Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 28-05-2007, 20.45.55   #11
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Cito da alessiob:

Daltro canto tutto nell'universo fa suppore ad un DIo, che se non malvagio, non è sicuramente buono ma piuttosto neutrale (anche se è caratteristica della neutralità sfociare nel malvagio)

Non direi che la neutralità implichi lo sfociare del malvagio ma anzi, questo indica essere malvagi.
Se l'Essere è neutrale deve rimanere indifferente se mai ad ogni evento, sia di lode che di disprezzo e mai manifestarsi, se questo accade una manifestazione buona richiederà di seguito una cattiva e viceversa, di modo di conserva la sua neutralità.

Ad ogni modo Dio-malvagio non mi pare proprio un'idea così impossibile.
Nessun Dio-buono nel senso stretto della parola infatti ordinerebbe ai suoi seguici genenoci o distruzione di idoli nei confronti di un'altra fede, dopotutto perchè devrebbe temere la "concorrenza"?Dopotutto non è onnipotente?Quindi non dovrebbe temere possibili nemici o rivali.

A seguito di questi affermo dunque che ad Dio possa essere malvagio, buono, neutrale a seconda della nostra conformazione metale, detto più froidianamente deve essere conforme al bisogno ancestrale di certezza, nessuno però ora come ora ci vita di soddisfare questo bisogno con "metodi alternativi" (forse meno ipocriti) quali Filosofia e Scienza.
Dopotutto altri non è che il gioco di una nostra proiezione mentale.
trismegistus is offline  
Vecchio 29-05-2007, 09.42.43   #12
karlem
Ospite abituale
 
L'avatar di karlem
 
Data registrazione: 28-05-2007
Messaggi: 61
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Ma secondo voi perché esiste il male?
karlem is offline  
Vecchio 29-05-2007, 11.44.54   #13
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Per i principio degli opposti e della neutralità, per cui se esiste un oggetto-bene con immensità pari a X allora deve esistere un oggetto-male di immensità X in modo che in un loro possible scontro essendo essi oggetti-ideali opposti con euguale immensità essi si annullino a vicenda garantendo così la neutralità.
Anche senza scontrarsi però, data la presenza di entrambi gli oggetti in un dato Universo essi rimangono comunque a garanzia di un certo ethernum neutro dato che entrambi coesisteno in tale ether universale.
trismegistus is offline  
Vecchio 29-05-2007, 15.04.12   #14
karlem
Ospite abituale
 
L'avatar di karlem
 
Data registrazione: 28-05-2007
Messaggi: 61
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Ma in linea di principio nulla vieta di pensare che l'organizzazione del vivente avrebbe potuto essere costituita in modo tale da escludere l'esperienza del dolore (e perfino della morte),e quindi del male,ed essere articolata tutta in positivo lungo un'asse che va da un minimo a un massimo di piacere.

E secondo la Bibbia la creazione originaria era libera dal male:"Dio vide tutto quello che aveva fatto,ed ecco che era molto buono." (Gn 1,21)

Ultima modifica di karlem : 29-05-2007 alle ore 17.04.10.
karlem is offline  
Vecchio 29-05-2007, 16.51.33   #15
tamara
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 29-05-2007
Messaggi: 1
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Ciao!
Un dio/ dei malvagio/i è impensabile perchè i fedeli ritrovano in lui le loro speranze. I fedeli si rivolgono a dio la maggior parte delle volte quando hanno bisogno d'aiuto, quando vogliono che si realizzi un loro sogno, un loro progetto. Nei casi piu' estremi, se quel qualcosa tanto agognato non si realizza, ancora il fedele pensa di non meritarlo, mai che il suo dio sia malvagio. Non a caso dio è stato condiderato ciò di cui non è possibile pensare niente di piu' grande.
Personalmente credo che dio non sia nè malvagio nè buono. Penso che dio ci abbia creato liberi e per questo non abbiamo motivo di rivolgerci a lui chiedendo di fare per noi ciò che noi non possiamo o non sappiamo fare..non lo farà mai. Le tragedie umane poi..nemmeno quelle ha voluto o controllato dio. L'uomo è artefice del proprio destino e di quello degli altri. Siamo tutti legati gli uni agli altri..dio ci ha solo creati e ci osserva senza intervenire nelle nostre cose. Il suo intervento nei nostri confronti avverrà solo alla fine di tutto.
Tamara.
tamara is offline  
Vecchio 29-05-2007, 18.03.30   #16
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Giustamente, se è l'Essere deve essere neutro, quindi superpartes.
trismegistus is offline  
Vecchio 30-05-2007, 17.51.25   #17
candido
Ospite
 
Data registrazione: 02-05-2007
Messaggi: 22
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Che le religioni ci parlino sempre di un Dio buono, non mi sembra un’affermazione condivisibile. O meglio, dipende da cosa intendiamo per “buono”…
Penso alle divinità dell’antica Roma: la sapienza dei sacerdoti era tutta rivolta a regolamentare i rapporti tra uomini e dèi, finalizzata a preservare una favorevole situazione di amicizia con loro. Ciò richiedeva una conoscenza sacerdotale di quello che potesse turbare la pace, degli atti che mai si dovevano compiere e delle parole che mai si dovevano pronunciare… erano piuttosto irritabili questi dei, facili al cambiamento d’umore, e la gente viveva nel terrore che qualcosa potesse rompere un equilibrio esilissimo, da cui dipendeva il benessere del singolo e della comunità.
Ora, sono divinità buone quelle che costruiscono sulla paura il loro rapporto con l’uomo?
In un post leggo che Dio servirebbe a dare amore… poi leggo l’Antico Testamento… beh, secondo il mio parametro direi che il Dio del Nuovo Testamento è amore, ma quello dell’Antico è vendicativo (l’amore si vendica di fronte a un torto… o perdona? La legge del taglione è buona o cattiva?) e di fronte al peccato reagisce con ira. Insomma, anche qui Dio incute timore, paura…
Narra la Genesi che Caino, dopo avere ucciso suo fratello, è costretto ad andare vagabondo sulla terra. Caino è marchiato con il segno di Dio, perché chiunque lo incontra sappia che non non lo si può uccidere. Nonostante Caino fosse un omicida, appartiene alla tribù di Dio, e guai a chi alzerà la mano contro Caino, perché questo richiamerebbe la vendetta del sangue di Dio…
La storia dell’umanità ha conosciuto tante definizioni di Dio e la protezione, con la paura della morte, è il primo tra i motivi salienti che sostengono tali definizioni.
Dio ridotto a dimensione umana: penso sia questo l’errore di fondo, un Dio svalutato (e piuttosto cattivello!) che si vendica di fronte alla disubbidienza (questo non è forse l’essere umano? E chi si vendica anziché perdonare è buono o cattivo?). Ma se sei diligente Dio è “buono” e ti protegge dai nemici con fuoco e fiamme… e (come dice trismegistus) i credenti hanno i loro bei vantaggi a scapito degli infedeli … perché almeno possono dire: “Dio è dalla nostra parte!” Argh!!!
candido is offline  
Vecchio 30-05-2007, 19.16.55   #18
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Citazione:
Orinalmente inviato da candido :
In un post leggo che Dio servirebbe a dare amore… poi leggo l’Antico Testamento… beh, secondo il mio parametro direi che il Dio del Nuovo Testamento è amore, ma quello dell’Antico è vendicativo (l’amore si vendica di fronte a un torto… o perdona? La legge del taglione è buona o cattiva?) e di fronte al peccato reagisce con ira.


Questo fatto mi è stato fatto notare da altri con cui ho discusso, pare che il Dio di cui si parli sia diverso, che soffra di duplice personalità?
candido mi fà nota di alcune dività dell'antica Roma che se per così dire "non tenute buone" riversavano la loro ira su Roma ed i suoi cittadini.
Questo è vero, ma nella ricerca di un corpus malvagio io ricercavo un Dio tale che tra le sue caratteristiche c'era la predicazione del male e della distruzione nel confronto non solo dei fedeli ma di tutto all'infuori della cerchia dei suoi eletti (per i quali non è detto che non ci sia fine euguale a quella degli altri poveri malcapitati).
Un corpus che fa della potenza più malvagia e più perversa il suo emblema
non ha ancora trovato rappresentazione nelle varie perversioni applicate dal genere umano; eppura tale corpus che porta ad una rapida realizzazione della volontà di potenza (nel suo significato peggiore) è attraverso una fredda sistematizzazione realizzabile.

Ultima modifica di trismegistus : 30-05-2007 alle ore 19.37.53.
trismegistus is offline  
Vecchio 30-05-2007, 21.28.40   #19
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

trismegistus:
Citazione:
Volevo però sapere, come mai essendo Dio (visto sempre in maniera freudiana) n punto di riferimento che l'uomo si è creato, come mai essendo bene e male in linea teorica egualmente potenti (in modo che per equilibrio cosmico in uno scontro delle loro forze totali essi annullano) l'uomo scelse come riferimento il bene e e non il male
La questione del "male" è comprensibile solo essendo in contatto con i fatti reali, cioè in contatto con il fatto che l'uomo si evolve mediante la reincarnazione, dal regno animale in un stato più umano.

Gli ideali dell'uomo primitivo, cioè ciò che noi oggi consideriamo un "male", era per loro infatti un "bene". Ad esempio i romani e i vichinghi piacevano fare la guerra e uccidere. Si può quindi dire che in quelle epoche l'uomo ha "scelto come riferimento" il "male".

Però basato sulla legge di causa ed effetto, o karma, l'individuo si è poco a poco evoluto attraverso l'esperienza della sofferenza che era il risultato delle "azioni belliche" durante tante vite.
Ed il risultato è quindi che l'uomo è diventato sempre più umano ed in nostra epoca l'uomo ha conseguentemente "scelto come riferimento" il "bene". È quindi il fatto che tanti uomini sono "sazi" del "male" che fa sì che adesso volgono una vita più pacifica ed amorevole.

Con ciò si capisce che in realtà, visto da un punto di vista più ampio, anche il così detto "male" in realtà è un "bene". Ogni individuo che fa male agli altri deve sperimentare le conseguenze di tali azioni, cioè soffrire, e questa sofferenza comporta lo sviluppo della facoltà umana. Quindi il "male" è un bene nel senso che fa sì che mediante l'esperienza dell'effetto delle sue azioni d'uccisione ecc., l'individuo diventa sempre più "umano".

r
Rolando is offline  
Vecchio 30-05-2007, 22.16.22   #20
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Bene & Male. Perchè è impensabile Dio malvagio?

Citazione:
Originalmente inviato da candido
Che le religioni ci parlino sempre di un Dio buono, non mi sembra un’affermazione condivisibile. O meglio, dipende da cosa intendiamo per “buono”…
Esatto,
è quello che volevo far notare anch'io.
In realtà è il Cristianesimo che rappresenta quasi un'eccezione alla regola, rappresentando Dio come Solo Bontà, escludendo qualsiasi forma di Male in Lui.

Nell'Ebraismo ad esempio Dio è l'El-Shaddaj, l'Onnipotente, e non esiste alcuna dualità con Satana, o qualcun d'altro, che rappresenta il Male. Quindi Dio è - e non può essere altro che - sia bene che male, ma è e rimane giusto, nonostante questo.
Insomma si deve andare oltre alla dualità (detto in altro modo alla conoscenza del bene e del male ).

Le tenebre e la luce ti sono uguali.
(Salmo 139:12)

Il male e il bene non procedono forse dalla bocca dell'Altissimo?
(Lamentazioni 3:38)

Piomba forse una sciagura sopra una città, senza che il Signore ne sia l'autore?
(Amos 3:6)

Ecc. (Ci sono anche passi che portano in altre direzioni...)

La stessa cosa vale bene o male anche con il Taoismo, nel quale il bene e il male sono due principi che non possono essere separati, o considerati singolarmente, o non si può negarne uno, esaltanto l'altro. È bene che stanno assieme. La stessa cosa la diceva in modo analogo pure Eraclìto.
Come già detto, bisogna saper andare oltre la dualità (che è solo un'illusione, o forse anche no?).

Considerando poi la trimurti, cioè in un certo senso la trinità induista composta da Brahma, Vishnu e Shiva, come non notare - semplificando - che Brahma rappresenta il Creatore, Vishnu il Conservatore, mentre Shiva appunto il Distruttore, e quest'ultimo viene adorato come tale, senza che sia nulla di troppo shockante, o di negativo in questo. Tutti e tre hanno la loro importanza e rilevanza, e rappresentano una fase del ciclo della natura, della vita ecc.
Anche qua in un certo senso non esiste ad ogni costo quella dualità, divisione netta tra bene e male presente nella superficie del Cristianesimo (in realtà i testi di Giovanni, nei quali si parla di Luce e Tenebre etc. non sono - analizzandoli nel profondo - duali, o non rimandano ad un effettiva concezione dualistica, come potrebbe sembrare di primo acchito, ma vabbè, questa è un'altra storia).

Giusto per giungere ad una conclusione, se io dovessi dire come si è concepito di norma Dio nella storia dell'umanità, la risposta non sarà credo "solo Bene", ma piuttosto un Dio che è al di là del "bene e del male", o che include entrambi gli aspetti andando oltre.

Così almeno sovente in oriente - mi pare -, ma pure in occidente (magari espresso in altro modo, dicendo che il male in realtà non esiste...).

Elijah is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it