Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-06-2005, 15.47.53   #41
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Un atto di fede non nel senso superficiale del termine, però. E' prorpio questo il punto che in questa discussione si voleva mettere in rilievo con l'esempio del cristianesimo: (post iniziale)

"Un vero cristiano infatti che ha fede è un essere che sente reale l’insegnamento di Cristo e quindi nessuno lo può deviare da quella cosa, ma non esclude necessariamente tutto il resto."

Così, per l'innamoramento, ad esempio, si vive una condizione INTERIORE che è REALE, è un vissuto reale di quella cosa che chiamiamo innamoramento. Non è avere fede senza conoscere, perchè quella cosa, si conosce dal momento che si VIVE!


Ciao.

L'esempio dell'innamoramento non è pertinente. Non è un atto di fede, è un'esperienza. Altra cosa sarebbe ritenerlo vero senza averlo esperito, quello si che sarebbe un atto di fede.

Un vero cristiano lo devo ancora conoscere. Anzi diciamo pure che devo anora conoscere qualcuno che sappia quale sia l'insegnamento di Cristo. Chiunque si dica Cristiano, a qualunque titolo e con qualsiasi intendimento, non conosce l'insegnamento di Cristo.
Tutto ciò che si può sapere di Cristo si apprende da documenti troppo postumi alla sua esistenza, dimostratisi contraffatti spesso tradotti ad hoc e trascritti aggiungendo e omettendo secondo interessi estranei alla riproduzione fedele del messaggio oiginale.

Per quanto l'esistenza di Cristo sia ormai accettata come fatto, non eiste alcun ricercatore storico (eccetto quelli interni al vaticano) disposto a darla come fatto accertato. I documenti di una qualche attendibilità sono pochissimi, il più attendibile è il Vangelo Secondo Tommaso, che sarebbe comunque un documento da scartare perchè troppo postumo rispetto alla vita di Cristo, i contenuti si limitano a qualche decina di passi brevi, molto metaforici che sembrano piuttosto estranei alla dottrina cattolica (chissà perchè il documento più attendibile non è canonico.....)

Nessuno conosce cosa abbia realmente predicato quest'uomo, si conoscono solamente un'infinità di versioni mitologiche di provata inattendibilità. Chi si dice Cristiano che insegnamento segue? quello di Cristo o quello che altri hanno detto essere quello di Cristo?
E allora in chi è che ha fede? in Cristo? nella Bibbia? nel vangelo di Tommaso?

Non è più sensato ritenere che abbia fede in se stesso, nella sua innata certezza di essere in grado di discernere il vero dal falso, e di averlo trovato nella bibbia piuttosto che nel vangelo di tommaso o nelle parole di un rabbino etc etc.......

Quale sarebbe la differenza tra chi ha fede in "Cristo" e chi ne ha nella dottrina cattolica? Non hanno entrambi certezza di aver trovato la fonte della verità? la differenza sta nella fonte, ma non nell'atto di ritenerla veritiera......
nonimportachi is offline  
Vecchio 08-06-2005, 16.01.29   #42
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi


L'esempio dell'innamoramento non è pertinente. Non è un atto di fede, è un'esperienza. Altra cosa sarebbe ritenerlo vero senza averlo esperito, quello si che sarebbe un atto di fede.


Allora non ci siamo capiti?

Per me la fede è esperienza di un vissuto INTERIORE!

E chiaro?

Io ho fede nell'amore, perchè l'ho conosciuto, per esempio.

L'atto di fede senza esperienza, senza nulla, solo perchè lo dici un altro, per me non ha alcun valore. E' una fede "mentale"!

La Fede con la F maiuscola, invece, è qualcosa di vissuto dentro che non può più essere messo in dubbio in quanto "oltre" la mente che crea il dubbio.

La domanda un pò provocatoria, iniziale, voleve proprio mettere in risalto poi tutto questo.


Ciao.

Ultima modifica di Kannon : 08-06-2005 alle ore 16.04.58.
Kannon is offline  
Vecchio 08-06-2005, 18.53.34   #43
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
LITIGIO FRA ME E IL PRESIDE.

Un Preside di scuola media mi diceva che io ho fede in krishnamurti,dal momento che ho letto 96 dei suoi libri,ma io dicevo:
"Neanche per sogno!Io non ho nessuna fede,semplicemente voglio capire cosa dice Krishnaji."
"E il Preside:"Non è così!! Se tu hai letto tutti quei libri,vuol dire che tu hai fede in lui.Se non altro non avresti speso tutti quei soldi per comperarli! Tu hai "puntato"i tuoi soldi sulla roulette di
krishnamurti !"
E io:"Niente affatto,io ho acquistato tutti quei libri perchè sono interessantissimi e ogni libro dice cose nuove."
Il Preside:"Tu hai fede nel maestro krishnamurti,punto e basta."
Veramente,ora che ci penso,anch'io sono perplesso.....forse aveva ragione il Preside."

Saluti.

Kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 09-06-2005, 10.13.42   #44
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Allora non ci siamo capiti?

Per me la fede è esperienza di un vissuto INTERIORE!

E chiaro?

Se parli di "fede" è molto più probabile che la gente pensi al suo significato canonico ("il credere in determinati concetti o assunti basandosi sull’autorità altrui o su una convinzione personale più che su prove obiettive")

L'esperienza di un vissuto, è qualcosa che non è semplicemente "creduto", ma è stato visto, toccato con mano, osservato e ben percepito. Il concetto di "fede" nel suo significato comune è proprio l'opposto, qualcosa di cui non si sa, ma che si crede.

PS: Non è obbligatorio far riferimento al significato canonico, poi anche usare quello "Kannonico", dipende solo da quanto sei interessato ad essere capito.
nonimportachi is offline  
Vecchio 09-06-2005, 10.18.15   #45
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Il Preside:"Tu hai fede nel maestro krishnamurti,punto e basta."

Veramente,ora che ci penso,anch'io sono perplesso.....forse aveva ragione il Preside."


Forse....

L'avrebbe avuta sicuramente se si fosse limitato a dirti: "Tu hai fede, punto e basta."

Nel dare per vera una cosa, non si può prescindere da un'atto di fede. Si può solo "scegliere" (+ o - consapevolmente) in chi o cosa riporla.
nonimportachi is offline  
Vecchio 09-06-2005, 13.37.21   #46
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi


L'esperienza di un vissuto, è qualcosa che non è semplicemente "creduto", ma è stato visto, toccato con mano, osservato e ben percepito. Il concetto di "fede" nel suo significato comune è proprio l'opposto, qualcosa di cui non si sa, ma che si crede.


Ma l'intento di questa discussione, già dall'inizio, voleva mettere in evidenza proprio questa differenza.

Questo significa, che ciò che hai appena detto, è "irrilevante", nonchè "ripetitivo" (intellettualmente parlando)!


Ciao.
Kannon is offline  
Vecchio 09-06-2005, 14.47.54   #47
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Ma l'intento di questa discussione, già dall'inizio, voleva mettere in evidenza proprio questa differenza.

Questo significa, che ciò che hai appena detto, è "irrilevante", nonchè "ripetitivo" (intellettualmente parlando)!


Ciao.

benissimo, allora converrai con me che quando hai affermato:

[i]"Per me la fede è esperienza di un vissuto INTERIORE!"[/b]

hai detto una sciocchezza...
nonimportachi is offline  
Vecchio 09-06-2005, 15.13.57   #48
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi
benissimo, allora converrai con me che quando hai affermato:

[i]"Per me la fede è esperienza di un vissuto INTERIORE!"


hai detto una sciocchezza... [/b]

Adesso devi spiegare perchè, e bene (collegandolo a tutto il discorso)!



Aspetto, ...
Kannon is offline  
Vecchio 10-06-2005, 11.11.56   #49
nonimportachi
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-11-2004
Messaggi: 1,010
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Adesso devi spiegare perchè...

nel tuo messaggio 2195 hai espressamente convenuto con me che:

"L'esperienza di un vissuto, è qualcosa che non è semplicemente "creduto".... Il concetto di "fede" nel suo significato comune è proprio l'opposto..."

Se adesso insisti nel sostenere che la fede sia "esperienza di un vissuto", sei in contradizione.....

PS: pensaci un po' su prima di rispondere che è meglio....
nonimportachi is offline  
Vecchio 10-06-2005, 11.18.35   #50
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da nonimportachi
nel tuo messaggio 2195 hai espressamente convenuto con me che:

"L'esperienza di un vissuto, è qualcosa che non è semplicemente "creduto".... Il concetto di "fede" nel suo significato comune è proprio l'opposto..."

Se adesso insisti nel sostenere che la fede sia "esperienza di un vissuto", sei in contradizione.....

PS: pensaci un po' su prima di rispondere che è meglio....

E' difficile che ti possa rispondere perchè per ora è stato bannato.
rodi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it