Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 14-06-2004, 18.39.28   #71
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
per amare l'umanità devi starci in mezzo, sporcarti del suo stesso odore che ti da la nausea, capire che l'altro da te è il tuo specchio, altrimenti che razza d'amore è??? Facile è dire ti amo
e non sporcarsi le mani nel curare le ferite di chi ami, non sudare
nel percorrere lo stesso cammino, guardando chi supponi di amare da una posizione "alta" da saggio o da profeta. Qualunque profeta si è mischiato alla folla, ne ha sentito l'ammirazione e l'odio, ha rischiato in prima persona e spesso
ha perso.(apparentemente)la partita. Il vero saggio è talmente innamorato di questa umanità che non può limitarsi a vederla
rotolare nel fango e deve per forza quale maestro di compassione, sottomettersi a quelli che tu chiami "maledetti"
ritorni.
paperapersa is offline  
Vecchio 15-06-2004, 06.40.09   #72
milarepa
Ospite
 
Data registrazione: 30-05-2004
Messaggi: 29
castaneda e la tartaruga

“Alcuni lo sanno per conoscenza, per induzione e intuizione. La luce non ha bisogno di forme, né di concetti, essendo unica per ognuna. Luce è immediatezza ed è anche suono; il cieco non può percepirla, né il sordo udire. Esistono i moti e anche i mondi, ognuno di voi è un mondo nella correlazione con il macrocosmo, ogni coscienza è un mondo.
Attraverso la parola, quando essa è energia vivente perché è calata la neutralità, la benevolenza oppure una condizione d’amore, nel sacrificare misticismo, può introdursi là dove non ci sono aperture, perché corrode, strappa, fora, colpisce; allora non è la semantica di essa, ma la potenza, che del decretista attraverso l’apertura del chakra della laringe può anche dar luce ad un cieco, la musica ad un sordo, esporsi, essere veduto.
Quando avrai a comprendere questo non intellettivamente, ma con gli arti della coscienza, avrai anche a stringere nelle mani quel potere; ma la sapienza che ti coglierà come una folgore ti farà star prudente, perché hai della conoscenza, ma anche la visione delle cause. Allora lascerai il volgo nel porcile, il saggio nascosto e il profeta ad amare l’umanità per il fatto che gli sta lontano”.

Questo è il pensiero completo, quella piccola parte era dedicata al signore che ha domandato se ero sotto droga.


P.S Maledetto è non avere memoria.
ciao
milarepa is offline  
Vecchio 15-06-2004, 07.11.27   #73
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
grazie per il chiarimento.
Bella la pagina da te citata, ma come tutto quanto è esoterico è troppo per priviliegiati ed io ho lasaciato un gruppo esoterico proprio per questo. Anche se conoscere è un cammino individuale che dà "potere", la compassione per me è al di
sopra di qualunque conoscenza. Anche Gesù ha detto non date
le vostre perle ai porci, ma si trattava di un periodo evolutivo
dell'umanità ancora infantile. Io credo che adesso i tempi
siano talmente cambiati e maturi perchè l'uomo conosca se
stesso le leggi dell'universo e soprattutto ri-membri nel senso
di capire di essere membro di un Corpo Unico e non un Ego e basta.
Per me il percorso evolutivo di ogni uono può distinguersi in 3 fasi:
Ri-svegliarsi : dal sonno, dal credere che l'incubo sia la sola realtà
e che non vi sia altro che questo eterno fatalistico ri-
torno
Ri-cordare : ritornando al cor cordis, al cuore, al centro cardiaco
all'intelligenza del cuore che fa sentire cioò che la
mente razionalmente non può accettare e
Ri-membrare: a questo punto si va dove il cuore ti porta e poichè
hai compreso con il cuore che siamo tutti membri
di uno stesso corpo in cui milardi di cellule pullulano di vita, tutti hanno diritto alla vita, all'amore, alla riproduzione, alla
compassione e a questo punto non esistono "porci" ma esistono
solo cellule malate, ma malate di oblio, di sonno, di errata
identificazione e allora non vanno "bombardate" di "chemioterapia
che distrugge anche le cellule buone, ma circoscritte e curate
con amore, comprese nel loro percorso diverso dal tuo.


questo è un mio pensiero, non copiato da nessun "iniziato"
paperapersa is offline  
Vecchio 15-06-2004, 09.29.17   #74
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Re: castaneda e la tartaruga

Citazione:
Messaggio originale inviato da milarepa
Questo è il pensiero completo, quella piccola parte era dedicata al signore che ha domandato se ero sotto droga.


P.S Maledetto è non avere memoria.
ciao

O se hai il cervello che sta facendo un pò come cavolo gli pare.

Senza offesa eh?

Ciao, Giulio
Giulma is offline  
Vecchio 15-06-2004, 09.37.41   #75
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
Esiste il vertiginosamente inverosimile

“L’idea che l’uomo arbitrariamente si costruisce circa il proprio essere e la propria consistenza induce l’edificazione teoretica di filosofie inverosimili. Quando voi uomini metafisici riuscirete ad accettare l’impermanenza, il dubbio e l’incostanza a detrimento dell’inverosimile permanenza metafisica, delle certezze e del monolito metafisico, avrete anche compiuto un passettino spedito nella direzione della comprensione dell’uomo e delle proprie misere necessità. Misere necessità che s’innestano nella miseria mondana che circonda l’essere; quando riuscirete a dissolvere l’impastoiatura filosofica che avvolge le vostre menti e vi tiene ancorati alle nuvole, esoterizzandovi dal mondo dei mortali, e razionalmente riuscirete a svincolarvi dall’imperativo obbrobrioso di essere quel che non siete e mai diverrete, il cielo della vostra stanza non avrà soffitti che precludano lo sguardo verso un orizzonte umanizzato e ridondante di realtà così poco metafisica.
In questa era dei consumi, l’inverosimile è assurto a dolce sirena che col proprio suadente canto richiama sempre più animi inquieti, inducendo metafisiche irrazionali e poco permeabili alla comprensione dell’intimo umano. L’aristocratica Vostra teoretica, cibo per le menti, vi tiene vieppiù discosti dall’umana tribolazione, anche se questa coinvolge anche Voi. Correre d’intorno ad inseguire chimerici sogni è diventato uno sport nazionale, dove gli allori dei ‘primi’ sono riservati a chi la ‘butta giù’ in maniera più roboante, inusitata e arzigogolata. Il proliferare di tendenze psichedeliche che rispondono in maniera emozionale ed artefatta alla parossistica inquietudine dell’intimo di chi cerca risposte laddove non ve n’è, è un passatempo richiestissimo e ricercatissimo; fra il discount della spiritualità, quivi si aggirano animi svuotati e deprivati della necessaria consistenza umana… nel discount della spiritualità, in cui i prodotti costano giusto un minimo di creatività irrazionale, ci si riempie il carrello, e i prodotti sono sempre le astrusità più astruse, purché siano anche confezionati con carte muticolori e sempre variegata… il costo di questo ‘achat’ dell’anima non richiede alcun dispendio energetico, basta illuminare sé stessi con una luce nuova, fosforescente ed iridescente, anche se psichedelica ed artificiale, e il gioco è bello che servito. Una nuova filosofia, una nuova spiritualità, e voi ‘Maestri’, ben assisi su un trono fatto di evanescenza, fra tanti basiti discepoli, filosofeggiare su Dio, l’anima, il Tutto. Nel vostro mondo persiste tenacemente l’evaporazione dell’intimo e della ragione, evaporazione che cede il passo alla durezza pietrificata delle certezze più inusitate che si possano reperire nel grande ipermercato delle ‘illusioni acritiche’. Sebbene già sappiate che la verecondia altrui – già, proprio lei, la pudicizia, l’eterna frugoletta che s’insinua nell’animo allorquando ci si scopre nudi di fronte al prossimo – opera per smascherare la vostra tetragona certezza, perennemente solcata dalla perplessità altrui, sebbene questa – la verecondia - vi mostri nudi ed inverosimili, voi, con pervicacia, non vi sottraete all’improbo compito di ammansire i dubbi che perennemente – inutile negarlo - pongono costante assedio alle vostre certezze, voi, uomini occulti, con scrollate di spalle, volgete lo sdegnato sguardo, scevro d’ogni umana visione, in direzione della vostra solo presunta maggior conoscenza per non dover, così acconci e delusi, sottostare alla sopita ma non defunta razionalità; girate le spalle stizziti alla sconsolata coscienza che urla le proprie ragioni per quanto esprimete d’inattendibile. La vertigine da cui siete presi è proporzionale alla grandeur che vi siete imposti di seguire, scordando che più elevata è la sommità su cui vi siete assisi, maggiore sarà il tonfo che repentinamente subirete allorquando scoprirete che il mondo è qua e non là. Un mondo che vi circonda, non vi trascende… uomini occulti, accendete la luce e guardatevi intorno, solo così scoprirete la luna."

visechi is offline  
Vecchio 15-06-2004, 09.49.39   #76
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
E invece, a parole tue?

Giulio
Giulma is offline  
Vecchio 15-06-2004, 13.39.51   #77
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
interessantr critica del supermercato della spiritualità dove ognuno compra le certezze che più gli piacciono.. ma chi l'ha scritto??
sai mi piace la tua concretezza, il tuo radicamento alla materia, alla terra, posso capire il brano ma vorrei sapere se tu sei d'accordo su tutto quello che dice. Anch'io sono contrarisa ad ogni forma di occultismo......
paperapersa is offline  
Vecchio 15-06-2004, 15.14.19   #78
Giulma
Utente bannato
 
Data registrazione: 09-07-2003
Messaggi: 558
Citazione:
Messaggio originale inviato da paperapersa
interessantr critica del supermercato della spiritualità dove ognuno compra le certezze che più gli piacciono.. ma chi l'ha scritto??
sai mi piace la tua concretezza, il tuo radicamento alla materia, alla terra, posso capire il brano ma vorrei sapere se tu sei d'accordo su tutto quello che dice. Anch'io sono contrarisa ad ogni forma di occultismo......


La concretezza? A me sembra tutto meno che concreto.

Questione di punti di vista,

Giulio
Giulma is offline  
Vecchio 15-06-2004, 17.32.51   #79
milarepa
Ospite
 
Data registrazione: 30-05-2004
Messaggi: 29
X paperapersa

La fede non è un dono, è quel che illumina attraverso una condizione, un investimento d’amore; non ha nulla a che vedere con la credulità, né con la ricerca del fenomeno attraverso quei guaritori che con qualche artificio riusciranno ad ingannare proprio chi si sente superiore; toccato da materialismo ogni cosa che si muove che non appartiene a sua logica sembrerà fatale, straordinario e così capiterà altre fenomeniche a cui dare persino con dei risultati la dabbenaggine e l’ignoranza”.

Privilegiati - Iniziati ?

Sono rammaricato di avere dato questa immagine, Ti assicuro che non è così.
Quanto hai letto è un pezzo della mia vita.
Ho estrapolato da queste esperienze le parti che potevano servire al dialogo, tutto qui.
Ciao

Il Tuo percorso evolutivo corrisponde al pensiero Taoista:
Chin –Chi –Shen
Ovvero
Chin = corpo (disciplina –ammaestramento)
Chi = cuore (sentire – amare )
Shen = Chin + Chi (energia-pneuma-prana –estasi)
ciao
milarepa is offline  
Vecchio 15-06-2004, 19.24.00   #80
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
l'iniziato è Castaneda non parlavo di te di cui non so nulla....
e comunque è bella la distinzione tra fede e credulità, tra adesione del cuore ed obbedienza cieca o attrazione per il miracoloso......!!!!
paperapersa is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it