Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 14-10-2005, 23.42.34   #31
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da nexus6
Ehi... io sto parlando da un punto di vista filosofico... non è che consideri nella vita reale le persone come "oggetti" o automi... anche se alcuni paiono proprio averne le caratteristiche...

"consideri" chi?
In questi casi al congiuntivo devi associare il soggetto altrimenti non si capisce se è "io" o "tu".
Una fusionalità idealistica, da un certo punto di vista, il soggetto pensante crea, pone l'oggetto (anche quello che ritiene altro da sè).

Ma spiegami meglio la posizione che sostieni.
r.rubin is offline  
Vecchio 15-10-2005, 10.49.18   #32
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Era sottinteso "io"... ; io non sostengo nessuna posizione, ma non posso essere sicuro al 100% che quelli che chiamo altri abbiano le mie stesse facoltà mentali... e bada non intendo dire che gli altri siano stupidi (come si potrebbe equivocare!), ma potrei essere io ad assegnare agli altri una soggettività che essi forse non possiedono. Per curiosità guarda:
http://en.wikipedia.org/wiki/Philosophical_zombie
e
http://en.wikipedia.org/wiki/Functio...y_of _mind%29

Anche senza considerarle tali, molte persone le trattiamo come "oggetti" dalla cassiera del supermercato al conducente dell'autobus mattutino ecc... ecc..., ma questo è un altro discorso...
nexus6 is offline  
Vecchio 15-10-2005, 12.21.57   #33
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Hai ragione, l'autocoscienza è una percezione interna al soggetto che la prova, è accessibile solo a lui e non agli altri esterni a lui.
Chissà che in un futuro le neuroscienze risolvano la questione indicando le aree cerebrali coinvolte nell'autocoscienza: così potremmo avere la prova dell'autocoscienza altrui.
r.rubin is offline  
Vecchio 16-10-2005, 19.48.21   #34
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Salve ragazzi sono nuovo e amo filosofeggiare.

Riguardo alla questione sull'IO, vi espongo la teoria nel modo più breve e semplice possibile:

L'IO non è altro che la rappresentazione mentale del nostro essere.

Ossia: Noi non conosciamo le persone: le rappresentiamo nella nostra testa.
Come accade per le altre persone, accade così anche per noi stessi.

L'IO in filosofia è l'idea di noi stessi come essere, dunque l'IO è falso poichè è una interpretazione.

Come noi non conosciamo realmente gli altri soggetti così non conosciamo noi stessi.


Dopo se vogliamo parlare di cosa è l'autocoscenza, be questo è un discorso molto più ampio.
alessiob is offline  
Vecchio 17-10-2005, 11.34.45   #35
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Sono assolutamente O.T. ma ho dato un’occhiata al 3d che mi segnalava miky 1987 ed anche al suo sito.
miky 1987 Sembra quasi incredibile che a 18 anni hai già tante idee e così chiare. Su molte si potrebbe discutere ed ampliarle ma non è questo il posto.
Non è questo il posto neppure per dire quello che stò per dire perché il 3d aveva tutti altri intenti, ma è un concetto che ho dentro e che voglio dire e che è rivolto a tutti coloro che pensano con chiarezza.

La filosofia, come la religione, sono i segnali sulla strada che dirigono lo sviluppo dell’umanità. In cultura e società si fa politica, ma le scelte politiche si basano sulle scelte ideologiche che i filosofi, (oggi anche gli economisti), hanno sviluppato, perché in qualche modo è il pensiero che definisce “il VALORE” e tutto il mondo, che ci piaccia o no, muove verso quello che è indicato essere il valore.

La religione purtroppo, secondo me, non è capace di evolvere, perché si trova ancorata a troppi “luoghi comuni” che ha voluto assolutizzare in nome di Dio. Tutto ciò che ci rimane quindi, per fare evolvere il nostro pensiero ed adattarlo al mondo che cambia, sono le discipline umanistiche…. L’antropologia, la storia, la psicologia, e la filosofia..etc.

In questo senso guardo con grande ansia alle nuove generazioni, sperando che da esse, possa nascere un “nuovo secolo dei lumi”, che rimetta in moto il cammino della ragione, interrotto troppo precocemente, forse, dalla barbarie di due guerre mondiali. Oggi c’è uno sconfinato bisogno di questa luce che, come dicevo, la religione, da sola, non ce la fa a tenere accesa.

Mi riscuso per l'O.T. e saluto.......

VanLag is offline  
Vecchio 17-10-2005, 11.35.39   #36
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
Riguardo alla questione sull'IO, vi espongo la teoria nel modo più breve e semplice possibile:
forse è meglio che specifichi "secondo me" oppure "la mia teoria"

Citazione:
L'IO in filosofia è l'idea di noi stessi come essere, dunque l'IO è falso poichè è una interpretazione.
ancora una volta devi specificare il significato di "falso", "essere", "interpretazione"...

Citazione:
Dopo se vogliamo parlare di cosa è l'autocoscenza, be questo è un discorso molto più ampio.
parliamone allora... ma non credo che sia molto ampio come discorso...
nexus6 is offline  
Vecchio 17-10-2005, 13.06.17   #37
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
L'Io è falso perché interpretazione.. cavolo, sono bravissimo a non essere Io e nello stesso tempo illudere me stesso (IO) di essere tale. Mi pare si entri in paradosso così..
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 17-10-2005, 14.28.45   #38
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
L'Io è falso in quanto non è una rappresentazione reale ma solo una interpretazione.

Esempio: Quando penso al concetto di albero, non ho in mente un preciso albero situato in un preciso luogo e soprattutto non ho assolutamente (poichè è impossibile) una immagine ben definita di questo. Dunque questo mio pensiero è una interpretazione della relatà, non la realtà.

L'IO e una idea che noi abbiamo di noi stessi, quindi noi non siamo realmente come crediamo di essere, basti pensare a questo: Spesso un uomo si stupisce delle scelte che compie che prima pensava non avrebbe fatto. Succede sempre, nelle piccole e nelle grandi cose.

Dunque noi non abbiamo accesso alla conoscenza vera di noi stessi.
alessiob is offline  
Vecchio 17-10-2005, 16.31.51   #39
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Non so... non mi piace dire l'io è falso...anch'io penso che sia un'idea creata da noi, ma perchè falsa?
nexus6 is offline  
Vecchio 17-10-2005, 18.43.27   #40
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
ummm.. forse dovremmo usare un altro termine per definire Idea falsa.

Potremmo dire: Idea non oggettiva ma soggettiva.

Idea non reale, idea individuale, o più semplicemente interpretazione.

Dunque l'IO non è la realtà, lo è solo per il soggetto pensante, ed è inoltre una realtà mutevole poichè con il tempo noi cambiamo e cambiamo anche l'opinione sul nostro IO.

Si deduce quindi che L'Io ha due caratteristiche principali:
E una interpretazione della realtà; è mutevole.
alessiob is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it