Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 14-01-2006, 01.29.07   #111
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
Il passo dei Corinzi che tu hai citato è scritto in maniera diversa ma di eguale significato come per tutta la Bibbia, essendo la tua una Bibbia che è stata ritradotta. Lo so perchè mia sorella ne ha una uguale dove le parole vengono espresse in maniera leggermente diversa. Comunque entrambe le versioni riportano le stesse identiche cose.


Poi Aleksander ascolta, possiamo continuare a ribatterci passo dopo passo tutta la Bibbia se vuoi, però credo che questo non porti proprio a niente. Io non ti voglio convincere che la ragione è dalla mia parte ne voglio essere convinto da te, che invece sei tu ad avere ragione, e questo semplicemente perchè non è giusto.. soprattutto se si parla della parola di Dio. Perchè è Dio stesso che ci mostra la verità. Se tu hai trovato la tua verità nella religione Cattolica buon per te Aleksander, io non ti voglio fare cambiare idea, ma ho solo espresso qual è invece il mio punto di vista a riguardo. Poi come hai potuto leggere in quello stesso capitolo dei Corinzi che tu stesso hai citato.. se il fondamento della nostra vita è veramente Cristo saremo comunque salvati, a prescindere da quello che sarà poi il nostro modo di edificare (in questo caso di o in quale movimento Cristiano possiamo ritrovarci, seguire o vedere come la "verità") e da cui alla fine secondo me, ne trarremo solo più o meno ricompensa, a seconda però, di quelle che sono state effettivamente (e non solo a parole), le opere o le scelte che abbiamo fatto nella nostra vita grazie allo spirito di Dio che è, e che vive dentro ognuno di noi.

Ultima modifica di Pecci Gabriele : 14-01-2006 alle ore 01.39.21.
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 14-01-2006, 14.19.58   #112
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
Il fatto è che posso inventarmi un bel testo e citarlo all'infinito per giustificare i miei dogmi. Così come fa la Bibbia. Non è neppure antico come testo poiché risale a dopo la deportazione a Babilonia.. non abbiamo niente sulla cultura ebraica tanto precedente a quel periodo..

http://camcris.altervista.org/bibbiaaffid.html

questo è un sito favorevole.. ma proprio le prove più forti sono contrarie alla datazione della Bibbia: la coerenza storica può essere data proprio dalla scrittura dell'intero testo in brevissimo tempo, la presenza di manoscritti neotestamentari in quantità maggiore rispetto ad altri per la manìa distruttiva dei cristiani ecc. nessun testo è precedente comunque al 125 a.C. e non ci sono datazioni chiare, frammenti di versetti su pietra, legno, cuoio o altro materiale..

http://www.calogeromartorana.it/bibbia_come_nacque.htm

questa è una teoria tutto sommato neutra invece, che potrebbe farci riflettere.. è di Freud, che io non apprezzo per moltissime sciocchezze che ha scritto. Un uomo le cui teorie si sono diffuse con incredibile facilità.. beh, il letame è fertile in fondo.


http://www.dipmat.unipg.it/~bartocci...p8-liveran.htm

DEVO inoltre trovare il libro accennato in questo sito.. fa interessanti allacciamenti con le popolazioni semitiche e bla bla bla.

Il guidizio solamente a chi è capace di giudicare.. a noi uomini, solamente l'opinione.
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 14-01-2006, 15.54.10   #113
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
In riferimento al mio ultimo commento

Quando dico "se il fondamento della nostra vita è Cristo saremo comunque salvati a prescindere da quello che sarà poi il nostro modo di edificare" intendo però dire che la via da seguire è sempre solo una, cioè quella di Cristo. Possiamo essere anche cattolici, ortodossi ecc. secondo me, però naturalmente non per questo dobbiamo metterci il paraocchi e accettare tutto quello che altri interpretano, o modificano a loro modo, o per il loro tornaconto personale, o per avere e mantenere semplicemente più seguiti,
dai passi della Bibbia.
Perchè la via è sempre e solo una cioè quella di Cristo.
Quando ho detto che molti aggiungevano o toglievano dalla Bibbia intendevo proprio questo.. cioè l'estrapolare solo alcune frasi dal concetto dove sono collocate per attribuirne un significato diverso da quello che era in origine.

Ultima modifica di Pecci Gabriele : 14-01-2006 alle ore 15.58.52.
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 14-01-2006, 16.00.05   #114
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Citazione:
Messaggio originale inviato da SebastianoTV83

http://www.calogeromartorana.it/bibbia_come_nacque.htm

questa è una teoria tutto sommato neutra invece, che potrebbe farci riflettere.. è di Freud, che io non apprezzo per moltissime sciocchezze che ha scritto. Un uomo le cui teorie si sono diffuse con incredibile facilità.. beh, il letame è fertile in fondo.

Grazie per la segnalazione,
David Donnini...
.. interessanti i libri che ha scritto su Gesù...


Elia

P.S.: esistono ipotesi che fanno risalire il popolo ebraico a molto prima dell'esodo con Mose (il faraone egiziano, come lo considera il caro Freud), tesi che hanno a che fare con i Rom (ha a che fare con gli zingari), perché a quanto pare gli ebrei erano nomadi...
E se in altre culture abbiamo le stesse storie come nel popolo ebraico, è perché quelle culture hanno preso spunto dagli ebrei che un tempo si erano insediati in quei posti... per poi giungere alla fin fine fino in Israele...

Ultima modifica di Elijah : 14-01-2006 alle ore 16.07.29.
Elijah is offline  
Vecchio 14-01-2006, 16.22.44   #115
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
Per finire riguardo al purgatorio Aleksander

Sulla Bibbia è riportato che dopo questa vita c'è un soggiorno dei morti, (nel quale personalmente, credo ognuno di noi a seconda di quanto sia stato o meno vicino a Dio nella sua vita, possa trovarci più o meno un luogo di pace, visto che dopo anche chi non era disposto a credere crederà.) da dove poi si verrà resuscitati al ritorno di Cristo per un giudizio di vita o di morte.(vedi l'apocalisse) Però non è mai riportato nessun luogo dove una persona terminata la sua vita terrena possa riscattarsi dalle sue azioni compiute in vita.


con questo io chiudo la mia discussione.
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 14-01-2006, 19.42.10   #116
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Re: Re: gli Ebrei.

[quote]Messaggio originale inviato da Elijah
[b]Sugli ebrei... figli di Ever...
Ever padre di Peleg, dopodiché arriva Re'u, Serug, Nachor, Terach che è padre di Avraham...

http://www.imninalu.net/Ebrei.htm

E dopo Avraham, abbiamo Yitzhak, Yisrael (Ya'kov), e da qua tutti gli israeliti...



Salve,
ma nei geroglifici non è scritto così.
E lo si sa da tre anni a questa parte.
Per contestare devi saper tradurre i geroglifici di El -Amarna meglio di Champollion,Christian Jacq,Rashì di Troyes,Reeves Nicholas,Vanderberg Philipp,Gardner Alan,Grimal Nicholas,Lebeau Richard,Wilson Albert,Jan Assman,Breton Gravereau,Berdach David,Yoyotte Jean,Sauneron Serge ecc.
Devi tenere una conferenza,invitare tutti questi archeologi e spiegare loro dove si sbagliano.
Non esistono altre possibilità.

Inch'Allah !

Kant.
kantaishi is offline  
Vecchio 14-01-2006, 20.31.15   #117
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Re: gli Ebrei.

Citazione:
Messaggio originale inviato da kantaishi
ma nei geroglifici non è scritto così.

Sono invece proprio i tuoi cari geroglifici che ci parlano di un popolo nomade che passaggiava a destra e sinistra prima dell'era di Mosé...
E questo popolo non si definiva, erano gli altri a definirlo, sempre con termini differenti uno dall'altro...
E questo popolo non scriveva, ma aveva una tradizione orale, quindi sappiamo che esistevano solo grazie ai popoli più sviluppati dal punto di vista delle scritture, che scrivevano di questo popolo nomade con strane caratteristiche (monoteista)...

Non ci credi? Vabbé, non ho mica intenzione di convincerti... sei libero di credere ciò che pensi sia più corretto.


Elia

Ultima modifica di Elijah : 14-01-2006 alle ore 20.34.19.
Elijah is offline  
Vecchio 15-01-2006, 18.04.51   #118
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Re: Re: gli Ebrei.

[quote]Messaggio originale inviato da Elijah
[b]Sono invece proprio i tuoi cari geroglifici che ci parlano di un popolo nomade che passaggiava a destra e sinistra prima dell'era di Mosé...
E questo popolo non si definiva, erano gli altri a definirlo, sempre con termini differenti uno dall'altro...
E questo popolo non scriveva, ma aveva una tradizione orale, quindi sappiamo che esistevano solo grazie ai popoli più sviluppati dal punto di vista delle scritture, che scrivevano di questo popolo nomade con strane caratteristiche (monoteista)...

Non ci credi? Vabbé, non ho mica intenzione di convincerti... sei libero di credere ciò che pensi sia più corretto.




Salve,
ma nei geroglifici di El-Amarna non è scritto così.
I geroglifici di El-Amarna sono le uniche prove storiche dell'esistenza di Abramo,Isacco,Giacobbe,Giusepp e ecc.
La storia necessita di prove e la Bibbia non è un libro di storia,
altrimenti tutta la mitologia greco-romana sarebbe storia.
La storia è una scienza che ha bisogno di prove concrete e non esistono prove dell'esistenza di Abramo se non nei geroglifici di El-Amarna.
Abrham è scritto con figure e non con lettere e viene tradotto con
Ab-Ra-Hamon=figlio di Ra e di Amon e cioè Akhenaton.
E questa è l'unica prova concreta dell'esistenza di Abramo e di sua moglie: Sah-Ra=figlia di Ra,il dio Sole.

E tutto questo spazza via con un colpo di spugna tutta la Genesi e tutto l'Esodo e pertanto la cosa può essere accettata solo dagli storici laici,non credenti e pertanto di mente obiettiva.

Minerva è nata dalla testa di Giove?
Io dico di sì perchè sono politeista pagano.

Salam'aleikum!

Sheikh Kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 15-01-2006, 18.26.24   #119
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Re: Re: Re: gli Ebrei.

Citazione:
Messaggio originale inviato da kantaishi

La storia necessita di prove e la Bibbia non è un libro di storia,
altrimenti tutta la mitologia greco-romana sarebbe storia.
La storia è una scienza che ha bisogno di prove concrete e non esistono prove dell'esistenza di Abramo se non nei geroglifici di El-Amarna.
Abrham è scritto con figure e non con lettere e viene tradotto con
Ab-Ra-Hamon=figlio di Ra e di Amon e cioè Akhenaton.
E questa è l'unica prova concreta dell'esistenza di Abramo e di sua moglie: Sah-Ra=figlia di Ra,il dio Sole.

E tutto questo spazza via con un colpo di spugna tutta la Genesi e tutto l'Esodo e pertanto la cosa può essere accettata solo dagli storici laici,non credenti e pertanto di mente obiettiva.

Non ci siamo compresi...

Io non sto parlando di geroglifici in cui troviamo nomi, cognomi, residenza, data di nascita, via, numero postale, e la grandezza del piede che uno ha...

Io parlo di geroglifici che descrivono un popolo nomade che pascolava a destra e sinistra prima che alcuni facessero i geroglifici di El-Amarna...


Parlo di un popolo nomade che credeva in un solo Dio... parlo di un popolo nomade che non aveva altro che una tradizione orale, e non una scritta...
Parlo del mistero dell'unico popolo sopravvissuto a più tentati stermini...
... e di un popolo che conosciamo solo grazie ai geroglifici di altre popolazioni...

Di cosa sto parlando...? Vallo a scoprire...


Elia

P.S.: il problema che sorge è il seguente...
Ogni popolazione, che scriveva qualcosa su questo popolo nomade esistente da molto tempo prima di Mose, utilizzava altri nomi per definirlo... Ognuno lo chiamava a suo modo...
Quindi il compito non è affatto semplice... ma non impossibile... per capire... e risolvere il mistero del popolo nomade...

Ultima modifica di Elijah : 15-01-2006 alle ore 18.31.20.
Elijah is offline  
Vecchio 15-01-2006, 19.17.24   #120
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Re: Re: Re: Re: gli Ebrei.

[quote]Messaggio originale inviato da Elijah
[b]Non ci siamo compresi...

Io non sto parlando di geroglifici in cui troviamo nomi, cognomi, residenza, data di nascita, via, numero postale, e la grandezza del piede che uno ha...

Io parlo di geroglifici che descrivono un popolo nomade che pascolava a destra e sinistra prima che alcuni facessero i geroglifici di El-Amarna...


Parlo di un popolo nomade che credeva in un solo Dio... parlo di un popolo nomade che non aveva altro che una tradizione orale, e non una scritta...
Parlo del mistero dell'unico popolo sopravvissuto a più tentati stermini...
... e di un popolo che conosciamo solo grazie ai geroglifici di altre popolazioni...

Di cosa sto parlando...? Vallo a scoprire...


Elia

P.S.: il problema che sorge è il seguente...
Ogni popolazione, che scriveva qualcosa su questo popolo nomade esistente da molto tempo prima di Mose, utilizzava altri nomi per definirlo... Ognuno lo chiamava a suo modo...
Quindi il compito non è affatto semplice... ma non impossibile... per capire... e risolvere il mistero del popolo nomade... :

Salve,
ma quel popolo di cui parli tu non è mai esistito,fa parte della leggenda come Biancaneve e i sette nani.
E la tradizione orale del popolo realmente esistito è giunta fino a noi.E Rashì di Troiès è uno dei tanti che conosce quella tradizione orale ed è stato interpellato per vedere se quella tradizione orale conferma le scoperte di Messod Sabbah.
Le conferma.
E quel popolo nomade che esisteva prima di Mosè erano i Sumeri e nelle loro tavole scritte in scrittura cuneiforme c'è tutta la loro storia.E le tavole sumere sono state tradotte dal 1860 al 2002
e solo ora si sa tutto ,e ciò che si sa ora spazza via tutto ciò che si sapeva prima.
Ma non capisci che esiste gente che studia le religioni e di esse non glie ne frega niente?
Quegli storici che hanno scoperto che il Gesù cristiano non è mai esistito non hanno paura nè di Gesù nè di Dio.Sono persone che hanno mentalità scientifica,non religiosa.
E se tu fossi nato a Riad non ti interesserebbe nulla di Gesù mentre avresti una paura matta di Maometto,di Allàh,di Omar e di Abu Bakr.
La religione è frutto della paura, mentre la scienza è frutto dell'interesse,della curiosità.

Inch'Allah.

Shaykh Kant.
kantaishi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it