle tue cellule più di mille miliardi di miliardi di molecole proteiche. Ogni cosa accaduta nella tua vita è pronta per essere richiamata. Per assistere il tuo cervello ho disseminato su tutto il tuo corpo quattro milioni di recettori sensibili al calore. Tu sei protetto più di quanto faccia qualsiasi nazione con le proprie riserve auree.

sul serio l'Eterno disse a giobbe, quindi qualche migliaio di anni fà (scusate l'ignoranza sulle date), di molecole proteiche ,recettori, peso del cervell0 e quant'altro claudio
fallible is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it