Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 29-01-2007, 16.11.48   #81
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Illuminazione religiosa

È difficile opera trovare il padre e creatore di questo universo visibile; quando poi l'hai trovato, è impossibile parlarne ad altri.
Platone.
Sono consapevole e coerente con questo pensiero. Infatti, io ho iniziato in altra area, la storia, con la teonomasiologia finalizzata a far vedere la realtà più strepitosa sul piano letterario: bene (italiano) < bene (latino) < BE NE, generazione dell'Essere (sumero).
Mi sono sentito omissivo, dopo, di fronte a tanta Spiritualità ad ignorarla. Ma ho inserito il post senza illudermi di convertire alcuno!
Carlo Forin is offline  
Vecchio 29-01-2007, 16.28.34   #82
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Illuminazione religiosa

Citazione:
Originalmente inviato da atisha
chi CREDE è sempre la mente.. ed ha opinioni...

La Via dell'Illuminazione corrisponde alla nudità dei pensieri e sentimenti egoistici.. vendicativi..
vuol dire liberarsi innanzitutto dalle prosaiche preoccupazioni.. dai rancori.. dai pensieri inutili.. come quello di voler credere cosa è l'illuminazione stessa...
e fino a che non si fa ciò.. inutile tentare di meditare.. e anche avere opinioni e confronti..
perchè non si otterrà nulla fino a che i nostri "strumenti interiori" resteranno sporchi.. "opachi"..
la sola cosa da fare in vita è il lavoro interiore di spoliazione..
o si comprende ciò.. o si gira in tondo per vite e vite...

è questione d'intelligenza..

Più ci si spoglia.. più si Comprende...
nient'altro..


Qui si va oltre al “voler credere” cosa sia l’illuminazione…qui ci si sente proprio degli illuminati.
Concordo comunque con te sul fatto che sia proprio una questione d’intelligenza!

Io vi ringrazio veramente di cuore (alla Yam) per i vostri tentativi di redimermi (sebbene non mi conosciate) ma se continuate a rispondermi con le prediche e le benedizioni, a tracciarmi il sentiero verso la Luce, ad esprimere sentimenti di compassione nei miei confronti…l’una per le mie gesta, l’altro per il mio semplice pensiero…io non arriverò mai a comprendere il motivo per il quale voi siete degli illuminati ed io no!
…e ritengo sia fondamentale…leggetemi!

Se ce la fate, anche solo per un attimo, a scendere da quell’altare di luce che erge il vostro pensiero rispetto a quello altrui per tentare di individuare il/i motivo/i che vi ha portati nella condizione dell’illuminazione, forse tutto risulterebbe più chiaro.
I qui presenti illuminati saprebbero dirmi quale/i esperienza/e di vita li ha portati in questa condizione di luce, quindi ora apparentemente (almeno scrivendo) più felici e leggeri d’un tempo?



PS: Attenti ad essere troppo sinceri con se stessi...rimango in agguato!
maxim is offline  
Vecchio 29-01-2007, 18.17.54   #83
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Illuminazione religiosa

Buona sera e salve!
sono 9 pagine di posts nelle quali si legge tra le righe la presenza dei pensieri e sentimenti egoistici.. vendicativi.. ,mi ci metto chiaramente anch'io,poi ti guardi dentro...guardi fuori, leggi i giornali e vedi quello che accade nel mondo...e pur nell'accettazione karmica o nella visione marxista dell'evoluzione della storia, ci si rende conto di quanto lavoro ci sia da fare, in e tra noi, per rendere questa magnifica dukkha un tantinello più vivibile; cerchiamo insieme un vocabolo che possa renderci com-parteci... Amore o Comune. claudio
fallible is offline  
Vecchio 29-01-2007, 18.24.25   #84
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: Illuminazione religiosa

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Se ce la fate, anche solo per un attimo, a scendere da quell’altare di luce che erge il vostro pensiero rispetto a quello altrui per tentare di individuare il/i motivo/i che vi ha portati nella condizione dell’illuminazione, forse tutto risulterebbe più chiaro.
I qui presenti illuminati saprebbero dirmi quale/i esperienza/e di vita li ha portati in questa condizione di luce, quindi ora apparentemente (almeno scrivendo) più felici e leggeri d’un tempo?



PS: Attenti ad essere troppo sinceri con se stessi...rimango in agguato!

facciamo così.. sali tu dai..
solo per un attimo.. metti giù la zavorra che ti tiene legato alla tua (pseudo) razionalità e vai in Fiducia..
abbandona la sacca delle tue convinzioni per un attimo.. solo per un attimo..
abbandona l'irritazione che produce questa benedetta parola.. illuminazione.. che è più semplice di ciò che si vuol furbescamente credere, per non correre rischi.. (perchè è sempre la mente che non ama correre rischi.. che si oppone nel voler vedere ciò che è semplice e possa essere visto..)
abbandona la suscettibilità ed il crederti un convinto diverso da chi tu credi possiamo essere noi

se ce la fai a partire con il piede giusto ed il Cuore aperto.. io sono qui ora e sempre a tentare di comunicare con te..

se non ce la fai.. ritenta.. sarai più fortunato.. (un po' come scartare i Boero.. più cerchi il Boero vincente, più lo stesso vincente finisce nel fondo del barattolo .. e lo trova quello che ne era disinteresssato )

Abbiamo scritto tante e tante volte i "motivi" che avrebbero spinto i vari ricercatori nella.. ricerca stessa.. nella Via.. che senso avrebbe per te ora sentire il ripetere di dette provenienze? motivazioni?

una per tutte la sofferenza.. la stessa che ti attanaglia un po' anche a te.. dunque non ti verrebbe neanche in mente di confrontarti.. ma te ne fregheresti alla grande delle nostre sintomatiche "follie".. dai.. sii sincero!

un abbraccio.. da parte mia..
atisha is offline  
Vecchio 30-01-2007, 13.40.44   #85
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Illuminazione religiosa

Citazione:
Originalmente inviato da Carlo Forin
Vogliamo riflettere in quest'area di ILLUMINAZIONE RELIGIOSA.
Con questa espressione intendiamo la possibilità della connessione con l'Altro mondo.
Il filosofo gnostico Valentino ha formulato la gnosi come conoscenza divina predeterminata per gli eletti ed esclusiva degli altri.
Illuminazione ZEN è la forma buddista.
San Paolo sulla via di Damasco fu illuminato da Dio. La gnosi per Benedetto XVI è illuminazione di Dio alla quale l'uomo ha la libertà di ricevere o di respingerne l'Amore.
Illuminazione per Apuleio avviene al sorgere della Luna, di Iside.
La lettera G, premessa nella parola latina gnosco è la stessa della parola greca gnosis e della espressione sumera G NUS IS.
ILLUMINAZIONE RELIGIOSA è e rimarrà un mistero. Di fede, per chi ci crede. Di alienazione consolatoria, per chi pensa che non esista alcun Aldilà.
La X di lux latina è la massima incognita della nostra esistenza.
Nella ricerca dell'etimo di lux, che è uguale a LU GH sumero, io ho accettato di lasciarmi illuminare; ma mi è rimasta la voglia di confrontarmi con chi ancora non accetta e vuole discuterne.
Ne parliamo in queste Riflessioni?

per me per illuminazione va intesa la capacità di vedere le cose per quello che sono senza distorcele secondo tutto il nostro "SE" (cultura, religione, ambiente, amici, esperienze,idee politiche ecc....ecc....) .....
la luce che dipana tutte queste falsità rende illuminato il tutto ........poi cosa si prova in uno stato simile non è descrivibile a chi non lo riesce a fare in quanto sarebbe distorto immediatamente......
Essere illuminati è aver compreso di esse parte integrante del tutto ma non l'averlo capito intellettualmente ma il toccarlo come si tocca un albero o l'acqua ...viverlo insomma!
Essere illuminati è aver compreso che in cio che è non c'è scelta ma solo azione diretta senza scopo dettata esclusivamente dalla realtà, azione perfetta.......
Essere illuminati è amare il tutto quindi se stessi senza un motivo ne di automistificazione , ne ricompensa ne per paura di una punizione.....amare perchè è l'unica cosa possibile dopo la comprensione di cosa è la vita in realtà----


il resto è sapere dei libri il che equivale a tentare di fare il bagno in un quadro che raffigura il mare
MIMMO is offline  
Vecchio 30-01-2007, 15.57.29   #86
Carlo Forin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-09-2005
Messaggi: 219
Riferimento: Illuminazione religiosa

Ciao Mimmo,
concordo con te su tutto eccetto che per l'ultima frase. La cosa più importante che tu dici sul piano intellettuale -e che giustifica la giusta diffidenza dell'ultima frase- è che si può vivere la vita liberi dall'ideologia. In altra area di riflessione -società e cultura- ho postato 'ideologia' con rinvio ad altro sito dove la definisco 'vivere dentro ad un -ismo'. Razzismo è uno di questi -ismi, teismo è un altro, ma ce ne sono un sacco che stravolgono la vita in chi ci cade dentro, scientismo, ad esempio, laicismo etc..
Mi complimento con la tua libertà!
Carlo Forin is offline  
Vecchio 30-01-2007, 17.02.18   #87
Mirror
Perfettamente imperfetto
 
L'avatar di Mirror
 
Data registrazione: 23-11-2003
Messaggi: 1,733
Riferimento: Illuminazione religiosa

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
per me per illuminazione va intesa la capacità di vedere le cose per quello che sono senza distorcele secondo tutto il nostro "SE" (cultura, religione, ambiente, amici, esperienze,idee politiche ecc....ecc....) .....
la luce che dipana tutte queste falsità rende illuminato il tutto ........poi cosa si prova in uno stato simile non è descrivibile a chi non lo riesce a fare in quanto sarebbe distorto immediatamente......
Essere illuminati è aver compreso di esse parte integrante del tutto ma non l'averlo capito intellettualmente ma il toccarlo come si tocca un albero o l'acqua ...viverlo insomma!
Essere illuminati è aver compreso che in cio che è non c'è scelta ma solo azione diretta senza scopo dettata esclusivamente dalla realtà, azione perfetta.......
Essere illuminati è amare il tutto quindi se stessi senza un motivo ne di automistificazione , ne ricompensa ne per paura di una punizione.....amare perchè è l'unica cosa possibile dopo la comprensione di cosa è la vita in realtà----


il resto è sapere dei libri il che equivale a tentare di fare il bagno in un quadro che raffigura il mare

Sono d'accordo con quanto hai detto, con l'aggiunta dell'accettazione serena e fiduciosa di coloro che ancora non sono in questa naturale condizione.
Sapendo pure che "chi" ha ottenuto questa Grazia non può vantare nessun merito, pena l'evidente senso dell'ego che si ripresenta sotto nuova forma, e che si rivela all'altro.
"Altro", che per un "illuminato" non ci doverebbe più essere, se non per convenzione formale e gioco mondano.

Mirror is offline  
Vecchio 30-01-2007, 17.07.50   #88
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Illuminazione religiosa

Citazione:
Originalmente inviato da atisha

facciamo così.. sali tu dai..
solo per un attimo.. metti giù la zavorra che ti tiene legato alla tua (pseudo) razionalità e vai in Fiducia..


.........................


una per tutte la sofferenza.. la stessa che ti attanaglia un po' anche a te.. dunque non ti verrebbe neanche in mente di confrontarti.. ma te ne fregheresti alla grande delle nostre sintomatiche "follie".. dai.. sii sincero!


Ecco fatto…ho abbandonato per un attimo il suolo cui poggiavano i miei piedi per ergermi con il pensiero.
Ne è risultata una cosa molto simile a quella che quoto qui sotto, postata dall’amico Mimmo…però anche le parole di Turaz e quelle di Yam potrebbero starci bene.

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
per me per illuminazione va intesa la capacità di vedere le cose per quello che sono senza distorcele secondo tutto il nostro "SE" (cultura, religione, ambiente, amici, esperienze,idee politiche ecc....ecc....) .....
la luce che dipana tutte queste falsità rende illuminato il tutto ........poi cosa si prova in uno stato simile non è descrivibile a chi non lo riesce a fare in quanto sarebbe distorto immediatamente......
Essere illuminati è aver compreso di esse parte integrante del tutto ma non l'averlo capito intellettualmente ma il toccarlo come si tocca un albero o l'acqua ...viverlo insomma!
Essere illuminati è aver compreso che in cio che è non c'è scelta ma solo azione diretta senza scopo dettata esclusivamente dalla realtà, azione perfetta.......
Essere illuminati è amare il tutto quindi se stessi senza un motivo ne di automistificazione , ne ricompensa ne per paura di una punizione.....amare perchè è l'unica cosa possibile dopo la comprensione di cosa è la vita in realtà----
il resto è sapere dei libri il che equivale a tentare di fare il bagno in un quadro che raffigura il mare

OK…il problema nasce nel momento in cui ritorno al suolo ed ho la capacità di rileggermi (da qui giù a volte si vede molto bene ed è possibile ammirare tutto il panorama). Ora prova a scendere tu per un attimo…rileggiti e dimmi se la nostra condizione di sofferenza, alla quale ho sempre creduto e non ho mai tentato di nascondere, potrebbe, in certi casi estremi, portare a visioni completamente distorte del “reale”. Ribadisco che apprezzo (anzi invidio) tali visioni da un punto di vista relativo ma le ritengo estremamente ridicole quando vengono esposte da un punto di vista assoluto.

L’illuminazione esiste ma è relativa quindi…non può esistere!
...alla stessa identica maniera sono perfettamente convinto (concedetemi questa credenza perchè tanto trattasi di credenza relativa) nell'esistenza di un dio relativo.

maxim is offline  
Vecchio 30-01-2007, 18.48.23   #89
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
Riferimento: Illuminazione religiosa

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
OK…il problema nasce nel momento in cui ritorno al suolo ed ho la capacità di rileggermi (da qui giù a volte si vede molto bene ed è possibile ammirare tutto il panorama). Ora prova a scendere tu per un attimo…rileggiti e dimmi se la nostra condizione di sofferenza, alla quale ho sempre creduto e non ho mai tentato di nascondere, potrebbe, in certi casi estremi, portare a visioni completamente distorte del “reale”. Ribadisco che apprezzo (anzi invidio) tali visioni da un punto di vista relativo ma le ritengo estremamente ridicole quando vengono esposte da un punto di vista assoluto.

Amico caro sono sempre più giù.. vivo benissimo nel suolo, in ginocchio a dir poco.. eppure sono serena.. sono felice del niente che ho.. eppure soffro nel dolore fisico umano.. e nel dolore dell'Anima del mondo quanto te, soffro nel vedere il mondo così addormentato e.. dolorante.. soffro..
che altro posso fare se non condividere questa sofferenza?
Questo è il Reale.. questo è il tangibile.. questo è il Risveglio..
vedere nella profondità le ferite dell'uomo.. vedere le incapacità (egoiche) di risalita (diciamo per convenzione) al Padre...

Realtà ed Apparenza (relativo ed assoluto) si contraggono in un Unico punto.. ed ecco che appare la nuova Visione, che prende corpo.. carne, ci trasforma (ad alcuni sono comparse addirittura le ali )
Il ristorante del Sole è dove mi cibo.. dove Libero, lo Spirito trae alimento.. dove mi purifico e vivifico giornalmente le mie membra, pur immersa nella sofferenza che appartiene il mondo.. che mi è appartenuta.. che ora Conosco.. pur immersa nelle mie miserie quotidiane.. qualcuno la chiama Compassione.. una qualità forse poco conosciuta per l'uomo ordinario.. l'uomo identificato.. l'uomo che ancora non ha costruito il suo tempio (centro).. non si ciba a quella mensa luminosa.. ricca di Energia..

Sono serena.. sono pace.. sono grata di essere qui, del mio niente.. grata di appartenere.. di aver avuto questa Forma.. grata per l'aver Compreso la mia presenza.. grata di aver amato ed anche odiato.. grata di aver vissuto come un essere addormentato.. Grata e pronta a morire...
Ciò che il Divino mi vorrà donare ancora, sarà un più.. perchè So di aver ottenuto tanto.. tutto.. pur non possedendo relativamente niente.. pur avendo rinunciato a tanto...
Ti par poco? Follia? può darsi..

.. namastè..
atisha is offline  
Vecchio 30-01-2007, 18.58.08   #90
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Illuminazione religiosa

Salve e buon pomeriggio!
Tutti quelli tra noi che hanno la pazienza di leggere i miei posts sanno che in generale sono positivista, in questo caso pur concordando sul tentativo dell'amico mimmo di descrivere lo stato di "illuminato", mi dolgo di dover sottolineare un paio di contraddizioni:
Essere illuminati è aver compreso di esse parte integrante del tutto ma non l'averlo capito intellettualmente ma il toccarlo come si tocca un albero o l'acqua ...viverlo insomma! l'azione "toccarlo" ti pone fuori ....mentre nei rarisssimi momenti in cui c'è la "connessione" si E' albero o acqua....


uno stato simile non è descrivibile a chi non lo riesce a fare in quanto sarebbe distorto immediatamente.. la descrizione in quanto tale è già distorta

Essere illuminati è aver compreso che in(toglierei in) ciò che è non c'è scelta ma solo azione diretta senza scopo dettata esclusivamente dalla realtà, azione perfetta.......questo è commovente e forse più indicativo dell' essere albero o acqua claudio
fallible is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it