Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 05-07-2006, 10.13.25   #71
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
certo shakespeare.
Il fulcro di tutto è l'AMORE.

un salutone
turaz is offline  
Vecchio 05-07-2006, 10.37.59   #72
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Il cammino, a grandi linee, e' proprio questo, e lo e' per qualsiasi tradizione Spirituale presa nella sua dimensione autentica e al di fuori delle demoniache divisioni Teologiche tra una tradizione e l'altra (il Diavolo conosce tutta la Teologia...non dimentichiamolo mai!). Colui che separa, divide et impera e' cio' che va superato.

E' il cammino indicato da Gesu' e da tutti i realizzati di ogni tempo e luogo.
Ma se non si coglie l'essenza e la semplicita' della meravigliosa Potenza del "conosci te stesso", che significa esattamente "vedersi" nel Lucido specchio della pura Coscienza di Se' (che altro non e' che il Cristo interiore che continuamente ci guida se solo lo stiamo ad ascoltare, nel suo solenne silenzio) si e' fallito ancora una volta. "Ad ogni uomo e' dato di poter divenire Figlio di Dio " dice Giovanni.

non v'è dubbio che il cammino sia quello detto da Shakespeare e ripreso anche da te. la differenza sta infatti sul metodo in cui si decide di camminare in questa direzione, per mia scelta ho deciso di liberarmi di ciò che per me stava somigliando sempre più ad una catena ed ho deciso di provare a pormi le mie domande e non quelle preconfezionate, e a trovare le mie risposte.
Se sarà sbagliato ne pagherò il prezzo ma sarà stata una mia libera scelta.
Se altri si sentono sicuri seguendo il disegno che è stato loro preparato da altri va bene anche questo, io non dirò mai che quella è una scelta sbagliata. La strada che ho scelto infatti mi ha appunto mostrato che le strade sono tante quante gli uomini, lo vedrei contradittorio accanirmi contro un altro affermando che la mia via è l'unica giusta, magari portando anche testimonianze di questo o quel santo che la pensava come me. Non mi importa delle testimonianze, loro hanno avuto la loro vita, non possono aver vissuto un secondo della mia ne io della loro. Non mi interessa imitarli, caso mai posso prendere degli spunti su cui riflettere e farli miei. La vera ricchezza da abbandonare per entrare nel regno dei cieli non è quella monetaria e materiale, è la ricchezza dell'ego, che impedisce di far entrare nella propria mente delle alternative al proprio pensiero, compiacendosi di quanto siamo intelligenti, quanto siamo bravi, quanto siamo colti e che alla fine ci farà pensare che meglio di noi non c'è nessuno. A questo punto non è Dio che ci rifiuta ma siamo noi a rifiutare Lui.
rezan is offline  
Vecchio 05-07-2006, 10.42.20   #73
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
ecco perchè rezan... continuo a dire (a costo di apparire fastidioso e monotematico) che non è il "metodo" ad essere importante ma il succo cioè l'IO

e l'IO ha voce unica...

ciao
turaz is offline  
Vecchio 05-07-2006, 10.56.13   #74
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
ecco perchè rezan... continuo a dire (a costo di apparire fastidioso e monotematico) che non è il "metodo" ad essere importante ma il succo cioè l'IO

e l'IO ha voce unica...

ciao

ma certo che è così Turaz! Dio parla alle persone con il linguaggio appropriato, Come possiamo pensare che Dio cerchi di comunicare con un pastore parlando con la terminologia di un Fisico nucleare? l'IO libero dai condizionamenti e non oppresso dall'ego è la sede da dove Dio ci guarda e ci invita ad unirsi a Lui. Il fatto è che purtroppo siamo convinti che Dio compaia saltuariamente qui o lì, a Medjugorie o a Lurdes oppure a Gerusalemme sotto le spogle mortali di Gesù. Lo cerchiamo dappertutto mentre in realtà non si è mai mosso da dentro di noi, ma siamo così sordi che quelle poche volte che riusciamo a sentirne la voce ci spaventiamo.
rezan is offline  
Vecchio 05-07-2006, 11.17.06   #75
shakespeare
Utente bannato
 
Data registrazione: 17-06-2004
Messaggi: 421
pace e bene.
shakespeare is offline  
Vecchio 05-07-2006, 11.29.29   #76
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da rezan
ma certo che è così Turaz! Dio parla alle persone con il linguaggio appropriato, Come possiamo pensare che Dio cerchi di comunicare con un pastore parlando con la terminologia di un Fisico nucleare? l'IO libero dai condizionamenti e non oppresso dall'ego è la sede da dove Dio ci guarda e ci invita ad unirsi a Lui. Il fatto è che purtroppo siamo convinti che Dio compaia saltuariamente qui o lì, a Medjugorie o a Lurdes oppure a Gerusalemme sotto le spogle mortali di Gesù. Lo cerchiamo dappertutto mentre in realtà non si è mai mosso da dentro di noi, ma siamo così sordi che quelle poche volte che riusciamo a sentirne la voce ci spaventiamo.

"padre, padre, perchè mi hai abbandonato?"...

è la frase conscia o inconscia di ogni uomo in quel frangente...
che fa emergere paura (contrario di amore)

A quel punto "scatta" l'opzione:

o re-azione alla paura con distorsione egoica...
o Azione sapendo che è illusione il "distacco"

(e ora penso risultino più chiari i miei termini "connessione" o "sconnessione")

ciao
turaz is offline  
Vecchio 05-07-2006, 11.30.21   #77
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da rezan
La strada che ho scelto infatti mi ha appunto mostrato che le strade sono tante quante gli uomini

Questo lo dice anche Martin Buber in un bellissimo e piccolissimo testo Chassidico "Il cammino dell'uomo" Edizioni Qiqajon, si legge in mezz'ora e te lo consiglio.
Tuttavia non si puo' fare a meno degli altri, delle tracce lasciate da chi e' venuto prima di noi e dell'esempio di chi e' piu' avanti di noi. Una crescita Spirituale e' anche un processo doloroso e pieno di insidie, non esiste il far da se, come daltronde non esiste in nessuna attivita' che l'uomo compie. L'individualismo e' proprio l'opposto di cio' che accade (maggior apertura) in un cammino di tipo Spirituale. Il dialogo e' necessario e lo dimostra il fatto che sei qui a tentare di dialogare....
Yam is offline  
Vecchio 05-07-2006, 11.34.27   #78
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Questo lo dice anche Martin Buber in un bellissimo e piccolissimo testo Chassidico "Il cammino dell'uomo" Edizioni Qiqajon, si legge in mezz'ora e te lo consiglio.
Tuttavia non si puo' fare a meno degli altri, delle tracce lasciate da chi e' venuto prima di noi e dell'esempio di chi e' piu' avanti di noi. Una crescita Spirituale e' anche un processo doloroso e pieno di insidie, non esiste il far da se, come daltronde non esiste in nessuna attivita' che l'uomo compie. L'individualismo e' proprio l'opposto di cio' che accade (maggior apertura) in un cammino di tipo Spirituale. Il dialogo e' necessario e lo dimostra il fatto che sei qui a tentare di dialogare....

certo...
ma ogni cosa, ogni singolo elemento che osservi, ogni singolo atomo, ogni singola esperienza può essere tuo "maestro".
non esiste un "maestro" preconfezionato.
tutto può esserlo o non esserlo.
dipende dalla tua capacità di "apertura", di osservazione e di umiltà (cuore puro).
Tutti voi potete in tal senso essere miei maestri e in effetti lo siete.

ciao
turaz is offline  
Vecchio 05-07-2006, 11.53.44   #79
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz

Tutti voi potete in tal senso essere miei maestri e in effetti lo siete.


Basta che non ti proponi tu come Maestro e te ne stai zitto e in silenzio.

Non ha senso quello che hai detto, perche' in ostanza sostieni che sono necessari dei Maestri, e la realta' stessa e' il Maestro, ma essendo Vita, Egli si manifesta.
Non c'e' Atomo di Coscienza individuale che non si accenda (parlo di accensione vera) senza la trasmissione da un altro Atomo gia' acceso.

Ultima modifica di Yam : 05-07-2006 alle ore 11.56.54.
Yam is offline  
Vecchio 05-07-2006, 11.56.22   #80
rezan
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Citazione:
Messaggio originale inviato da Yam
Questo lo dice anche Martin Buber in un bellissimo e piccolissimo testo Chassidico "Il cammino dell'uomo" Edizioni Qiqajon, si legge in mezz'ora e te lo consiglio.
Tuttavia non si puo' fare a meno degli altri, delle tracce lasciate da chi e' venuto prima di noi e dell'esempio di chi e' piu' avanti di noi. Una crescita Spirituale e' anche un processo doloroso e pieno di insidie, non esiste il far da se, come daltronde non esiste in nessuna attivita' che l'uomo compie. L'individualismo e' proprio l'opposto di cio' che accade (maggior apertura) in un cammino di tipo Spirituale. Il dialogo e' necessario e lo dimostra il fatto che sei qui a tentare di dialogare....

Lo leggerò grazie. contraccambio con il titolo "Illusioni" di Richard Bach, se si riesce ancora a trovare in giro.
Mi piace l'idea che noi siamo delle isole che emergono dal mare con la loro imponente individualità, ma sotto il mare siamo tutte collegate. Non potremmo fare a meno degli altri nemmeno se volessimo, perchè in realtà è vero che ci sono sei milardi di uomini al mondo, ma è anche vero che ci sono sei miliardi di mondi in ogni uomo. forse il moderatore "UNO" ha scelto questo nikname per qualche cosa di simile. Noi siamo UNO, con un po' di ciccia e ossa che ci distingue materialmente gli uni dagli altri in questa realtà, ma è solo la parte emergente e quella meno significativa.
rezan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it