Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 12-06-2004, 11.35.53   #31
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re: Re: risposta a Dunadan

Citazione:
Messaggio originale inviato da Dunadan
Si, lo credo, e se ci pensi lo credi anche te.
Ti riferisci all'eutanasia nel senso più conosciuto dalla massa, l'eutanasia dei dibattiti politici, il senso più comune.

Comunque la mia considerazione non era per fare il professorino che puntualizza gli errori, era un appello per rendere il forum più pratico.

ciao

Non ho mai pensato che tu volessi fare il professorino.

Vorrei capire cosa intendi te per "eutanasia nel senso più conoscito dalla massa", perchè l'eutanasia stessa si concretizza con diverse modalità e non significa semplicemente "togliere la vita"; se fosse così sarebbe paragonabile all'omocidio e condannabile come tale.

Comunque il mio pensiero non è indirizzato a quel che dici tu, ma a cercare di capire fino a che punto ci possiamo spingere in nome della Vita; l'eutanasia è una questione secondaria per me, perchè prima di tutto vorrei riuscire a dare un senso alla Vita stessa in tali situazioni, al di là delle ideologie religiose, delle correnti di pensiero già esistenti o altro...
Cos'è per noi la vita?
iris_1 is offline  
Vecchio 12-06-2004, 16.43.51   #32
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Re: Re: Re:

Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Cos'è per noi la vita?

Forse vita è possibilità di agire, di fare delle scelte, anche se minime.
Personalmente, e parlo per me, non vorrei l'accanimento terapeutico se non ci fosse più nessuna speranza, vorrei aiuto per sopportare il dolore fisico con dignità e per accettare con serenità l'idea della morte.

Ho una preoccupazione, però: la situazione degli ospedali pubblici non mi sembra brillante, ricevono sempre meno fondi, chi decide che non c'è più speranza, oppure chi decide di continuare le terapie? il medico o il direttore che gestisce il bilancio dell'ospedale?
dana is offline  
Vecchio 12-06-2004, 20.23.21   #33
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da dana


Ho una preoccupazione, però: la situazione degli ospedali pubblici non mi sembra brillante, ricevono sempre meno fondi, chi decide che non c'è più speranza, oppure chi decide di continuare le terapie? il medico o il direttore che gestisce il bilancio dell'ospedale?

Sono pienamente d'accordo con te nel momento in cui dici che desidereresti un aiuto adeguato per sopportare il dolore fisico con dignità e per accettare con serenità l'idea della morte.

Riguardo ai bilanci, fondi e l'economia dell'ospedale non devi pensare che questi influiscano sulla scelta di interrompere le cure.
La realtà è esattamente opposta:
la scelta di interrompere le cure avviene molto raramente, di conseguenza si assiste ad un numero molto elevato di casi di accanimento terapeutico, voluto in particolar modo dai parenti del malato.

Non devi quindi temere nell'abuso riguardo alla possibilità di scelta di interrompere le cure, perchè effettivamente la realtà è l'esatto opposto.
iris_1 is offline  
Vecchio 12-06-2004, 20.31.21   #34
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Non devi quindi temere nell'abuso riguardo alla possibilità di scelta di interrompere le cure, perchè effettivamente la realtà è l'esatto opposto.

Sì, infatti temevo più questo, tante cose inutili fatte sulla pelle degli altri, perchè magari poi arriva il rimborso dalla regione, o perchè così l'ospedale è più produttivo.......

ciao, Iris
dana is offline  
Vecchio 12-06-2004, 20.53.11   #35
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin
ok, intanto abbiamo eliminato l'atroce dubbio del fastidio altrui.

la sofferenza non è vita?


ciao

Indubbiamente soffrire ci fa capire che siamo vivi e non è detto che esso debba essere un valido presupposto per interrompere la nostra vita.
Io sono del parere che la sofferenza, per quanto sia un'esperienza negativa, è pur sempre un'esperienza e grazie ad essa siamo in grado di "crescere interiormente", ma perde ogni significato quando è solamente fine a se stessa, quando ormai non è divenuta altro che un'attesa della morte.
Allora mi domando: perchè insistere nel prolungare l'agonia?

Se è giunto il momento della morte, perchè cercare di prolungare il processo del morire con ogni mezzo solo per spostare da domani a dopodomani l'attimo in cui moriremo?
Non è forse una manifestazione del desiderio di onnipotenza che ha l'uomo nei riguardi di tutto ciò che lo circonda e quindi anche nei riguardi della vita stessa?
iris_1 is offline  
Vecchio 12-06-2004, 23.34.38   #36
spada di fuoco
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-06-2003
Messaggi: 195
Re: Vita o morte?

Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Sto scrivendo un saggio... io ho le mie opinioni, ma sono interessata a conoscere anche quelle di altri.
Parlo di eutanasia, accanimento terapeutico e confine tra vita e morte.... nello specifico vorrei chiedervi se pensate che sia giusto "staccare la spina" ad un malato che è ormai chiaramente giunto al termine della propria vita e che vive palesemente solo grazie alla tecnologia della medicina moderna; oppure credete nella "sacralità della vita" per cui la vita deve essere rispettata come dono divino indipendentemente dalla sua qualità?
E se la morte non fosse la fine della Vita? Ma la Vita fosse anche la morte?
Perché ci preoccupiamo tanto della morte? Forse perché abbiamo paura di vivere?
Ciao
Spada di fuoco
spada di fuoco is offline  
Vecchio 13-06-2004, 00.39.06   #37
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re: Re: Vita o morte?

Citazione:
Messaggio originale inviato da spada di fuoco
E se la morte non fosse la fine della Vita? Ma la Vita fosse anche la morte?
Perché ci preoccupiamo tanto della morte? Forse perché abbiamo paura di vivere?
Ciao
Spada di fuoco

Proprio così.... e a causa di questa paura rischiamo di compiere degli errori irrimediabili!

Ciao
iris_1 is offline  
Vecchio 13-06-2004, 09.11.57   #38
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile ahhhh....

come sono felice
di aver letto questo
in questa domenica mattina
fredda e piovosa

wahankh.
dawoR(k) is offline  
Vecchio 13-06-2004, 13.42.34   #39
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re: ahhhh....

Citazione:
Messaggio originale inviato da dawoR(k)
come sono felice
di aver letto questo
in questa domenica mattina
fredda e piovosa

wahankh.

iris_1 is offline  
Vecchio 13-06-2004, 13.52.03   #40
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da dana
Sì, infatti temevo più questo, tante cose inutili fatte sulla pelle degli altri, perchè magari poi arriva il rimborso dalla regione, o perchè così l'ospedale è più produttivo.......

ciao, Iris

Il tuo dubbio è giustificabile, però non credo che sia così.
Potrei anche sbagliarmi, perchè io parlo per la realtà che conosco.

Comunque non sarebbe logico... spendere per poi essere rimborsati? e tutto questo giocando con la vita delle persone?
Siamo d'accordo che la sanità fa acqua da tutte le parti, ma arrivare a simili punti mi pare alquanto assurdo.

Se poi esistesse realmente una speculazione riguado a simili situazioni, non credi che sarebbe più logico tagliare le spese dal principio?

Ciao dana
iris_1 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it