Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 12-01-2008, 01.21.21   #11
andreax
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 72
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
In Origine l'uomo conosceva la Realtà vera

La nostalgia del passato come periodo dorato dell'esistenza è stata da sempre una prerogativa strettamente umana. Vorrei chiederti, caro amico, come fai ad essere così sicuro che in passato l'uomo fosse custode della realtà vera (con o senza le virgolette fai te)?

Citazione:
ciò che prima era chiaro a tutti, è divenuto chiaro a pochi.. e poi sempre meno. Così ciò che prima era chiaro, è dovuto diventare qualcosa da inculcare e da credere per "fede".

Ho letto una volta il Mein Kampf (vaneggiamenti di un folle) e le espressioni "inculcare" e "credere per fede" ricorrono molto spesso. Sarà solo una futile coincidenza, ma io farei attenzione a "inculcare" ...

Citazione:
Poi è chiaro che c'era un tempo in cui non era necessario avere l'aiuto delle tavole della legge.

Io credo che la legge sia strettamente connessa con la natura dell'uomo. Anche nelle società meno evolute presumo ci siano state delle leggi, magari non scritte su tavole...

Citazione:
Non a caso Mosè ne distrugge una di tavola, perchè si rende conto che i suoi (e per derivazione, noi) non la meritavano.

L'oscurità di questo passo mi lascia perplesso.
andreax is offline  
Vecchio 12-01-2008, 01.22.58   #12
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
Originalmente inviato da pensieridiunmuratore
Poi è chiaro che c'era un tempo in cui non era necessario avere l'aiuto delle tavole della legge. Perchè le cose le si conoscevano ancor meglio.

Posso... chiedere?

Quale era , questo tempo? (a me non è chiaro per nulla, ma è certamente colpa dei miei lacunosi studi).

Da cosa si capisce (che era quello in cui non era necessario avere le tavole della legge)?

Grazie infinite a chi vorrà.
donella is offline  
Vecchio 12-01-2008, 10.18.30   #13
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
L'infanzia dell'umanità

Citazione:
Originalmente inviato da andreax
La nostalgia del passato come periodo dorato dell'esistenza è stata da sempre una prerogativa strettamente umana. Vorrei chiederti, caro amico, come fai ad essere così sicuro che in passato l'uomo fosse custode della realtà vera (con o senza le virgolette fai te)?
Qui si parla della costruzione del proprio ego da parte dell'uomo.
Da li inizia l'allontanamento dalla Realtà Ultima.
L'uomo non è nato con l'ego,e questo è comprensibile e dimostrabile.
E' sufficiente osservare come si evolve..e cose perde un bambino per intuirlo..
Noor is offline  
Vecchio 12-01-2008, 12.52.47   #14
Gianfry
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-06-2003
Messaggi: 401
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

A mio avviso, Dio e Dea generarono Adamo ed Eva nell'EDEN ad un livello di consapevolezza (3 miliardi) che garantiva loro anche l'immortalità nella forma.
Partendo da quel livello Adamo ed Eva, insieme ai loro discendenti, avrebbero dovuto impegnarsi per evolvere ulteriormente fino a raggiungere per merito proprio la SAGGEZZA e la SAPIENZA. Tale SAGGEZZA e SAPIENZA avrebbe conferito loro molte altre capacità divine, quali ad esempio: la FORZA, il POTERE, ecc., ecc (in tutto sono 144 qualità divine incluse negli ologrammi fenotipi).
Purtroppo Adamo ed Eva, insieme ad altre anime hanno voluto bruciare le tappe (cioè hanno voluto mangiare prematuramente il frutto acerbo dell'albero) e sono "caduti" di vibrazione e consapevolezza. Di conseguenza son dovuti passare attraverso la conoscenza del BENE e del MALE per poter evolvere. La CADUTA li ha allontanati da Dio e dal Suo Amore. All'Amore sono subentrate la Paura e l'Illusione.
Dio donò ad Abramo (uno dei 5 figli di Eva), tramite l'Arcangelo Metatron, l’ Albero della Vita che costituisce l'essenza della Kabbalah, poco meno di 12 milioni di anni fa (quando l'umanità scese per la prima volta sotto la prima dimensione iniziale come consapevolezza).

La Cabalà (Kabbalah) è l'insieme di quei codici e sistemi che, applicati alle Sacre Scritture, ci permettono di percepirne il significato segreto. Infatti, la Sacra Scrittura contiene in sé quattro livelli:
4) esoterico o segreto
3) filosofico e morale
2) simbolico
1) semplice o letterale
La Cabalà è l'entrata nel quarto e più alto livello.

Tutti gli altri testi (connessi a tutte le religioni e filosofie) sono informazioni scaturite da meditazioni ed approfondimenti vari scaturiti dall'Albero della Vita.

In particolare, la Bibbia è un reale testo sacro. In essa si mischiano Verità letterali, con Verità metaforiche e con Verità codificate.
Le Verità letterali danno Sapienza, le Verità metaforiche danno Saggezza mentre le Verità codificate danno Potere sulla Realtà, ossia reale Magia (es: i 72 nomi di Dio).

Dio scelse proprio Abramo come responsabile delle questioni spirituali perché fu il primo essere umano a raggiungere i mondi spirituali nella propria evoluzione, fu cioè il primo essere umano ad iniziare a rilasciare il proprio Ego in modo corretto, cioè solo se quell'Ego rilasciato era stato prima compreso sia spiritualmente (crescita interiore) sia umanamente (crescita esteriore). Fu anche il primo essere umano che, come conseguenza di questo suo corretto lavoro spirituale, raggiunse spiritualmente il Regno di Dio (Olam Ein Sof) completando i 125 livelli dei mondi spirituali.

In fondo tutti i "Testi sacri" delle varie religioni e filosofie traggono origine dall'ALBERO DELLA VITA della Kabbalah.*Ovviamente, le varie interpretazioni contenute in tali "Testi sacri" corrispondono alla consapevolezza dei rispettivi popoli.

2000 anni fa venne Gesù, inviato da Padre quale messaggero, che preannunciò la prossima venuta del Padre che: 1) avrebbe rivelato la Verità intera; 2) guidato l'ASCENSIONE GLOBALE; 3) portato sulla Terra il Nuovo Regno di Dio.

Tutte le varie religioni hanno svolto finora la loro funzione di tener accesa la fiammella della fede in Dio.

A mio avviso, con l'Ascensione Globale, le varie religioni dovranno recepire pian piano la Verità intera che Dio Padre ci sta rivelando oppure dovranno scomparire perché gli umani che prendono coscienza non le seguiranno più.
Gianfry is offline  
Vecchio 12-01-2008, 14.04.51   #15
pensieridiunmuratore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 21-03-2007
Messaggi: 68
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
Quale era , questo tempo? (a me non è chiaro per nulla, ma è certamente colpa dei miei lacunosi studi).
Da cosa si capisce (che era quello in cui non era necessario avere le tavole della legge)?
Sfortunatamente non è questione di lacunosi studi, o meglio sì, ma il tuo non è un caso particolare. E' ciò ce succede nella stragrande maggioranza dei casi del mondo occidentale.
Tutti gli ultimi secoli di cosiddetto "sviluppo del pensiero occidentale" non sono altro che un continuo oscuramento della realtà in nome del "positivismo" del "è vero solo ciò che è dimostro".
L'amore non lo puoi pesare con una bilancia, sarà dunque falso?
Cmq spero capirai meglio la mia risposta con il resto.

Citazione:
Originalmente inviato da andreax
La nostalgia del passato come periodo dorato dell'esistenza è stata da sempre una prerogativa strettamente umana. Vorrei chiederti, caro amico, come fai ad essere così sicuro che in passato l'uomo fosse custode della realtà vera (con o senza le virgolette fai te)?
Per logica, perchè a mettere un minimo di obiettività nell'osservazione tanto del mondo attuale quanto di quello passato (per quel poco che ne sappiamo), non si può che giungere a questa conclusione.

Citazione:
Ho letto una volta il Mein Kampf (vaneggiamenti di un folle) e le espressioni "inculcare" e "credere per fede" ricorrono molto spesso. Sarà solo una futile coincidenza, ma io farei attenzione a "inculcare" ...
Infatti non è il mio ruolo. Ed è chiaro che quando nessuno sa ci sia il rischio che il primo che arriva possa scrivere le più grandi bestialità e diventare così dittatore di un paese "evoluto" come la Germania.

Citazione:
Io credo che la legge sia strettamente connessa con la natura dell'uomo. Anche nelle società meno evolute presumo ci siano state delle leggi, magari non scritte su tavole...
Ecco, partiamo da questo.
E' praticamente certo che in passato la Tradizione si tramandava esclusivametne per via orale, dunque cominciamo a sfatare il mito che dove non c'è una prova testuale è indice di ignoranza. Semmai erano più intelligenti e capaci di ricordare l'intero testo biblico (non è che un esempio) a memoria e senza commettere errori.

Indizi. Quelli che ti posso scrivere io sono tanti indizi. Chiamati misteri al giorno d'oggi perchè non coincidono con la teoria "evoluzionistica".
Piramiti, Meccanismo di Antichitera, calcoli astronomici Maya, forse le piramidi bosniache. Cosidetti "misteri" perchè si spiegherebbero solo accettando che nessuna evoluzione vera vi sia stata. Semmai v'è stata una "discesa nella materia" sempre più accentuata.
Ma comunque non è con un solo post che si può comprendere la presa in giro dell'"evoluzione".
Credo bisognerebbe approfondire la confusione dei tempi moderni, come ci si è arrivati e poi il fatto non indifferente che questa confusione fosse prevista già migliaia diverse migliaia di anni fa, e di questo v'è prova nei più antichi testi scritti.
pensieridiunmuratore is offline  
Vecchio 12-01-2008, 14.09.41   #16
andreax
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 72
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
Quale era , questo tempo? (a me non è chiaro per nulla, ma è certamente colpa dei miei lacunosi studi).

Da cosa si capisce (che era quello in cui non era necessario avere le tavole della legge)?

Non incolpare i tuoi studi... Io sono dell'avviso che valga più un opuscoletto di 10 pagine di fisica che tutto l'insieme di tomi e volumi che trattano teologia e metafisica...

Citazione:
Da cosa si capisce (che era quello in cui non era necessario avere le tavole della legge)?

Penso che non ci siano molte prove a supporto di questa tesi... Bisogna dimostrare ora che la non necessità di tavole in passato, è la stessa di oggi...
andreax is offline  
Vecchio 12-01-2008, 14.48.25   #17
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
Originalmente inviato da andreax
Io sono dell'avviso che valga più un opuscoletto di 10 pagine di fisica che tutto l'insieme di tomi e volumi che trattano teologia e metafisica...
Se pensi ciò..credo sia più che vano discutere dell'argomento
anche se sono convinto, che ciò che serve,nell'essenza,in questo campo,possa essere
raccolto in un opuscoletto di..5 paginette..
Noor is offline  
Vecchio 12-01-2008, 15.52.12   #18
andreax
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 72
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
Per logica

Purtroppo(o fortunatamente) la logica ci porta in direzione completamente opposta.

Citazione:
Ed è chiaro che quando nessuno sa

Su questo siamo perfettamente d'accordo...nessuno sa nulla riguardo alla verità, all'Essere Supremo...quando qualcuno mi chiede per esempio:"Qual'è la vera natura di Dio?" io semplicemente rispondo :"Non lo so"...
Purtroppo i nostri profeti hanno profetato(come scrivi tu del resto), e profetando hanno risposto in maniera chiara e nello stesso tempo criptica a questa domanda.

Citazione:
ricordare l'intero testo biblico (non è che un esempio) a memoria e senza commettere errori.

Avrei qualche dubbio sul ricordare perfettamente a memoria la bibbia senza commettere errori. Poi che motivo c'era di ricordare a memoria se questi pastori ignoranti per lo meno sapevano scrivere?
andreax is offline  
Vecchio 12-01-2008, 16.42.15   #19
andreax
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-01-2006
Messaggi: 72
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
opuscoletto di..5 paginette

Quale?Non credo che tu stia pensando ad un catechismo di 5 pagine...
andreax is offline  
Vecchio 12-01-2008, 18.06.08   #20
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Sulla necessità delle religioni

Citazione:
Originalmente inviato da andreax
Quale?Non credo che tu stia pensando ad un catechismo di 5 pagine...
beh..non posso darti torto..
Facciamo allora due righe:

"E' fatta la Tua Volontà"

..E via qualsiasi catechismo..
Noor is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it