Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-03-2005, 00.56.35   #81
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
C’è una buona ragione "pratica" che giustifica, secondo me, la orientale tendenza alla spersonalizzazione: Quando si agisce con intenti centrati sul “sé”, si entra facilmente in contrasto con il proprio intorno, che reagendo nello stesso modo, porta la collettività a diventare un disgregato ammasso di elementi in competizione e contrasto reciproci che non torna comodo quasi a nessuno.

Effettivamente, trovo anch'io esagerato l’impegno con il quale nelle filosofie orientali si osteggia il “sè”. Come in occidente è nata la moda di bruciare il corpo (della strega), in oriente è nata quella di bruciare la mente (di quella strega che è l’”Io). Sono eccessi poco eleganti per divinità del mio calibro…
Come al solito, torno a sostenere che il giusto è nello spirito “misto” nel quale vi è giusto risalto e riconoscimento del sé in completa identità con ogni altro equivalente “sé” altrui. Non è difficile, se si è convinti di essere tutti un solo grande Tutto.

Ci sono molte cose che non sono fatte solo di materia ed energia, queste cose hanno un “carattere” individuale. Non si dovrebbe trascurare questo fatto, perché è proprio questo che da spiritualità al Tutto: la somma, l’unione delle differenze fatte di tanti “Io” in un unico grande “Sé”… il resto è materia, energia, tempo e storia...


P.S.

Pentitevi, peccatori!


Ultima modifica di Mistico : 21-03-2005 alle ore 00.59.31.
Mistico is offline  
Vecchio 22-03-2005, 16.47.30   #82
SonoGiorgio
Ospite abituale
 
L'avatar di SonoGiorgio
 
Data registrazione: 15-02-2003
Messaggi: 453
a esperantiano

Citazione:
Messaggio originale inviato da esperantiano
In tutti questi interventi ho trovato spunti interessanti a proposito del "percorrere il sentiero dell'iniziazione".

Vorrei proporre alcune piccole osservazioni:

1) Nell'ormai ricorrente binomio oriente-occidente, si legge a volte che l'occidente potrebbe essere visto come il terreno più favorevole alle contrapposizioni dualistiche.
Chiedo: il contrappore il modello orientale a quello occidentale non potrebbe esso stesso costituire una forma di dualismo?

2) In alcuni interventi è stato illustrato piuttosto chiaramente quale può essere il modo di percorrere il sentiero dell'iniziazione in una impostazione occidentale.
La mia domanda è (ma potrebbe rivelarsi un'antinomia): qual'è o quali sono, in concreto, il modo o i modi per percorrere il sentiero dell'iniziazione in una impostazione orientale? O forse sarebbe più corretto chiedersi: la via del non-agire può annullare la necessità stessa del "percorrere", in quanto "azione"? O il "percorrere" verrebbe riferito ad una trasformazione indotta da una Ente Globale, per cui paradossalmente il soggetto interessato "percorre" rimandendo immobile?

3) A volte si leggono interventi in cui si attribuiscono all'ego immagini e propositi errati. Poi si prosegue con delle affermazioni su che cosa, in realtà, sarebbe giusto. La mia perplessità è: in base a che cosa non si pensa che anche le convinzioni contenute nelle seconde affermazioni potrebbero essere frutto di un'invenzione da parte dell'ego?
A proposito di questo ego, tutto ciò che pensiamo, sentiamo e diciamo potrebbe essere originato da esso: si rischia l'antinomia di non poter parlare "DELL" 'ego, in quanto potremmo essere in effetti ego parlanti autoilludenti: a questo punto come essere sicuri di trovare qualcosa che non provenga dall'ego stesso?
Questa questione contiene in sè il rischio di imprigionarci in un gioco di specchi, ma ritengo sia importante tentare di approfondirla ugualmente in quanto essa potenzialmente potrebbe compromettere in toto il proposito stesso di discutere sul come percorrere il sentiero dell'iniziazione.

4) Vi sono diverse frasi in cui ci si riferisce genericamente a "Dio". Ho letto una definizione che vede in "Dio" un'ente che non può associarsi ad altri in quanto li contiene tutti (è una definizione fornita da Mistico, e personalmente la condivido). Però molti altri interventi fanno ugualmente riferimento a "Dio", ma con una valenza, mi pare, diversa.
Cosa intende ognuno, allora, quando scrive genericamente "Dio", e qual'è il ruolo che a "Dio" si attribuisce nel percorrere il sentiero dell'iniziazione?
Vi sono riferimenti a "Dio" che possono rivelarsi costruiti su posizioni dogmatiche?

esperantiano

Come avrai notato, nessuno raccoglie le proposte caro amico....
e di fronte a così tanto muro di linoleum, ci si può solo ritirare in buon ordine.
Maimonide diceva:"Sappi sempre cosa rispondere ad uno scettico", non diceva:"Cerca di convincere lo scettico".
Penso che saprai cogliere la differenza sostanziale tra le due proposizioni.
Auguri a te e a Biachiara per la Vostra ricerca.
Giorgio
SonoGiorgio is offline  
Vecchio 22-03-2005, 18.18.51   #83
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Re: da esperantiano

Citazione:
Messaggio originale inviato da esperantiano


2) In alcuni interventi è stato illustrato piuttosto chiaramente quale può essere il modo di percorrere il sentiero dell'iniziazione in una impostazione occidentale.
La mia domanda è (ma potrebbe rivelarsi un'antinomia): qual'è o quali sono, in concreto, il modo o i modi per percorrere il sentiero dell'iniziazione in una impostazione orientale? O forse sarebbe più corretto chiedersi: la via del non-agire può annullare la necessità stessa del "percorrere", in quanto "azione"? O il "percorrere" verrebbe riferito ad una trasformazione indotta da una Ente Globale, per cui paradossalmente il soggetto interessato "percorre" rimandendo immobile?

La via occidentale non esclude le modalità della via orientale e viceversa..
la via della conoscenza si compie solo attraverso sequenze di ri-conoscimenti ed atti di "trascendenza" che avvengono sia all'esterno che all'interno e che danno origine a quel famoso Testimone od Osservatore o Conoscitore "impersonale"..
E' necessario riconoscere che il Silenzio è essenziale per ri-conoscere lo svelamento di questa Conoscenza con se stessi...
E' necessario comprendere che esistono tanti sentieri e che gli stessi agiscono operanti con le stesse sequenze e metodi, apparentemente contrastanti, ma adeguatamente accordanti nel risolvere il contesto generale nella ricerca dell'armonia totale...
Personalmente non trovo differenza nella sostanza dell'agire o non agire perchè è solo la mente (ego) che pone differenze..va comunque compreso a fondo questo punto:
la coscienza "illuminata" permette alla "mente" di veicolarsi in accordo con l'armonia naturale, rappresentando così una "musica" generata non più da un "io" identificato nell'azione, ma con un "io" slegato ed irradiato da un'energia che attinge direttamente dall'ars regia..dal Divino.
Questo non agire apparente si manifesta con un ritmo, armonia ed equilibrio privo di un senso di fare impegnato e vigile solo ad operare, non sentendosi responsabile di una futura possibilità di riunificazione "mondiale" ma nello stesso tempo in costante presenza pronto ad armonizzare un ruolo dove lo stesso ne fosse chiamato ad immergersi...
Questa però è ancora la Sua volontà..
atisha is offline  
Vecchio 22-03-2005, 19.23.32   #84
Mistico
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-11-2002
Messaggi: 1,879
Re: a esperantiano

Citazione:
Messaggio originale inviato da SonoGiorgio
Come avrai notato, nessuno raccoglie le proposte caro amico....
e di fronte a così tanto muro di linoleum, ci si può solo ritirare in buon ordine.
Maimonide diceva:"Sappi sempre cosa rispondere ad uno scettico", non diceva:"Cerca di convincere lo scettico".
Penso che saprai cogliere la differenza sostanziale tra le due proposizioni.
Auguri a te e a Biachiara per la Vostra ricerca.
Giorgio
SonoGiorgio, questa è PNL !


P.S.
...dove vuoi arrivare?

...sono uno e trino... l'esperimento è quì.

Non credevo che la PNL fosse tanto di moda.

Ultima modifica di Mistico : 22-03-2005 alle ore 19.32.55.
Mistico is offline  
Vecchio 23-03-2005, 03.52.22   #85
esperantiano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-11-2003
Messaggi: 218
A SonoGiorgio da esperantiano

Ciao, caro amico.

In effetti ho notato che il mio messaggio non ha ancora ottenuto una grande attenzione.

Penso però che questo possa attribuirsi anche al tipo di domande da me poste, domande che, in fondo, richiedono risposte meditate e ponderate.

Ecco perchè non ho sollecitato reazioni: penso che un po' di tempo occorra metterlo in conto.

D'altronde, se dovesse verificarsi l'altra possibilità, ovvero che non mi si risponda neanche in un secondo momento, avrò comunque lasciato pubblicamente una serie di interrogativi che potranno tornare utili in futuro.

Devi però considerare anche un altro fattore.
A volte si risponde ad un messaggio in modo indiretto: ad esempio con un altro messaggio, oppure con allusioni su altre discussioni, o anche utilizzando la posta elettronica.

Ed è proprio la posta elettronica che (quando funziona!), si palesa come un mezzo piuttosto "gradito" a diversi utenti, che preferiscono, per più di un motivo, non apparire nella discussione, a volte anche per evitare scambi di opinione che potrebbero trasformarsi in polemica.

Per questo non ho ancora soppesato questa mancanza di risposte dirette sul forum.

Rilevo, comunque, oltre alla tua propensione al coraggio, anche una propensione al pragmatismo. Ciò è un gran pregio perchè, come sosteneva un famoso teosofo (Giuseppe Mazzini), occorre un binomio del tipo "pensiero e azione" per tramutare intenti lodevoli in azioni concrete.

esperantiano
esperantiano is offline  
Vecchio 23-03-2005, 09.15.34   #86
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
x SonoGiorgio, Esperantiano e altri...

Citazione:
Messaggio originale inviato da esperantiano
A volte si risponde ad un messaggio in modo indiretto: ad esempio con un altro messaggio, oppure con allusioni su altre discussioni...

Pur essendo un libero ed autonomo ricercatore del Vero e non
essendo interessato in particolare a nessuno percorso formalmente iniziatico, preferisco rispondere indirettamente invitando alla lettura di questo interessante pezzo
che sottoscrivo nei suoi principi.

http://www.vedanta.it/attivita/mlav_manifesto.htm

Mirror is offline  
Vecchio 23-03-2005, 09.40.37   #87
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Re: x SonoGiorgio, Esperantiano e altri...

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mirror
Pur essendo un libero ed autonomo ricercatore del Vero e non
essendo interessato in particolare a nessuno percorso formalmente iniziatico, preferisco rispondere indirettamente invitando alla lettura di questo interessante pezzo
che sottoscrivo nei suoi principi.

http://www.vedanta.it/attivita/mlav_manifesto.htm


Il Vivekacudamani commentato da Raphael e' un ottimo testo, ma sono convinto che Mirror potrebbe fare molto meglio.

Comunque:
"L'effetto prodotto dall'errata discriminazione è considerato reale per tutto il tempo che persiste la condizione dell'errore.
Quando nel sonno proiettiamo l'universo-sogno, per riconoscerlo come evento illusorio ci occorre cambiare lo stato di coscienza perché fino a quando sogniamo non ci è possibile farlo; è solo al risveglio, con una nuova presa di coscienza, che noi possiamo dire: il sogno era illusione."
Vivekacudamani

La corretta discriminazione avviene dall'inter-azione di Viveka (discriminazione) e Buddhi (intelligenza intuitiva). Questa e' una Via diretta che porta al nocciolo della faccenda spirituale.
La mente identificata e' in grado di creare forme pensiero molto complesse ed elaborate, puo' giungere ad una grandiosa idea di Dio e contemplarla in uno stato di Gioiosa Beatitudine....ma e' sempre e solo una forma pensiero (questo e' anche il rischio delle cosiddette Vie Positive).
Il modo di procedere dell'Advaita ( e non solo) e' quello di una sorta di "Reductio ad Absurdum"* di qualsiasi argomentazione basata sulla discriminazione di tipo dualistico che e' considerata Avidya (ignoranza metafisica). C'e' appunto una particolare forma di intelligenza in noi (la Buddhi) in grado di "smascherare" la falsa conoscenza. La Buddhi e' la facolta' principale della Consapevolezza (Rig-pa, Testimone) e porta direttamente al Risveglio...

"Conosci te stesso. Non c'e' altra Via. Allora scoprirai che non vi e' ne maestro ne discepolo, ne' teoria ne' pratica, ne ignoranza ne' realizzazione" (Nisargadatta)

* forse ho scelto una espressione non particolarmente felice...me ne scuso, credo che pero' il senso generale sia comprensibile...

Ultima modifica di Yam : 23-03-2005 alle ore 09.53.45.
Yam is offline  
Vecchio 23-03-2005, 10.04.50   #88
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Re: Re: x SonoGiorgio, Esperantiano e altri...

Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam

C'e' appunto una particolare forma di intelligenza in noi (la Buddhi) in grado di "smascherare" la falsa conoscenza. La Buddhi e' la facolta' principale della Consapevolezza (Rig-pa, Testimone) e porta direttamente al Risveglio...

"Conosci te stesso. Non c'e' altra Via. Allora scoprirai che non vi e' ne maestro ne discepolo, ne' teoria ne' pratica, ne ignoranza ne' realizzazione" (Nisargadatta)


Hai voluto andare subito al Top...perchè sai che non posso che condividere.

Ma per gli ego interlocutori "occidentali" questa impostazione cosi diretta sarà poco "digeribile", immagino.

Mirror is offline  
Vecchio 23-03-2005, 10.10.00   #89
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Re: Re: Re: x SonoGiorgio, Esperantiano e altri...

Citazione:
Messaggio originale inviato da Mirror


Ma per gli ego interlocutori "occidentali" questa impostazione cosi diretta sarà poco "digeribile", immagino.

Il Tutto mangia (vedi i quattro salti in padella di cui si nutrono le Yoghini occidentali) e digerisce Tutto.
Yam is offline  
Vecchio 23-03-2005, 10.16.20   #90
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Re: Re: Re: Re: x SonoGiorgio, Esperantiano e altri...

Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Il Tutto mangia (vedi i quattro salti in padella di cui si nutrono le Yoghini occidentali) e digerisce Tutto.

Allora se la metti in questa maniera mi arrendo...al Tutto!

...ritornando "seri": Sia fatta la Sua Volontà

Sempre lo E'.

Mirror is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it