Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-05-2014, 15.07.36   #1
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Post Perdono.

Perdonare è liberare un prigioniero e scoprire che quel prigioniero eri tu.
(Sacre Scritture)
Quanto è difficile perdonare le persone....e ancor più difficile è perdonare se stessi.Eppure se non ci si riesce possono sorgere vere e proprie malattie psicologiche,per questo la bibbia ci incita a perdonarci a vicenda e a perdonare noi stessi.
Anche chi non è credente,cosa ne pensa dell'argomento "perdono"?
E un gesto essenziale x la vita?....o si può vivere anche bene senza riporre il proprio animo nel cuscino del perdono.
Mi piacerebbe leggere i vostri pareri su questa mia discussione introdotta.Però x correttezza dico prima il mio parere: perdonare non è affatto facile,anzi trovo che sia estremamente difficile sopratutto nei casi in cui si son subiti torti,violenze,etc....
Perdonare se stessi; nella mia logica naturalmente;diventa più facile se ti vendichi
e ristabilisci l'onore....ma credo che il buon Dio non era questo che intendeva.
Grazie a chi vorrà intervenire.

S.G
Koirè is offline  
Vecchio 08-05-2014, 20.56.25   #2
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perdono.

Perdonare non è facoltativo, e per essere davvero sincero, il perdono deve scivolare nell'oblio.
Per chi crede in Gesù non c'è altra alternativa per essere autenticamente testimone della sua verità.
Chi crede nella misericordiosa remissione dei peccati, non puo' non perdonare.

E' difficile, ma a Dio nulla è impossibile.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 08-05-2014, 21.40.05   #3
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Perdono.

Citazione:
Originalmente inviato da Koirè
Perdonare è liberare un prigioniero e scoprire che quel prigioniero eri tu.
(Sacre Scritture)
Quanto è difficile perdonare le persone....e ancor più difficile è perdonare se stessi...
...perdonare non è affatto facile,anzi trovo che sia estremamente difficile sopratutto nei casi in cui si son subiti torti,violenze,etc....
Perdonare se stessi; nella mia logica naturalmente;diventa più facile se ti vendichi
e ristabilisci l'onore....ma credo che il buon Dio non era questo che intendeva.
Credo che il discorso sul perdono. al di là dei benefici psicologici del perdonare e perdonarsi, sia sottile e complesso.
La richiesta del perdono nasce dal sentimento di colpa soggettiva determinato dal chiaro apparire di un errare di cui ci si sente vittime o autori. L'errore prodotto da questo errare non è comunque cancellabile, è un fatto, è per sempre accaduto, vendicarsi, punire o punirsi espiando non può in alcun eliminare l'errore commesso e nemmeno il perdono può farlo, ma il perdono può acquietare il senso di colpa, l'aspetto soggettivo dell'errore. e lo lenisce perché riesce a comprenderlo, il perdono dopotutto è comprensione dell'errore, non la sua negazione o rimozione, ma il suo pieno riconoscimento in termini di verità.
Se Dio è colui che tutto può comprendere, lui solo può davvero perdonare e ispirarci il perdono liberandoci così dalla colpa frutto della nostra individuale soggettività separata, agli occhi di un essere simile tutti siamo sempre comunque innocenti, è il poter apparire di questa innocenza che speriamo che l'infinitamente Altro ci mostri, perché solo nella sua visione questo è possibile.
Perdonare davvero se stessi, nella propria solitudine e vergogna è terribilmente difficile, solo il perdono dell'altro nella sua piena valenza simbolica ci può liberare dalla colpa che si nutre della dimensione interiore e soggettiva dell'io. Perdonare gli altri per i torti subiti quando è l'io a progettarlo coscientemente e a volerlo è ancora molto ambiguo, è infatti spesso solo un io che si impone come un Dio e allora il perdono diventa solo lo strumento più raffinato di vendetta che si possa concepire.
maral is offline  
Vecchio 08-05-2014, 22.02.58   #4
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
Riferimento: Perdono.

Perdonare è azione di enorme difficoltà sempre e comunque. Quando poi siamo di fronte a certi fatti diventa quasi impossibile.
Tuttavia, indubbiamente, è la cosa giusta da fare in qualsiasi circostanza.

Affermo che è difficilissimo e non ho bisogno di grandi dimostrazioni: ognuno, in cuor suo, lo sa.

E' forse più complicato argomentare che è sempre la cosa giusta da fare. Eppure anche in questo caso, ognuno di noi, lo sa che è la strada maestra da percorrere. Vuoi perché è l'unico modo, l'unica arma che abbiamo per spezzare la catena del male. Vuoi perché dona pace, specialmente a chi compie l'atto di perdonare. La vendetta o comunque il rancore sono una diabolica trappola che tuttavia si rivelano con relativa facilità. Basta essersi abbandonati una o più volte a quei sentimenti per scoprirne il frutto amaro. La sostanziale fregatura che, immancabilmente, recano con loro.


Il fatto è che riuscirci rappresenta un grandioso successo. Ci vuole tempo, predisposizione d'animo, saggezza, forza di volontà, determinazione. E per me che sono credente ci vuole anche grazia di Dio.
freedom is offline  
Vecchio 09-05-2014, 08.29.58   #5
Koirè
Ospite
 
L'avatar di Koirè
 
Data registrazione: 26-12-2012
Messaggi: 111
Riferimento: Perdono.

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
Perdonare non è facoltativo, e per essere davvero sincero, il perdono deve scivolare nell'oblio.
Per chi crede in Gesù non c'è altra alternativa per essere autenticamente testimone della sua verità.
Chi crede nella misericordiosa remissione dei peccati, non puo' non perdonare.

E' difficile, ma a Dio nulla è impossibile.

Vero..a Dio nulla è impossibile....ma a noi esseri umani?...dici che chi crede nella misericordia NON PUO'non perdonare..scusami ma questa è una imposizione..tanti vorrebbero ma non riescono x validi motivi....e certo che non si possono condannare se non riescono,si può comprenderli.Imporsi il perdono equivale a nulla,perchè esso deve scaturire sinceramente dal cuore,almeno deve essere vissuto e scelto con libero arbitrio,non come scelta obbligata.Che ne pensi?
Koirè is offline  
Vecchio 09-05-2014, 11.16.36   #6
Davide M.
Ospite abituale
 
L'avatar di Davide M.
 
Data registrazione: 06-04-2014
Messaggi: 193
Riferimento: Perdono.

Secondo me ci sono due tipi di perdono, c'è un perdono per amore del prossimo e un perdono per amor proprio. Per perdono per amor proprio non intendo perdonare se stessi, ma è come togliersi un peso dal cuore, dimenticare un torto subito, metabolizzare un dolore dell'anima, che non ci dà tregua, ci rende la vita insopportabile, allora si decide consapevolmente di soffocare un desiderio di vendetta e di continuare a vivere senza il ricordo di quel dolore insopportabile, ma è un perdono che ha un fine preciso, quello di renderci la vita meno amara, più vivibile, e non solo per noi stessi ma molto spesso soprattutto per chi ci è accanto, che ha bisogno della nostra presenza in spirito e non solo in corpo. È un perdono calcolato ma necessario, funzionale; ma non è questo il tipo di perdono che ha insegnato Gesù, che ha insegnato un perdono per amore del prossimo, perdonare non significa soffocare un nostro dolore ma amare il nostro carnefice, metterci noi sulla sua croce, amarlo come la cosa più cara cui teniamo. E quindi non è un perdono incondizionato verso il prossimo, verso chi dobbiamo materialmente perdonare, ma è un perdono rivolto a noi stessi, perché così come giudichiamo così saremo giudicati, così come perdoniamo così saremo perdonati. Amare il nostro carnefice equivale a perdonarci tutti i nostri peccati. Ecco perché è molto più difficile che perdonare per amor proprio. Io non ne sono capace.
Davide M. is offline  
Vecchio 09-05-2014, 14.18.14   #7
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perdono.

** scritto da davide M.:

Citazione:
Secondo me ci sono due tipi di perdono, c'è un perdono per amore del prossimo e un perdono per amor proprio.

Il perdono è uno e procede solo dalla grazia di Dio, da cui si riceve e ci si rivolge per ricevere la forza di perdonare; scinderlo non aiuta il suo discernimento e la sua applicazione.


Citazione:
È un perdono calcolato ma necessario, funzionale; ma non è questo il tipo di perdono che ha insegnato Gesù

Un perdono calcolato per propria convenienza, non funziona nella logica di Cristo.


Citazione:
. Amare il nostro carnefice equivale a perdonarci tutti i nostri peccati. Ecco perché è molto più difficile che perdonare per amor proprio. Io non ne sono capace.

Infatti, come è possibile l'impossibile senza l'intervento divino? Non ne sei incapace, sei ancora vincolato alla logica del perdono umano: la legge del taglione.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


** scritto da Koirè:

Citazione:
Vero..a Dio nulla è impossibile....ma a noi esseri umani?...dici che chi crede nella misericordia NON PUO'non perdonare..scusami ma questa è una imposizione..tanti vorrebbero ma non riescono x validi motivi....e certo che non si possono condannare se non riescono,si può comprenderli.Imporsi il perdono equivale a nulla,perchè esso deve scaturire sinceramente dal cuore,almeno deve essere vissuto e scelto con libero arbitrio,non come scelta obbligata.Che ne pensi?


A Dio tutto è possibile, ed alla donna (o l'uomo) che in lui confida (ha Fede in Dio!).

No Koirè, non c'è nessuna imposizione, il dio-padrone non è certamente il Padre di Gesù Cristo.
Se credi nella Misericordia Divina, ossia, una potenza divina d'amore che è capace di perdonare ogni tua iniquità nei Suoi confronti (qualunque essa sia), devi accettare che quella stessa Misericordia la devi usare tu per perdonare i peccati commessi, da chicchessia(70 volte 7= 490), nei tuoi confronti.
Dov'è l'obbligo?...sei tu che decidi...puoi anche ricevere l'assoluzione e, a tua volta, condannare o vendicarti di chi ti ha tradito.

Inoltre se non si riesce è perché non ci si vuole affidarsi completamente a questa legge trascendente, il perdonare è un percorso, parallelo alla Fede, e come la Fede se non è fondato sulla Verità ti succhia la vita, perché idolatra l'ipocrisia.


P.S.= il tutto è ben spiegato, da un po' d'anni, nella parabola evangelica del "servitore spietato" (Matteo 18, 23-35), buona lettura.
Duc in altum! is offline  
Vecchio 09-05-2014, 16.42.37   #8
sebastianb
osservatore
 
L'avatar di sebastianb
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 362
Riferimento: Perdono.

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!

E' difficile, ma a Dio nulla è impossibile.
Non concordo con quanto hai postato.

Il detto biblico : a Dio nulla è impossibile - rigurdarebbe vari fenomeni considerati strabilianti ( maternita' impossibili - Gn. 18,14 -- Lc. 1,36/37 ) e/o eventi straordinari incomprensibili alla mente umana
( Ger. 32,17 - 32,27 --- Lc. 18,25/27 ).

Quanto al perdono... proprio l' atteggiamento del Dio biblico è alquanto contradditorio.
Basta " riflettere " sui primi passi della Genesi. Nel 2 capitolo è riportato come il Dio della Creazione, osannato come il Padre divino pieno d' amore,
non si sia comportato veramente come tale. -- Alla " prima " marachella dei virtuali Adamo / Eva .. Egli non soltanto Non li perdona, ma anzi scarica tutta la sua Sua ira vendicativa .. malidicendoli e procurando a loro ( e alla sua futura discendenza ) le piu' terribili nefandezze di questo mondo... e poi li sbatte fuori dal giardino ...

Quando mai un padre " normale " si comporterebbe cosi'?? Quando mai un padre, stracolmo d'amore per la sua creatura, alla sua prima disobbedienza, lo bastona a sangue, lo carica di miserie, stramaledice i suoi futuri nipotini ..eccc... e poi lo caccia fuori di casa??


Quanto al rapporto tra uomo - uomo ( relativo al perdono ) basterebbe seguire il Libro sacro.
Proprio il Dio biblico da' la via / la norma da seguire.
Lev. 24,13 : il Signor Iddio a Mose' ...
24,19 : chi fara' del male al suo prossimo , sia trattato con egual misura... mano per mano, piede per piede, occhio per occhio, dente per dente, frattura per frattura, piaga per piaga, vita per vita!

Ben piu' esplicito è Deut. 19,21 : il tuo occhio non si muova a compassione (!) occhio per occhio, vita per vita eccc...

Questa è la vera legge, la parola divina !

Al di la' dei paroloni... sarebbe interessante vedere la reazione di un devoto .. al quale un malvagio gli ammazza un figlio, la sua sposa, un suo genitore .... -- Come si comporterebbe ??

Lo so ... non sarai sicuramente d'accordo con la mia tesi strettamente " originale " del testo biblico... ma è la vera e unica Parola divina!
sebastianb is offline  
Vecchio 09-05-2014, 18.28.25   #9
Davide M.
Ospite abituale
 
L'avatar di Davide M.
 
Data registrazione: 06-04-2014
Messaggi: 193
Riferimento: Perdono.

Citazione:
Originalmente inviato da Duc in altum!
** scritto da davide M.:
Il perdono è uno e procede solo dalla grazia di Dio, da cui si riceve e ci si rivolge per ricevere la forza di perdonare; scinderlo non aiuta il suo discernimento e la sua applicazione.

Prima cosa io ho espresso soltanto il mio parere, cominciando con un secondo me, come ci ha invitato a fare Koirè,
seconda cosa per me il perdono non è uno, ma si può perdonare in più di un modo: per amor proprio o per amore del prossimo,
terza cosa per me scindere il perdono aiuta molto nel suo discernimento e nella sua applicazione,
quarta cosa il perdono non c'entra assolutamente niente con Dio, perché può perdonare anche un ateo,
quinta cosa se il perdono procede solo dalla grazia di Dio, non ho capito perché il male debba procedere dall'uomo, perché se Dio è infinitamente buono allora da Lui non può procedere il perdono che del male è un effetto,
sesta cosa Gesù ha detto ad un uomo di perdonare ad un altro uomo settanta volte sette solo perché sette volte fu vendicato Caino ma settantasette Lamech,
settima cosa se il perdono procede solo dalla grazia di Dio non ho capito perché devo
confessare i miei peccati ad un altro uomo per ottenere quel perdono, visto che il finale di Marco è un goffo posticcio del II secolo,
a sette mi fermo perché nella Bibbia il sette è il numero che simboleggia la completezza.
Davide M. is offline  
Vecchio 09-05-2014, 19.12.10   #10
Duc in altum!
Ospite abituale
 
Data registrazione: 14-11-2012
Messaggi: 919
Riferimento: Perdono.

** scritto da sebastianb:

Citazione:
Quanto al perdono... proprio l' atteggiamento del Dio biblico è alquanto contradditorio.

Ma non quello del Gesù risorto: "Così anche il mio Padre celeste farà a ciascuno di voi, se non perdonerete di cuore al vostro fratello".

Citazione:
Non concordo con quanto hai postato.

Il detto biblico : a Dio nulla è impossibile


Quindi è un dio limitato, niente a che vedere con Colui che fa risorgere i morti.


Citazione:
Al di la' dei paroloni... sarebbe interessante vedere la reazione di un devoto .. al quale un malvagio gli ammazza un figlio, la sua sposa, un suo genitore .... -- Come si comporterebbe ??

Perdonando, altrimenti è un credulone non un vero devoto.
Duc in altum! is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it