Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 03-01-2006, 17.20.08   #21
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
-

Il cattolicesimo ormai è una religione politeista.. non sta a me giudicare niente però secondo me ormai c'è più la venerazione dell'uomo che di Dio.. vedi il vecchio papa (una persona magari migliore di tutti noi) ma sempre un uomo come noi, o come l'adorazione per tutti i cosidetti santi (credo che non siamo noi che dobbiamo riconoscere chi sia santo ma è Dio.) vedi padre pio. Questo perchè l'uomo per credere ha bisogno di vedere e riconoscere più la "santità" nelle e delle persone, che essendo appunto persone come lo siamo noi, è più facile immedesimarsi e vederle più vicino a noi di quanto non sia Dio o Cristo.. il culto esasperato/esagerato per la Madonna è la prova di quello che dico. Non perchè non sia giusto riconoscerla come santa, perchè lo credo anche io che lo sia, ma per quanto sia stata importante nel piano di Dio per essere stata scelta come madre terrena di Cristo.. questo secondo me non deve essere un pretesto per la religione cattolica come per molte altre forme di cristianesimo di un vero e proprio culto che invece andrebbe solo a Dio e Cristo.

Infatti nessun uomo o donna che abbia fatto parte nei piani di Dio nell'antichità come Abramo, Mosè, Ruth ecc. è mai stato o stata fatto oggetto di culto ma hanno sempre fatto da esempio per gli altri di rettitudine e sacrificio della propria vita per seguire quelli che erano i piani di Dio. Questo è il vero miracolo che Dio può fare nella nostra vita.. quello di cambiare noi stessi e la nostra natura umana per aprirci gli occhi sul mondo. La fede non si può spiegare a parole.. bisogna sentirla dentro per capire quale sia la sua importanza nella nostra vita.

Ultima modifica di Pecci Gabriele : 03-01-2006 alle ore 17.38.21.
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 03-01-2006, 17.29.35   #22
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
parabola

Una parabola di Cristo dice "è più semplice che un cammello entri nella cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei cieli" e mi domando se le più alte autorità della chiesa cattolica oggi sarebbero mai disposte a rinunciare a tutti i loro beni/ricchezze/privilegi accumolate nel corso dei secoli per seguire questa parabola di Cristo.. o se farebbero come il ricco della parabola stessa.

Ultima modifica di Pecci Gabriele : 03-01-2006 alle ore 17.39.24.
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 03-01-2006, 17.54.34   #23
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
In italia è statisticamente provato che il popolo adora molto più la figura della madonna, una mortale che ne gesù cristo, il figlio di Dio.

Rifletti su questo.
alessiob is offline  
Vecchio 03-01-2006, 18.00.04   #24
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
--

è quello che ho detto. Infatti credo che chi si definisce veramente cristiano non possa essere cattolico o seguire la chiesa cattolica.

Dico questa mia opinione, nel pieno rispetto comunque dei diversi modi di vedere le cose che altri possono avere ed è giusto che abbiano.

Come ho più volte detto in altri commenti, io credo fermamente in Dio e in tutto quello che è scritto nella bibbia.. e credo che l'unico modo per essere definiti veri cristiani, sia seguire Cristo.
Poi non sta a me giudicare niente.. perchè credo che il concetto di fede vada al di là del movimento più o meno cristiano che uno segue o in cui crede.

Ultima modifica di Pecci Gabriele : 03-01-2006 alle ore 18.12.47.
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 03-01-2006, 18.33.25   #25
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
-

Penso che se uno crede può benissimo stare anche a casa sua a pregare con la sua famiglia, a leggere la bibbia e rendere testimonianza a Dio della sua vita, (come facevano all'epoca di Cristo)senza per forza essere o fare parte di qualche movimento odierno.. perchè credo che saremo salvati non tanto a seconda del movimento religioso in cui siamo e che più secondo noi si avvicina al vero cristianesimo, ma per la fede che abbiamo dentro.

Ultima modifica di Pecci Gabriele : 03-01-2006 alle ore 18.35.24.
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 03-01-2006, 18.42.01   #26
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
-

"credo che chi si definisce veramente cristiano non possa essere cattolico o seguire la chiesa cattolica."


correggo questa mia frase

"chi dentro si sente veramente cristiano, secondo me a fatica riesce ad essere anche cattolico o ad approvare e seguire le forme e gli usi della chiesa cattolica."
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 03-01-2006, 18.52.30   #27
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
Per chiudere

riporto quello che avevo scritto in un altro mio commento



"La vera chiesa


Penso personalmente che in passato la Chiesa acquistando e volendo acquisire sempre più potere, anche politico, si sia allontanata dal concetto antico di Cristianesimo. Oggi se pur basata su ideali giusti, mantiene secondo me ancora molti aspetti e modi di diffondere il messaggio di Cristo che si distaccano un pò da quello che io vedo, credo e penso sia una vera religione Cristiana. Questo è un mio modo personale di vedere le cose, detto in pieno rispetto di quelli che possono essere invece i pareri e le convinzioni di chi vede la Chiesa diversamente. Io non sono cattolico.. ma credo fermamente alle scritture della bibbia. Credo che la vita sia un dono di Dio.. e credo che se abbiamo una vera fede nel cuore saremo salvati dal ritorno di Cristo.. ma ho capito che la vera "Chiesa" di Dio non è fatta di mura o di cemento.. ma siamo noi stessi, quando accettiamo dentro al cuore e nella nostra vita la parola di Dio.. a prescindere dal movimento religioso in cui ci ritroviamo e che più riteniamo giusto, o vicino al nostro personale concetto di Cristianesimo."
Pecci Gabriele is offline  
Vecchio 03-01-2006, 19.52.06   #28
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Pecci Gabriele scrive: "Come ho più volte detto in altri commenti, io credo fermamente in Dio e in tutto quello che è scritto nella bibbia.. e credo che l'unico modo per essere definiti veri cristiani, sia seguire Cristo."

Dunque credi fermamente in quello scritto nella bibbia...

Anche all'arca di Noe???

Anche ad Adamo ed Eva?

Anche al massacro senza tempo compiuto da Dio al suo stesso popolo?


Credi anche in questo?
alessiob is offline  
Vecchio 03-01-2006, 19.52.39   #29
winged_red_tear
Ospite abituale
 
L'avatar di winged_red_tear
 
Data registrazione: 21-04-2005
Messaggi: 132
Citazione:
satanisti sunniti sciiti luterani protestanti cattolici calvinisti.. testimoni di jeova buddisti zoroastri taoisti ortodossi confucianisti ebraici giainisti.. induisti shintoisti anabattisti ellenisti quaccheri anglicanisti.. tantristi avventisti valdesi pentecostali monofisisti nestorianisti.. shivaisti vishnuisti alatiti drusi bahai totemisti antropomorfisti..

La maggior parte di questi termini non li conosco ma sono tutte fedi che predicano verità assolute?

Cosa vuol dire avere la certezza assoluta che quegli assoluti sono cavolate?

Dai, spero che in migliaia di anni di storia l'uomo si sia inventato almeno una verità veramente vera

Io ho 17 anni eppure ho già passato tante verità ma erano noiose tutte e non mi convincevano.

E se non esiste alcuna verità perché non sciegliere una di quelle citate all'inizio a caso, così almeno ci divertiamo un po' in vita. Oppure fate come me e ve ne create una tutta per voi, una verità unica
winged_red_tear is offline  
Vecchio 03-01-2006, 20.32.46   #30
Pecci Gabriele
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-12-2005
Messaggi: 38
----

Gli Ebrei hanno rinnegato Dio per poi pentirsene quando Mosè è salito sul monte Sinai.. poi non hanno riconosciuto Cristo come il figlio di Dio e anzi sono stati anche loro tra i primi che a quel tempo premevano perchè fosse ucciso. Dio non ha mai rinnegato il suo popolo e anzi proprio perchè il suo popolo ha rinnegato Cristo ci è stata data la possibilità come Gentili di farne parte perchè con la venuta di Cristo chiunque creda e abbia fede in lui può diventare parte del suo popolo. L'Olocausto non credo che sia stato voluto da Dio ma faceva parte di un piano politico, di odio razziale, derivato dall'uomo stesso e che non ha riguardato solo gli Ebrei ma anche altri popoli, vedi le stragi di Stalin contro il suo stesso popolo, o come in giorni più recenti le pulizie etniche nell'ex Jugoslavia. Non è che Dio sia contro di noi. Siamo noi che a volte usiamo Dio come pretesto per fare la nostra volontà e non la sua, come Caino quando sentì da Dio che il suo sacrificio non era accetto (perchè non aveva dato il meglio.. e Dio cerca il meglio di noi e non i nostri spiccioli) invece di cambiare, ha ucciso Abele suo fratello.. e questo è quello che fa l'uomo anche oggi.

Ultima modifica di Pecci Gabriele : 03-01-2006 alle ore 20.40.51.
Pecci Gabriele is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it