Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 18-06-2007, 17.04.42   #131
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Comunque ripensando alla storia degli occhiali che tingono la nostra realtà non secondo Mateo, Marco, ecc, ma secondo il colore delle lenti che noi vi applichiamo alle quali io aggiungerei anche il bianco e il nero, gli estremi, perchè no? Non so se di questi se ne è parlato, ma il bianco dovrebbe significare che la realtà che vedo è vera al 100%, mentre e il nero non è la negazione dei colori che significa vedere un bel niente; aforisticamente parlando siamo: - ciechi come talpe -, o se preferite: - stà lente nun ce fà vedé un caz..un tubo -, insomma...emh, niente; con la lente nera non c'è la privazione dei colori ma del colore, che corrisponde per analogia non alla mancanza delle realtà ma della realtà compresa quella reale......................... ..................poi mi sono confuso.......tale privazione comprende o ha già implicito il concetto di realtàrealtà presuppone quindi presuppone almeno la conoscenza di una realtà, che già presuppone il concetto di realtà per poi poterla negare il nero non è la negazione dei colori e quindi delle varie realtà, ma con il nero non c'è nessunarealtà ma non esiste proprio la realtà perchè si era supposto che la rrealta era solo quello che vedevamo attraverso il filtro degli occhialiu. Poi c'era la mente che fungendo da trasformatore conscio o inconscio secondo Freud, consapevole o inconsapevole secondo me costruiva il nostro io, o Io, se eravamo nell'Ego, o nell'Essere o se addirittura, è stato detto eravamo nel nulla o da nessuna parte espressa la prima in tempo zero e la seconda in luogo nullo, fisicamente parlando Séa seconda se siamo nell0essere o nellego idirei io e i quali metterei anche il bianco e il nerohe poi per la nostra mente che funge da trasformatore o è una realtà inconscia ( secondo freund ) che significa entrata inconsapevolmente (per me) inconsapevolerealtà non è, mi sembra una gran str....omatologia oculare acuta.

Scusate cercherò di risistemarla alla prossima,sempre che vi interessi.
oznerenzo ..............<Renzo allo specchio, ovvero io.
ozner is offline  
Vecchio 31-08-2007, 07.13.35   #132
Horus_il_falco
Nuovo iscritto
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 148
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Si, è che bisogna confrontarsi anche con i vangeli e la bibbia intera nei testi originali, ebraico ed aramaico e confrontarsi anche con certi cambiamenti di significato che hano per noi oggi le stesse parole, e allora tradurre dai testi originali in modo più consono al significato trasmesso.
e bisognerà mettersi nei panni del linguaggio di quel tempo.

analogamente ci sono testi francescani che sono stati reinterpretati se si vuole attingendo dalle fonti usando non più il linguaggio italiano di sempre o quello originale umbro dei testi francescani, ma attualizzato cercando di non ridurre il messaggio per colpa di interpretazioni diverse nel linguaggio di oggi. Perchè le lingue evolvono.
Oggi non parliamo come 50 anni fa, ci sono già delle differenze, perciò ci si immagina cosa cerco di dire?
Horus_il_falco is offline  
Vecchio 01-09-2007, 11.39.38   #133
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
Originalmente inviato da Horus_il_falco
Si, è che bisogna confrontarsi anche con i vangeli e la bibbia intera nei testi originali, ebraico ed aramaico e confrontarsi anche con certi cambiamenti di significato che hano per noi oggi le stesse parole, e allora tradurre dai testi originali in modo più consono al significato trasmesso.
e bisognerà mettersi nei panni del linguaggio di quel tempo.

analogamente ci sono testi francescani che sono stati reinterpretati se si vuole attingendo dalle fonti usando non più il linguaggio italiano di sempre o quello originale umbro dei testi francescani, ma attualizzato cercando di non ridurre il messaggio per colpa di interpretazioni diverse nel linguaggio di oggi. Perchè le lingue evolvono.
Oggi non parliamo come 50 anni fa, ci sono già delle differenze, perciò ci si immagina cosa cerco di dire?
Comunque sui testi dei vangeli sono state fatte tante esegesi, congetture, ipotesi,teologie, cristologie, ricerche archeologiche, studi semantici e studi semeiotici, ecc,ecc,che si potrebbero riempire svariate bibliotece di tutto il mondo.
ozner is offline  
Vecchio 02-09-2007, 12.50.18   #134
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
Comunque sui testi dei vangeli sono state fatte tante esegesi, congetture, ipotesi,teologie, cristologie, ricerche archeologiche, studi semantici e studi semeiotici, ecc,ecc,che si potrebbero riempire svariate bibliotece di tutto il mondo.

Proprio così.

quello che segue non prenderlo sul personale, non lo è.

"vedo un asino che vola, hai preso l'aereo."
"vedo un asino che vola, ha preso l'aereo."

Nelle due frasi vi è la differenza di una "i", una sola piccola vocale, che può distruggere un'amicizia.

Come vogliamo leggere i Libri Sacri, vecchi di migliaia d'anni, e ritenerli affidabili e veritieri. No non è possibile, ne fideisticamente inquanto si presta ad interpretazioni diverse portando a scismi ed eresie che sono poi scambiabili; ne consapevolmente inquanto non si può essere consapevoli di qualcosa di cui non si è certi sia una premessa sicura.

Direi che tra Bianco e Nero vi è una infinità di tonalità di grigio, se intendiamo per bianco l'assenza di colori, la purezza assolutà, il giusto; d'altro dovremo intendere per nero l'unione di tutti i colori, il caos completo, l'accumulo di tutti gli errori, l'ingiusto per eccellenza. Ciascuno di noi ha il suo personale grigio, nessuno di noi possiede il bianco o il nero, anche uno solo dei due estremi implicherebbe una conoscenza di "Verità Assoluta" che un essere finito non può avere proprio perchè è finito (limitato al suo tempo e spazio).

Ciao.
hetman is offline  
Vecchio 02-09-2007, 15.19.41   #135
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
“che bisogna confrontarsi anche con i vangeli e la bibbia intera nei testi originali”

Non possediamo testi “originali” di nessuna opera dell’antichità, vangeli compresi.

Citazione:
“confrontarsi anche con certi cambiamenti di significato che hano per noi oggi le stesse parole”

Non esiste una traduzione che non “tradisca” un testo.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 02-09-2007, 16.11.27   #136
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
Non esiste una traduzione che non “tradisca” un testo.
Saluti
Andrea
se andiamo alla ricerca dei tradimenti consideriamo anche la convenienza a tradire, perchè come metro di misura è eccellente: esisteva ieri come oggi, e se uno non aveva motivo di tradire perchè avrebbe tradito?
ozner is offline  
Vecchio 02-09-2007, 18.19.48   #137
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
se andiamo alla ricerca dei tradimenti consideriamo anche la convenienza a tradire, perchè come metro di misura è eccellente: esisteva ieri come oggi, e se uno non aveva motivo di tradire perchè avrebbe tradito?


E' noto che vi furono degli aggiustamenti dottrinali da parte dei copisti nei primi secoli. Tuttavia costoro riportavano, o almeno tentavano di farlo, il testo il lingua originale, le traduzioni invece, a cominciare dalla vulgata, sono comunque delle reinterpretazioni del testo. Non esiste una traduzione perfetta, non esiste alcun testo di una lingua che riportato in un'altra lingua ne colga tutte le sfumature e sottigliezze.

I linguisti infatti hanno coniato il motto: "tradurre è tradire".

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 02-09-2007, 18.59.31   #138
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
Originalmente inviato da spirito!libero
E' noto che vi furono degli aggiustamenti dottrinali da parte dei copisti nei primi secoli. Tuttavia costoro riportavano, o almeno tentavano di farlo, il testo il lingua originale, le traduzioni invece, a cominciare dalla vulgata, sono comunque delle reinterpretazioni del testo. Non esiste una traduzione perfetta, non esiste alcun testo di una lingua che riportato in un'altra lingua ne colga tutte le sfumature e sottigliezze.

I linguisti infatti hanno coniato il motto: "tradurre è tradire".

Saluti
Andrea

Caro Spirito

Sai che accetto pienamente il fatto che sia difficile trovare traduzioni fedeli anche dei papiri del mar nero, eppure quelli dovrebbero essere originali Ti pare?
Ma quello che continuo a ripetere è tutt'altra cosa, l'accetazione dei Libri Sacri è un fatto estremamente personale, il rapporto con Dio è intimo non necessita di scritti o di dimostrazioni della loro correttezza.
Noi due ne abbiamo discusso molto, capisco il Tuo punto di vista di "Studioso e Storico" ma la consapevolezza viene dal fatto che ciò che Gesù ha insegnato (che sia esistito o meno, che sia risorto o meno) è per noi giusto, cosa che si deve fare, che tutti dovrebbero fare, tutto qui.

Quanti scrittori, inventano storie per dimostrare una morale o una condizione psicologica oppure una filosofia. Sta al lettore decidere, secondo le proprie convinzioni e la propria coscienza, se quello che ha letto può o no essere condivisibile, se lo è lo si mette in pratica altrimenti no, questo è libero arbitrio.

Saluti, Hetman
hetman is offline  
Vecchio 03-09-2007, 00.06.51   #139
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
“eppure quelli dovrebbero essere originali Ti pare?”

Originali in che senso ? Pensi che il pentateuco ritrovato a Qumran sia l’autografo di Mosè o chi per lui ?

I rotoli di Qumran non sono altro che copie dei libri del VT, dunque anch'esse copie, sebbene antichissime e autorevoli, ma non di certo originali autografi di chi ha scritto i libri veterotestamentari.

Comunque non volevo addentrarmi ancora in discussioni già sostenute, mi premeva unicamente puntualizzare che non esistono originali delle opere antiche ma solo copie e che non esiste ne può esistere una traduzione perfetta.

Citazione:
“Sta al lettore decidere, secondo le proprie convinzioni e la propria coscienza, se quello che ha letto può o no essere condivisibile, se lo è lo si mette in pratica altrimenti no, questo è libero arbitrio.”

Questo è certamente condivisibile.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 03-09-2007, 01.16.05   #140
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: La stesura dei Vangeli

Citazione:
Originalmente inviato da hetman
Proprio così.

quello che segue non prenderlo sul personale, non lo è.

"vedo un asino che vola, hai preso l'aereo."
"vedo un asino che vola, ha preso l'aereo."

Nelle due frasi vi è la differenza di una "i", una sola piccola vocale, che può distruggere un'amicizia.o.

Caro Hetmani, tu con la storia dell'asino vuoi confondermi; prendiamo un animale dell'arca, non so mica se l'asino ce la fatta a salire, e poi a me sembrava che l'arca non volasse, ma vabbene se lo dici tu che li vedi, e per giunta negli aerei, ci credo!
Per me è il senso del discorso nella sua interezza che conta.
Per es: Gesù aveva attraversato il lago di Galilea ed era andato nella terra dei pagani e stava rinsavendo uno psicopatico che vedeva gli spiriti immondi: gli chiese: - come ti chiami - il posseduto rispose: - "legione"-. Allora Gesù punta lo sguardo e vede in lontananza una mandria di porci; a questo punto, ti dico, che gli asini ci sarebbero stati come i cavoli a merenda, perchè uno spirito così immondo come il malcapitato, visto che sdormiva nei cimiteri e si straziava vicino alle tombe, il posto dove stanno i cadaveri; oh! è ignomina per gli Ebrei, massimo di contaminazione, insieme al sangue delle donne che ritenevano impuro anche quello; considerando poi che quegli spiriti così immondi erano condannati, se scacciati, ad andare in un essere inferiore, tipo animale, ed in quello più immondo che purtroppo era il maiale detto porco. Difatti i poveri maialini mal sopportando l'intruso si gettarono in acqua a morire.
Solo questo per dirti, prima di scrivere o accettere ciò che è scritto si pensa sempre : c'entra nel contesto, si o no?
Andiamo a vedere come è riportato negli altri manoscritti. In sostanza se qualche cosa di buono esce dalle scrupolose analisi si accantona in attesa di una sua collocazione nel disegno finale che ci siamo proposti.
Se poi tu, per asini intendi qualche essere umano, ritorniamo alle favole di Esopo.
E questo è solo l'inizio, è la partenza solo degli asini.
alla fine, suppongo non mi sopporterai più.
ozner
ozner is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it