Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-09-2005, 13.59.00   #121
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Per Chimera

Io non voglio generalizzare, non posso ritenermi sfortunata perche' sino a pochissimo tempo fa ho avuto storie bellissime con uomini che mi hanno dato tanto e ai quali io ho dato altrettanto...ma noto, e mi ripeto, che da quel momento incontro soltanto uomini che non ritengo tali, o forse perche' non mi hanno coinvolta a liivello emozionale e sessuale o forse perche' guardavano soltanto l'aspetto e non oltre...non sono l'unica della mia generazione a constatare questa mancanza, ruotando in mezzo al mio mondo femminile i commenti sono gli stessi



Vaniglia

Ultima modifica di Vaniglia : 11-09-2005 alle ore 14.09.05.
Vaniglia is offline  
Vecchio 11-09-2005, 14.14.18   #122
Chimera
Ospite abituale
 
L'avatar di Chimera
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 337
Quindi piuttosto che parlare di uomini e donne dovremmo spostare il discorso sull appiattimento della comunità su alcuni archetipi di "uomini/donne di successo" dettati da società o dalla TV.

Essere se stessi, essere originali, fuori dal coro, nella notra socità è sempre più difficile

Già vedo con mio fratello soli 4 anni in meno di me e tutti i suoi amici sono identici fatti con lo stampino.
Seguono la moda, seguono le regole per essere un "figo" e non uno "sfigato".
Chimera is offline  
Vecchio 11-09-2005, 14.18.49   #123
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
C'e' chi insegue gli status, la moda, le strategie, chi le odia o resta indifferente a quello che ti propongono...dipende da come sei...da cosa cerchi...dalla tua sicurezza



Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 11-09-2005, 15.35.14   #124
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vaniglia
Con un uomo puoi passare per cretina se non conosce altro di te....ma se ci stai insieme...puoi provocarlo preparando da mangiare in abbigliamento...molto sexy...non entro in particolari...
e' un gioco anche questo in un rapporto!

Ciao

Vaniglia

ma no?
era solo una battuta di risposta alla battuta di qualcun altro che volutamente non aveva inserito altro...
rodi is offline  
Vecchio 11-09-2005, 15.37.37   #125
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da Chimera
Arguta
Essere ingegnere è una filosofia di vita.

e riconoscerli è sopravvivenza...
specialmente per noi povere architette...
rodi is offline  
Vecchio 11-09-2005, 16.00.53   #126
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vaniglia
Per Chimera
...ma noto, e mi ripeto, che da quel momento incontro soltanto uomini che non ritengo tali, o forse perche' non mi hanno coinvolta a liivello emozionale e sessuale o forse perche' guardavano soltanto l'aspetto e non oltre...non sono l'unica della mia generazione a constatare questa mancanza, ruotando in mezzo al mio mondo femminile i commenti sono gli stessi



Vaniglia

anche se da quanto ho capito hai qualche anno meno di me, l'appiattimento si sente...
ma come dice Chimera è diffuso sia tra le donne che tra gli uomini...
e questo credo si sia sempre un po' sentito, perchè da sempre esistono persone che prendono la vita in modo diverso, da sempre sono esistite persone più superficiali ed altre più riflessive e profonde...
persone che si sentono di rischiare la vita e rimettersi in discussione ed altre che dopo una delusione si chiudono a riccio e diventano acidi...
poi vedo che con l'andare avanti delle esperienze le cose non migliorano...
poi si c'è una sorta di paura latente o più che paura di mancanza di speranza e fiducia...una fase un po' così...scoglionata...
non è che la situazione globale intorno a noi sia di aiuto all'ottimismo...ed allora vedo in alcuni una sorta di rifiuto di cose che sentono più grandi di loro ed un rifuggiarsi in un mondo un po' più superficiale, ma credo sia una sorta di meccanismo di difesa...
e d'altra parte non si può chiedere alle persone di essere quello che non si sentono di essere...specialmente ad un organismo delicato come può essere un uomo...
perchè su questo non credo ci siano giochetti che tengano...la comunicazione vera va ben oltre, anche se non li esclude...
di certo è che se senti come la maggior parte delle persone sarà più facile per te incontrare persone con le quali entrare in relazione...
se invece vai un po' fuori dalle righe è più difficile trovare qualcuno con cui avere una vera risonanza, semplicemente perchè sono minori numericamente...
è un po' come parlare inglese o sanscrito antico...
se ti piace una conversazione in sancrito devi essere pronto al fatto che la maggior parte delle persone non conosce neanche l'esistenza della lingua e che la potrai fare con pochi...
alternative non ce ne sono...
è una questione di scelte personali...
e non è neanche da dire che ci si possa mettere ad insegnare il sanscrito a tutti...sia perchè non a tutti va di impararlo...sia perchè non tutti sono in grado di impararlo...
se si vuole una strada 'sopra le righe' dobbiamo per prima cosa essere in grado di fare buoni tratti del percorso da soli...

alternative non ne ho mai trovate...
ma se qualcuno avesse scoperto il modo di salvare 'capra e cavoli' mi piacerebbe conoscere il metodo...
rodi is offline  
Vecchio 11-09-2005, 16.45.32   #127
jon
Ospite abituale
 
L'avatar di jon
 
Data registrazione: 18-08-2003
Messaggi: 55
Citazione:
Messaggio originale inviato da rodi
ma no?
era solo una battuta di risposta alla battuta di qualcun altro che volutamente non aveva inserito altro...


Le donne: o amarle o conoscerle. Non c'è via di mezzo.
(N. de Chamfort)


Jon
jon is offline  
Vecchio 11-09-2005, 17.26.16   #128
Chimera
Ospite abituale
 
L'avatar di Chimera
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 337
Citazione:
Messaggio originale inviato da rodi
e riconoscerli è sopravvivenza...
specialmente per noi povere architette...

Noi Ingegneri dei Materiali andiam d'accordo con le architette.
Non siamo Ingegneri Civili.

In dipartimento nostro della mia annata su 12 uomini 3 hanno la ragazza che studia architettura.
Chimera is offline  
Vecchio 11-09-2005, 17.40.14   #129
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Messaggio originale inviato da rodi
anche se da quanto ho capito hai qualche anno meno di me, l'appiattimento si sente...
ma come dice Chimera è diffuso sia tra le donne che tra gli uomini...
e questo credo si sia sempre un po' sentito, perchè da sempre esistono persone che prendono la vita in modo diverso, da sempre sono esistite persone più superficiali ed altre più riflessive e profonde...
persone che si sentono di rischiare la vita e rimettersi in discussione ed altre che dopo una delusione si chiudono a riccio e diventano acidi...
poi vedo che con l'andare avanti delle esperienze le cose non migliorano...
poi si c'è una sorta di paura latente o più che paura di mancanza di speranza e fiducia...una fase un po' così...scoglionata...
non è che la situazione globale intorno a noi sia di aiuto all'ottimismo...ed allora vedo in alcuni una sorta di rifiuto di cose che sentono più grandi di loro ed un rifuggiarsi in un mondo un po' più superficiale, ma credo sia una sorta di meccanismo di difesa...
e d'altra parte non si può chiedere alle persone di essere quello che non si sentono di essere...specialmente ad un organismo delicato come può essere un uomo...
perchè su questo non credo ci siano giochetti che tengano...la comunicazione vera va ben oltre, anche se non li esclude...
di certo è che se senti come la maggior parte delle persone sarà più facile per te incontrare persone con le quali entrare in relazione...
se invece vai un po' fuori dalle righe è più difficile trovare qualcuno con cui avere una vera risonanza, semplicemente perchè sono minori numericamente...
è un po' come parlare inglese o sanscrito antico...
se ti piace una conversazione in sancrito devi essere pronto al fatto che la maggior parte delle persone non conosce neanche l'esistenza della lingua e che la potrai fare con pochi...
alternative non ce ne sono...
è una questione di scelte personali...
e non è neanche da dire che ci si possa mettere ad insegnare il sanscrito a tutti...sia perchè non a tutti va di impararlo...sia perchè non tutti sono in grado di impararlo...
se si vuole una strada 'sopra le righe' dobbiamo per prima cosa essere in grado di fare buoni tratti del percorso da soli...

alternative non ne ho mai trovate...
ma se qualcuno avesse scoperto il modo di salvare 'capra e cavoli' mi piacerebbe conoscere il metodo...


Sono d'accordo con tutto quello che hai scritto, Rodi, non so se sono piu' o meno giovane di te, e non voglio mettermi sopra le righe, forse mi sto rendendo conto di questa situazione soltanto da poco perche ho avuto un matrimonio e dopo una convivenza sino a poco tempo fa e quindi non avevo occasione di relazionarmi con altri uomini in modo se non amichevole o lavorativo...quindi posso valutare tutto questo da non molto e restare perplessa e non cerco chissa' che cosa ma soltanto rapporti meno superficiali e piu' profondi....ma con la voglia di provare ancora, senza paura

Con simpatia

Vaniglia

Ultima modifica di Vaniglia : 11-09-2005 alle ore 17.50.28.
Vaniglia is offline  
Vecchio 11-09-2005, 18.56.30   #130
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
nel corso della vita

incontriamo , credo, milioni di persone non si può certo pretendere che tutti quelli che "conosceremo" entrino in sintonia con noi o noi con loro, è impensabile a mio avviso, proprio come ha scritto rodi: la comunicazione va ben oltre.
Se ci si accontenta di quel che troviamo in giro nei supermercati è chiaro che tutti troveremo, magari anche con lo sconto , un "accompagnatore", se invece prediligiamo le rarità (il mercatino dell'antiquariato vicino a casa mia non è male) è chiaro anche qui che gli ambienti sono diversi e che essendo delle rarità è probabile che le ricerche vengano effettuate in solitudine.

Una cosa però la vedo un pò diversa: non capisco perchè "aver paura" di vivere l'amore, paura di soffrire ancora, perchè?
Perchè chiudere il proprio cuore agli altri, se lo chiudiamo è certo che non entrerà mai nessuno e poi se non proviamo anche "noi" a parlare a chiedere a dire ad aiutare l'altro nel comunicare con noi "streghe" è "tanto per dar aria ai denti" che si parla spesso di incomunicabilità tra sessi diversi, senza però almeno provare a farlo?
Anch'io vedo l'uomo fragile più della donna, il principe azzurro l'ho fatto a pezzi tanti anni fa ed ho scoperto quanto possa essere meraviglioso l'uomo senza cavallo e senza scorta.
Non voglio esagerare.... non è che ce ne siano molti però....
tammy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it