Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 20-04-2005, 13.16.55   #171
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Vorresti dire che se un bambino si ammala e muore, secondo ciò che dice kannon, è la punizione per aver fatto del male a qualcuno in una vita precedente?
Ognuno di noi è libero di credere ciò che vuole, ma non mi pare una giustificazione plausibile... al contrario... mi sembra un'affermazione estremamente crudele!

"Il karma fornisce tutte le risposte a vite atroci"
ok...
quali sono queste risposte?

Cos'è che ti da tanto fastidio dal credere che se una cosa succede, a chiunque, è perchè l'ha prodotta prima? Non ti hanno abituato a vedere la cosa, in modo così diverso? Colpa delle religioni, forse?

Ho è migliore la versioen di un Dio sadico, che si diverte a far nascere le sue creature malate e sofferenti, mentre altre stanno bene?

Ragioniamo seriamente, per favore!





Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 20-04-2005, 13.22.02   #172
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Re: per kim

Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1


Ho chiesto spiegazioni a te riguardo al karma perché kannon non ha mai risposto dopo il suo post e te in questo caso sei l'unica che ci capisce qualcosa
Riguardo al problema dei bambni... lo so che esistono anche adulti e anziani con simili problemi, ma ho riportato quell'esempio perché è estremamente difficile che un babino, in questa vita, abbia compiuto degli atti così gravi da meritarsi una punizione altrettanto terribile.


"Ho chiesto spiegazioni a te riguardo al karma perché kannon non ha mai risposto dopo il suo post e te in questo caso sei l'unica che ci capisce qualcosa "


Scusami. Non ho risposto perchè non ho avuto modo. Adesso puoi legegre però!


"Riguardo al problema dei bambni... lo so che esistono anche adulti e anziani con simili problemi, ma ho riportato quell'esempio perché è estremamente difficile che un babino, in questa vita, abbia compiuto degli atti così gravi da meritarsi una punizione altrettanto terribile."


Infatti, non in questa vita!


Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 20-04-2005, 22.24.24   #173
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Cos'è che ti da tanto fastidio dal credere che se una cosa succede, a chiunque, è perchè l'ha prodotta prima? Non ti hanno abituato a vedere la cosa, in modo così diverso? Colpa delle religioni, forse?

Ho è migliore la versioen di un Dio sadico, che si diverte a far nascere le sue creature malate e sofferenti, mentre altre stanno bene?

Ragioniamo seriamente, per favore!





Ciao.

Kannon, non mi pare di aver detto che non credo a ciò che dici a causa della religione, qualsiasi essa sia, che attribuisce tali sventure alla volontà di Dio..
però rifletti su una cosa:
tu dici che è il Karma... che le malattie sono la causa delle nostre aziooni e il karma deve essere esaurito e per questo la morte non può essere anticipata;
secondo il Cattolicesimo... alcuni dicono che si tratta di una "punizione divina", altri che tutto questo fa parte del misterioso disegno di Dio e pertanto solo Dio può dare e togliere la vita;
secondo alcuni cristiani (non cattolici) non possiamo considerare solo la vita biologica, ma anche quella biografica e ontolgica e Dio non vorrebbe la vita "a tutti i costi" e non chiede "sacifici".

Come vedi esistono numerose opinioni discordanti anche nell'ambito religioso, ognuno ritiene giusto ciò in cui crede e pretende di possedere la conoscenza della verità e di imporre tali principi anche agli altri; c'è da dire che cercare di imporre il proprio pensiero a chi sceglie una strada diversa, invece di pensare al proprio percorso spirituale, è indice, a mio avviso, di estrema ignoranza e mancanza di rispetto per il prossimo.

Esistono numerose religioni, dottrine o idee assolutamente personali e ciascuna ha gli stessi diritti delle altre, tutte sono degne di rispetto perché riflettono pensieri, valori e principi insiti in ciascuno di noi e, se non mi sbaglio, un carattere che accomuna la maggior parte di esse è rappresentato dal considerare ogni individuo uguale agli altri.
Mi sembra invece che lo scopo principale di queste si rifletta nel cercare di "convincere", "convertire" e "conquistare nuove anime" a discapito del rispetto e dell'ugualianza di cui tutti parlano, ma pochi applicano, andando completamente contro al vero senso della religione e della spiritualità che nascono da percorsi interiori ed esclusivamente personali e non sono, o almeno non dovrebbero essere, solo "fenomeni di massa".

La tua battuta
Citazione:
ragioniamo seriamente
calza perfettamente!!!
Invece di cercare di imporre agli altri opinioni, religioni etc.etc. guardiamo ai fatti. I fatti dicono che non tutti sono cattolci, non tutti credono nel karma, non tutti sono cristiani protestanti, non tutti sono musulmani, non tutti credono in una religione o si affidano ad una dottrina precostituita...
lo Stato quindi non può imporre un'unica visione della vita ma deve dare a ciascuno l'opportunità di scegliere e di credere in ciò che vuole.

L'inquisizione non è mai finita... si è solo modernizzata!

Ciao

Ultima modifica di iris_1 : 20-04-2005 alle ore 22.32.47.
iris_1 is offline  
Vecchio 20-04-2005, 22.26.58   #174
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
"Riguardo al problema dei bambni... lo so che esistono anche adulti e anziani con simili problemi, ma ho riportato quell'esempio perché è estremamente difficile che un babino, in questa vita, abbia compiuto degli atti così gravi da meritarsi una punizione altrettanto terribile."


Infatti, non in questa vita!


Ciao.
Anche questa è un'opinione personale.. non so se è vera, ma certo non la ritengo giusta e non mi pare umano andare da un bambino e dirgli:
"se te hai la leucemia significa che te la sei meritata"

Ultima modifica di iris_1 : 20-04-2005 alle ore 22.30.20.
iris_1 is offline  
Vecchio 21-04-2005, 08.14.58   #175
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
"E se domani trovano la cura contro il cancro...?"


Indovina un pò! Forse, è finito quel Karma!



No mi scusi ma forse voleva dire che per lo spirito non è piu utile quel tipo di esperienza o" l'esperienza" posta in quei termini.


Il Karma collettivo esiste ma non certo di questa grandezza

comunque ho l'impressione che diciamo le stesse cose.


buona giornata
Kim is offline  
Vecchio 21-04-2005, 10.39.39   #176
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Kannon, non mi pare di aver detto che non credo a ciò che dici a causa della religione, qualsiasi essa sia, che attribuisce tali sventure alla volontà di Dio..
però rifletti su una cosa:
tu dici che è il Karma... che le malattie sono la causa delle nostre aziooni e il karma deve essere esaurito e per questo la morte non può essere anticipata;
secondo il Cattolicesimo... alcuni dicono che si tratta di una "punizione divina", altri che tutto questo fa parte del misterioso disegno di Dio e pertanto solo Dio può dare e togliere la vita;
secondo alcuni cristiani (non cattolici) non possiamo considerare solo la vita biologica, ma anche quella biografica e ontolgica e Dio non vorrebbe la vita "a tutti i costi" e non chiede "sacifici".

Come vedi esistono numerose opinioni discordanti anche nell'ambito religioso, ognuno ritiene giusto ciò in cui crede e pretende di possedere la conoscenza della verità e di imporre tali principi anche agli altri; c'è da dire che cercare di imporre il proprio pensiero a chi sceglie una strada diversa, invece di pensare al proprio percorso spirituale, è indice, a mio avviso, di estrema ignoranza e mancanza di rispetto per il prossimo.

Esistono numerose religioni, dottrine o idee assolutamente personali e ciascuna ha gli stessi diritti delle altre, tutte sono degne di rispetto perché riflettono pensieri, valori e principi insiti in ciascuno di noi e, se non mi sbaglio, un carattere che accomuna la maggior parte di esse è rappresentato dal considerare ogni individuo uguale agli altri.
Mi sembra invece che lo scopo principale di queste si rifletta nel cercare di "convincere", "convertire" e "conquistare nuove anime" a discapito del rispetto e dell'ugualianza di cui tutti parlano, ma pochi applicano, andando completamente contro al vero senso della religione e della spiritualità che nascono da percorsi interiori ed esclusivamente personali e non sono, o almeno non dovrebbero essere, solo "fenomeni di massa".

La tua battuta

calza perfettamente!!!
Invece di cercare di imporre agli altri opinioni, religioni etc.etc. guardiamo ai fatti. I fatti dicono che non tutti sono cattolci, non tutti credono nel karma, non tutti sono cristiani protestanti, non tutti sono musulmani, non tutti credono in una religione o si affidano ad una dottrina precostituita...
lo Stato quindi non può imporre un'unica visione della vita ma deve dare a ciascuno l'opportunità di scegliere e di credere in ciò che vuole.

L'inquisizione non è mai finita... si è solo modernizzata!

Ciao

"Kannon, non mi pare di aver detto che non credo a ciò che dici a causa della religione, qualsiasi essa sia, che attribuisce tali sventure alla volontà di Dio.. "


Si però, sembri sottovalutare un "ragionameto" una volta tanto che incontri qualcuno che riesce a "farlo"! Un ragioamento che per chi vuole, può essere invece, molto interessante, o no? Quanta gente credi che puoi incontrare in tutta la tua vita che ti possa parlare, di queste cose? Non prendere queste parole come un auto affermazione del prorio io, perchè non è così, ma solo da un punto di vista di "pura" possibilità di confronto e conoscenza! Ok?


"però rifletti su una cosa:
tu dici che è il Karma... che le malattie sono la causa delle nostre aziooni e il karma deve essere esaurito e per questo la morte non può essere anticipata;"


Non "dovrebbe" esserlo!


"secondo il Cattolicesimo... alcuni dicono che si tratta di una "punizione divina", altri che tutto questo fa parte del misterioso disegno di Dio e pertanto solo Dio può dare e togliere la vita;"


Si ma, non danno alcuna spiegazione logica, e gli esseri, non "comprendono"!


"secondo alcuni cristiani (non cattolici) non possiamo considerare solo la vita biologica, ma anche quella biografica e ontolgica e Dio non vorrebbe la vita "a tutti i costi" e non chiede "sacifici".


Questo è "falso", e non ha alcun senso, infatti, la vita c'è! Il mio punto di vista, chiara-mente!


"Come vedi esistono numerose opinioni discordanti anche nell'ambito religioso, ognuno ritiene giusto ciò in cui crede e pretende di possedere la conoscenza della verità e di imporre tali principi anche agli altri;"


Ognuno fa come vuole. Personalemente, io esprimo il mio pensiero, e non lo impongo a nessuno, chiaro? Se uno è interessato, mi segue nel ragionamento, e cerca di "approfondire", altrimenti, è libero di dire la sua e di mandarmi anche a ... Nessun problema, per me, già conosco il "premio"!


Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 21-04-2005, 10.42.17   #177
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Anche questa è un'opinione personale.. non so se è vera, ma certo non la ritengo giusta e non mi pare umano andare da un bambino e dirgli:
"se te hai la leucemia significa che te la sei meritata"

Ma chi ha detto di farlo? Cosa dici? E' comprendere ciò che accade, e perchè accade, che è importante. Poi ognuno attua, in base a coscenza, caso per caso, momento per momento, situazione per situzione, in base a chi ha di fronte, a quanto può comprendere. Non è necessario dire niente, o può esserlo in altri casi. Certo è, che se qualcuno mi chiedesse (come è successo) che soffre e non capisce perchè, ma vorrebbe tanto sapere, comprendere ciò che accade, e sia arrabbia con Dio perchè ritiene ingiusto quello che gli è successo e le spiegazioni che gli hanno dato (come quelle della chiesa) non le ritiene "logiche" (infatti, non da nessuan logica spiegazione), e lo portano ad arrabbiarsi ancora di più verso quel Signore che ha permesso una tale cosa porprio al lui, ..., bè allora, posso anche provarci, a spiegare qualcosa, ...

Ci sono persone, che sanno comprendere, però, e mi sono capitate, perchè la loro mente, è comunque più aperta!

Capito?

VUOI SAPERE QUANTE VOLTE SONO MORTO IO IN QUESTA UMANITA', IN QUALI MOD, DI QUALI MALATTIE, ECC... ECC...


Ciao.

Ultima modifica di Kannon : 21-04-2005 alle ore 10.53.28.
Kannon is offline  
Vecchio 21-04-2005, 20.48.27   #178
Hare_Crusca
Ospite
 
L'avatar di Hare_Crusca
 
Data registrazione: 20-04-2005
Messaggi: 25
Ah, beato Kannon che ha tutte queste certezze!

punzecchiaturina a parte... credo che l'eutanasia sia giusta come principio di base... la difficoltà sta nell'applicarla.
Ogni caso è a diverso.
C'è la donna che sa che morirà, che andrà incontro alla sofferenza (sua e di chi le sarà vicino) e che quindi decide CONSAPEVOLMENTE di voler morire.
Ma non può, perchè la legge (qui almeno) non glielo consente.

Assurdo: se voglio morire ho il DIRITTO di farlo.

Poi però c'è la donna in coma da tanti anni, non parla, non si sa assolutamente cose prova, se è ancora in grado di percepire la realtà circostante.
Dovrebbero decidere i familiari... ma quando (come nel caso di Terry Schiavo) questi non sono d'accordo?
Cosa si fa?
La si tiene in vita perchè per i genitori è un modo di sentirsi ancora utili (è una provocazione, NON STO dicendo che QUEI genitori avessero queste motivazioni...)
Oppure la uccidiamo perchè il marito ha fretta di risposarsi e finchè la moglie è viva non può farlo (idem come sopra... sto solo cercando degli esempi paradossali per rendere più difficile un'eventuale schieramento).

Cosa si fa???
E se tutti i parenti fossero concordi nell'eutanasia, chi ci dice che quella donna vuole morire?

Davvero difficile...
Forse dovremmo lasciare tutti delle volontà scritte, del tipo "nel caso finissi in coma vegetativo, per favore, superati tot mesi, provvedete alla mia eutanasia, grazie".
Ecco, così si saprebbe di agire rispettando la volontà della persona.
Ma tanto a cosa serve parlarne?
Finchè vivremo in un paese dove è la chiesa che decide...

E nessuno porti un parente a morire nei paesi dove l'eutanasia è legale: Una volta rientrati in patria sarete processati per concorso in omicidio....

Hare_Crusca is offline  
Vecchio 22-04-2005, 07.55.39   #179
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Ah, beato Kannon che ha tutte queste certezze!


Opinione:

Io invece credo che se non fosse per qualche lieve sfumatura con le fonti delle mie ricerche ...direi "verità"...anche se certe "verità" non sono per tutti o meglio per i "tempi" di tutti, e soprattutto non sono strettamente necessarie in vita, ma è certo che a questi livelli non ci arrivi certo per contrarietà.

Ultima modifica di Kim : 22-04-2005 alle ore 08.07.22.
Kim is offline  
Vecchio 22-04-2005, 15.55.46   #180
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kim
Ah, beato Kannon che ha tutte queste certezze!


Opinione:

Io invece credo che se non fosse per qualche lieve sfumatura con le fonti delle mie ricerche ...direi "verità"...anche se certe "verità" non sono per tutti o meglio per i "tempi" di tutti, e soprattutto non sono strettamente necessarie in vita, ma è certo che a questi livelli non ci arrivi certo per contrarietà.

I tempi, sono già "arrivati"! Appena un passo dietro, un Nuovo Inizio!



Kannon is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it