Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Riflessioni > La Riflessione
 La Riflessione - Commenti sugli articoli della omonima rubrica presente su WWW.RIFLESSIONI.IT - Indice articoli rubrica
Vecchio 05-08-2008, 20.04.16   #71
Hudrya
Ospite
 
L'avatar di Hudrya
 
Data registrazione: 05-08-2008
Messaggi: 3
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Quello che vedo prevalere è sempre il bisogno di risposte che vengano, dalla storia, dalla religione, dalla politica, cioè dagli altri e dall’esterno .
Ma perché non si prova a riguardare dentro di se, ricreando finalmente il vuoto, ripulendosi da tutti i condizionamenti da tutte le dipendenze le false certezze, le mezze verità, le speculazioni filosofiche, le ricerche pseudo scientifiche, tutte cose che non ci appartengono che ci sono state date, introdotte, inculcate e che riempiono il nostro spazio interiore dalla cosiddetta età della “ragione” e dalle quali dipendiamo poi per tutta la vita.
Rielaboriamo tutto attraverso la nostra consapevolezza e
Ritroviamo il senso di noi pulito e integro, che non ha storia, non ha fede, non ha politica ecc.. Sperimentiamoci nella vita, qui e ora, e ritroveremo dentro di noi la verità perché è li che è sempre stata.

Hudrya
Hudrya is offline  
Vecchio 06-08-2008, 15.09.02   #72
antonius
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 04-08-2008
Messaggi: 1
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Dio, nella sua "incommensurabilità" e nella sua "inseità" è di fatto precluso alla coscienza ordinaria (ego-coscienza).
Che esistono più religioni nel mondo non è altro che il risultato dell'inefficienza di un "mezzo operativo mentale" inadatto a cogliere l'unità del tutto: un mezzo parziale "egoico" appunto, che riesce a tradurre solo in frammentarietà un concetto da cui comunque, per natura, non può prescindere.
Naturalmente in questo intendimento del divino tradotto dai "lumi della ragione" si sono innestate, nel corso dei secoli, le peggiori ideologie politiche di potere: un tragico cruento "sposalizio" che ancora continua ai nostri giorni.

"Se incontri il Budda, uccidilo!".
Ciao.
antonius is offline  
Vecchio 26-08-2008, 18.16.14   #73
Spaitek
Ospite
 
Data registrazione: 26-08-2008
Messaggi: 13
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Beh, la risposta è abbstanza ovvia. Dio non è una cosa che esiste realmente, è un concetto metafisico che l'uomo ha immaginato e continua ad immaginare in diversi punti dello spazio e del tempo, ed è quindi ovvio che vi sia una moltitudine di diversi "dei" nel mondo. Per quanto mi riguarda, esiste almeno un dio a testa per i credenti (e zero dei per i non credenti).
E' un vero peccato che spesso, per colpa di queste idee metafisiche, gli uomini si scannino fra di loro.
Spaitek is offline  
Vecchio 31-08-2008, 15.47.27   #74
Hudrya
Ospite
 
L'avatar di Hudrya
 
Data registrazione: 05-08-2008
Messaggi: 3
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Il pensiero viene utilizzato dalla mente per organizzarsi nella realtà.
E quindi è la forza della mente, il pensiero è la mente.
E' tutto e al contempo niente, perchè rappresenta il riflesso della nostra interiorità che dialoga con la realtà che di circonda ed essendo la realtà una proiezione delle mente, alla fine è più niente che tutto.
Dio o come lo vogliamo definire è il grande vuoto e al contempo e tutto ciò che scaturisce da quel vuoto per il principio della rappresentazione.
Lo scopo conscio o non di ogni essere umano è riconoscersi in quel vuoto per poi avere la consapevolezza apparendo in conformità di quel principio.
L'altra faccia della consapevolezza è il qui e ora, l'attimo che non ha tempo e che dissolve i riflessi creando i presupposti per il vuoto che è gioia e beatitudine.
Hudrya is offline  
Vecchio 02-09-2008, 16.09.13   #75
SinceroPan
Ospite
 
L'avatar di SinceroPan
 
Data registrazione: 27-08-2008
Messaggi: 135
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

ciao a tutti...
secondo me...

molto semplicemente alcuni dati "a mio parere" certi :
1) esistono varie religioni nel mondo e nei diversi tempi storici..
2) esite una visione personale della religiosità quasi per ogni singola persona apparttenente ad una religione..
3) molti libri sacri, che spesso si qualificano come rivelati "direttamente" dal divino contengono palesi contradizioni logiche al loro interno che ne impediscono una lettura letterale (dogmatica) pena il cadere in palese faziosità intellettuale..
4) razionalmente/filosoficamente/teologicamente e ' impossibile dimostrare sia che Dio non esiste sia che esiste (Tommaso, S.Anselmo... ecc. sono facilmente smontabili).. la religiosità può essere solo un fatto di PURA FEDE..
5) come dice C.Maria Martini : in ogni uomo che si dichiara credente c'è anche un ateo dubbioso.. in ogni ateo anche un credente (che Spera)... il 100% ateo ed il 100% credente (a mio parere) non esistono..

da cio ' ne ricavo alcune POSSIBILITA ' :
1) SE Dio esiste è INPENSABILE : quindi nessun uomo o religione ha trovato la Verità a scapito degli altri che sono in Errore..
2) SE Dio non esiste ed è solo frutto del bisogno psicologico dell'uomo di trovare conforto al problema della solitudine, del dolore, del male e della morte.. allora Dio "avrebbe" comunque potuto svolgere una funzione benefica sulla qualità della vita dell'uomo.. se non fosse che quelle stesse paure hanno condotto molti a strumentalizzare la religione x fini di potere temporale ed affermazione prettamente personale...

da questo punto di vista mi dichiaro AGNOSTICO (NON SO)...
ma mi sento vicino alla posizione di Croce (il Papa Ateo !): NON POSSIAMO NON DIRCI CRISTIANI...
nel senso che tutte le rivoluzioni culturali/scientifiche della storia (democrazia, motore a scoppio, medicina, fisica nucleare, ecc...) riguardano aspetti particolari (anche se molto importanti) della nostra vita..
mentre l'insegnamento Amatevi come io ho amato voi.. fosse anche solo uno stimolo del così detto Gene Altruista che combatte quello Egoista.. rappresenta secondo me il più grande Progresso Umanamente inteso della nostra mondità...

ciao
Piero
SinceroPan is offline  
Vecchio 15-11-2008, 11.15.42   #76
Diver
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-11-2005
Messaggi: 50
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Se la religione fosse il percorso di Dio che si disvela all'uomo, il manifestarsi di un Dio unico e onnipotente, evidentemente si sarebbe una sola religione. Anche se Dio avesse voluto manifestari in tempi diversi ed in forme diverse per adattarsi alle diverse culture, fra le religioni ci sarebbe un riconoscimento reciproco, di strade diverse che portano alla stessa meta.
Se invece, come la storia delle religioni dimostra abbondantmente, religione è l'interpretazione del rapporto con Dio che su questo rapproto hanno cercato di realizzare un rapporto di potere tra gli uomini degli uni sugli altri.
Basta pensare a come si è andata strutturando nei secoli la religione cattolica. Vive ancora oggi ed è vissuta nei secoli dell'amministrazione del perdono dei peccati mentre Cristo aveva parlato del perdono come fatto individuale.
Diver is offline  
Vecchio 21-11-2008, 03.07.15   #77
New_Neo
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 18-08-2008
Messaggi: 2
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Citazione:
Originalmente inviato da Lucio P.
Torino, 12/02/07
Ciao Guido, penso tu abbia toccato un argomento di rilevante interesse “religioni”, e poiché richiedi di argomentare tale tematica dirò la mia a riguardo. E’ vero il mondo d’oggi saturo di insegnamenti religiosi a fatto sì che l’uomo finisse per giustificare l’uno e l’atro, mi spiego meglio.
Questo atteggiamento che l’uomo da sempre ha avuto nei confronti del sacro, e che man mano a finito per degenerare in una infinità di pensieri diversi e quindi di religioni è dovuto, secondo me, al fatto che l’uomo non ha mai voluto porre fede a quello che una volta era il tramandarsi del “parlato”; che poi, con i cinque libri del Pentateuco ci è pervenuto attraverso Mosè per iscritto. Quindi, dovremmo dedurre senza inoltrarci troppo in argomenti fantasiosi, che il libro più antico in nostro possesso è la Bibbia. Mi sembra altresì ovvio, che tal’uni di questi uomini abbiano incominciato sin dall’antichità, a dare interpretazioni diverse a tali insegnamenti estrapolando dal libro di Dio dottrine che nulla hanno a che vedere con esso. Lungi da me il poter motivare tali scelte ma, di una cosa sono sicuro:
In realtà ritornando indietro con il tempo notiamo, e la storia di ieri e di oggi lo insegna, i vari popoli venutisi a formare col passare del tempo, e sempre in guerra fra di loro, non solo “bellica” ma soprattutto di correnti di pensiero diverse dal popolo ebraico a cui Dio si è rivelato, hanno creato culture e religioni non più monoteistiche, ma politeistiche; pur di non accettare il solo vero Dio che si rivelò al popolo d’Israele. Questa, secondo me è una delle fasi principali per cui oggi ci troviamo di fronte ad una quantità infinita di religioni e correnti di pensiero. Dovremmo dedurre che le religioni odierne che pur affondano le loro radici nel passato, non sono altro che un insieme di pensieri mascherati sotto forme diverse pur di tener lontano il primato del popolo d’Israele. Con l’avvento del cristianesimo e quindi del Nuovo Testamento, abbiamo poi assistito ad’altre correnti di pensiero: Gesù, il Dio incarnato, si è rivelato all’uomo come unico mezzo di salvezza; e anche qui, purtroppo, l’uomo nella sua arroganza più sfrenata anziché accettare il Dio della Bibbia, Gesù Cristo e la sua opera di salvezza, non ha fatto altro che aggiungere pensieri e ragionamenti pur di non piegarsi All’Iddio vivente. Dunque, le tante religioni di cui oggi siamo circondati nulla hanno a che vedere con l’unico Dio che si rivelò, come già detto, al suo popolo Israele. Gesù, non una religione dà all’uomo la possibilità di salvezza; Gesù è l’unico mezzo per il quale ci è stata aperta una via che ci condurrà a Dio. Questa non è retorica! Noi siamo chiamati liberamente (senza imposizione alcuna) a operare secondo coscienza una scelta personale sulla base di ciò che la storia insegna. Il cristianesimo dunque è l’apoteosi di Cristo se vogliamo crederci; non le tante religioni. Gesù è l’adempimento di una infinità di profezie dell’Antico Testamento.

Giovanni 14:6 Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.

Ciao Lucio
Attenzione Guido. E' vero che il Tutto ha un'Origine, ma qual è realmente quest'Origine? Io da semplice Cristiano Praticamente quale sono io motivo del tutto è il "Peccato Originale" che è entrato nel Fisico facendoci diventare mortali e soprattutto nello Spirito dove l'Anima è racchiusa in un vortice di sentimenti negativi, di attaccamenti che non le appartengono e quindi non riesce ad uscire per farci comprendere qual è la nostra vera natura.
Come ci spieghiamo che Dio, la Preghiera, la ricerca di Se Stessi e della Verità, sondare la propria Coscienza sia così difficile e che porti molta sofferenza? E soprattutto viene vista dagli altri come qualcosa di strano, di anomalo? Quando si è attaccati troppo alla nostra vita si perdono le cose di lassù....
Io credo che le Religioni che si sono venute a creare anche dopo la dispersione dell'uomo e la nascita di svariate lingue. Le Religioni si sono create perchè c'è il desiderio profondo dell'Uomo di ricongiugersi a quello che ha perso anche se non riesce a capire cosa. Sembra un paradosso ma non credo siamo tanto lontani da questa affermazione.
Dio non è solo il Dio dei Cristiani, ma anche dei Musulmani, degli Ebrei, degli Induisti e di chi cerca con verità anche se non appartiene a nessuna Religione perchè Dio è Uno è Solo ed è uguale per tutti!
New_Neo is offline  
Vecchio 24-11-2008, 18.13.03   #78
Diver
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-11-2005
Messaggi: 50
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Ognuno di noi è "unigenito figlio di Dio" come "finito" partecipe della natura di "Infinito". Se religione è il rapporto individuale del "finito" con l'Infinito è giusto che ci siano 6 miliardi di religioni. Se invece per religione si intende il trucco di alcuni di proclamarsi mediatori e interpeti tra il finito e l'Infinito per avere un proprio potere, sarebbe meglio non ce ne fosse alcuna...
Diver is offline  
Vecchio 25-11-2008, 09.57.15   #79
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Le religioni monoteistiche sono nate dalla spiritualità innata negli esseri umani,tra l'altro anche con lo scopo di dare una risposta a ciò che a loro era ,è e sarà sempre, misterioso,sconosciuto ed indefinibile. Hanno creduto essenziale configurarsi un Dio trascendentale,meraviglioso,on nipotente ed onniscente,all'esterno di ogni punto raggiungibile dalla propria mente per usarlo anche quale capro espiatorio per ogni evento da loro stessi inspiegabile,relativo al bene od al male. Senza di ciò l'esistenza umana sarebbe stata estremamente caotica. Per cui le figura di Dio è essenziale alla ricerca di una giusta armonia della nostra esistenza. Ma per raggiungere ciò dovremmo tutti riuscire ad usare maggiormente il nostro intelletto, avendo avuto all'uopo il Libero arbitrio.
Ciao e buon pomeriggio espert 37
espert37 is offline  
Vecchio 28-11-2008, 16.43.18   #80
Diver
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-11-2005
Messaggi: 50
Riferimento: Se Dio è uno, perchè tante religioni?

Religioni quindi come favola che ogni uomo si inventa per cercare di dare una spiegazione a ciò che non riesce a spiegarsi: sentirsi infinito e spaersi finito!!
Diver is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it