Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 06-04-2007, 12.55.44   #21
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: La Fede Bahà'ì

il discorso dell"insistere sulle proprie opinioni" io lo definisco forzare.
e si forza a mio sentire ogni volta scrivendo si tende a bisticciare su "ragioni" a puro livello di parole scritte senza averle vissute.

questo sempre a mio sentire non serve a niente se non a dare sfoggio del proprio supposto sapere "teorico"
turaz is offline  
Vecchio 07-04-2007, 07.59.40   #22
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: La Fede Bahà'ì

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
il discorso dell"insistere sulle proprie opinioni" io lo definisco forzare.
e si forza a mio sentire ogni volta scrivendo si tende a bisticciare su "ragioni" a puro livello di parole scritte senza averle vissute.

questo sempre a mio sentire non serve a niente se non a dare sfoggio del proprio supposto sapere "teorico"

Ogni individuo ha la propria "VERITA' ", lungi dall'essere verità assoluta, che proviene dal suo bagaglio di vita vissuta, di conoscenze accumulate e di raffronti quotidiani. Ogni individuo tende a portare la propria "Verità" agli altri e si trova di fronte l'altrui "Verità", dove nasce il bisticcio? dal fatto che l'individuo tende a ritenere la propria "Verità" ASSOLUTA.

Nella Fede Bahà'ì non esiste VERITA' ASSOLUTA per l'uomo, essa è solo di Dio,
all'uomo resta una verità relativa, limitata al suo grado di comprensione ed evoluzione, la stessa verità può essere anche interpretata in modo diverso come due faccie della stessa medaglia, ma se la si esamina partendo dalla parte comune si raggiunge un punto concorde, se invece si vuol far prevalere la parte diversa allora entra in gioco la competizione egoistica e conseguentemente anche la parte comune svanisce.
hetman is offline  
Vecchio 10-04-2007, 13.17.42   #23
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: La Fede Bahà'ì

Piccolo inciso: Come i bahá'í considerano le altre religioni

Quando i bahá'í affermano che le varie religioni sono una, non intendono che i vari credi ed organismi religiosi siano gli stessi. Credono piuttosto, che vi sia una sola religione e che tutti i Messaggeri di Dio ne abbiano rivelato progressivamente la natura. Complessivamente, le grandi religioni mondiali sono espressioni del dispiegarsi di un unico piano Divino, "l'immutabile fede di Dio, eterna nel passato, eterna nel futuro."

Persone provenienti da tutte le maggiori religioni hanno trovato che le promesse e le aspettative dei loro credi sono realizzati nella Fede Bahá'í. Anche i bahá'í di origine indigena in America o Africa o altrove, hanno intravisto negli insegnamenti bahá'í la realizzazione di visioni profetiche.

*
Per i bahá'í di provenienza ebraica, Bahá'u'lláh è l'apparizione del promesso "Signore degli Eserciti" disceso "con diecimila santi." Discendente di Abramo e "rampollo della radice di Jesse", Bahá'u'lláh è venuto per mostrare alle nazioni il modo di "tramutare le spade in aratri." Molti aspetti dell'involontario esilio di Bahá'u'lláh nella Terra di Israele, insieme ad altri eventi storici durante e dopo la Sua vita terrena, sono considerati adempimenti di numerose profezie bibliche.

*
Per i bahá'í di provenienza buddista, Bahá'u'lláh realizza le profezie sulla venuta di un "Buddha chiamato Maitreya, il Buddha della fratellanza universale" che, secondo le tradizioni buddhiste, porterà pace ed illuminazione a tutta l'umanità. Essi considerano compiute numerose profezie come quella secondo cui il Buddha Maitreya verrà da "occidente", evidenziando il fatto che l'Iran si trova ad ovest dell'India.

*
Per i bahá'í di provenienza induista, Bahá'u'lláh viene come la nuova incarnazione di Krishna, il "Decimo Avatar" e il "Più Grande Spirito." Egli è "Colui che non nasce e che non muore", Colui che "quando il bene si indebolisce" ritorna "in ogni epoca" per "stabilire la giustizia" come promesso nella Bhagavad-Gita.

*
Per i bahá'í di provenienza cristiana, Bahá'u'lláh adempie le promesse del Cristo di "ritornare nella Gloria del Padre" e come "un ladro nella notte." La data del 1844, anno di fondazione della Fede, si lega a numerose profezie cristiane. I bahá'í, per esempio fanno notare che l'Africa Centrale fu aperta alla Cristianità intorno al 1840 e che quell'evento fu ampiamente commentato come l'adempimento della promessa del Cristo di ritornare dopo che "il Vangelo fosse stato predicato a tutte le nazioni." I bahá'í vedono negli insegnamenti di Bahá'u'lláh l'adempimento della promessa di Cristo di riunire tutte le genti così da divenire "un solo gregge" sotto "un solo pastore."

*
Per i bahá'í di provenienza islamica, Bahá'u'lláh adempie la promessa coranica del "Giorno di Dio" e del "Grande Annuncio", quando "Dio scenderà circonfuso di nubi" e vedono nei drammatici eventi dei movimenti bábi e bahá'í l'adempimento di molte affermazioni tradizionalmente attribuite a Maometto a lungo considerate enigmatiche.
hetman is offline  
Vecchio 10-04-2007, 22.49.13   #24
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: La Fede Bahà'ì

7° punto

Una Lingua Ausiliaria Internazionale:
"È necessario che i sovrani del mondo - Iddio li assista - o i
ministri della terra, dopo essersi consultati, adottino una delle
lingue esistenti, o una nuova, da insegnare ai bambini nelle
scuole di tutto il mondo e analogamente una scrittura. In tal
modo la terra sarà considerata un unico paese."
(Tavole di Bahá'u'lláh - Liete Novelle -
Terza Lieta Novella - pag. 20)

Educazione Universale:
"Ad ogni padre è stato ordinato di educare figli e figlie
nell'arte del leggere e dello scrivere ed in tutto quello
che è stato disposto nella Santa Tavola. In quanto a
colui che trascura ciò che gli è stato comandato, se è
ricco, i Fiduciari devono prendergli ciò che è necessario
per la loro istruzione, e se non lo è, tale compito ricade
sulla Casa di Giustizia. In verità Noi abbiamo fatto di
essa un asilo per i poveri e per i bisognosi. Colui che
educa il proprio figlio o il figlio di un altro, è come se
educasse uno dei Miei figli; su di lui si posino la Mia
Gloria, la Mia Misericordia, la Mia Gentilezza Amorevole,
la Mia Misericordia, che hanno pervaso il mondo."
(Tavole di Bahá'u'lláh - - Splendori -
Il settimo Ishráq - pag. 116/7)

Eliminazione di ogni Forma di Pregiudizio
".... v'è che i pregiudizi religiosi, razziali, politici,
economici e patriottici demoliscono l'edificio dell'umanità.
Finché prevarranno tali pregiudizi, il mondo dell'umanità
non troverà pace."
(Antologia - 'Abdu'l-Bahá - # 227 - pag. 280)

I passi sopra citati sono certamente di carattere sociale, sono intesi al raggiungimento di una "Educazione" globale ove non ci sia più la possibilità di fraintendimenti per motivi linguistici o per ignoranza culturale.
Nel mondo moderno "Globale" la necessità di una lingua internazionale unica diventa imperativa e con essa anche l'istruzione per tutti gli esseri del pianeta, il conoscere chiaramente e senza equivoci la storia, la cultura, le usanze ed anche i bisogni di tutte le genti, apre alla comprensione ed all'amore verso il diverso.
Un esempio attuale è il grande flusso migratorio di quest'ultimo ventennio, la mancanza di conoscenza delle più banali usanze che gli immigrati introducono nella società che li riceve, può diventare fonte di pregiudizio e razzismo.
Un'istruzione complessiva ed una lingua ausiliaria internazionale potrebbero ovviare a fraintendimenti ed a permettere una migliore conoscenza dell'altro più in profondità.
Per noi occidentali ormai e chiaro ed inequivocabile lo studio obbligatorio ma in gran parte del mondo ciò ancora non esiste, alle ragazze ancora è preclusa l'instruzione primaria, eppure esse saranno le prime insegnianti per i propri figli.
Col dire "Unità nella diversità", la Fede Bahà'ì intende sviluppare una maggiore coesione tra le diverse culture senza contrapposizioni ideologiche di gruppi maggioritari su quelli minoritari. Le diversità sono la linfa vitale dell'umanità e l'unità deve esserne il collante.

Ultima modifica di hetman : 11-04-2007 alle ore 10.31.41. Motivo: Inserimento di passi affini
hetman is offline  
Vecchio 11-04-2007, 10.47.57   #25
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: La Fede Bahà'ì

8° punto

Parità tra Uomini e Donne:
"Accettare e osservare una distinzione che Dio non ha designato
nella creazione, è ignoranza e superstizione. Ma, il fatto che
ora si deve considerare è che essendo la donna stata
svantaggiata fin dai primordi è ora tempo di dargli eguali
opportunità educativi e formativi.
Nella loro educazione non vi devono essere differenze.
Fino a quando la realtà della parità tra uomo e donna non
sarà stabilità e perseguita, il genere umano non perverrà al top
del suo sviluppo sociale."
(The Promulgation of Universal Peace - pag. 76 )
[originale in inglese - traduzione non ufficiale]

Un prosieguo del punto precedente ma anche assestante nel punto fondamentale di "Equaglianza" tra i sessi, partendo dal fatto che tale principio è stato formulato alla fine del XIX secolo, si può ben capire la lungimiranza di tale asserzione.
Oggi pare tutto scontato, la parità tra uomini e donne sembra cosa fatta, ciò non è vero ancora molto c'è da fare. Non ultimo il fatto che in grande parte del mondo la donna è ancora in stato miserevole.
L'educazione delle donne, in paesi di cultura Islamica, è ancora in una fase troppo ristretta è necessita di un maggior impegno di quei governi.
Solo quanto si raggiungerà una "VERA" parità tra uomini e donne potremmo dire che la "Pace Universale" è alle porte.
hetman is offline  
Vecchio 11-04-2007, 12.02.56   #26
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: La Fede Bahà'ì

certo verità "relativa"
pertanto ha senso "forzare"?
oppure è sotto sotto un "bisogno" egoico di imporsi sugli altri (quando si va oltre un certo limite) e di acquisire "sicurezza" da quanto si esprime?
turaz is offline  
Vecchio 11-04-2007, 13.32.17   #27
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: La Fede Bahà'ì

Relativa e la visione che uno ne ha, di per se essa è assoluta, se non vi è osservatore essa è totalità , se la fai tua la rendi relativa, e una verità relativa non è verità....

volete bere il mare, mentre ci si può solo nuotare, si può andare ovunque, ma non sarà mai di nessuno......
MIMMO is offline  
Vecchio 11-04-2007, 13.38.25   #28
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: La Fede Bahà'ì

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
certo verità "relativa"
pertanto ha senso "forzare"?
oppure è sotto sotto un "bisogno" egoico di imporsi sugli altri (quando si va oltre un certo limite) e di acquisire "sicurezza" da quanto si esprime?

Ciao

Definisci "FORZARE".

Non credo di "forzare" nessuno, ogni individuo è libero di scegliere.
La mia è solo illustrazione della Fede Bahà'ì con alcune mie personali note che potrebbero benissimo essere messe in discussione da chiunque.
Per quanto riguarda un Tuo precedente post in merito al fatto se io accetterei qualche suggerimento su come mettere in pratica gli insegnamenti, non avrei obbiezioni sul confronto ma dovrebbero esserci chiarezza sui metodi da applicare.
Nel momento in cui si esprime qualcosa si ha già consapevolezza di ciò che si dice, almeno dal mio punto di vista. Può essere superficiale o poco approfondita ma certamente già assimilata.
Ho già detto perchè ho scelto la Fede Bahà'ì, sono stato Cattolico più per nascita che per convinzione, non potevo accettare la contrapposizione tra le Religioni avendo sempre ritenuto Dio Unico anche prima di conoscere il Bahaismo, era fuori ogni mia logica il dover accettare una Religione che tendeva ad escludere le altre ritenendo di essere espressione dell'unica "Verità".
Da Credente in Dio ho risolto questo mio problema iniziale e pian piano anche gli altri con una mente che ragionava sui fatti spirituali e non solo con l'accettazione fedeistica di dogmi non spiegati ed impugnabili dalla mia mente.
Ogni qualvolta sento parlare di Dogmi mi viene la pelle d'oca, non connetto.
Sarà il ricordo di tempi passati, il ripensare alle frustrazioni che avevo vissuto prima di accettare la Fede Bahà'ì? Non lo sò, certo è che negli altri rivedo i miei vecchi insegnanti salesiani o benedettini delle scuole in cui ho studiato, semplicemente chiusi a qualsiasi obbiezione per fede, a loro dire.
No non forzo nessuno, semplicemente espongo la mia Religione, quello che faranno gli altri non mi compete.
hetman is offline  
Vecchio 11-04-2007, 15.54.37   #29
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: La Fede Bahà'ì

forzare: per re-azione travalicare il limite tra "esporre" (manifestazione di se stessi) e cercare di convincere.
sbaglio o tu sei convinto che la religione bahai sia la più completa in assoluto?

(quindi non è "relativa" ma assoluta la tua verità?)

sia chiaro sto solo spiegandoti cosa intendo per forzare con un esempio pratico.
turaz is offline  
Vecchio 11-04-2007, 16.02.32   #30
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: La Fede Bahà'ì

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
Relativa e la visione che uno ne ha, di per se essa è assoluta, se non vi è osservatore essa è totalità , se la fai tua la rendi relativa, e una verità relativa non è verità....

volete bere il mare, mentre ci si può solo nuotare, si può andare ovunque, ma non sarà mai di nessuno......


gatto che si morde la coda.
tu stesso esprimendo quello che dici sei "osservatore".
indi...)))))

ciao
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it