Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 03-01-2007, 10.03.36   #111
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da dasca

E no ti è chiaro che è proprio la ragione che mi porta a condividere l'idea della reincarnazione con circa metà dell'umanità che popola questa nostra terra?


Se bastasse seguire le scelte della maggioranza per comprendere la verità la ragione sarebbe un optional di poco conto.

La tua scelta di credere nella reincarnazione si chiama fede e questa non è mai andata molto d'accordo con la ragione...peraltro anche quest'ultima, spesso e volentieri, fallisce in maniera clamorosa. Direi proprio che non possediamo gli strumenti necessari per credere fedelmente in qualcosa!



PS: Però voi fedeli potete sempre dirci che noi non si comprende...
maxim is offline  
Vecchio 03-01-2007, 10.26.06   #112
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Che infinita presunzione sarebbe non aver paura della morte!

Credo che l'infinita presunzione sia invece la causa principale della paura della morte.

Citazione:
Io credo che ce l'hanno tutti. Anche quelli che la sfidano per odio, per gelosia della sua ineluttabilità... o per paura troppo grande cercano di esorcizzarla!



Ecco, allora cerchiamo di non esorcizzare un bel niente evitando di pensare alla morte, rimuovendola, nascondendola e vivendola con oscura paranoia quando si presenta (nella nostra cultura il funerale evoca immagini oscure frutto di una macabra visione della vita...prima che della morte).
Facciamo in modo che non ci colga impreparati....e che alla Sua Gioia ci si possa ricongiungere...
Yam is offline  
Vecchio 03-01-2007, 10.29.05   #113
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da maxim


PS: Scusami...con due parole mi puoi spiegare quale altra cosa sta in mezzo al dubbio o alla fede?

Non ho detto che qualcosa sta in mezzo al dubbio e alla fede, ma che dubbio e fede sono la stessa cosa (dove per fede intendo "credenza" e non la vera "fede").
Yam is offline  
Vecchio 03-01-2007, 12.36.41   #114
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: temere la morte

Buon giorno e salve!
ho seguito con interesse e, mi sembra (non l'ho riletto tutto), ho partecipato in minima parte al 3d; ho comunque la netta sensazione che questa discussione sia l'esempio più eclatante di quanto il "funesto" evento coinvolga tutti e come molteplici siano i tentativi di esorcizzarlo....., in una discussione di qualche anno fa postai che non è la morte che fa paura, almeno secondo la mia esperienza, ma sono i minuti o i secondi che intercorrono nella transizione, oggi in un certo modo mi ripeto, si ,è umano e imprescindibile, aver paura di quel lasso di tempo(anche Cristo ne ebbe se non sbaglio), la conoscenza di se stessi e quindi il vivere con consapevolezza possono aiutare l' io manifesto, fallible-claudio, ad affrontare il "durante " qualunque esso sia. claudio

Ps non mi si dica che il "durante" è sempre ,perchè credo che questa affermazione, sia sofistica......sappiamo tutti che "sorella morte" può coglierci in qualsiasi momento ma, sulla mia esperienza, c'è momento e momento claudio
fallible is offline  
Vecchio 03-01-2007, 14.19.37   #115
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Non ho detto che qualcosa sta in mezzo al dubbio e alla fede, ma che dubbio e fede sono la stessa cosa (dove per fede intendo "credenza" e non la vera "fede").

Sei peggio di Franco ...i tuoi interventi mi costringono nuovamente ad intervenire per tentare di fare chiarezza nella mia, sempre più confusa-mente!

Citando Krishnamurti (che avrai letto senz'altro) dovrebbe esserti chiara l'importanza del dubbio per una "sana" crescita interiore...ecco perchè dico che una fede senza il dubbio è impossibile!

Banalmente d'obbligo a questo punto porti una domanda:
- Se dubbio e fede sono la stessa cosa (e con un semplice giro di parole potresti anche convincermi) mi puoi illuminare su cos'è la "vera fede"...alternativa alla fede e al dubbio?



PS: Accetto, senza possibilità di replica, le seguenti tue eventuali risposte:
1) Non è possibile esprimere a parole cosa sia la "vera fede";
2) E' una cosa che si sente dentro...e bla-bla-bla;
3) una delle seguenti risposte...con allegate 5 o 6 faccine;
o...solita risposta universale da sbandierare in queste occasioni:
4) tu non puoi comprendere!
maxim is offline  
Vecchio 03-01-2007, 15.20.57   #116
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da maxim

Citando Krishnamurti (che avrai letto senz'altro) dovrebbe esserti chiara l'importanza del dubbio per una "sana" crescita interiore...ecco perchè dico che una fede senza il dubbio è impossibile!

J.K. qui si riferisce ad una fase iniziale della ricerca...in cui si dubita delle credenze perche' si sono compresi alcuni meccanismi....la fase sucessiva e' quella che sto per dirti.


Citazione:
- Se dubbio e fede sono la stessa cosa (e con un semplice giro di parole potresti anche convincermi) mi puoi illuminare su cos'è la "vera fede"...alternativa alla fede e al dubbio?

La vera fede e' quella di chi attraverso un profondo sentire del cuore vive una trasformazione interiore...e quando si incontrano tali persone la cosa e' palpabile.....e' una grande capacita' di amare, di ascolto, di aiuto verso gli altri (parlo di aiuto spirituale, psicologico...di qualcosa di terapeutico per la psiche - anima....ma anche quando ve ne e' il bisogno di aiuto materiale...).

Da un punto di vista tecnico e' avvenuto un passaggio, che puo' essere spontaneo o indotto con la ricerca.
Un passaggio dalla dimensione concettuale, in cui si "crede" di capire ( ancor prima che di credere in un dio o un'ideologia) qualcosa, ad uno in cui si e' compreso di non aver capito proprio un fico secco. In quel momento avviene una resa e questa cosa ha ache fare con il sentire spontaneo del Cuore, e' pre-discorsiva. Se i pensieri sorgono sotto quella Luce saranno sempre costruttivi e mai dominati dalla brama di possesso, dalla narcisistica autosoddisfazionbe dei propri desideri, pensando che quelli possano darci la felicita'.
Ti faccio un esempio pratico.
Un'ora or sono, per l'ennesima volta mi e' uscita la spalla sinistra (lussazione recidivante). Un male becco, per un'ora consecutiva. Senza l'aiuto di altri non me la sarei cavata, perche' non posso guidare, ne vestirmi...ho bisogno degli altri. (Poi a meta strada verso l'ospedale e' tornata a posto da sola.)
Riflessione: ogni volta che ci accade qualcosa di doloroso, e mia madre me lo diceva sempre da ragazzino ma non capivo, dalla testa scendiamo al cuore e la vita ci appare sotto nuova Luce. E' un po questo che deve accadere dentro. E accade quando la Vita lo vuole, o se ci esercitiamo, ricordando la caducita' di tutte le cose e del nostro corpo per primo.
Ieri un mio collega e' morto stecchito a 53 anni: infarto. Fumava molte sigarette e suo padre era malato terminale di cancro all'ospedale...pare che non avesse nessuno, nessuno neanche che si occupasse del suo funerale....

Quel sentire profondo del Cuore e' non concettuale, e' ascolto, riflessione, pace e contiene un sacco di qualita', di veri valori umani.
Quello e' il nostro vero Se', il falso e' quel somaro dell'EGO che non e' altro che un commerciante....e si vende per poco, pur di avere cio' che desidera.



Ultima modifica di Yam : 03-01-2007 alle ore 17.18.02.
Yam is offline  
Vecchio 03-01-2007, 15.33.07   #117
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: temere la morte

la differenza a mio sentire sta nel fatto che uno la "fede" la vive, l'altro la immagina.
e colui che immagina non sa di cosa si parla in fin dei conti ma suppone di saperlo.

magari i concetti sono i medesimi.
ma uno li distorce l'altro no
turaz is offline  
Vecchio 03-01-2007, 15.53.41   #118
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
.....

La vera fede e' quella di chi attraverso un profondo sentire del cuore vive una trasformazione interiore...e quando si incontrano tali persone la cosa e' palpabile.....e' una grande capacita' di amare, di ascolto, di aiuto verso gli altri (parlo di aiuto spirituale, psicologico...di qualcosa di terapeutico per la psiche - anima....ma anche quando ve ne e' il bisogno di aiuto materiale...).



[/quote]


Questa vera fede, in chi mai trovarla?...
Ove mai vedere tanta umiltà, devozione, rispetto dell'altro?...
Amare ascoltando,... "farsi tutto a tutti... "

Teresa di Calcutta..., forse?...
e chi altro, fra noi, e fra quelli intorno a noi?
Lucio Musto is offline  
Vecchio 03-01-2007, 16.27.36   #119
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da turaz
la differenza a mio sentire sta nel fatto che uno la "fede" la vive, l'altro la immagina.
e colui che immagina non sa di cosa si parla in fin dei conti ma suppone di saperlo.

magari i concetti sono i medesimi.
ma uno li distorce l'altro no

Ed eccola qui la puntuale risposta di cui al punto 4) da me preventivata già qualche posts fa!


Citazione:
Originalmente inviato da maxim
.............
o...solita risposta universale da sbandierare in queste occasioni:
4) tu non puoi comprendere!

La madre di tutte le fedi è credere di aver compreso l'incomprensibile!

maxim is offline  
Vecchio 03-01-2007, 17.09.37   #120
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: temere la morte

[quote=maxim]Ed eccola qui la puntuale risposta di cui al punto 4) da me preventivata già qualche posts fa!


perchè?
come mai ti senti chiamato in causa in continuazione?
era un discorso generale che non ha nulla a che vedere con il tuo concetto del "qualcuno non comprende".
c'è solo diversità molto semplicemente.
solo chi avanzerà non avrà "distorto"
e l'avanzamento è un dato di fatto (più o meno)
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it