Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 12-12-2006, 13.11.06   #31
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag

Quindi non so se porta più lontano raccontarsi che non abbiamo paura della morte perché abbiamo compreso “ciò che siamo”, oppure se porta più lontano ammettere a se stessi che “cribbio è vero me la faccio sotto solo se mi sfiora l’idea”…….




E' la testa che ha paura, se vivi con la testa hai paura.....
C'e' un luogo anche fisico, dove la paura scompare....vicino al cuore.
Bisogna ricordarsi di ascoltare da li, parlare da li e lasciare il piu' possibile andare ogni cosa li.....
Cosi moriamo a noi stessi...serenamente.

Ultima modifica di Yam : 12-12-2006 alle ore 21.51.36.
Yam is offline  
Vecchio 12-12-2006, 13.35.21   #32
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Parole…. Magari belle, ma pur sempre parole che si mangiano la coda da sole laddove affermano che il non-duale è uno con la mente fiduciosa, pur avendo sollecitato poco prima a non perdere tempo in dubbi e discussioni che non hanno nulla a che vedere con ciò.

Quindi non so se porta più lontano raccontarsi che non abbiamo paura della morte perché abbiamo compreso “ciò che siamo”, oppure se porta più lontano ammettere a se stessi che “cribbio è vero me la faccio sotto solo se mi sfiora l’idea”…….

Ovviamente non stò parlando di te….. stò parlando in genere.


non offenderti, ma la teoria , se non lo faccio io non è vero che voi lo fate.....è un po' denigrante e antica.......
Puoi affermare che tu non riesci e non sei convinto lo facciano gli altri , ma non puoi in Verità dire solo parole.
Io non ho assolutamente paura della morte.......
un consiglio ( che so non seguirai) Smettila di giudicare e impara ad ascoltare......
MIMMO is offline  
Vecchio 12-12-2006, 14.03.53   #33
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
la teoria , se non lo faccio io non è vero che voi lo fate.....è un po' denigrante e antica.......
Puoi affermare che tu non riesci e non sei convinto lo facciano gli altri ,
Veramente nel mio primo post in questo 3d dicevo:

nella vita normale, credo che in pochi abbiano quella profonda consapevolezza della propria immortalità che li mette al riparo dalla paura della morte.

Quindi non ho affatto detto se non lo faccio io non lo fa nessuno ma, caso mai, ho detto che sono pochi quello che lo fanno.

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
ma non puoi in Verità dire solo parole. .......
Il solo parole era riferito al brano che riportava Yam perché a me, quello scritto, da quell’impressione.

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
Io non ho assolutamente paura della morte.......
Buon per te.

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
un consiglio ( che so non seguirai) Smettila di giudicare e impara ad ascoltare......
Che so che non seguirai implica una presunzione senza limiti…… Di me sai solo le 4 cose che ho scritto e sei già in grado di stabilire come agirò..... (Alla faccia del giudicare)

Poi una cosa che mi interesserebbe molto capire…… Siccome mi picco di essere una persona che non giudica (quasi) mai, (almeno non giudico le altre persone), mi spiegheresti da cosa arguisci che giudico? Mi interessa davvero.

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
non offenderti,
Permaloso come sono, sarà difficile che non mi offendo..... ma credo che sopravviverò anche questa volta.



Citazione:
Originalmente inviato da Yam
E' la testa che ha paura, se vivi con la testa hai paura.....
C'e' un luogo anche fisico, dove la paura scompare....vicino al cuore.
Bisogna ricordarsi di ascoltare da li, parlare da li e lasciare il piu' possibile andare ogni cosa li.....
Cosi muoiamo a noi stessi...serenamente.
Invidio il tuo grado di consapevolezza…..

VanLag is offline  
Vecchio 12-12-2006, 14.39.21   #34
dasca
Ospite
 
Data registrazione: 11-12-2006
Messaggi: 31
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
si puo avere paura solo di cio che si conosce!
Non si puo avere paura dell'ignoto....!
quindi in verità nessuno teme la morte!
Il timore della morte risiede nel perdere cio che si ha e cio che si crede di essere !
Il timore della morte è una maschera del timore che il possesso porta con se inevitabilmente!

In realtà la morte e la vita sono due aspetti della stessa medaglia senza uno l'altro non è. La vita è un continuo morire e nascere...attimo dopo attimo!

In realtà la morte e la vita sono due aspetti della stessa medaglia senza uno l'altro non è. La vita è un continuo morire e nascere...attimo dopo attimo![/quote]

Se la vita e la morte sono due aspetti della stessa medaglia, allora ne conosci qualcosa.... ed ecco che molti ne hanno paura...... ma hanno paura di quel poco che conoscono o maggiormente di quel che no possono ancora conoscere??? ... e cioè il "post mortem" ??

Premetto che io non ho assolutamente paura della morte, che vedo come una 'rinascita' nel mondo che mi è più proprio e che è il mondo spirituale di cui tutti e tutto siamo parte! Semmai potrei temere le avversità della vita che possono essere causa di tutto il dolore che ciascuno di noi incontra nel cammino che lo conduce attraverso l'esperienza terrena fisica. Ma la possibilità, anzi il compito dell'Uomo è di saper crescere spiritualmente trasformando anche il dolore, il male, in qualcosa di positivo (tutte le medaglie hanno il loro rovescio, anche le nere, dietro, sono meno nere; è sempre meglio un bicchiere mezzo pieno che uno mezzo vuoto!); saper cogliere anche solo un granello di bene in un deserto di male aiuta a crescere, e non solo noi stessi ma l'umanità intera.

Il problema fondamentale credo sia essere veramente convinti della spiritualità e dell'esserne noi una parte importante, e cercare sempre di migliorare la conoscenza dell' "Io sono" che è in noi come noi siamo i "Suoi tralci di vite".
Questa consapevolezza è la forza che mi consente di vincere la paura sia della morte sia della vita!
dasca is offline  
Vecchio 12-12-2006, 15.53.29   #35
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Veramente nel mio primo post in questo 3d dicevo:

nella vita normale, credo che in pochi abbiano quella profonda consapevolezza della propria immortalità che li mette al riparo dalla paura della morte.

Quindi non ho affatto detto se non lo faccio io non lo fa nessuno ma, caso mai, ho detto che sono pochi quello che lo fanno.


Il solo parole era riferito al brano che riportava Yam perché a me, quello scritto, da quell’impressione.


Buon per te.


Che so che non seguirai implica una presunzione senza limiti…… Di me sai solo le 4 cose che ho scritto e sei già in grado di stabilire come agirò..... (Alla faccia del giudicare)

Poi una cosa che mi interesserebbe molto capire…… Siccome mi picco di essere una persona che non giudica (quasi) mai, (almeno non giudico le altre persone), mi spiegheresti da cosa arguisci che giudico? Mi interessa davvero.


Permaloso come sono, sarà difficile che non mi offendo..... ma credo che sopravviverò anche questa volta.




Invidio il tuo grado di consapevolezza…..


Quello che hai scritto su quello che ha detto yam non è giudizio....uno scrive e l'altro risponde....."parole,parole"
comunque scusa........
guarda che non ho nulla da invidiare, l'invidia dipende da chi la sente non dal suo oggetto!
MIMMO is offline  
Vecchio 12-12-2006, 17.04.38   #36
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: temere la morte

personalmente provo compassione davanti alla sofferenza.
vivo quella altrui
la morte di per se mi lascia indifferente
turaz is offline  
Vecchio 12-12-2006, 20.00.37   #37
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
Quello che hai scritto su quello che ha detto yam non è giudizio....uno scrive e l'altro risponde....."parole,parole"
comunque scusa........
guarda che non ho nulla da invidiare, l'invidia dipende da chi la sente non dal suo oggetto!
Il mio dubbio su tutta questa superiorità all’idea della morte, nasce dalla mia esperienza, infatti in più di mezzo secolo di vita non solo non ho mai trovato una persona che abbia asserito con assoluta certezza di essere indifferente alla propria morte, ma ho visto tante persone “crollare” sotto questa idea.
Seri professionisti, manager di azienda, gente del tipo, “quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare, che davanti ad un neo un po’ strano che appariva sul loro corpo o davanti ad una ghiandola ingrossata, correvano pieni di paranoie dal medico. Adulti che, davanti ad una diagnosi infame, cadevano in lacrime come bambini, cosa che è pure comprensibile….. molto comprensibile.

Ora mi insospettisce non poco tutta questa schiera di novelli Socrate che dal web sembrano affermare che “vivere e morire è uguale”.
Non voglio dire che nessuno qui abbia questo distacco, (io non posso saperlo), però ho il fortissimo sospetto che si confonda il fatto di sentire questa idea lontana, con una reale confidenza con la morte, quella cioè dei saggi che, come si dice, sono già morti in vita e che quindi non hanno più nulla da temere.



P.S. il discorso sull’invidia non l’attribuivo a te ma a me verso yam che è un delog, o almeno dice di esserlo.
VanLag is offline  
Vecchio 12-12-2006, 20.53.09   #38
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
E' la testa che ha paura, se vivi con la testa hai paura.....
C'e' un luogo anche fisico, dove la paura scompare....vicino al cuore.
Bisogna ricordarsi di ascoltare da li, parlare da li e lasciare il piu' possibile andare ogni cosa li.....
Cosi muoiamo a noi stessi...serenamente.

Caro Yam...

Mi chiedevo se questo tuo livello di consapevolezza è stato raggiunto nell'ultimo periodo...se si, vorrei conoscere la maniera con la quale si arriva a pensarla in maniera così "superficiale" sulla morte in un brevissimo lasso di tempo.
No perchè, abituato a studiarle tutte per cacciare le volpi , ho sviluppato in questi anni una memoria ferrea e non mi è sfuggito che, esattamente il 19.01.2006 (nemmeno un anno fa)...in un'altra discussione, ad una mia domanda esplicita sulla morte, tu la pensavi così:


Citazione:
Originalmente inviato da Yam

.........

.... mi e' accaduto di recente che mi dicessero che probabilmente avevo un tumore.....mi sono cacato addosso per 15 giorni...sino a che la TAC non ha dimostrato che non c'era.



maxim is offline  
Vecchio 12-12-2006, 22.01.43   #39
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag


Permaloso come sono, sarà difficile che non mi offendo..... ma credo che sopravviverò anche questa volta.


Invidio il tuo grado di consapevolezza…..


Ciò che appare quale "io" in questo corpo è la mente. Se qualcuno si chiedesse dove, nel corpo, risieda il senso dell' "io", scoprirebbe che esso risiede nel cuore. Questo è il posto nel quale ha origine la mente. Anche se uno pensa costantemente "io", "io", egli viene condotto in quel posto. Di tutti i pensieri che appaiono nella mente, quello dell'"io" è il primo. E' solo successivamente a questo pensiero che tutti gli altri si manifestano. E' dopo che è apparso il primo pronome personale che possono apparire il secondo ed il terzo; senza il primo pronome personale non ci sarebbero né il secondo né il terzo.

Ramana Maharshi

Quello che possiamo fare, e ci vuole impegno, e' rimanere li, nel sentire del cuore, o "IO SONO"....prima che il permaloso si manifesti e se si sta manifestando non agire in preda a quell'impulso, ma ascoltarlo...all'inizio concentrandosi sul cuore. Li decanta ogni cosa e in quel momento sperimentiamo una piccola Morte. Se non si riesce a capire questo, anche se si sono incontrati tanti Guri e letti tanti libri, non si e' diversi da chi non ha incontrato tanti Guri e letti tanti libri.
Fare cio' implica un morire a se stessi, ed e' anche cio' che accade al momento della morte fisica...perche' in quel momento non ci portiamo nulla appresso e molliamo la presa su ogni cosa, su ogni pensiero, su ogni emozione....tanto vale provarci ora.

Ultima modifica di Yam : 13-12-2006 alle ore 10.27.51.
Yam is offline  
Vecchio 12-12-2006, 22.10.05   #40
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: temere la morte

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Caro Yam...

Mi chiedevo se questo tuo livello di consapevolezza è stato raggiunto nell'ultimo periodo...se si, vorrei conoscere la maniera con la quale si arriva a pensarla in maniera così "superficiale" sulla morte in un brevissimo lasso di tempo.
No perchè, abituato a studiarle tutte per cacciare le volpi , ho sviluppato in questi anni una memoria ferrea e non mi è sfuggito che, esattamente il 19.01.2006 (nemmeno un anno fa)...in un'altra discussione, ad una mia domanda esplicita sulla morte, tu la pensavi così:


Gia' negli ultimi due anni sono cresciuto molto, anche grazie ad alcuni eventi, tra cui anche quello che hai citato (edit: che pero' risale all'agosto o settembre del 2005)
E' proprio attraverso le avversita' della Vita che spesso siamo chiamati a crescere...volere o volare....la Vita danza su di noi e non viceversa.
Sto ascoltando un Bhajan (canto devozionale Hindu), cantato da una Nina Hagen Induista, che dice: "Jai Mata Kali, Jai Mata Durga....Kali Durga Namo Namah..."..... significa esattamente cio' che ti ho detto...e cioe' che la Vita stessa, essendo energia "Viva" e "intelligente" (la Shakti nel caso dell'Induismo citato*) e con infinite altre qualita', attraverso cio' che ti capita di vivere, ti insegna ad essere "migliore". Lo metto tra virgolette perche' il senso di quel migliore e' facilmente intuibile attraverso un sentire profondo del cuore. (L'essenza dell'energia che manifesta la Vita e' sostanzialmente Amore.)

*Kali: http://www.siamese-dream.com/images/...kali_large.jpg

Quello di sotto e' un simbolo della Coscienza (e' Shiva....non Paramashiva per chi volesse approfondire) che cresce attraverso le esperienze della Vita....che comunque ha sempre la meglio su di noi....sino a che il Risveglio non sara' Totale. Sin dall'inizio della mia pratica sentii i maestri dire che il vero Guru erano le apparenze fenomeniche, la Vita.....spero che come con me, il tuo Guru sia abbastanza comprensivo...con me lo e' sempre stato, nel senso che ad ogni prova mi ha dato le forze per farcela....(il tuo Guru e' la Tua Vita). Dico questo perche' a volte la mazzata e' veramente secca ......

Ultima modifica di Yam : 13-12-2006 alle ore 10.01.56.
Yam is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it