Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 14-12-2005, 15.04.28   #141
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Citazione:
Messaggio originale inviato da Sweet Cat
Gesù ha trasceso il suo ego, ma si è anche spogliato delle sue prerogative divine per assumere forma di servo e natura umana......
E se tutti saremmo consapevoli della nostra divinità..il mondo sarebbe diverso secondo te?


Se tutti fossimo consapevoli che l'altro è me stesso e che tutto è uno, e che tutto è Dio e quindi è sacro e meritevole di rispetto se non di Amore, certo che ilRegno sarebbe realizzato anche qui.
Stiamo lavorando per questo !!! Se tu consideri sacro il terreno che calpesti ne hai cura no?, se ognuno considera sacro tutto ciò che gli è affidato a partire dal proprio corpo, dalla propria vita e quindi dal corpo degli altri e dalla vita degli altri.........quanta sofferenza inutile non ci sarebbe più, quanto amore regnerebbe3 ovunque..... ecco ilRegno di Dio in terra è questo secondo me, la fine di ogni guerra inutile, di ogni malanno auto provocato, la capacità di creare sempre cose nuove e utili per il bene dei nostri simili.....
paperapersa is offline  
Vecchio 14-12-2005, 15.13.14   #142
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa
Se tutti fossimo consapevoli che l'altro è me stesso e che tutto è uno, e che tutto è Dio e quindi è sacro e meritevole di rispetto se non di Amore, certo che ilRegno sarebbe realizzato anche qui.
Stiamo lavorando per questo !!! Se tu consideri sacro il terreno che calpesti ne hai cura no?, se ognuno considera sacro tutto ciò che gli è affidato a partire dal proprio corpo, dalla propria vita e quindi dal corpo degli altri e dalla vita degli altri.........quanta sofferenza inutile non ci sarebbe più, quanto amore regnerebbe3 ovunque..... ecco ilRegno di Dio in terra è questo secondo me, la fine di ogni guerra inutile, di ogni malanno auto provocato, la capacità di creare sempre cose nuove e utili per il bene dei nostri simili.....

Gia', quoto tutto.
La separazione del sacro dal profano ha secondo il Teologo Thomas Berry radici culturali ed epoche storiche ben precise, cosi il rispetto per l'ambiente e per gli animali, per esempio si e' andato a far benedire....

Thomas Berry: Qui
Yam is offline  
Vecchio 14-12-2005, 15.38.32   #143
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa
Se tutti fossimo consapevoli che l'altro è me stesso e che tutto è uno, e che tutto è Dio e quindi è sacro e meritevole di rispetto se non di Amore, certo che ilRegno sarebbe realizzato anche qui.
Stiamo lavorando per questo !!! Se tu consideri sacro il terreno che calpesti ne hai cura no?, se ognuno considera sacro tutto ciò che gli è affidato a partire dal proprio corpo, dalla propria vita e quindi dal corpo degli altri e dalla vita degli altri.........quanta sofferenza inutile non ci sarebbe più, quanto amore regnerebbe3 ovunque..... ecco ilRegno di Dio in terra è questo secondo me, la fine di ogni guerra inutile, di ogni malanno auto provocato, la capacità di creare sempre cose nuove e utili per il bene dei nostri simili.....

detto in altre parole...
turaz is offline  
Vecchio 14-12-2005, 15.39.42   #144
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Il Regno dei Cieli per alcuni e' gia' qui sulla terra, anzi ti posso assicurare che e' qui, ma che non hai gli occhi per vederlo.

Su Eckhart fai anche una indagine su Papa Giovanni XXII colui che lo ha fatto indagare.

Qui c'e' qualcosa: qui

Su Eckhart qui

e sul sito di Riflessioni.it

esatto...
turaz is offline  
Vecchio 21-12-2005, 08.25.21   #145
mirvera
ma dov'è l'uscita?
 
Data registrazione: 20-12-2005
Messaggi: 52
PERCHè TANTE RELIGIONI?

SEMPLICEMENTE XCHE' IN QUESTO MONDO OGNUNO VUOLE DIRE LA SUA, IMPORRE IL PROPRIO PENSIERO E' MOLTO COMUNE TRA GLI ESSERI UMANI,
UN CREDO NON PUO' ESSERE SMENTITO NE' CONFERMATO DA NESSUNO, QUINDI E' TERRENO FERTILE PER CHI VUOLE DARE UNA SPIEGAZIONE RAZIONALE AD UN QUALCOSA CHE DI RAZIONALE NON HA NULLA.
mirvera is offline  
Vecchio 21-12-2005, 10.03.08   #146
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Re: PERCHè TANTE RELIGIONI?

Citazione:
Messaggio originale inviato da mirvera
SEMPLICEMENTE XCHE' IN QUESTO MONDO OGNUNO VUOLE DIRE LA SUA, IMPORRE IL PROPRIO PENSIERO E' MOLTO COMUNE TRA GLI ESSERI UMANI,
UN CREDO NON PUO' ESSERE SMENTITO NE' CONFERMATO DA NESSUNO, QUINDI E' TERRENO FERTILE PER CHI VUOLE DARE UNA SPIEGAZIONE RAZIONALE AD UN QUALCOSA CHE DI RAZIONALE NON HA NULLA.

Perche' urli?
Ci sono tante Religioni che nella sostanza, o ESSENZA, dicono tutte la stessa cosa. Se ti fermi alla forma esteriore, allora trovi un sacco di "credenze".
Yam is offline  
Vecchio 22-12-2005, 04.43.08   #147
mirvera
ma dov'è l'uscita?
 
Data registrazione: 20-12-2005
Messaggi: 52
Se ti riferisci al maiuscolo delle lettere è solo un caso..non amo urlare, tranne quando il gatto (adorabile, ma paraculo) sale sul tavolo della cucina a cercare qualcosa da mangiare.

ma vorrei farti riflettere sulla tua affermazione che "tutte le religioni dicono più o meno la stessa cosa".

Nel cristianesimo si chiede una fede cieca verso un dio che non ha bisogno di manifestarsi apertamente, si deve credere e basta, non c'è ricerca.
Si fa distinzione tra il bene ed il male e la lotta violenta sotto qualsiasi forma è considerata sbagliata.
Quando si muore c'è un paradiso o un inferno ad aspettarci a seconda delle azioni commesse che però possono essere perdonate confessandosi.si nasce già peccatori e si deve passare la vita ad espiare quel famoso peccato originale.la politica dovrebbe essere separata dalla religione.

Nell'islam la prima parte è uguale, ma poi arrivano le differenze.
il bene ed il male sono esclusivo appannaggio dei fedeli di allah che quando lo ritengono giusto possono commettere vari atti a danni di altre persone fino ad arrivare all'omicidio giudicato "santo" in quel caso
le donne occupano un ruolo inferiore agli uomini ed il paradiso consiste in un posto beato dove ogni uomo avrà a sua disposizione un tot numero di vergini, la confessione non esiste e per la vita dopo la morte delle donne non ci sono chiarimenti precisi.la politica e la religione non possono essere separate.

la reincarnazione o l'evoluzione non sono previste in nessuna delle due.

nello shintoismo si pregano le anime dei defunti e di alcune divinità benigne (kami) che vivono tra noi sotto forma di alberi,valli,ruscelli ecc.., un dio superiore agli altri dei non esiste.non esistono dei libri sacri,tutto secondo i fedeli è sacro.

nell'induismo le divinità aumentano di numero, il mondo è diviso in comparti stagni, ogni divinità ha i suoi compiti, da notare che le divinità provano sentimenti umani quale la gioia, la rabbia, la gelosia etc.. esiste una divinità superiore alle altre prajapati (brahma) creatore del tutto.la reincarnazione è soggetta al karma.

Per i jainisti dio ritorna ad essere uno, la reincarnazione torna a farsi presente, l'atman o anima vaga di corpo in corpo singolarmente, questo vuole dire che in un corpo non possono dimorare piu anime, per raggiungere la liberazione bisogna sacrificarsi ad una vita senza comodità alcuna sacrificando tutto in nome di questa essenza divina.

nel buddhismo la reincarnazione è presente ma al contrario dei jainisti i devoti ammettono la possibilita che piu anime possano co-abitare in un corpo, il resto credo tu lo sappia.

potrei citare altre religioni ma non servirebbe, ci sono delle palesi differenze tra le religioni del mondo, su come vivere, cosa fare, cosa dire e cosa non dire, ed ancora piu palesi differenze su come l'aldila dovrà essere, sull'evoluzione individuale o su quella globale.

Mi scuso con chiunque legga questo messaggio per la grossolana spiegazione di queste religioni, ma mi sarebbe stato impossibile darne una spiegazione esauriente scrivendo un messaggio.

Quello su cui però volevo farti riflettere (e non convincere) e che forse, se vengono studiate un po più a fondo, queste religioni rivelano enormi differenze, e che dire "in fondo dicono tutte la stessa cosa" non è esatto.
rispetto comunque la tua opinione in merito.

Ciao, e grazie per aver speso del tempo a leggere i miei pensieri.
mirvera is offline  
Vecchio 22-12-2005, 10.11.13   #148
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
i primi cristiani credevano nella reincarnazione...
turaz is offline  
Vecchio 22-12-2005, 10.11.27   #149
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Sei fermo all'aspetto esterno delle Religioni, dovresti indagare su cio' che le accomuna, sull'essenza piu' elevata di ogni tradizione che e' la pura non dualita'.
Nel Cristianesimo questa conoscenza e' celata, ma anche in questo forum si sono indicate alcune chiavi (IO SONO), nell'Ebraismo trovi la Cabbalh, nell'Islam il Sufismo, nell'Induismo l'Advaita Vedanta e il Tantrismo, nel Buddismo il Mahayana e il Vajrayana, nel Tibet prebuddista lo Dzogh Chen, il Taoismo, l'Alchimia Cinese e Occidentale ecc. ecc.
Yam is offline  
Vecchio 22-12-2005, 10.13.31   #150
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da mirvera
Se ti riferisci al maiuscolo delle lettere è solo un caso..non amo urlare, tranne quando il gatto (adorabile, ma paraculo) sale sul tavolo della cucina a cercare qualcosa da mangiare.

ma vorrei farti riflettere sulla tua affermazione che "tutte le religioni dicono più o meno la stessa cosa".

Nel cristianesimo si chiede una fede cieca verso un dio che non ha bisogno di manifestarsi apertamente, si deve credere e basta, non c'è ricerca.
Si fa distinzione tra il bene ed il male e la lotta violenta sotto qualsiasi forma è considerata sbagliata.
Quando si muore c'è un paradiso o un inferno ad aspettarci a seconda delle azioni commesse che però possono essere perdonate confessandosi.si nasce già peccatori e si deve passare la vita ad espiare quel famoso peccato originale.la politica dovrebbe essere separata dalla religione.

Nell'islam la prima parte è uguale, ma poi arrivano le differenze.
il bene ed il male sono esclusivo appannaggio dei fedeli di allah che quando lo ritengono giusto possono commettere vari atti a danni di altre persone fino ad arrivare all'omicidio giudicato "santo" in quel caso
le donne occupano un ruolo inferiore agli uomini ed il paradiso consiste in un posto beato dove ogni uomo avrà a sua disposizione un tot numero di vergini, la confessione non esiste e per la vita dopo la morte delle donne non ci sono chiarimenti precisi.la politica e la religione non possono essere separate.

la reincarnazione o l'evoluzione non sono previste in nessuna delle due.

nello shintoismo si pregano le anime dei defunti e di alcune divinità benigne (kami) che vivono tra noi sotto forma di alberi,valli,ruscelli ecc.., un dio superiore agli altri dei non esiste.non esistono dei libri sacri,tutto secondo i fedeli è sacro.

nell'induismo le divinità aumentano di numero, il mondo è diviso in comparti stagni, ogni divinità ha i suoi compiti, da notare che le divinità provano sentimenti umani quale la gioia, la rabbia, la gelosia etc.. esiste una divinità superiore alle altre prajapati (brahma) creatore del tutto.la reincarnazione è soggetta al karma.

Per i jainisti dio ritorna ad essere uno, la reincarnazione torna a farsi presente, l'atman o anima vaga di corpo in corpo singolarmente, questo vuole dire che in un corpo non possono dimorare piu anime, per raggiungere la liberazione bisogna sacrificarsi ad una vita senza comodità alcuna sacrificando tutto in nome di questa essenza divina.

nel buddhismo la reincarnazione è presente ma al contrario dei jainisti i devoti ammettono la possibilita che piu anime possano co-abitare in un corpo, il resto credo tu lo sappia.

potrei citare altre religioni ma non servirebbe, ci sono delle palesi differenze tra le religioni del mondo, su come vivere, cosa fare, cosa dire e cosa non dire, ed ancora piu palesi differenze su come l'aldila dovrà essere, sull'evoluzione individuale o su quella globale.

Mi scuso con chiunque legga questo messaggio per la grossolana spiegazione di queste religioni, ma mi sarebbe stato impossibile darne una spiegazione esauriente scrivendo un messaggio.

Quello su cui però volevo farti riflettere (e non convincere) e che forse, se vengono studiate un po più a fondo, queste religioni rivelano enormi differenze, e che dire "in fondo dicono tutte la stessa cosa" non è esatto.
rispetto comunque la tua opinione in merito.

Ciao, e grazie per aver speso del tempo a leggere i miei pensieri.


conoscere se stessi in base all'IO.
questo è il "succo" di tutte...

non fermarti all'"apparenza"... poichè è risaputo che
"l'apparenza inganna ma a noi piace farci ingannare..."(ego)
ciao
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it