Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 24-11-2005, 12.02.34   #31
trudina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-01-2005
Messaggi: 104
Psyca
trudina is offline  
Vecchio 25-11-2005, 09.47.09   #32
trudina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-01-2005
Messaggi: 104
non voglio credere a una vita comandata da qualcuno che non so nemmeno se esiste in cui io come tutti sono solo una marionetta tirata per i fili, se è veramente così e io sono solo un corpo estraneo da me stessa la vita perde di senso e valore
trudina is offline  
Vecchio 25-11-2005, 15.05.43   #33
fabyosx
Ospite
 
Data registrazione: 08-07-2005
Messaggi: 16
Io credo che la verità stia nel mezzo, e cioè che ci siano degli avvenimenti ai quali non possiamo assolutamente mancare per imparare ciò di cui abbiamo bisogno per la nostra evoluzione, il tutto inserito nel libero arbitrio delle restanti scelte..
fabyosx is offline  
Vecchio 25-11-2005, 15.23.09   #34
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Il destino, inteso nel senso che "qualcuno" ha scritto tutta la storia dell'universo, non esiste. Esiste il caso.

Non potendo noi concoscere il futuro possiamo concordare nell'affermare che ciò che accade è in un certo senso destino.

Ossia doveva accadere per forza, non conoscendo noi il futuro.

Ma da qui ad affermare che esiste un destino scritto da chissà chi e frossa.
alessiob is offline  
Vecchio 25-11-2005, 17.05.31   #35
sunday01
Ospite abituale
 
L'avatar di sunday01
 
Data registrazione: 05-07-2005
Messaggi: 464
destino

Io penso che il destino non esiste.
Destino è una parola coniata dall'uomo per dire che se una cosa va bene o va male era destino...
Certo è che le nostre scelte o quelle di altre persone per noi ci instradano per una certa destinazione...
Ma non siamo sul treno di una ferrovia in cui preso un binario bisogna percorrerlo fino in fondo...
Se lo facciamo è perchè lo vogliamo noi...
Quando due persone si incontrano per caso si dice: destino...
Invece è casualità, o meglio, causa effetto.
Altro discorso è il destino dell'universo: quello secondo me è stato predisposto già dalla sua creazione...
Per quanto riguarda l'uomo abbiamo una certa aspettativa di anni di vita, sappiamo già in partenza che siamo destinati a morire perchè le nostre cellule invecchiano...
Ma questo non è il destino come viene proposto in questo 3D, qui si parla di quello che succede nella vita, e io sostengo che in gran parte dipende da scelte fatte...
Se queste scelte si vogliono chiamare destino, è sempre una faccenda di scelte umane, di cause ed effetti...
Ciao


sunday01 is offline  
Vecchio 25-11-2005, 19.23.55   #36
fabyosx
Ospite
 
Data registrazione: 08-07-2005
Messaggi: 16
Ma... Le scelte che facciamo sono forse casuali? Il caso non esiste, è un caso che due persone incrocino i propri sguardi e da li parta una storia che dura una vita? E' un caso il girare un angolo e scoprire qualcosa di importantissimo per la nostra vita? E' un caso il lavoro che facciamo? Non sono casi, sono scelte. Ma le scelte sono casuali? Io non credo proprio. Da cosa sono dettate queste scelte? Avremmo la possibilità di prenderne altre?
Io non credo. Quando da uno specchio d'acqua un insieme di fattori da vita ad un essere primitivo e molto semplice, può essere considerato un caso? O una scelta?
fabyosx is offline  
Vecchio 25-11-2005, 19.39.23   #37
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Nella vita si possono incontrare categorie di persone e di situazioni limitate. Volendo con un po' di sintesi si possono riassumere in stereotipi. Un po' cme le carte dei tarocchi con i re, le regine, gli imperatori, i folli, gli appesi eccetra...

Ammettere il destino sarebbe ammettere di poter saper leggere in anticipo la carta che si estrae, invece secondo me noi siamo costretti a estrarre carte a caso. Ma il numero di carte è pur sempre limitato e quindi ci si può sempre azzeccare...
sisrahtac is offline  
Vecchio 18-01-2007, 19.01.07   #38
Frasesia
Ospite abituale
 
L'avatar di Frasesia
 
Data registrazione: 07-02-2006
Messaggi: 140
Riferimento: Esiste il destino?

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Pensateci bene prima di rispondere, esiste il destino?

Alcuni sostengno che il destino esiste e che tutto accada perchè è già stato "scritto".

Alrti ritengono che il destino non esista perchè non vi è nessuno "lassù" che detta ciò che deve accadare, e tutto è regolato dal caso.

Entrambi non sono lontani dalla verità...

Secondo voi?

Il destino cioè il nostro domani siamo noi stessi a condizionarlo, quindi non esiste secondo me un destino comandato dall'Alto, ma non perchè Dio non esiste, ma perchè Dio ci ha conceso il libero arbitrio e dunque siamo liberi...
Frasesia is offline  
Vecchio 18-01-2007, 20.47.01   #39
Triplo
Ospite
 
Data registrazione: 25-10-2005
Messaggi: 3
Riferimento: Esiste il destino?

la questione è diversa da come è stata interpretata.

Un ente qualsiasi che conosca i disegni del mondo,se esistesse,non interferirebbe comunque nella vita degli uomini.Si veda anche l'opinione di Dante riguardante il libero arbitrio,siamo come una nave chi di dovere ne conosce il percorso,ma non lo influenza.

Che esista o meno questo ente mi sembra abbastanza sensata come tesi.

Veniamo invece al fulcro del problema:

Nella vita facciamo delle scelte.Queste condizionano il futuro,ora queste scelte sono obbligate?

Il famoso "bivio" puo' davvero condurci in direzioni diverse?Non possiamo rispondere a questa domanda per ovvi motivi.Troppe variabili in gioco!

L'unico risultato enunciabile senza rifarsi a dogmi/preconcetti è che possiamo fare di tutto per far andare le cose come vogliamo che vadano.

Ma questo non implica ne' che le cose non sarebbero potute andare come volevamo...Se è cosi' è cosi' ma sarebbe potuto essere altrimenti!
Triplo is offline  
Vecchio 18-01-2007, 21.55.21   #40
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Esiste il destino?

Prendiamo in esame questo stesso thread:

Io posso dedidere di non rispondere o di rispondere ( come stò facendo ) in base a migliaia di fattori che fanno parte di me; la voglia che ho o meno di rispondere, inoltre risponderò in base alle conoscenze che avrò ed emotivamente il mio intervento potrebbere essere di disappunto di approvazione o costruttivo e cosi via in base al mio carattere che a sua volta sarà determinato dalle mie esperinze e conoscenze passate che a loro volta si saranno determinate in base a questo stesso principio.

insomma difronte ad un qualsiasi stimolo esterno io non potrò esimermi dall'avere una reazione sia essa di rifiuto di astensione o di partecipazione, inosmma qualsiasi mia azione sarà la risposta che più mi aggrada in quel momento e che innegabilmente sarà determinata dall'insieme di informazioni emotive etiche culturali che in quel momento mi appartengono e che sono in essere in quel momento.

in questo senso ogni mia risposta sarà determinata dalla somma diciamo metaforicamente vettoriale della mia componente fisica emotiva culturale etica di quel momento.

Ci si potrebbe in pratica definire una sorta di software bio-chimoco-etico-culturale che butta fuori in quel momento una risposta vettoriale si potrebbe dire quadridimensionalmente vettoriale( ci potrebbero essere altre dimensioni...per esempio quella spirituale e quindi la risposta sarebbe pentadimensionale )

Ma alla fine la risposta non potrebbe che essere una; volendo potremmo anche decidere di far prevalere un vettore su un altro, ma questa decisione sarebbe a sua volta determinata dalla mia componente etica del momento che allo stesso modo si sarà determinata per lo stesso principio sopra esposto.

Più aumenta la consapevolezza la conoscenza, insomma più siamo ricchi di informazioni in ognuna delle dimensioni e più lo spettro di risposta sarà ampio, ma la risposta sarà comunque una in base al principio vettoriale sopra esposto.

Questo significa che le nostre risposte agli stimoli saranno sempre determinate dalla risultante vettoriale delle dimensioni che ci costituiscono in quel momento.

Un altro esempio: diciamo che una persona viene picchiata e noi stiamo guardando; se temeremo per la nostra vita non interverremo, se non temeremo per la nostra vita potremo intervenire o meno; in più interverrà la dimensione etica, ovvero quella di aiutare o no e poi quella culturale, se magari è un nero non lo aiuteremo ecc ecc ecc

La maggior consapevolezza però di noi stessi e il non aver la necessità di compiere azioni che soggiaciano direttamente al principio di piacere, aumenterà decisamente lo spettro della risposta, che comunque sarà vincolato a quello che siamo, ovvero se sono aggressivo in quel momento non potrò certo uscirmene con una risposta di aiuto a meno che in base alle informazioni quadridimensionali che possiedo giungo a trasformare la mia aggressività, ma questa risposta sarà comunque ottenuta a partire dalle informazioni che possiedo.

insomma è come se non avessimo scampo da noi stessi nonostante l'atto finale della decisione ci possa fare credere di essere liberi; infatti la decisione finale è pur sempre determinata da quello che siamo.

Parlare di destino mi sembra un pò azzardato anche perchè dimostrare che esiste è alquanto difficile.

In base a quanto detto mi verrebbe più spontaneo parlare di determinismo...però dentro di me stò pensando che potrei avere anche torto perchè non so se gli elementi che ho a disposizione sono sufficienti per dare una risposta più sicura...ma questo stesso dubbio è ovviamente determinato dalle mie conoscenze...insomma sono fregato

Ultima modifica di individuo : 18-01-2007 alle ore 22.29.12.
individuo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it