Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 24-10-2004, 22.00.35   #231
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Re: Re: Re: Re: Re: x Rolando

Citazione:
Messaggio originale inviato da Aribandus
Avevo letto del fatto che l'Hubble era riuscito a vedere stelle o galassie distanti 15 miliardi di anni luce in direzione del Big Bang. Dicevano quindi che aveva visto indietro nel tempo... Nel senso che aveva visto la nascita di queste galassie. Ora, anche se parliamo di distanze luce, quindi velocità luce, e quindi tempo, io penso che non sia possibile che sia avvenuta questo tipo di osservazione. Ma proseguo domani perché sono stanco e non riesco più a riprendere il ragionamento. (sono le 2 e 20 di notte..)

Ciao
È giusto che più lontano nell´universo si osserva più indietro nel tempo si arriva, ma ciò vale per qualsiasi direzione nello spazio, e si basa sul fatto che la luce delle stelle ha una certa velocità. La luce delle stelle che vediamo ora è stato in cammino per un certo tempo. Per esempio la luce della nostra stella, cioè il sole, ha "viaggiato" circa 8 minuti.

Quindi, quando uno, con l´aiuto di un telescopo come Hubble, può osservare le stelle e le galassie che si trovano lontanissimo dalla terra, significa che la luce di queste stelle che osserviamo oggi, è stato in cammino per milioni di anni. Perciò si pensa che che si vede indietro nel tempo, cioè si vede la luce di queste stelle che arriva da un´epoca milioni d´anni fa, e quindi più vicino del presunto big bang.
È anche interessante il fatto che l'espanzione nell'universo ha luogo dapperttutto, cioè tutte le stelle e le galassie si alontanano l'una dal'altra dovunque siano. È come un pallone con puntini sulla faccia che si gonfia. Tutti i puntini si allontanano dagli altri. Quindi non si può determinare un certo "centro" o punto d´origine, ne sulla pallone ne nell´universo.
Ciao

Ultima modifica di Rolando : 24-10-2004 alle ore 22.10.36.
Rolando is offline  
Vecchio 24-10-2004, 22.38.19   #232
Aribandus
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-07-2004
Messaggi: 44
Re: Re: Re: Re: Re: Re: x Rolando

Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
È giusto...nell´universo.
Ciao

So tutto di questo, sono un astrofiletto
L'ho sempre creduto anch'io fino a che non mi è balenato in mente un ragionamento che cercherò di ri-formare nella mia mente prima di esporlo e dire baggianate universali

A presto


x ConteOliver

Non ero aggiornato.

Sai rispondere alla mia domanda? E cioé "Dove è nato l'Universo"?
Aribandus is offline  
Vecchio 24-10-2004, 22.56.27   #233
Aribandus
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-07-2004
Messaggi: 44
Re: Re: Re: Re: Re: Re: x Rolando

Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
...È come un pallone con puntini sulla faccia che si gonfia. Tutti i puntini si allontanano dagli altri. Quindi non si può determinare un certo "centro" o punto d´origine, ne sulla pallone ne nell´universo.
Ciao

Mi era sfuggito. Certo che si può determinare. Anche nel pallone. Le leggi della "semplice" Fisica sono quasi sufficienti.
Il pallone non è un paragone corretto in quanto, in quel caso, si espande solo la superfice esterna mentre l'Universo espande le proprie proporzioni, il suo volume e si distanzia anche quello che in esso è contenuto. Comunque si può stabilire eccome. Vedendo le tracce dei detriti lanciati da un'esplosione si riesce a risalire benissimo al punto in cui è avvenuta perchè si capisce in che direzione si sono mossi. Andando a ritroso si arriva al punto di -

Come i raggi della bicicletta; portano tutti alla ruota, o al perno della stessa.
Aribandus is offline  
Vecchio 25-10-2004, 11.10.28   #234
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: x Rolando

Citazione:
Messaggio originale inviato da Aribandus
Mi era sfuggito. Certo che si può determinare. Anche nel pallone. Le leggi della "semplice" Fisica sono quasi sufficienti.
Il pallone non è un paragone corretto in quanto, in quel caso, si espande solo la superfice esterna mentre l'Universo espande le proprie proporzioni, il suo volume e si distanzia anche quello che in esso è contenuto. Comunque si può stabilire eccome. Vedendo le tracce dei detriti lanciati da un'esplosione si riesce a risalire benissimo al punto in cui è avvenuta perchè si capisce in che direzione si sono mossi. Andando a ritroso si arriva al punto di -

Come i raggi della bicicletta; portano tutti alla ruota, o al perno della stessa.
Ma l'universdo non si comporta infatti come un'esplosione "normale" o come i raggi di una ruota. Si deve ricordare che l´idea del big bang è appunto una teoria e non un´analisi vera della realtà.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 25-10-2004, 12.35.58   #235
Aribandus
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-07-2004
Messaggi: 44
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: x Rolando

Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
Ma l'universdo non si comporta infatti come un'esplosione "normale" o come i raggi di una ruota. Si deve ricordare che l´idea del big bang è appunto una teoria e non un´analisi vera della realtà.
Ciao

E' (o era, rifererendomi a quanto riportatoci da ConteOliver) un'ipotesi che si basa su fenomeni realmente accaduti, su altri che avvengono continuamente e su quello che esiste e su come si comporta. Quindi reali, per cercare di avvicinarsi il più possibile a quanto è realmente successo. Non si può dire ne che è realtà ne che non lo è, fino a quando non viene dimostrato. E' pura scienza, con le sue rigidissime leggi, per cui vengono studiati fenomeni reali.

Ciao
Aribandus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it