Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 25-10-2005, 11.59.07   #1
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Esiste il destino?

Pensateci bene prima di rispondere, esiste il destino?

Alcuni sostengno che il destino esiste e che tutto accada perchè è già stato "scritto".

Alrti ritengono che il destino non esista perchè non vi è nessuno "lassù" che detta ciò che deve accadare, e tutto è regolato dal caso.

Entrambi non sono lontani dalla verità...

Secondo voi?
alessiob is offline  
Vecchio 25-10-2005, 12.51.45   #2
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
E quale sarebbe sta' verità? E poi vi sono anche altre posizioni a riguardo, oltre a quelle citate...

Ultima modifica di nexus6 : 25-10-2005 alle ore 13.01.04.
nexus6 is offline  
Vecchio 25-10-2005, 15.23.22   #3
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Be, prima devi dirmi la tua opinione, e se rientra nelle due citate tantomeglio, avremo più ipotesi su cui dibattere.
alessiob is offline  
Vecchio 25-10-2005, 17.07.14   #4
Joolee
Soleluna
 
L'avatar di Joolee
 
Data registrazione: 25-08-2005
Messaggi: 427
questa è proprio una bella domanda!!
Fino a qualche anno fa pensavo che il destino non esistesse; dicevo: IO sono l'artefice dela mia vita, sempre!!!
Poi ho scoperto Jung...inizialmente non ero d'accordo su parecchie sue teorie...poi, studiandolo meglio, ho cambiato idea...sul mondo e sul destino...e su di lui!
Ora credo che il destino esista...c'è sempre il libero arbitrio, indubbiamente.
Credo anche che pero' nella nostra vita ci siano più destini cui siamo destinati (sorry per il gioco di parole)...poi in itinere noi scegliamo che strada prendere.
Non so se mi spiego: ritengo che il destino esista ma che sia anche molto "flessibile"!!
J
Joolee is offline  
Vecchio 25-10-2005, 18.42.35   #5
sunday01
Ospite abituale
 
L'avatar di sunday01
 
Data registrazione: 05-07-2005
Messaggi: 464
Io non credo che sia già tutto scritto.
La vita è un libro dalle pagine bianche che scriviamo ogni giorno, ogni ora, ogni minuto...
E' vero che non scegliamo noi di nascere, e dove nascere, e quando nascere, ma il nostro destino lo scriviamo noi con la nostra vita...
Dio è al di fuori del tempo, perciò se sa tutto è perchè è anche nel nostro futuro, ma non DECIDE per noi, per quello siamo liberi.

Ciao


sunday01 is offline  
Vecchio 25-10-2005, 20.03.52   #6
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Scusa se mi intrometto, ma secondo la religione è Dio che determina tutto.

Nulla accade per caso come ben dice il detto popolare: "Non cade una foglia che Dio non lo voglia" (che dura da secoli)

Dunque: Religioso=Credo nel destino.

Dopo si può credere nel destino sotto diversi punti di vista...
alessiob is offline  
Vecchio 26-10-2005, 09.27.19   #7
sunday01
Ospite abituale
 
L'avatar di sunday01
 
Data registrazione: 05-07-2005
Messaggi: 464
“Non si muove foglia che Dio non voglia” è un detto popolare, che trae la sua origine dal fatto che tutto quello che vediamo esiste e vive perché Dio esiste. Se non esisterebbe Dio nulla potrebbe esistere, né l’universo, né gli uomini, né gli alberi, né le foglie…
Questo secondo me non ha nulla a che vedere con il termine destino.
Tu dici che il concetto di religione implica che credendo in Dio dobbiamo credere che Dio ha già predestinato la nostra esistenza…
Ma allora, se tutto sarebbe già stato scritto, che scopo avrebbe la nostra vita???
Se è già tutto scritto, allora possiamo stare fermi e aspettare che tutto accada…
Ma anche lo stare fermi può cambiare il nostro destino, non ti pare?
La predestinazione pretenderebbe che qualsiasi azione decidiamo di intraprendere, credendo di essere liberi, ci porti inevitabilmente lì dove saremmo destinati ad essere…
In questo caso sarebbe già deciso tutto per tutti, inferno o paradiso... o nulla....
Io credo che esiste un disegno divino per ciascuno di noi, ma non è obbligatorio per noi, sta a noi aderirvi o meno, secondo le nostre scelte e il nostro pensiero.
L’esser religiosi comporta accettare questo disegno, per nostra libera scelta, non per imposizione divina.
Il destino non esiste già compiuto, è un continuo effetto delle nostre scelte o non scelte, fino all'ultimo attimo della nostra vita terrena. Il dopo, dipende da noi...

Per quanto riguarda l'altro espetto, di essere più o meno fortunati nella vita, anche questo dipende dal nostro atteggiamento, se positivo o negativo riguardo alla vita stessa:
ti cito altri due detti popolari: "uomo allegro il ciel l'aiuta" e
"aiutati che Dio t'aiuta" che sottintendono il fatto che è l'uomo che deve agire nella propria vita, non Dio...

Ciao

sunday01 is offline  
Vecchio 26-10-2005, 11.05.08   #8
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
1. il destino non esiste, se non nella mente dell'uomo;

2. non credo, dunque, che tutto ciò che accadrà sia già scritto da qualche parte, magari nella mente di dio...;

3. penso, però, che vi siano delle necessità sottostanti (o naturali) che regolano tutto, uomo compreso;

4. che poi a livello microscopico ed a livello del cervello umano la materia si comporti (sembra) "alquanto" casualmente, non mi disturba più di tanto; è come il lancio di un dado (magari truccato): ogni faccia avrà una certa probabilità di uscire, ma non vi sono altre possibilità ed inoltre è necessario che la somma delle suddette probabilità faccia uno; noi osserviamo che l'elettrone assume uno tra gli n stati PERMESSI con una certa probabilità p e non associamo certo all'elettrone il concetto di scelta. Noi invece pretendiamo di avere il libero arbitrio, ma siamo più o meno come degli elettroni... ovvero le nostre azioni sono determinate e influenzate da molteplici fattori, anche se il risultato alla fine ci appare come casuale e libero; non so se in un futuro verrà eliminato il concetto di probabilità dalle scienze, ma per ora la vedo così.
Certo tra l'elettrone ed il cervello sembrano esserci (enormi) differenze: per il primo sembra che valga un indeterminismo in senso stretto (casualità di principio), per il secondo invece sembra più congeniale (almeno per me) il cosiddetto "caos deterministico": ovvero il cervello è un sistema non lineare, caotico in cui una piccolissima differenza nelle condizioni iniziali porta ad evoluzioni che possono divergere esponenzialmente. Dunque, come succede per il meteo, le previsioni sono estremamente difficili, poichè non si può avere uno strumento matematico adatto.

Tutto è regolato dal caso dunque? In questo modo sembra che si cacci dio fuori dalla porta e lo si faccia rientrare dalla finestra...

Caso, dunque... e che vuol dire?

Si dovrebbe intendere come casuale un evento che si presenti privo di "cause dirette" controllabili e dunque che risulta in ultima analisi imprevedibile e/o un fatto che si presenti senza un fine o uno scopo.
Voi che intendete?

Ultima modifica di nexus6 : 26-10-2005 alle ore 11.09.55.
nexus6 is offline  
Vecchio 26-10-2005, 12.00.03   #9
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Nexus6 sostiene che il destino non esiste.
Sunday01 sostiene che esiste un disegno divino.
joolee sostiene che il destino esiste.

Secondo la mia opinione essi non sono lontani dalla verità ma non sono neanche riusciti a raggiungerla.

La verità a mio avviso è, come spesso accade, PARADOSSALMENTE l'unione di entrambi i concetti (esiste e non esiste).
Ecco perchè è così difficle comprenderlo.

Se volete una risposta facile e secca potrei dirvi: Il destino non esiste, punto.

Ma in realtà il destino esiste, tutto è predeterminato, anche se nessuno lo ha scritto.

Il semplice dato di fatto della nostra impossibilità di vedere il futuro è la prerogativa di non poterlo modificare, dunque anche se il destino non esiste, in realtà esso domina incontrastato.

Concludo: Il destino di fatto don esiste poichè tutto accade per l'interazione di miriadi di fattori, ma il prodotto che noi osserviamo non è strettamente casuale: è l'ovvio risultato che la precisa interazione di quei fattori produce.

Se un uomo lancia un dado ed il risultato è sei, ebbene quell'uomo lanciando il dado inquel preciso istante, quel preciso terreno, quella precisa modalità di tiro non avrebbe potuto far altro che sei come risultato.

Il destino non esiste, ma tutto è gia scritto.
alessiob is offline  
Vecchio 26-10-2005, 12.04.25   #10
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Alessio, non riesco proprio a capire cosa significhi credere che c'è il destino e che anche non c'è. Inoltre, da quel che scrivi mi sembra di capire che tu credi che esista il destino, e che neghi il contrario.

Voglio chiederti, la domanda di questo topic potrebbe essere riformulata come: il mondo è deterministico o indeterministico?
epicurus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it