Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 29-06-2006, 20.58.58   #81
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Entità , Nome , ecc...

Appunto per questo non ho usato il termine divinità ma entità per esprimere una manifestazione di essenza a livelli differenti.

Se affermi che è all'interno di noi che dobbiamo cercare , allora ti contraddici l'affermazione che non quelle entità non siano riuscite a radicare qualcosa nell'uomo.
Cosa dovrebbe cercare dentro di se l'uomo se non il pensiero divino che è insito nel cuore dell'uomo?
Quale alito diede vita all'uomo e dove ha origine il pensiero?

Il nome è una forma, e il fatto che Dio si sia manifestato dalla non forma alla forma rivelando per amore il suo Nome per mezzo del Figlio è cio' che ci permette di raggiungerlo.
Le chiavi del Paradiso sono Gesu' e chi conosce lui e teme lui non temerà la morte.

L'amore per la forma si deve evolvere in amore per cio' che non ha forma.
Attraverso il Nome si accede al senza Nome.
DarkTy is offline  
Vecchio 30-06-2006, 10.01.57   #82
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
esatto... al senza nome...
quindi... concordi che siano egregore... le forme... pensiero...

i principi sono:
aleph=padre
mem=madre
scin=figlio

e via discorrendo...
ma che queste siano state "fisicizzate" è indubbio non trovi?

ciao
turaz is offline  
Vecchio 30-06-2006, 10.24.27   #83
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Re: Entità , Nome , ecc...

Citazione:
Messaggio originale inviato da DarkTy
Appunto per questo non ho usato il termine divinità ma entità per esprimere una manifestazione di essenza a livelli differenti.

Se affermi che è all'interno di noi che dobbiamo cercare , allora ti contraddici l'affermazione che non quelle entità non siano riuscite a radicare qualcosa nell'uomo.
Cosa dovrebbe cercare dentro di se l'uomo se non il pensiero divino che è insito nel cuore dell'uomo?
Quale alito diede vita all'uomo e dove ha origine il pensiero?

Il nome è una forma, e il fatto che Dio si sia manifestato dalla non forma alla forma rivelando per amore il suo Nome per mezzo del Figlio è cio' che ci permette di raggiungerlo.
Le chiavi del Paradiso sono Gesu' e chi conosce lui e teme lui non temerà la morte.

L'amore per la forma si deve evolvere in amore per cio' che non ha forma.
Attraverso il Nome si accede al senza Nome.

Dark, ci sono sempre delle tensioni più o meno velate in ciò che si dice e in ciò che si afferma come verità. Dio si è mainfestato tramite il suo Figlio Gesù per i cristiani, ma molti altri hanno avuto la visita del figlio di Dio sotto altre forme. Molti altri sono dell'idea che le chiavi del paradiso siano in mano a colui che si è presentato come il figlio di Dio, e questo è un bene. La cosa che non è bene è considerare che solo "il proprio" sia il vero figlio di Dio e gli altri siano dei falsi. Questo è il vero pensiero malsano delle religioni che creano delle spaccature di dimensioni tali da causare guerre e molti altri mali. Colui che per te è il simbolo del tuo credo è giusto che lo sia ma non deve essere imposto a nessuno.
rezan is offline  
Vecchio 30-06-2006, 15.00.21   #84
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Sono d'accordo

Sono d'accordo , ma non lo sto imponendo , e' lui che si sta per manifestare e io e (noi compresi tutti quelli delle altre religioni) , attendiamo il suo ritorno anche se lo identifichiamo con nomi diversi ma ci riferiamo magari alla stessa entità.

Maria apparendo ci porta e ci conduce a Gesu'.
Che poi' Il Cristo sia sempre stato e manifestato in forme diverse lo penso anche io , ma senza di lei non avrebbe potuto manifestarsi in Gesu' .

Negli altri casi che intendi tu come si è manifestato?
A dio appartiene solo la sottiliezza o anche la grossonalità della materia?
A dio appartiene cio' che è visibile o anche cio che non è visibile?
Dalla donna nasce la donna , e dalla donna nasce pure l'uomo , senza essere "passato" dalla donna , il figlio non puo' manifestarsi in carne agli uomini . Serve il corpo e il sangue.

Ultima modifica di DarkTy : 30-06-2006 alle ore 15.06.08.
DarkTy is offline  
Vecchio 30-06-2006, 15.25.44   #85
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
il cristianesimo lo identifica in Gesù, per altri il nome è differente (io ad esempio lo chiamo IO) ma alla fine il succo è quello.
per questo occorre andare al "succo" a fini unitivi e non separativi (errore perpetrato negli anni spesso da esponenti religiosi)

ma l'IO (figlio) è potenzialmente presente in tutti o è prerogativa esclusiva di Yeshouah ad esempio?

"tutto ciò che faccio IO potete farlo voi e ancora di più"

se ad esempio la parola Gesù per alcuni risulta "indigesta"perchè non usare un differente termine che accomuni tutti?

in questo caso è più forte l'ego di chi vuole imporre una parola indigesta o di chi non la vuole accogliere?
per me pari sono...(distorsioni)

magari cambiandola... si ottiene un effetto "unificante" non trovi?

un salutone
turaz is offline  
Vecchio 30-06-2006, 16.43.11   #86
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Hai ragione

Si hai ragione , ma tu lo puoi chiamare come vuoi, io credo nel suo Nome per cui lo chiamo con il suo Nome.

E' interessante vedere come pero' questo Nome non appare appparentemente nella Bibbia , ma secondo un interpretazione di lettura questo compaia quasi come ad indicare che tutta la Parola ( che risale fin dal principio dei tempi) si sia compiuta e compiaciuta in quel Nome.

Quello che mi affascina della Bibbia è che ho scoperto che non è solo un testo , ma "un programma" quasi come quelli dei pc che va installato nella Rom ed eseguito modularmente nella Ram, anche se è già presente nell'EpRom.

Non sono un lettore accanito , a scuola si faceva lezione di religione e tutti gli anni per i primi 2 mesi e poi stranamente i professori di italiano con la scusa della necessità di correre con l'insegnamento si impadronivano di quell'ora per fare straordinari, l'ho letta 1 volta sola a 16 anni da solo, da 0 e mi sono fermato quando ho letto la frase che piu' o meno dice così : (scusate non ricordo parola per parola)

"...Figlio se ti sei stancato di leggere , interrompi pure la tua lettura e segui pure le vie del tuo cuore , ma sappi che su ogni cosa verrai messo a giudizio.."

Da quel giorno ho smesso di leggerla di filo e per segno , ma ho imparato a consulturla. (attualmente pero' sono distaccato...)

Cambiare Nome significherebbe non riferirsi a Colui che ha compiuto l'Opera della Salvezza con lo stesso nome con cui si E' rivelato.
DarkTy is offline  
Vecchio 30-06-2006, 16.51.06   #87
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
ciò che conta è il "senza nome" il "figlio"

poi che a questo "senza nome" si voglia attribuire un'identificazione è un altro discorso.

Quanto tu dici della bibbia diciamo che l'ho "scoperto" anch'io negli anni.
ma gli stessi insegnamenti li ho ritrovati in altri libri "sacri"

perchè in fondo il "succo" è unico e va all'"essere".

che poi anche per me Yeshouah sia stato l'esempio che ritengo maggiormente "coincidente" è un altro discorso.

Il "messia" non è un qualcosa legato a un'unica persona
è un "virgulto" che ogni volta si origina e che è potenzialmente presente in ciascuno di noi (shekinah)
turaz is offline  
Vecchio 30-06-2006, 16.58.46   #88
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
Si

Si il modello a cui ocorre che l'uomo faccia risplendere la luce del suo volto.

La croce della trinità è cio' che esprime il senso di questa triplice essenza.
Cio' che accomuna per esempio i testi vedici e quelli cristiani è la Trinità.
DarkTy is offline  
Vecchio 30-06-2006, 17.05.24   #89
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
beh anche con la kabbalah ebraica ad esempio

le lettere principali dell'alfabeto ebraico sono 3

7 sono le lettere doppie (ti dicono nulla i giorni della creazione?)

12 sono le lettere singole (numero dei discepoli, mesi dell'anno e così via...)

e 33 (gli anni teorici) sono i "percorsi" possibili lungo l'albero delle sephirot (12 pure loro)

Ultima modifica di turaz : 30-06-2006 alle ore 17.07.45.
turaz is offline  
Vecchio 30-06-2006, 21.51.00   #90
DarkTy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 149
interessante

interessante, questo discorso, io sapevo anche che vi erano delle lettere madri e delle lettere doppie e che l'origine della categoria dei gruppi di lettere era associata a delle forme primitive perfette (triangolo , cerchio .., e non mi ricordo piu') .

Un programmino curioso che avevo provato era "Torah4U" solo che è un po' vecchiotto e non credo che giri ancora su winXp.

Tornando in tema vorrei sapere per curiosità se si puo' a che punto siamo con la rivelazione dei Segreti e quali segni vi si riconoscono... e dove si possono leggere quelli vecchi già accaduti?

Ciao! :-)
DarkTy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it