Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 18-10-2003, 12.29.25   #11
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Attribuire fobie a possibili nostre reincarnazioni passate mi sembra un ragionamento da scarica barili.Non avendo il coraggio di affrontarle allora attribuiamo la causa di tali paure ad una fonte non raggiungibile da noi,autogiustificando così le nostre negligenze ed il fatto di non poterle (o meglio,volerle) affrontare. Troppo comodo.
Per quanto riguarda chi denigra la scienza secondo me è solo uno che non ha od ha avuto voglia di studiare.Allora giustifica la sua...ignoranza...con tesi totalmente infondate ed aleatorie sicuramente più semplici ed alla portata di tutti.Tra cui la reincarnazione.La scienza non spiega tutto,forse non potrà mai spiegare tutto,ma almeno si basa su regole rigorose e logiche.
(Sui contrasti scienza religioni,o comunque credenze spirituali varie ed assortite,ho già detto la mia QUI)

Ultima modifica di sisrahtac : 18-10-2003 alle ore 12.37.20.
sisrahtac is offline  
Vecchio 18-10-2003, 15.37.45   #12
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Catharsis

mi chiedo perchè scienza, spiritualità e altre dimensioni non possono stare insieme. Nella mia vita stanno benissimo. Cerco di seguire ogni progresso scientifico, ovviamente ai miei livelli di comprensione, e sono contenta di ogni nuova scoperta.
Ma se un tempo la mia vita era totalmente volta allo scientifico, al razionale, allo sperimentato oggi ho solo ampliato il mio ristretto raggio d'azione. Tutto qui.
Se ci pensiamo, i maggiori ricercatori, scopritori sono stati ritenuti sempre dei pazzi visionari. Solo il tempo ha dato loro ragione.

Scientifico potrebbe essere anche la telepatia, solo che non abbiamo gli strumenti e la conoscenza sufficiente per studiarla.

Pensa ad un uomo delle caverne alle prese con un telefonino!
Noi, per quanto riguarda quello che definiamo paranormale, siamo come quell'uomo delle caverne.

Per quanto riguarda la reincarnazione, io non ci credevo e non volevo neppure crederci. Figurati che non ne volevo neppure discutere. Ma è stata la vita ad impormi delle esperienze che io non ho chiesto e che non ho cercato. Ma restavano i fatti, fatti, prove, che non potevo ignorare. E' troppo lungo da spiegare. Ci ho messo diversi anni per arrendermi ai fatti, a me stessa. A quella parte di me che sapeva cose che il livello cosciente ignorava. Come potresti, con la conoscenza di oggi, spiegare un sogno che ti anticipa luoghi e situazioni che avverranno?! di cui non hai la benchè minima idea, perchè saranno altri a condurti in quel luogo!
Casualità?! bene, io l'ho sempre pensato. Ma quando di queste "casualità" te ne capitano parecchie cosa fai?!
E' stato proprio il razionale, la ricerca di una spiegazione a portarmi ad ammettere che la reincarnazione è realtà.

Se vedi che da una roccia esce acqua fresca e pura pensi che da qualche parte più in alto ci sia un fiume, un lago, un ghiacciaio. Lo sai, lo pensi anche se non lo vedi. Certo, qualcuno potrebbe averti fatto uno scherzo e messo lì un tubo! Ma se vedi la stessa cosa in molti altri posti è ben difficile che tu possa continuare a credere che si tratti di uno scherzo.

Ma questa è solo la mia esperienza.
Ciao
mary
Mary is offline  
Vecchio 18-10-2003, 15.53.10   #13
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
"Come potresti, con la conoscenza di oggi, spiegare un sogno che ti anticipa luoghi e situazioni che avverranno?!"

Non ti fidare dei sogni ne tanto meno del tuo\nostro cervello!L'encefalo umano non è perfetto.Può capitare che percezioni presenti vengano percepite come già vissute,come nel caso del deja vu..oppure a te che ti sembra di aver previsto il futuro..credo siano semplicemente errori di allocazione dei ricordi nella memoria..(bisognerebbe fare uno scandisk!...see,magari fosse possibile...).Oppure,se non vogliamo andare a livello fisico,stiamo sul piano psicologico.Esiste l'autosuggestione,e non hai idea di quanto questa possa essere potente a volte.
sisrahtac is offline  
Vecchio 18-10-2003, 19.16.46   #14
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
No Catharsis

io sto parlando di fatti concreti, di intelligenza, razionalità.

Avevo una decina d'anni, quando iniziai ad avere un diario. Il diario riporta nero su bianco sia i miei pensieri che gli eventi particolari della giornata ed anche i sogni. I sogni che durante il giorno non abbandonano la mia mente vengono scritti.
Ho già detto che ero molto razionalista, un tempo. Contavano i fatti e non i credo, forse, potrebbe essere.
Quindi è una perfetta razionalista, una che potremmo facilmente definire "con i piedi per terra" che si è trovata a dover riflettere su quanto le accadeva.
I miei sogni sono ancora nero su bianco.
E quando il sogno ti ha anticipato un evento che si è effettivamente, realmente verificato con tanto di testimoni oculari, la fantasia c'entra pochino.
Qualche giorno prima di partire per la Svizzera, facevo un certo sogno. Lo scrivevo e poi non ci pensavo più. Non era che un sogno come tanti. Una volta arrivati non sapevo certo dove i miei ospiti mi avrebbero portata. Premettendo che non avevo mai varcato i confini dell'Italia. Giunti in un posto che non avevo mai assolutamente visto, neppure in fotografia perchè erano luoghi caratteristici del posto, il sangue mi si congelava nelle vene perché mi tornava in mente il sogno. Casualità! benissimo, era la risposta che fornivo, almeno all'inzio. Suggestione?! ma suggestione di che cosa. Prodotta da che cosa, se io non credevo che alla pura razionalità? Dalla mia mente pazza? ma con quale fine, a quale scopo?

Certo le domande, i dubbi restano. Non mi fido nè dei miei occhi, nè dei miei sensi e tantomeno della mente.
Ma c'è qualcuno che possiede altri strumenti oltre ai sensi e alla mente? Io non ho altro.

Ciao
mery
Mary is offline  
Vecchio 19-10-2003, 14.11.31   #15
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile Nessuno ha altro

cara Mary,nessuno
e non ho difficoltà ad ammetterlo
che prima di venire io stesso
toccato in fronte
dal dito che hai conosciuto anche tu
la pensavo esattamente
come adesso pensano
tutti quelli che credono di pensare
mentre invece
sono solo menti pre-registrate
che girano inconsapevolmente
facendosi scudo
di cardinali,scienziati,politici
ed altri "grandi uomini" del genere
e misurano tutto coi soldi
ed ogni cosa
si sentono in diritto di giudicare e criticare
e per ogni cosa
stabiliscono un prezzo

Intelligenza - razionalità - concretezza
per loro non possono derivare
da una ricerca interiore
bensì solo attraverso lo studio accademico
che alla fine li porterà
a ricevere un timbro dorato
su un diploma di carta
che ai miei occhi
li rende comunque
più scimmie ammaestrate
che menti sapienti

No,non ci sono altri strumenti
ma solo anomalie
spacciate per coerenza
ed una massa di saccenti
pronta a deriderti
se t'azzardi a confidar loro
le tue sensazioni più profonde
o ad indignarsi
per la tua ignoranza
qualora tu non avessi una religione
o una fede politica
o degli obiettivi materiali

Ma è tutta segatura
che vola nel vento
come quando
preparo la legna per l'inverno
e non ho alcun dubbio
su quello che davvero conti per me
come adesso
che nelle tue parole
sento prima la musica
della forma grammaticale
e mi rendo conto
che non c'è ricchezza più grande
dell'incontrare una persona
in grado di capirti
per quello che sei
per quello
che sei veramente
quando sei semplicemente te stesso
sensi e respiro
nell'universo della tua anima

wahankh.
Musica : Oppure No -alessandro bono-
dawoR(k) is offline  
Vecchio 20-10-2003, 12.34.44   #16
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Attribuire fobie a possibili nostre reincarnazioni passate mi sembra un ragionamento da scarica barili.Non avendo il coraggio di affrontarle allora attribuiamo la causa di tali paure ad una fonte non raggiungibile da noi,autogiustificando così le nostre negligenze ed il fatto di non poterle (o meglio,volerle) affrontare. Troppo comodo.

Secondo me è proprio il contrario. Non ci si ferma ad attribuire, si vuole andare fino in fondo e capire l'origine di un problema. Su chi scarichiamo il barile? Sempre su noi stessi, non è che incolpiamo qualcun'altro dei nostri problemi (la mamma, il papà, il maestro, il prete, ecc...). Se si arriva a pensare a vite precedenti è perchè ci si è analizzatti, messi in discussione, si è cercato e si cerca di affrontare le nostre paure, i nostri problemi. Se volessi giustificarmi non starei certo a perdere tempo con la ricerca interiore, troverei altre scuse... Non so mi sembra proprio il contrario dire che si cerca di capire l'origine di un problema, significa che lo si vuole affrontare soprattutto se asseriamo che all'origine di tutto siamo sempre NOI la causa.
Naima is offline  
Vecchio 22-10-2003, 00.49.33   #17
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mary

Come potresti, con la conoscenza di oggi, spiegare un sogno che ti anticipa luoghi e situazioni che avverranno?!

Non per essere monotona ma sincronicità e inconscio collettivo "spiegano" tutto questo (sempre Jung). Anche se non posso certo dire che si tratti di spiegazioni accettate dalla "scienza ufficiale".
Del resto mi pare che qualche secolo fa qualcuno rischiò il rogo perchè osò dire che la terra girava intorno al sole. Sappiamo così poco sul funzionamento della nostra mente! E possiamo scoprire capacità mentali incredibili anche senza scomodare la reincarnazione che, ripeto, non escludo. Semplicemente non la do per certa. Una parte di me ci crede e un'altra parte no.
Credo fermamente che l'energia che ci anima non muoia, che animerà altre forme di vita. Non credo in un continuum mentale, nel karma e annessi e connessi. Ripeto, il fatto che non ci creda non significa che sostengo che non esistono. Ritengo che la reincarnazione sia una delle possibilità. Starò a vedere. Tra una quarantina d'anni al massimo dovrei saperlo con certezza. Ma non credo che sarò in grado di raccontarvelo!!

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 22-10-2003, 17.41.47   #18
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Carissimo dawoR(k)

come comprendo ogni tua parola. A volte la mia ragione si stupisce, ma non il mio essere.

In fondo credo che siamo tutti turisti partiti dallo stesso porto. Ma una tempesta ci ha dispersi, e sull'isola in cui ci siamo ritrovati pesti e logori diventa difficile riconoscersi. Io ho riconosciuto, dopo molta pulizia su me stessa, gli altri. Ma gli altri, con rarissime eccezioni, come te, non sono riusciti a riconoscere me.

E più credo di sapere più precipitano nell'ignoranza e nella cecità.

Grazie di esserci
Mary
Mary is offline  
Vecchio 22-10-2003, 17.56.28   #19
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Carissima Fragola

credere o non credere, non ha importanza nella nostra vita.

Credere equivale a seguire o rifiutarsi di seguire una strada che altri dicono di aver percorso.

Io non chiedo mai a nessuno di credere in quelle che sono mie esperienze. Non avrebbe alcun senso.
Io parlo di me unicamente per testimoniare qual è stato il mio percorso e quello che vi ho visto.

La ricerca deve essere personale, occorre spalancare (pian piano) le porte del proprio essere, vincere (non eliminare) le paure, dimenticare tutto e guardare quel che è e non quel che crediamo sia.

C'è un gruppo di alpinisti che scala una montagna. Sono quasi vicini alla vetta ma non lo sanno perché una fitta nebbia li avvolge. Alcuni si arrendono, altri sono indecisi, uno prosegue.
Va avanti perché è curioso, perchè gli hanno detto che dalla cima la vista è stupenda, perchè sente che deve farlo.
Giunge in cima e dall'altra parte della montagna non vi è più nebbia e il panorama è stupefacente. Egli grida di gioia e incita gli altri a seguirlo.

Uno risponde: "sì, sì ti credo, ma io resto qui. Non riuscirò mai farcela."
L'altro aggiunge: "sì, forse è come dici tu, ma non ci credo. E fare tutta quella fatica per vedere se è uno scherzo o meno non ne vale la pena. Ti stai burlando di noi. Non si vede ad un palmo dal naso e tu vedi cose meravigliose lassù! Preferisco stare qui, e aspettare che la nebbia si diradi"

Un abbraccio
mary
Mary is offline  
Vecchio 22-10-2003, 23.57.47   #20
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Cara Mary,
questa discussione di apre con la domanda: credete alla reincarnazione?
Ora dovrei chiedere, cosa si intende per credere?

Personalemente ho vissuto alcune delle esperienze di cui parlate (sogni prognostici e esperienze transpersonali) e con cui ritenete di provare la reincarnazione, ma credo che quella non sia l'unica possibilità di lettura.
Ho sempre pensato che credere troppo fermamente in una qualsiasi teoria sulla vita oltre la morte sia ancora una volta posticipare una "realizzazione" che invece possiamo trovare in questa vita.
Personalmente io faccio conto di avere a disposizione solamente questa vita e cerco soprattutto di imparare a vivere. Sono certa che se saprò vivere saprò anche morire.
Poi, ci sono teorie sulla vita oltre la morte che la mia mente si rifiuta di accogliere, come l'idea di premi o punizioni eterne. Le altre sono tutte accettabili ma non certe.
Ognuno può leggere nel modo che meglio crede il mistero della vita. Sinceramente in certi casi la lettura attraverso la reincarnazione mi pare riduttiva.
Questo voglio dire quando dico che ci credo e che non ci credo.
Non ci credo nel senso che non ho fede in questo ma non escludo il fatto che sia una possibilità. E questo non vuol dire che sto ferma sul fianco della montagna sperando che la nebbia si diradi, ma che continuo, per quanto posso, a salire senza pormi la domanda. Tu mi dici, per restare al tuo esempio, che il panorama è stupendo? Io ti dico "non ci credo e non lo escludo, vengo a vedere con i miei occhi".
E questo, in rapporto alla reincarnazione, è un piccolo espediente che uso proprio per andare avanti.
Se penso di avere solo questa vita a disposizione la devo vivere al meglio. Qui e ora. Senza promesse. Senza immaginare disegni misteriosi, senza porre nel domani ciò che posso realizzare oggi e ciò che posso realizzare è una vita piena, vissuta con intensità, in armonia con quello che c'è e con la vita stessa.
La morte ... io credo che sia un passaggio, ma non so verso cosa. L'unica cosa che credo fermamente è che se avrò vissuto bene saprò morire bene.

Poi, ad ognuno la libertà di leggere e interpretare le sue esperienze con la chiave che preferisce.

ciao
Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it