Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 07-05-2015, 00.41.40   #101
paul11
Ospite abituale
 
Data registrazione: 17-12-2011
Messaggi: 899
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

Citazione:
Originalmente inviato da Sariputra
Vorrei spendere una parola a favore di quel poveraccio, bistrattato, calunniato e temuto diavolaccio. Nell'Eden Dio lo riduce a serpente per tentare la gentil donzella (che in realtà non aspettava che questo) e lo usa per cacciare i due ignudi amanti dal paradiso in terra.
Dopo di che scompare e riappare come angelo sterminatore, che passa di casa in casa a mieter giovani vittime innocenti egiziane, in Esodo.
Più avanti lo troviamo a dover mietere una vendemmia immane di vite sotto le mura argillose di Gerusalemme assediata.
Fin qui tutto bene (si fa per dire). Il cornuto (metaforicamente) non fa che obbedire agli ordini del Capo, che si sa esser piuttosto vendicativo, in quel tempo antico.
Ma poi ...che succede ? Il poveraccio avverte una strana nuova sensazione e si domanda: Perché devo eseguire questi ordini così cruenti, mentre Michele e l'altro, il Gabriele, se ne vanno tranquillamente per l'aere e rifulgono di grazia immacolata? Perché devo lordare di sangue innocente le mie povere ali angeliche? Perché questo Capo non se le sbriga da solo queste vendette truculente ?
Commise allora il più fatale degli errori (ma chi di noi non l'avrebbe commesso in quello stato in cui si trovava?)...si confidò con il biondo Raffaele (ritenuto a torto by partisan, un angelo di centro, un moderato lontano dagli estremismi del Capo e degli altri arcangeli).
Ma come...ahimè...ben sappiamo, il Raffaele, come tutti gli arcangeli di centro pendeva dalla parte del Capo ( una riflessione sul moderatismo che propende in definitiva per il Potere andrebbe fatta) al quale, inopinatamente, spifferò tutto il malumore luciferino.
Convocato in fretta e furia ai piedi del dorato Trono il malcapitato, confuso e in preda a cupa disperazione, balbettò, bisbigliò,incespicò e cadde riverso travolgendo l'arpa angelica che ininterrottamente melodiava per i campi elisi. Al che , il Supremo, pose la domanda terribile al nostro: Vuoi tu, o arcangelo mal riuscito ( della cui creazione si era già pentito, come spesso Gli accadeva) disobbedire al mio comando rifiutandoti di continuar a menar malasorte ai nemici, seppur ai tuoi occhi appaion innocenti ? Non sai, eppur ti ho detto mille volte, che Io solo son innocente ?
Ebbe allora l'ardire, o la sventura, di balbettare un timidissimo Sì. Non si accorse nemmeno di averlo proferito. Pensava di aver detto No. Ancora adesso è convinto di aver detto No. Sicuramente voleva dire No. Se ne pentì subito di aver detto Sì, anche se, più ci rifletteva e più se ne sentiva un pò orgoglioso. Basta mietiture d'anime neonate, basta lapidazioni sommarie,un giretto per la volta celeste forse...
Ma cadde improvvisamente, sempre più giù, al fondo di una solitudine immensa.Qui si trovò circondato da innumerevoli solitudini insanabili e realizzò la condanna.
E, ancora adesso, proclama: Volevo esser buono e giusto e per questo sono condannato solo a far del male. Chi più sventurato di me ?

Ciao Sariputra
Mi scuso per non avere letto tutti gli interventi della discussione, ma voglio arrivare a l"sodo".
Il primo aspetto è che non si sa il perchè Dio crea il "mondo".
Tutte le interpretazioni sembrano metafore umane ,così come l'incarnazione del male contrapposto all'eterna lotta con il bene.
Lucifero, il principe di luce, rappresenta, l'ambizione, l'invidia per il potere divino e la gelosia verso il genere umano più protetto da Dio che non gli esseri eterei angelici. perchè non dimentichiamo che i demoni nascono angeli, ma si ribellano.
E quì sta allora un'altro dubbio, ma come? Dio permette agli angeli di ribellarsi alla sua immane potenza? La disubbidienza angelica è simile alla disubbidienza umana dell'Eden. La perfezione si rompe e inizia il dualismo dialettico antagonistico fra verità e menzogna, fra bene e male.

Molto sa di interpretazione umana, ribadisco.Se così fosse significa allora che l'uomo ha necessità di ricondurre ad un ordine superiore il suo "status" di sofferenza esistenziale dentro un destino"chiuso" dal circolo vita e morte, eros e thanatos. In altri termini, la nostra mente deve dare un senso alla sua esistenza con un " non può essere che siamo solo questo, solo polvere, a che serve vivere, ecc.?". Da quì la costruzione di simboli.
Francamente non c'è una risposta concettuale, se non una tautologia iniziale, un atto di fede.

Allora il demone è dentro un "gioco" ,è nella lotta eterna concessagli da Dio per "rubare" anime fino alla fine dei tempi.Satana e il suo esercito possono intervenire dentro la profezia degli ultimi tempi e il loro fine è possedere più anime possibili: ma la profezia è scritta nell'Armageddon , nella seconda venuta , nella seconda Gerusalemme , nella nuova costruzione del Tempio che segnerà la fine. La sua fine.

Una cosa comunque culturalmente importante è che la morale si è costruita proprio nei simboli di perdizione e salvezza, veicolando i comportamenti umani nella santa probità o nella demoniaca corruzione.Ciò ha costituito a sua volta grande ipocrisia umana dei potenti che l'hanno utilizzata ai fini di"addomesticare" il popolo ai propri fini .

Il diavolo è più vicino alla condiizione umana in quanto contraddizione quanto lo siamo noi stessi. Tutto lo sforzo dei patristi, ma lo si studia anche nelle altre fedi, è lo sforzo morale e quindi comportamentale per elevare l'uomo al di sopra dei propri istinti, a saper educare la propria emotività, a incanalare armonicamente sentimento e ragione.
Quindi il demonio rappresenta la parte terrena, istintiva, corruttibile, egoica; l'elevazione "celeste" (i simboli sono inferno in terra e paradiso in cielo) è staccarsi dalle relazioni materiali ,educare spirito e corpo a porsi al di sopra pur essendo dentro il mondo.
Sono questi concetti che hanno inciso profondamante nelle culture,nella psiche, nell'educazione e non solo la nostra, perchè il simbolo del demone è in tutte le culture.

paul11 is offline  
Vecchio 07-05-2015, 10.48.19   #102
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

Secondo la Filocalia il diavolo sono i nostri pensieri.
freedom is offline  
Vecchio 07-05-2015, 10.55.02   #103
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

** scritto da sebastianb:

Citazione:
Quanto alla tua affermazione: Il copione da rispettare degli ebrei era quello di accogliere il Messia (solo per questo erano stati prescelti !) -

cos'è .. un' esegesi del cristianesimo ?? Di quale epoca ?


"...Ed egli disse loro: «Sciocchi e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti! Non bisognava che il Cristo sopportasse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui..." - (Lc 24, 25-27)


Certo m'immagino che avessero anche altri decreti da compiere, ma quello più saliente era di ricevere e glorificare, in nome di Dio, il Messia.

...ma forse davvero Gesù non è stato il Figlio di Dio, e quindi ancora deve giungere in questo pianeta.
Spero (per gli ebrei scettici) che non sia, il giorno che arrivi secondo il Patto che Dio ha stipulato con Israele, simile ed uguale al Cristo crocifisso.


Pace&Bene

Ultima modifica di Duc in altum! : 07-05-2015 alle ore 16.07.32.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 07-05-2015, 11.08.00   #104
Sariputra
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-03-2015
Messaggi: 257
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

Citazione:
Originalmente inviato da paul11
Ciao Sariputra
Mi scuso per non avere letto tutti gli interventi della discussione, ma voglio arrivare a l"sodo".
Il primo aspetto è che non si sa il perchè Dio crea il "mondo".
Tutte le interpretazioni sembrano metafore umane ,così come l'incarnazione del male contrapposto all'eterna lotta con il bene.
Lucifero, il principe di luce, rappresenta, l'ambizione, l'invidia per il potere divino e la gelosia verso il genere umano più protetto da Dio che non gli esseri eterei angelici. perchè non dimentichiamo che i demoni nascono angeli, ma si ribellano.
E quì sta allora un'altro dubbio, ma come? Dio permette agli angeli di ribellarsi alla sua immane potenza? La disubbidienza angelica è simile alla disubbidienza umana dell'Eden. La perfezione si rompe e inizia il dualismo dialettico antagonistico fra verità e menzogna, fra bene e male.

Molto sa di interpretazione umana, ribadisco.Se così fosse significa allora che l'uomo ha necessità di ricondurre ad un ordine superiore il suo "status" di sofferenza esistenziale dentro un destino"chiuso" dal circolo vita e morte, eros e thanatos. In altri termini, la nostra mente deve dare un senso alla sua esistenza con un " non può essere che siamo solo questo, solo polvere, a che serve vivere, ecc.?". Da quì la costruzione di simboli.
Francamente non c'è una risposta concettuale, se non una tautologia iniziale, un atto di fede.

Allora il demone è dentro un "gioco" ,è nella lotta eterna concessagli da Dio per "rubare" anime fino alla fine dei tempi.Satana e il suo esercito possono intervenire dentro la profezia degli ultimi tempi e il loro fine è possedere più anime possibili: ma la profezia è scritta nell'Armageddon , nella seconda venuta , nella seconda Gerusalemme , nella nuova costruzione del Tempio che segnerà la fine. La sua fine.

Una cosa comunque culturalmente importante è che la morale si è costruita proprio nei simboli di perdizione e salvezza, veicolando i comportamenti umani nella santa probità o nella demoniaca corruzione.Ciò ha costituito a sua volta grande ipocrisia umana dei potenti che l'hanno utilizzata ai fini di"addomesticare" il popolo ai propri fini .

Il diavolo è più vicino alla condiizione umana in quanto contraddizione quanto lo siamo noi stessi. Tutto lo sforzo dei patristi, ma lo si studia anche nelle altre fedi, è lo sforzo morale e quindi comportamentale per elevare l'uomo al di sopra dei propri istinti, a saper educare la propria emotività, a incanalare armonicamente sentimento e ragione.
Quindi il demonio rappresenta la parte terrena, istintiva, corruttibile, egoica; l'elevazione "celeste" (i simboli sono inferno in terra e paradiso in cielo) è staccarsi dalle relazioni materiali ,educare spirito e corpo a porsi al di sopra pur essendo dentro il mondo.
Sono questi concetti che hanno inciso profondamante nelle culture,nella psiche, nell'educazione e non solo la nostra, perchè il simbolo del demone è in tutte le culture.




Il simbolo del demone è davvero in tutte le culture (Iblis, Mara,ecc.).
Viene da chiedersi il perché l'uomo ha sempre voluto vedere il male come qualcosa di estraneo alla sua vera natura. Viene dall'esterno di noi , è tentatore, subdolo, ci inganna. Forse perché accettare il fatto che il male è parte costituente della nostra psiche andava ad inficiare l'idea di essere creature di Dio e quindi "per forza" buone e sante ?
Si commettevano "peccati" e si scaricava la colpa sul diavolaccio di turno. Lo sbaglio egoistico diventava tentazione del maligno.
La soddisfazione dei desideri istintivi, animaleschi che sono in noi ( e che sono parte della nostra natura) veniva repressa perché opera di questa creatura ribellatasi a Dio.
Era un auto assolversi . Un facile rinunciare allo sforzo di cambiare e migliorare se stessi. Un non voler prendere coscienza che le radici del male (egoismo, odio, illusione ) sono radicate in noi. Crescono e prosperano alimentate dal nostro desiderio e dalla nostra sete d'esistere.
Come ad un bimbo si diceva:" Stai buono se no arriva il lupo a mangiarti" così per l'adulto diventava "Sii buono se no arriva il diavolo a prenderti l'anima". Ha la sua funzione sociale e morale verso le masse ( o meglio l'aveva...) ma dal punto di vista spirituale è un concetto con le gambe molto corte e che non sta in piedi...
Sariputra is offline  
Vecchio 07-05-2015, 15.13.57   #105
baylham
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-01-2010
Messaggi: 89
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

"Era un auto assolversi . Un facile rinunciare allo sforzo di cambiare e migliorare se stessi. Un non voler prendere coscienza che le radici del male (egoismo, odio, illusione ) sono radicate in noi. Crescono e prosperano alimentate dal nostro desiderio e dalla nostra sete d'esistere."

Non considero di per sé male i sentimenti di egoismo e di odio, tanto meno l'illusione. Semmai sono biologicamente fondati e necessari.
Non riesco a concepire come possa esistere una specie vivente complessa come l'uomo priva di questi sentimenti: un uomo ed una società basata esclusivamente sull'altruismo e l'amore (agape) è impossibile. Essi non hanno alcun senso, valore senza l'egoismo e l'odio.
Inoltre la valutazione di ciò che è male è effettivamente soggettiva, individuale, ma il male non dipende dalla nostra volontà. La malattia dipende forse dalla volontà dell'uomo? La perdita di una persona amata, di un amico? Al contrario, ogni uomo agisce secondo il proprio bene, il male è rifiutato ed esterno a noi. Data l'ignoranza irrimediabile degli effetti delle nostre scelte ed azioni, possiamo rivalutarle e considerarle come male col senno di poi.

Riaffermo che il Demonio è lo sdoppiamento inconscio di Dio, una controfigura negativa che ha lo scopo di preservare il Dio positivo, la speranza della felicità sostenuta dall'istinto più potente di conservazione.
baylham is offline  
Vecchio 07-05-2015, 15.16.30   #106
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** l
Certo m'immagino che avessero anche altri decreti da compiere, ma quello più saliente era di ricevere e glorificare, in nome di Dio, il Messia.

...ma forse davvero Gesù non è stato il Figlio di Dio, e quindi ancora deve giungere in questo pianeta, spero (per gli ebrei scettici) che non sia, il giorno che arrivi secondo il Patto che Dio ha stipulato con Israele, simile ed uguale al Cristo crocifisso.
Pace&Bene

NEIN ! nochmal Nein !
Wie ist es moeglich, dass Du keine "" ernsthafte "" Bibellesen MINDESTENS einmal ( in Deinem Leben ) gemachst hast ??

Ma è possibile che non hai una Bibbia in casa ? Hai mai letto qualcosa delle Scritture, dalle quali e tramite le quali ANCHE il Gesu' storico ( " trasformato " come nuova entita' divina.. DOPO la sua misteriosa scomparsa !! ) le condivideva ampiamente e totalmente - e che comunque LE SOLE che egli avesse conosciuto !?! -
Queste Scritture ( il Tanak ) - in particolare la divina Torah - accentuano la specificita' propria dell' esistenza del popolo dei correligionari del " tuo " Dio-Incarnato - in quanto popolo di proprieta' del Dio biblico ( scelto secondo la Sua volonta' - almeno cosi' loro fanno intendere.. ) e come tale "" missionari "" della Sua Unicita' !

Caro Duc.. mi sembri un convertito della setta di Lefebre - degni continuatori dei famigerati vescovi cristiani dei primi secoli ..
Allergici a tutto quanto "" puzzava "" di ebraismo ( Melitone di Sardi _ il genio dottrinario .. inventore del termine " popolo deicida e/o il vescovo G. Crisostomo, a cui venne affibiato il sublime titolo di: Bocca d'oro di Dio ( quale ? il Dio cristiano ?) per quelle sue leggendarie e " mitiche " 8 ( otto ) omelie pasquali - intrise di viscerale odio antigiudaico.. degno precursore di Goebels !! ) -

O sei un fervente discepolo di quel "" fantasioso "" vescovo Marcione.. che ripudiava il Dio biblico ( incluso la divina Torah ), in quanto artefice di questo futtuto mondo, nonchè principale responsabile delle nefandezze riportate nei primi Libri del Tanak ?

Eppure basta una lettura delle Scritture ( quindi NON del catechismo di Pio X ! ) per rendersi conto quanto la tua frase:
- ( Certo m'immagino che avessero anche altri decreti da compiere, ma quello più saliente era di ricevere e glorificare, in nome di Dio, il Messia.) - è totalmente fuori dal mondo !

Missione " piu' saliente " NON era ricevere e glorificare il Messia ( !! ) - MA ( come Gia' scritto ) diffondere il monoteismo -- ovvero la Sua Unita'/Unicita' ! .. altro che la panzanata del catechismo di papa Sarto.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Hast Du verstanden ?? - Naechstes Mal werde ich Dir es auf russisch schreiben ! ( la prossima volta te lo scrivo in russo ! )


sebastianb is offline  
Vecchio 07-05-2015, 17.27.27   #107
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

Citazione:
Originalmente inviato da Davide M.
Ciao Seb, com'è andata a Madrid? Dì la verità, ti siamo mancati?
No, sul messianesimo non ho letto niente,


Caro David - a Madrid .. sono stato solo 5 ore ... ma dopo sono stato in Turchia - per 10 giorni.
Un Paese che dal punto di vista religioso .. lo si puo' considerare come la terra della "" formazione " dottrinale della nuova fede!

Pensa ad Antiochia ( ove venne coniato il termine " cristiani " - vedi Atti 11,26 ) - piena di rifugiati / perchè gli zeloti mal sopportavano quel loro " strano " annuncio ( il risorto .. siede ora alla destra del Padre ) -
Poi Tarso - citta' natale del simpaticone Saulo / Efeso ( concilio del 431 - dogma Teothekos ) / Nicea ( dogma della consustanzialita' ) - Laodicea - Costantinopoli .. - e poi ancora.. i primi concili si sono svolti in questa terra.... eccc... eccc...
-
- Sono stato a Costantinopoli/Istanbul .. e soprattutto a Efeso. Ho visto la casa di Maria ( almeno cosi' dice la tradizione.. ) - e ho visto i resti del tempio ove fu proclamato quel dogma del 431.- Che pena vederlo cosi' .. quasi sbriciolato, vero rudere - al pari dei templi pagani.

Mi scrivi che poco sai del messianesimo.
Eccoti un'estrema sintesi ( dagli appunti a suo tempo presi quando ero in seminario ( Giaveno/Torino ) - pensa avevo la vocazione .. e poi Zeus mi ha aperto gli occhi.. )-

Sai bene che Messia vuol dire " Unto " - da ungere / versare sopra a qualcuno e/o qualcosa. Missione degli Unti ( sinonimo : Consacrato / Inviato ) era "" guidare " il popolo . Il personaggio poteva essere :
- il popolo / il re / un profeta ( ti ricordo che NON vuol significare colui che "" prevede " gli eventi MA .. annunciatori della Parola ) -
La cerimonia di investitura ( come espressamente "comandato" dal Dio biblico - almeno cosi' riportano gli autori dei testi ! ) conferiva autorevolezza e prestigio davanti a tutta (!) la comunita' -
Da osservare comunque che queta procedura.. era GIA' conosciuta nei Paesi confinanti . Gli Assiri "ungevano" le tavolette d'argilla, sulle quali erano incisi gli ordini del dio Marduk - In Egitto era il Faraone che "ungeva" i suoi dignitari.. conferendo cosi' il potere/prestigio di rappresentanti del re. eccc...

Nei testi biblici l' unzione conferiva all' eletto "" lo Spirito del Dio Yahwe' .. mediante la "" penetrazione della RUACH - ovvero il Suo Spirito - vedi a tal proposito 1 Sam. 16.13: Samuele prese l' olio .. e lo Spirito del Signore INVESTI' Davide.. )

Da osservare ancora come ANCHE l' olio doveva essere preparato ... come Dio comanda / ovvero seguendo precise disposizioni da Lui "" dettate "" ( cosi' l' autore di Es. 30.2/32: procurati balsami pregiati ... eccc..... ecccc. ) - quindi NON un olio qualsiasi -

Ed ecco le varie diversita' di messianita' -
Nel corso del tempo .. e a seconda di determinati periodi storici.. "" l' idea messianica "" ha subito diverse interpretazioni - e infatti l' Unto poteva essere:
- a ) una persona fisica / un soggetto.. ( ovvero il re / un profeta / un Inviato .. un chiamato .. uno scelto da Dio ) -
- b ) "" tutto "" il popolo - l' intera comunita' ( in quanto figlio " primogenito " del Dio biblico - vedi Es. 4,22 ) -

Infatti primo Messia ( persona fisica ) sarebbe stato Mose' - tuttavia gli verrebbe riconosciuto piu' il titolo di Liberatore / e poi Legislatore - invece che portatore della "" speranza messianica "" . Egli infatti realizzo' la liberazione del popolo "eletto " schiavizzato.. -

Altri periodi turbolenti .. hanno caratterizzato la storia di questo popolo ( e la motivazione data.. era la punizione divina per il tradimento del Patto ).
Orbene ecco che il concetto " messianesimo " coinvolgera' l' intera nazione, affrancandola, consolandola.. durante il triste esilio bebilonese - prospettando cosi' la tanto agognata liberta' e il trionfo: della pace/ della fratellanza / della giustizia !
In breve quel termine glorioso / tanto celebrato: l' instaurazione del Regno di Dio !!

ed ecco il punto a ) -
Fedele servo del Dio biblico fu Samuele che "" unse " Davide - ( caro Davide.. leggi queste esaltanti righe del tuo nome ) -
Davide è considerato il primo ed autentico Prototipo del Messia / Unto del Signore.
Seppur durante il suo regno ( come tutti i mortali ) commise delle nefandezze.. tuttavia si penti' e si riconcilio' con Dio.
Da questo mitico re - viene esaltata la profezia di Natan ( vedi 2 Sam. 7.15/16 ) - che prospetta un regno NON perituro ai discendenti della sua gloriosa famiglia ! E' questo il fatidico messianesimo "" regale "" (!) - caratterizzata dall' alleanza tra il trono divino e la "" stirpe " davidica !! :
- la tua casa ( leggi discendenza ) e il tuo regno saranno saldi PER SEMPRE davanti a Me e il "tuo " trono sara' perennemente stabile !

E quindi Isaia 11.1 ( un virgulto spuntera' dal tronco di Iesse ( padre di Davide ) , su di lui si posera' lo Spirito del Signore .... eccc......

- Gerem. 23.5: verranno quei giorni - dice Iddio - nei quali suscitero' a Davide un germoglio giusto / regnera' da vero re e sara' saggio, poichè esercitera' il diritto e la giustizia... eccc... eccc...

- Gerem. 33.15: verranno quei giorni .. nei quali io realizzero' le promesse del bene che ho fatto alla casa di Israele.. faro' germogliare per Davide un "" germoglio "" di giustizia.. ecc.... eccc....

Davide diventa cosi' "" il Modello "" del futuro Regno dei cieli ( menzionato sovente dal Gesu' storico ) - poichè sotto il suo regno è esempio di prosperita' / felicita' - ove la fede e la cultura raggiunsero il piu' alto grado per il popolo di Dio. Tutto il merito lo si deve alle capacita' proprie del re Davide. - Da qui l' idea della speranza .. nei tristi momenti storici del giudaismo.

I vari annunci di Isaia / Michea / Osea / Amos ... ) sono sempre riferiti a questo grande re e il periodo glorioso del suo regno.
Da qui la sua "" idealizzazione "" con quelle espressioni: in quel giorno / in quel tempo .. per indicare un' epoca indeterminata ove si verifichera' la fratellanza universale e l' ingiustizia definitivamente debellata.

Ordunque il messianesimo "" regale "" è l' instaurazione del Regno tramite un uomo / una persona fisica ( punto a) ) -

Il punto b ) - tratta la messianita' " profetica " ( es. Ezechiele .. ) riguardante il popolo come servo sofferente ... eccc...
- ma sara' per la prossima volta.... ciaoooooooooooooooooo

sebastianb is offline  
Vecchio 08-05-2015, 11.56.28   #108
Sariputra
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-03-2015
Messaggi: 257
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

Citazione:
Originalmente inviato da baylham
"Era un auto assolversi . Un facile rinunciare allo sforzo di cambiare e migliorare se stessi. Un non voler prendere coscienza che le radici del male (egoismo, odio, illusione ) sono radicate in noi. Crescono e prosperano alimentate dal nostro desiderio e dalla nostra sete d'esistere."

Non considero di per sé male i sentimenti di egoismo e di odio, tanto meno l'illusione. Semmai sono biologicamente fondati e necessari.
Non riesco a concepire come possa esistere una specie vivente complessa come l'uomo priva di questi sentimenti: un uomo ed una società basata esclusivamente sull'altruismo e l'amore (agape) è impossibile. Essi non hanno alcun senso, valore senza l'egoismo e l'odio.
Inoltre la valutazione di ciò che è male è effettivamente soggettiva, individuale, ma il male non dipende dalla nostra volontà. La malattia dipende forse dalla volontà dell'uomo? La perdita di una persona amata, di un amico? Al contrario, ogni uomo agisce secondo il proprio bene, il male è rifiutato ed esterno a noi. Data l'ignoranza irrimediabile degli effetti delle nostre scelte ed azioni, possiamo rivalutarle e considerarle come male col senno di poi.

Riaffermo che il Demonio è lo sdoppiamento inconscio di Dio, una controfigura negativa che ha lo scopo di preservare il Dio positivo, la speranza della felicità sostenuta dall'istinto più potente di conservazione.


Scusami la franchezza ma...chissenefrega di ciò che è biologicamente necessario per una specie complessa come l'uomo.
A te interessa il destino di una specie biologicamente complessa tra le probabili miliardi di specie complesse nell'universo?
Se perseguo individualmente ( ciò che a me interessa,visto che la specie è un concetto astratto che vuol dire tutto e niente) le radici robuste, robustissime, del male creo Dolore a me a e agli altri che mi stanno intorno. E, in ultima analisi, alla stessa ipotetica specie visto che l'egoismo, l'odio e l'illusione creano divisione tra me e l'altro, tra il mio interesse e l'altro. La divisione è la base del conflitto che genera morte e distruzione. Il mio egoismo in lotta perenne contro il tuo. Il mio odio in lotta perenne contro il tuo. La mia illusione di essere un'entità separata e duratura in conflitto con la tua illusione di essere un'entità separata e duratura. Nell'unità c'è armonia, nella divisione disarmonia. Il mio legittimo bisogno di un tetto, del cibo e dei vestiti deve permettere al tuo legittimo bisogno di averne.
In questo c'è un prosperare e non un deperire. Un andare verso la Luce e non verso le Tenebre. La virtù è la base di una retta condotta di vita. E non per compiacere una qualche divinità creata dal pensiero ma per trovare pace, in primis per se stessi e poi per l'altro che mi sta accanto e soffre come me.
Ecco direi che demoniaco è proprio il pensare che i sentimenti di odio, egoismo e illusione non siano male. Perché questo porta alla conseguenza che posso infliggere agli altri qualunque sofferenza per mio tornaconto "biologico".
Se il concetto di male è puramente soggettivo perché non uccidere o violentare un bimbo per mio perverso piacere? In fondo non implica alcun problema morale no ? Semmai nel tempo e se mi metteranno in galera o mi giustizieranno potrò valutare se è stato un bene o un male per il mio tornaconto e piacere personale!!
Non ci sono sfumature di grigio...o si persegue il bene o si persegue il male/Dolore...dal bene non può venire che bene (se non nell'immediato, infallibilmente nel tempo), dal male non può venire che male (se non nell'immediato, infallibilmente nel tempo).
Sariputra is offline  
Vecchio 08-05-2015, 13.17.13   #109
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

** scritto da sebastianb:

Citazione:
Citazione:
Caro Duc.. mi sembri un convertito della setta di Lefebre - degni continuatori dei famigerati vescovi cristiani dei primi secoli ..
Allergici a tutto quanto "" puzzava "" di ebraismo

Citazione:
O sei un fervente discepolo di quel "" fantasioso "" vescovo Marcione.. che ripudiava il Dio biblico

...oppure potrei anche sembrare ed essere un cristiano.




Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 08-05-2015, 13.24.51   #110
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Anche il diavolo si sente solo.

** scritto da freedom:

Citazione:
Secondo la Filocalia il diavolo sono i nostri pensieri.

[Parto dal presupposto che è la prima volta che leggo e apprendo Filocalia.]


Se il diavolo fosse "soltanto" nei nostri pensieri saremmo tutti posseduti e bisognosi di Esorcismo, invece io penso e credo che oltre alla totale possessione della persona il predatore, il parassita, la contro-parola (poiché infine di questo si tratta), agisce, dall'esterno, 24 ore su 24, sui nostri pensieri per distrarci dagli impulsi divini che le grazie ci inviano, e far sì che con le nostre scelte e decisioni alimentiamo la sua essenza piuttosto che servire e nutrire quella della verità dell'amore.


Pace&Bene
Duc in altum! is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it