Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 16-05-2015, 11.35.16   #61
Aeroplano Italiano
Nuovo ospite
 
L'avatar di Aeroplano Italiano
 
Data registrazione: 14-05-2015
Messaggi: 73
Riferimento: Perdono.

Interessantissimo argomento. Lo leggerò tutto con calma. Dico queste poche cose:

- è vero che a non perdonare si resta ostaggi del proprio odio;

- perdonare è anche dimenticare, non tener più conto;

- perdonare è non provare più pena al ricordo di un torto subito o della persona che ce lo ha fatto;

Ma sappiamo anche che non sempre è facile. Non si riesce a perdonare una certa persona perché lo leggi sul Vangelo: non basta essere d'accordo di testa; bisogna farlo col cuore. Su questo non si può mentire. Ma se non perdoni, ti senti contro Dio e questo è un bel casino. Invece no. Mi spiego:

non perdonare è un male sterile, se ho una concezione meritocratica di Dio: "mi salvo se perdono". Si mi salvo.
Ma se non perdono vi è comunque un disegno di salvezza; non vengo buttato via. Seguirò un altro percorso.
Aeroplano Italiano is offline  
Vecchio 16-05-2015, 11.49.11   #62
Aeroplano Italiano
Nuovo ospite
 
L'avatar di Aeroplano Italiano
 
Data registrazione: 14-05-2015
Messaggi: 73
Riferimento: Perdono.

Disubbidire a un comandamento.

Un padre ha due figli: il primo è ubbidiente, va bene a scuola e aiuta in casa. Il secondo è ribelle, combina casino a scuola e a casa.

Per quale dei due il padre si prodigherà di più? Per quale dovrà usare più misericordia? Per quale tenterà tutte le strade?
Aeroplano Italiano is offline  
Vecchio 16-05-2015, 12.36.50   #63
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Perdono.

Citazione:
Originalmente inviato da Aeroplano Italiano
Disubbidire a un comandamento.

Un padre ha due figli: il primo è ubbidiente, va bene a scuola e aiuta in casa. Il secondo è ribelle, combina casino a scuola e a casa.

Per quale dei due il padre si prodigherà di più? Per quale dovrà usare più misericordia? Per quale tenterà tutte le strade?
Quello che scrivi è chiaro ed incontrovertibile: va da sè.....per il secondo!

Purtuttavia, tanto per guardare la cosa da più angolature, a chi affiderà i compiti più delicati e difficili? Chi sarà, in definitiva, colui del quale si fida di più?

Ciao e.........benvenuto!
freedom is offline  
Vecchio 16-05-2015, 15.42.34   #64
Aeroplano Italiano
Nuovo ospite
 
L'avatar di Aeroplano Italiano
 
Data registrazione: 14-05-2015
Messaggi: 73
Riferimento: Perdono.

Citazione:
Originalmente inviato da freedom
Purtuttavia, tanto per guardare la cosa da più angolature, a chi affiderà i compiti più delicati e difficili? Chi sarà, in definitiva, colui del quale si fida di più?

Ciao e.........benvenuto!

Grazie Freedom

Il primo, è chiaro. Ma gli affiderà anche il compito di curarsi del fratello

Il perdono è forse il cardine di tutta la Scrittura: Dio non fa in tempo a creare l'uomo, che questi subito disubbidisce e subito è perdonato. Da questo l'uomo riparte per una nuova strada.

Perdonare come è perché, ci domandiamo tutti (ancora doloranti). Cos'è infine? Forse è semplicemente una cosa che ci serve per vivere.

Tornando all'episodio del che ho raccontato prima: si può dire che il perdono paterno ha permesso al figlio di vivere, pur nei casini, ma ha permesso anche al padre di vivere.
Aeroplano Italiano is offline  
Vecchio 16-05-2015, 16.07.24   #65
Aeroplano Italiano
Nuovo ospite
 
L'avatar di Aeroplano Italiano
 
Data registrazione: 14-05-2015
Messaggi: 73
Riferimento: Perdono.

Detto così è semplice e serve, credo.

In pratica è cosa complessa. Esiste ad esempio il caso in cui ci si sente di non aver perdonato, mentre invece si è perdonato da un pezzo.

Accade in particolari situazioni d'ansia (rimuginazione), dove la persona ha realmente perdonato, ma continua a temere la persona che lo ha offeso, teme di venire di nuovo attaccata. In questo caso, tenere in piedi un'ostilità serve a tenere alte le difese.
Aeroplano Italiano is offline  
Vecchio 16-05-2015, 19.15.48   #66
Sariputra
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 22-03-2015
Messaggi: 257
Riferimento: Perdono.

Una mia povera opinione sul tema del perdono, così caro alla cultura cristiana. Vorrei provare a vedere un'altra via per capire la necessità di superare il male che ci viene ingiustamente inflitto o perdonare noi stessi del male che arrechiamo a noi e agli altri.
Perché dobbiamo "perdonare" ? Perchè è necessario dimostrare indulgenza e misericordia verso chi ci fa o ci ha fatto del male ?
Non possiamo semplicemente restare soli con la nostra sofferenza e rabbia ? Vederla sorgere e acquietare dentro la nostra mente, incessantemente? E poi provare a vedere come il male e la rabbia ottenebrino la mente dell'aguzzino ? Il bisogno di perdonare è sempre un concetto riferito alla persona, ma il male/dolore che questa infligge sorge da una persona o è solo il materializzarsi di quelle forze oscure che sono presenti anche in noi ?
Vedere che il dolore inflittomi è della stessa natura di quello che vorrei infliggere io al colpevole non aiuta a liberarsene ? Capire che non ci sono persone buone e persone cattive, ma solamente sofferenza che appare e agisce in molteplici atti, anche atroci, non aiuta a superare l'esigenza di vendetta ?
Tutto il male nasce dalla mente e non da un'ipotetico ego duraturo e immortale. Come un temporale viene, passa ...e poi ritorna ancora e ancora. Illudersi che "IO" sono una persona che deve perdonare qualcosa è un'escamotage che non funziona. Solo nella comprensione, a mio parere, della natura impersonale del male/sofferenza possiamo provar a trovare quella pace che ci viene preclusa dall'idea astratta che "IO" ha subito un torto e che, infine, "IO" deve pure vendicarsi...
Sariputra is offline  
Vecchio 17-05-2015, 02.22.11   #67
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perdono.

@Sariputra

Per i dogma cristiani:

- si perdona perché si è stati a sua volta perdonati da Dio. (e Gesù in croce c'insegna)

- Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. (è la sola misericordia di Dio che dona la pace nel cuore, nella mente e nello spirito umano, pace che non si può produrre stoicamente, altrimenti non si avrebbe bisogno di Dio)

- restare nella sofferenza, quando la si può neutralizzare e alleviare perdonando, è incoerente, oltre che controproducente per lo sviluppo della consapevolezza della dimensione di Dio. Ma resta sempre al libero arbitrio decidere.

- fare del male o far soffrire qualcuno non è altro che "non amare", e se Dio è amore fosse la verità, non amare sarebbe una menzogna, scelta che si preferisce seguire (servire), e che ci viene proposta, quasi sempre, dalla tentazione (il diavolo).

Pace&Bene
Duc in altum! is offline  
Vecchio 17-05-2015, 17.10.39   #68
Aeroplano Italiano
Nuovo ospite
 
L'avatar di Aeroplano Italiano
 
Data registrazione: 14-05-2015
Messaggi: 73
Riferimento: Perdono.

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
@Sariputra

1) Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.

2) restare nella sofferenza, quando la si può neutralizzare e alleviare perdonando, è incoerente...


1) Si può dire misericordia o compassione, più laicamente empatia. Ma il concetto è lo stesso. In alcuni casi posso immedesimarmi nella persona che mi ha offeso, capirne la sua sofferenza e perdonare.

Recentemente un amico cui tenevo molto e al quale sono certo di non aver fatto nulla do male, è insorto contro di me duramente per un cavillo. Ma so che è soggetto ad arrabbiature improvvise e fuori controllo. Quindi l'ho perdonato non dopo un po', ma già mentre mi attaccava. Sapevo ch'era egli stesso una vittima di sé.

In questo caso la comprensione ha reso possibile un immediato perdono.
Ma non sempre riusciamo a comprendere, magari perché il movente dell'altro sfugge alla nostra comprensione;

2) il perdono lava la colpa e la sofferenza.
Aeroplano Italiano is offline  
Vecchio 17-05-2015, 17.25.35   #69
Aeroplano Italiano
Nuovo ospite
 
L'avatar di Aeroplano Italiano
 
Data registrazione: 14-05-2015
Messaggi: 73
Riferimento: Perdono.

Perdono e Conciliazione.

Spesso confondiamo i due concetti, ma è meglio saperlo:
perdonare non implica necessariamente anche conciliare.

Perdonare, infatti, è un puro atto di cuore, mentre conciliare significa riprendere la storia dov'era stata lasciata. Ma questo non è un obbligo morale: se la storia con quella persona prima dell'offesa già non era soddisfacente, perdoniamo sì, ma nulla obbliga a continuarla.
A pensarci, quella relazione poteva interrompersi anche senza l'offesa.

E del resto, la Scrittura dice sì di perdonare, ma non ti dice con chi devi vivere.
Aeroplano Italiano is offline  
Vecchio 17-05-2015, 17.47.32   #70
Aeroplano Italiano
Nuovo ospite
 
L'avatar di Aeroplano Italiano
 
Data registrazione: 14-05-2015
Messaggi: 73
Riferimento: Perdono.

In Cristo si vede questo aspetto:

Ti perdono;
Va e non peccare più


Lui perdona, ma per conciliarci chiede di cambiare vita. Il rapporto con il Signore dev'essere buono.

Buona domenica a tutti.
Aeroplano Italiano is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it