Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 28-09-2004, 14.05.41   #71
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Ma

se la questione concerne il TUTTO fisico, è lecito sostituirlo con il TUTTO linguistico ?
"L'ippogrifo di Astolfo era bianco" attribuisce certamente una proprietà nel merito di un'osservazione condivisibile da chiunque abbia letto l' "Orlando Furioso".
Ma possiamo annetterla al mondo fisico ?

Quanto a Goedel, mi pare sicuro che nelle conclusioni del suo teorema non si escluda alcunchè quanto a dicibilità.
Ma la questione implicatavi non riguarda l'asseribilità di una proposizione, quanto invece la computabilità del suo valore di verità dentro un sistema assiomatico completo e coerente.
leibnicht is offline  
Vecchio 28-09-2004, 14.47.36   #72
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da Dade1607
domandina... facile facile (!) eh!?

Lascio le tante possibili risposte (teorie) agli altri, se vogliono rispondere



PS: comunque, "dove" finisce lo sostituirei con "quando"... e se finisce........... finisce!
Ma non è ovvio che l´universo fisico non può avere una fine?
Se avesse una fine con che cosa confinerebbe? Il Nulla? Allora si attualizza la domanda se il nulla esiste. Ma il "nulla" non può "esistere", perchè se esistesse avrebbe per definizione dovuto essere "qualcosa", siccome tutto che esiste dev'essere appunto qualcosa. E se si dice che il nulla non esiste, anche allora si arriva alla conclusione che esiste qualcosa. Da ciò segue che l´universo, non potendo confinare con nulla, è effettivamente infinito ed illimitato.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 28-09-2004, 15.58.38   #73
Dade1607
Ospite abituale
 
L'avatar di Dade1607
 
Data registrazione: 20-08-2004
Messaggi: 44
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
Da ciò segue che l´universo, non potendo confinare con nulla, è effettivamente infinito ed illimitato.
Ciao

No io sono arrivato a conclusioni diverse, le puoi leggere nella mia lettera-on-line.
Prendo atto comunque del tuo parere, ciao!
Dade1607 is offline  
Vecchio 28-09-2004, 16.02.40   #74
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando


Da ciò segue che l´universo, non potendo confinare con nulla, è effettivamente infinito ed illimitato.

Ciao

Perchè, tu hai visto i confini dell'universo?

Kannon
Kannon is offline  
Vecchio 28-09-2004, 16.24.25   #75
Ermete22
Ospite
 
Data registrazione: 13-09-2004
Messaggi: 24
messaggio scadente

Mettiamola in altro modo.
1) Senza asserzioni condivise non si può convenire alcunchè riguardo a qualsiasi cosa
2) Se vogliamo convenire su cosa sia il tutto, dobbiamo per forza trovarci d'accordo su una o più proposizioni, altrimenti, come si dice, è meglio fare due passi
3) Il tutto fisico, se c'è, resta lì, lo possiamo guardare, ognuno per conto proprio
4) Mica siamo obbligati a condividere ogni asserzione, altrimenti la convenzione sarebbe diversa: "il tutto è qualsiasi proposizione corretta dal punto di vista grammaticale e sintattico". Io non ho detto questo.
"L'ippogrifo di Astolfo era bianco" appartiene a questa classe, enormemente più larga.
"Nell'Orlando furioso si dice che L'ippogrifo di Astolfo era bianco" è una proposizione diversa.
Su Godel è proprio la dimostrazione che, nel linguaggio di qualsiasi teoria, si posson dire cose vere, che non son teoremi della teoria, che impone l'allargamento delle teorie inserendo le verita-non teoremi, fra i postulati. Il processo non converge, ma intanto la teoria è migliorata in senso relativo. Una condivisione in più ha questo potere. In realtà ho cercato, su questo punto di fare una sintesi, mal riuscita, di un lavoro che sto portando a termine. Insomma mi scuso per aver messo il carro davanti ai buoi e ritiro l'argomentazione.
Francamente questo messaggio non mi piace, ma è il meglio che riesco a fare in questo momento. Uno non è mica sempre lucido!
Ciao
Carlo
Ermete22 is offline  
Vecchio 28-09-2004, 17.07.17   #76
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Perchè, tu hai visto i confini dell'universo?

Kannon
Se l´universo non hanno confini, che c'è da vedere?
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 28-09-2004, 17.14.30   #77
Kannon
Utente bannato
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 2,116
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
Se l´universo non hanno confini, che c'è da vedere?
Ciao

Ci sono i confini, ci sono. Non preoccupatevi.

Ciao.



Kannon
Kannon is offline  
Vecchio 28-09-2004, 19.33.01   #78
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da Kannon
Ci sono i confini, ci sono. Non preoccupatevi.

Ciao.



Kannon
Se non puoi indicare i confini non ci sono motivi di acettare la tua affermazione.

Se l´universo avesse avuto dei confini penso che avremmo avuto molti motivi di preoccupazione.

Però penso che fortunatamente gli unici veri confini che esistono sono quelli creati da noi stessi. Penso che siano la nostra mente e psiche che sono troppo confinate per poter abbracciare l´infinità, cosa che è naturale, visto che l´infinità non può essere abbraicata siccome non ha fine.

Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 29-09-2004, 12.25.54   #79
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
a prescindere il fatto che io creda più probabile l'esistenza di un universo senza fine spaziale e temporale, roberto, mi si impone ugualmente da farti questa osservazione: se l'universo fosse finito e curvo allora, per farsi un'idea grossolana, continuando ad andare dritti si ritornerebbe indietro.

quindi un universo finito è legittimo.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 29-09-2004, 13.23.40   #80
Dade1607
Ospite abituale
 
L'avatar di Dade1607
 
Data registrazione: 20-08-2004
Messaggi: 44
Se l'universo è veramente infinito dal punto di vista spaziale... come si spiega la sua espansione ?.

In uno spazio da sempre infinito, senza limiti, non avrebbe senso un'espansione dello spazio... già infinitamente grande.
Non può esistere un'infinito che "aumenta" o diventa ancora più infinito di prima (assurdo)... l'infinito è infinito, punto è basta, non può essere soggetto a variazioni in grandezza.

E se la variazione (espansione) c'è, ed è accertata... allora vuol dire che non è infinito lo spazio: se oggi lo spazio è 'y', con l'espansione, tra TOT anni sarà 'Y+x'... ma se è così, allora vuol dire che non solo 'y' non era infinito, ma non è infinito neanche 'y+x', nè dopo altre ulteriori espansioni... c'è semplicemente uno spazio finito, in continua espansione che non si sa quando terminerà.

Non mi sembra logico nemmeno considerare che siano solo le galassie ad allontanarsi, in uno spazio immutabile che già esiste e prima del big bang era totalmente vuoto e infinito. (cioè, pensare che il big bang abbia creato solo la materia, e non anche lo spazio/tempo).

ciao
Dade1607 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it